annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Novità mini linee e macchine per Pellet Legno

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Novità mini linee e macchine per Pellet Legno

    Salve a tutti.
    Grazie per il grande interessamento riservato al nostro annuncio.

    Abbiamo avuto tantissime richieste per le nostre mini macchine e
    linee per produzione di Pellet legno.

    Comunichiamo che a breve sarà disponibile un sito dove vi saranno
    tutte le indicazioni inerenti alla nostra attività di costruzione mini
    macchine e linee Pellet legno.

    Abbiamo una notevole esperienza nel settore del Pellet legno e possiamo
    proporre una serie di macchine economiche di elevata affidabilità
    produttiva.

    Siamo una piccola azienda dove produciamo
    macchine che prevedono produzioni di circa 35 Kg/ora per la pi piccola
    (con utilizzo della rete domestica di 3kw ) e circa 130 per la pi grande
    con motore da 15 kw.
    La macchina da 130 kg/ora pu essere fornita sia singola che con
    mini linea di raffreddamento , insacco e pesatura sacchi da 15kg.

    Per entrambe le macchine prevista una alimentazione sia con
    segatura di legno che con ceppi, i quali mediante un mini cippatore
    e raffinatore integrato vengono trasformati in segatura (!!!).
    Il costo dei ceppi secchi di circa 22 al Q.le.

    Da una stima di consumo per una stagione invernale il Pellet
    risulta pi economico (calcolando tutte le spese per produrlo) rispetto
    al gasolio del 50%.

    I costi orientativamente sono :

    - Pressa piccola da 35 Kg/ora ..................................... 3.000 Euro
    - Pressa media da 130 Kg/ora .................................... 6.000 Euro

    - Linea piccola da 35 Kg/ora ..................................... 6.000 Euro
    - Linea media solo con cippatore da 130 Kg/ora....... 12.000 Euro
    - Linea media con cippatore,Raffreddamento
    e insacco da 130 Kg/ora ......................................... 16.000 Euro


    Cordiali saluti.

    Nel frattempo potete inviarci le vostre richieste all'indirizzo :

    progecad@libero.it

  • #2
    una proposta molto interessante...con la fame di pellet che c' attualmente ritengo che sia una gran genialata produrre macchine di questo tipo...c' ne sono già alcune in funzione?
    considerando che spesso ci sono delle ditte che producono quantitativi di segatura scarsi e non apettibili per le aziende di raccolta, pellettizarle da s un buon risultato...avrei diversi clienti molto interessati a queste macchine...
    ti ho inviato una mail....attendo risposte

    Commenta


    • #3
      La cosa importante che chi lo produce poi lo usi per il proprio riscaldamento domestico: commercializzare simili prodotti non penso sia poi possibile perch non avrà una durezza accettabile per la sua movimentazione una volta insacchettato...questo naturalmente un punto di vista personale opinabilissimo...saluti
      OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

      Commenta


      • #4
        la macchina pi piccola costa 3000: ne vale veramente la pena? :blink:
        praticamente col costo della macchina pi piccola vi siete pagati già metà caldaia a legna, e con quella appena superiore ve la pagate completamente.
        Se il pellet diventato troppo caro, lasciatelo perdere e tornate al metano, altrimenti utilizzate altri sistemi o modalità.

        Commenta


        • #5
          Sono interessato mi mandi tutte le info ( di tutte le macchine e linee, cos da poter fare delle valutazioni per dei possibili clienti ) alla mail? Grazie!

          A presto.
          www.energeticambiente.it

          www.energoclub.org

          Commenta


          • #6
            biomassoso il pellet si stabilizza nella fase di raffredamento...certo che molto importante avere nche un'adeguata pressione di esercizio, e le trafile adatte al materiale da pellettizzare...francamente sono un p scettico riguardo a queste piccole macchine...ma l'innovazione veloce e spesso delle semplici intuizioni risolvono grossi problemi....attendo notizie caro prograf

            Commenta


            • #7
              ciao MACHEIDEA, concordo pienamente: io l'unica cosa che so che chi ha tentato di produrre PELLET di segatura con pellettatrici mangimistiche modificate sta facendo un pessimo prodotto come "durabilità"...oltre al fatto di aver speso un sacco di soldi per trafile, rulli ecc...Fare un buon pellet non cos semplice come potrebbe sembrare a prima vista...problemi a non finire!! <img src=">
              OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

              Commenta


              • #8
                CITAZIONE (DESMO16 @ 29/12/2006, 07:57)
                la macchina pi piccola costa € 3000: ne vale veramente la pena? :blink:
                praticamente col costo della macchina pi piccola vi siete pagati già metà caldaia a legna, e con quella appena superiore ve la pagate completamente.
                Se il pellet diventato troppo caro, lasciatelo perdere e tornate al metano, altrimenti utilizzate altri sistemi o modalità.

                Forse te la paghi quasi tutta la caldaia non la metà.
                Dimentichi poi,il costo dell'energia elettrica,della segatura che al giorno d'oggi non te regalano etc.....
                Meglio la legna 11-12 euro al q.le,poi se riesci a procurarti un p di bancali usati in giro,o alle isole ecologiche sei a posto.

                Quest'anno hanno ristrutturato due case vicino alla mia,tra travi,perline etc... quest'anno non ho comprato un kg di legna.

                Commenta


                • #9
                  una macchina da 3kw produce 35kg all'ora di pellet.
                  logico sperare che una macchina da 600 ne faccia 7kg /h
                  3000/35 = 85,7 600/85,7 =7,0
                  Se questo matematicamente corretto .e vero anche,......che

                  potrebbe non essere in grado questa potenza , di far raggiungere all' impasto ,non la pressionesufficente, ma bensi la temperatura.
                  essendo la potenza istantanea in atto , un po' esigua .
                  diciamo che sarebbe come usare un saldatore di potenza ridotta .....per saldare un cavo elettrico di 6mm!
                  per questo pensavo di surriscaldare il punto di estrusionecon una resistenza ed un termostato
                  quello che non so e quale la giusta temperatura cui portare l'impasto per ottenere il consolidamento della segatura.
                  se qualcuno ha dei dati li posti ? grazie ! :unsure:

                  Edited by superfranz - 5/2/2007, 09:00

                  Commenta

                  Attendi un attimo...
                  X
                  TOP100-SOLAR