annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Riciclare condizionatore split

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Riciclare condizionatore split

    Stasera ho visto accanto al magazzino dove ricovero l'auto solitamente un condizionatore split dismesso in attesa di essere smaltito.

    Stavo pensando al modo di riciclarlo.

    Acqua di falda nell'unità esterna (messa dentro casa) per il raffrescamento estivo?

    Se il motore della ventola fosse DC potrebbe essere alimentata da un pannellino fotovoltaico...

    a quel punto mi servirebbe il circolatore, possibilmente dc per realizzare un sistema completamente in fase con l'irraggiamento solare....


    Come calcolo la pravalenza dell'impianto per dimensionare il circolatore?

    Gli estremi dell'impianto sarebbero uno a +7 metri, l'altro a -8 (totale 15 metri).

    Grazie dei suggerimenti!

  • #2
    vuoi usare acqua per raffreddarlo? si puo' fare,ma mi sembra che se fai passare troppa acqua il compressore si danneggia: la pressione del gas deve modificarsi lentamente,se sottrai troppo calore il motore si sballa dopo un giorno.E' una fase delicata,e la ventola esterna esegue gli stop&go proprio per non danneggiare il momento di compressione:la ventola funziona sempre a 220 V.,di solito ha 3 fasi ma ha il condensatore per lavorare in monofase,consuma sui 60 watt.
    L'unità esterna messa dentro casa non te la consiglio,vibra non poco.

    Commenta


    • #3
      CITAZIONE (OggettoVolanteIdentificato @ 1/6/2007, 02:07)
      vuoi usare acqua per raffreddarlo?

      Si, l'idea era questa...

      CITAZIONE
      se fai passare troppa acqua il compressore si danneggia

      Bene non gli fa: il liquido è incomprimibile. Veramente pensavo proprio di eliminare il compressore e usare solo i radiatori per lo scambio termico.
      Forse quelli dell'unità interna risesco a farli scendere nella tubazione del pozzo che mi arriva alla falda, ma non sono sicuro che ci passino, e devo valutare le sezioni, piuttosto ridotte, delle serpentine.

      CITAZIONE
      consuma sui 60 watt.
      L'unità esterna messa dentro casa non te la consiglio,vibra non poco.

      Mumble. Il consumo è eccessivo per un pannellino, e poi devo alimentare anche il circolatore, tanto vale che termostati l'accensione.
      Poco fa ho costatato il peso dell'unità esterna, rilevante. Credo e spero che il peso sia principalmente dovuto al compressore.
      Le vibrazioni mi aspetto siano legate all'attività del compressore, che eliminerei.


      Commenta


      • #4
        Dal susseguirsi di messaggi poi cancellati (ho cancellato anche la mia risposta) credo il thread abbia vita breve.

        Volevo sottolineare che credo la sezione FAI DA TE del forum non debba legarsi necessariamente al solare.

        Se così fosse cambio la domanda:

        Ho trovato un vecchio condizionatore rotto, pensavo di usare i radiatori come terminali di un impianto ti riscaldamento a pannelli solare che intendo realizzare con le serpentine dei frigoriferi. Vi sembra una buona idea? E se ci facessi passare l'acqua di falda per il raffrescamento estivo?

        Saluti.
        Simone.

        Commenta


        • #5
          Mi sa che siamo andati fuori strada <img src=">
          Non parlavo di acqua pompata dal compressore,ma di acqua attigua al compressore,che lavora in maniera classica comprimendo i gas del climatizzatore.Ma da quanto scrivi ora noto che vuoi usare solo i due radiatori alluminici e le ventole interna ed esterna.
          Tempo fa se ne parlo' in questo thread,vedi se trovi qualcosa di utile.Bye
          http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=1969528

          Commenta


          • #6
            Grazie, ho letto.

            La mia opinione è che uno pseudo fan-coiler possa avere un cop elettrico interessante.
            Ovvio che la ventola da 60watt sul radiatore dell'unita esterna di condizionamento sia dimensionata per dissipare 3000watt: per le poche centinaia di watt che mi attendo penso basti molto meno.

            Commenta


            • #7
              Ma se usi acqua la ventola esterna da 60 Watt non serve.Il radiatore va immerso nell'acqua della falda.
              Diverso è il caso dentro casa,in cui la ventola interna,purtroppo,tende ad aggiungere un leggero calore all'aria ambientale.

              Commenta


              • #8
                L'unita interna del condizionatore se riesco la infilo nel pozzo, l'unita esterna del condizionatore andrebbe dentro casa e la ventilazione serve perché altrimenti lo scambio termico sarebbe bassissimo.

                Commenta


                • #9
                  mi sembra ininfluente scambiare tra loro i radiatori.Puoi provare sta roba:
                  colleghi un tubo di acqua di rubinetto al radiatore dentro casa,e l'uscita del radiatore la colleghi allo scarico della vasca da bagno.Noterai che non ci sottrai calore piu' di tanto.
                  P.S. col tempo i radiatori si intasano,hanno serpentine di rame di tipo non idraulico e adatto solo a gas.

                  Commenta


                  • #10
                    Intendevo scambiarli perché quello grande di sicuro nel pozzo non mi entra. Comunque ho smontato quello dell'unità interna e mi sa che non ci entra neanche quello... pazienza.

                    Per quanto riguarda l'intasamento, i tubi sono di rame come quelli dell'impianto di riscaldamento e la cosa più importante per non far accumulare i sedimenti è che il circuito sia chiuso in modo che circoli sempre la stessa acqua.

                    Commenta

                    Attendi un attimo...
                    X
                    TOP100-SOLAR