Aumentare il rendimento di un frigorifero - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Aumentare il rendimento di un frigorifero

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Domanda......visto che siete così attenti a pochi w......non basterebbe programmare una buona pulizia periodica della serpentina??? Molto più fattibile.....non credete??? Sarei curioso di sapere in quanti lo fanno.....è magari calcolare i kW prima e dopo....
    Faccio il contadino....ma... Www.attoripersbaglio.it :dev::dev:
    cosa ne pensate?...http://www.energeticambiente.it/agri...ansgenico.html

    Commenta


    • #32
      Ciao a Tutti....

      Secondo me se il frigo ha un buon isolamento e delle buone guarnizioni c'è ben poco da ottimizzare. In quelli da incasso occorre assicurarsi che la griglia posteriore abbia una buona areazione e non credo che rimuovere la poca polvere dia vantaggi significativi!!
      Lo "spreco" maggiore si ha quando si apre il portello e stop, quindi occorre cercare di limitare le aperture solo quando è indispensabile!!

      Saluti
      Ultima modifica di renatomeloni; 01-07-2016, 07:12. Motivo: Correzione Ortografica
      Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

      Commenta


      • #33
        Giuggiolo, pulire periodicamente la serpentina (o il radiatore, in quelli moderni ad incasso) è dato per scontato.

        Il crollo della curva di efficienza che il mio test ha evidenziato, non si verifica per i miseri 5° di aumento temperatura.
        Il problema è che l'aumento di 5° nell'ambiente di espulsione abbassa il delta termico, provocando una riduzione del flusso convettivo d'aria aumentando i tempi di dissipazione, e di conseguenza la serpentina si ritrova ad operare con ben più di 5° di differenza quando va a regime.

        Per intenderci, se con 20° in cucina, la temperatura della serpentina in funzionamento arriva a 36-38°.
        Quando in cucina si hanno 25°, la serpentina si ritrova a lavorare anche a 46-48°.

        Ecco che forzare la convezione nei momenti critici, con elevate temperature, può avere senso.
        Anche in considerazione del fatto che per il produttore di frigoriferi, aggiungere al progetto una ventola ha un costo esiguo.

        Ovviamente presuppone che ci si doti di un congelatore, preferibilmente a pozzetto, e di buona fascia energetica.
        Ovvio che tutto ciò è in antitesi con le attuali proposte sul mercato.
        Elisabetta non ne sono sicuro. In fin dei conti il freezer è un mini pozzetto, che se coibentato allo stesso grado di efficacia consuma meno perchè il volume da raffreddare è minore.
        Se poi il medesimo impianto è utilizzato anche per la parte frigorifero, penso sia la combinazione che più razionalizza i consumi.

        Commenta


        • #34
          Max001, immagino che Elisabetta si riferisca al fatto che in un freezer a pozzo, quando lo apri, le dispersioni sono molto minori rispetto ad uno verticale di pari volume.

          Saluti
          Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

          Commenta


          • #35
            Si vero, ma occorre valutare se il volume d'aria raffreddato che fuoriesce dallo sportello del freezer verticale, per essere reintegrato necessita di una spesa energetica maggiore, rispetto alla dispersione di una superficie esterna di un pozzetto che è almeno quadrupla del piccolo freezer.

            Se il freezer viene aperto solo un paio di volte al giorno, è meglio perdere qualche litro d'aria raffreddata, che avere permanentemente una maggiore dispersione dalla superficie quadrupla delle pareti coibentate.
            Discorso diverso per un pozzetto installato in un bar, dove ogni 2 minuti viene aperto per prelevare i gelati per i clienti.

            Commenta


            • #36
              max, leggiti e confronta i tempi di risalita ed i consumi relativi a: freezer integrato, congelatore verticale e pozzetto; e poi trai le dovute conclusioni.
              Regolamento: http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

              Commenta


              • #37
                Ebbene, da come si può intuire non consideravo minimamente l'esistenza di piccoli freezer a pozzetto da 100 litri o inferiori.
                Apprendo ora che sono facilmente reperibili (ho notato che sono presenti diversi modelli anche in catene di distribuzione capillari come trony), dunque è possibile fare un confronto.
                Da quanto ho visto:
                Pozzetti da 100lt in classe A+ sono dichiarati mediamente 160kWh/anno
                Frigoriferi monoporta da 300lt A+ circa 150kWh/anno

                Un totale di 310kWh/anno per gli stessi volumi, rispetto ai 420kWh in media di un combinato verticale con la stessa classe energetica.
                Pertanto Elisabetta ha ragione riguardo al minor consumo di due macchine separate.

                Tuttavia sono perplesso sul fatto che questo maggior consumo sia imputabile unicamente alla perdita della guarnizione dello scomparto freezer posizionata di lato. Se non erro il produttore dichiara i consumi intendendo i portelli sempre chiusi.
                Inoltre la soluzione di un combinato, rispetto alla doppia macchina, ha due lati in meno da cui disperde (la parete divisoria tra frigo e freezer).
                E' effettivamente ragionevole pensare che siano i sistemi e materiali di coibentazione utilizzati a fare la differenza.

                Ho dato anche un'occhiata ai modelli combinato di classi superiore con pari capacità di volumi (100+300lt):
                A++ si aggirano intorno ai 280kWh/anno
                A+++ sui 150kWh/anno

                Invece la soluzione con due macchine in A++ assorbirebbe 100kWh+120kWh
                Macchine in A+++ separate, non ne ho viste, ma seguendo la linea di progressione dei consumi, a questo punto dovrebbero equivalersi.

                Commenta


                • #38
                  il surgelatore a pozzetto consuma poco perchè quando lo apri ,l'aria fredda,che è più pesante,non esce.

                  Commenta


                  • #39
                    Originariamente inviato da max001 Visualizza il messaggio
                    Ecco che forzare la convezione nei momenti critici, con elevate temperature, può avere senso.
                    Anche in considerazione del fatto che per il produttore di frigoriferi, aggiungere al progetto una ventola ha un costo esiguo.
                    Ciao a tutti,

                    premesso che possiedo il frigorifero electrolux fi22/11e:
                    • Modello : FI22/11E•Installazione : Incasso•Classe di efficienza energetica : A+•Consumo energia (kWh/anno) : 291•Volume utile alimenti freschi (lt) : 196•Volume utile alimenti congelati (lt) : 72•Tempo di risalita della temperatura (h) : 22

                    e che sto monitorando da 2 mesi i consumi di casa tramite:
                    - un contatore da quadro elettrico XCSOURCE LCD Contatore Watt Energia Elettrica KWH DIN Monofase S0 di alimentazione AC 230V 80A BI103: Amazon.it: Elettronica
                    - sistema di acquisizione fai da te (arduino)

                    Quindi rilevo con una certa precisione i consumi del frigorifero, in particolare quando gli altri carichi sono costanti vedo bene l' "onda quadra" di assorbimento del frigorifero.

                    Detto questo, quando ho finito casa (8 mesi fa) avevo pensato ad un sistema di scambio termico del frigorifero con l'esterno, ma ho ben pensato di valutare prima l'entità del possibile risparmio. Ebbene, con la temperatura ambiente di 28.5°C il consumo medio giornaliero che mi risulta è di 0.82 kWh (300kWh annui, 100€ annui), il tutto valutato, sottolineo, nei giorni più critici dell'anno.

                    Insomma, quanto sopra mi ha convinto che per la mia fascia climatica (E, Padova) non vale la pena fare opere invasive. 30 euro di risparmio in un anno non valgono fori sul muro, coibentazioni aggiuntive con rischio spifferi, umidità, insetti, ecc. Mi piacerebbe piuttosto il portare fuori da casa la serpentina, ma anche questo richiede modifiche alla muratura, al frigorifero e da non dimenticare: la serpentina esterna e a vista.

                    Arrivo quindi a ricercare sistemi di ventilazioni supplementari, e arrivo al commento sopra citato.

                    Voi avete creato qualcosa di questo tipo? In internet si trova qualcosa, fatto ad hoc per i camper

                    Commenta


                    • #40
                      Originariamente inviato da andrix988 Visualizza il messaggio
                      ...Quindi rilevo con una certa precisione i consumi del frigorifero, in particolare quando gli altri carichi sono costanti vedo bene l' "onda quadra" di assorbimento del frigorifero.
                      (300kWh annui, 100€ annui).......
                      300 kWh costano oggi circa 50 € nel primo scaglione (e dall'anno prossimo nello scaglione unico), non devi considerare le quote fisse che pagheresti comunque.
                      Avevo fatto anch'io misure sul consumo del frigo e congelatore, per eventualmente cambiarli in anticipo con macchine più efficienti......."il gioco non vale la candela", meglio cambiarli quando si rompono.

                      Onda quadra? Attento a non usare termini tecnici impropriamente, un motore come quello del compressore può modifocare il fattore di potenza (sfasamento tra corrente e tensione) ma non la forma d'onda sinusoidale.
                      Tu probabilmente tu riferisci ad un consumo costante di energia che sul grafico (nel tempo) genera una curva costante.
                      Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                      attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                      Commenta


                      • #41
                        Ciao, intanto grazie per la risposta.

                        Originariamente inviato da egimark Visualizza il messaggio
                        300 kWh costano oggi circa 50 € nel primo scaglione (e dall'anno prossimo nello scaglione unico), non devi considerare le quote fisse che pagheresti comunque.
                        Nel mio caso è un po' diverso, non sto qua a spiegare perchè, ma ho solo costi proporzionali al consumo intorno ai 0,25-0,30 €/kWh...


                        Originariamente inviato da egimark Visualizza il messaggio
                        Avevo fatto anch'io misure sul consumo del frigo e congelatore, per eventualmente cambiarli in anticipo con macchine più efficienti......."il gioco non vale la candela", meglio cambiarli quando si rompono.
                        Secondo me la stai facendo troppo semplice, a volte, soprattutto se il vecchio consuma tanto (per esempio nel caso del classico frigorifero acquistato dai genitori 20anni fa) potrebbe essere conveniente l'acquisto di uno nuovo, e il ritorno dell'investimento potrebbe essere anche di 2-3 anni. Dipende da diversi fattori, non c'è nulla di banale.

                        Originariamente inviato da egimark Visualizza il messaggio
                        Onda quadra? Attento a non usare termini tecnici impropriamente
                        Ho parlato di onda quadra di assorbimento... ovviamente mi riferivo all'onda quadra generata dal segnale rappresentante la potenza attiva assorbita dal frigorifero... in matematica un'onda quadra è una curva in cui, con X=ascissa (per esempio il tempo) e Y=ordinata (per esempio la potenza attiva), per ogni X, Y può assumere due valori, che nel nostro caso corrispondono ad "acceso" e "spento". Chiaramente il concetto di onda quadra è solo ideale, ma in prima approssimazione mi pare rappresenti bene il funzionamento del frigorifero.
                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   01.PNG 
Visite: 1 
Dimensione: 54.0 KB 
ID: 1962113

                        Commenta


                        • #42
                          Originariamente inviato da andrix988 Visualizza il messaggio
                          Nel mio caso è un po' diverso, non sto qua a spiegare perchè, ma ho solo costi proporzionali al consumo intorno ai 0,25-0,30 €/kWh...
                          Se ti stanno fregando non puoi generalizzare.
                          il mercato di maggior tutela (finchè ci sarà) rimane il riferimento.
                          Con la riforma delle tariffe (a regime da gennaio 2018) la progressività viene eliminata "per legge". Già quest'anno sono rimasti solo 2 scaglioni.
                          Originariamente inviato da andrix988 Visualizza il messaggio
                          Secondo me la stai facendo troppo semplice, a volte un frigo nuovo, se il vecchio consuma tanto (per esempio nel caso del classico frigorifero acquistato dai genitori 20anni fa) potrebbe essere conveniente l'acquisto di uno nuovo, e il ritorno dell'investimento potrebbe essere anche di 2-3 anni.
                          Posta dei numeri per giustificare ciò che dici, secondo me sei fuori strada.
                          Originariamente inviato da andrix988 Visualizza il messaggio
                          Ho parlato di onda quadra di assorbimento... ovviamente mi riferivo all'onda quadra generata dal segnale rappresentante la potenza attiva assorbita dal frigorifero... in matematica un'onda quadra è una curva in cui, con X=ascissa (per esempio il tempo) e Y=ordinata (per esempio la potenza attiva), per ogni X, Y può assumere due valori, che nel nostro caso corrispondono ad "acceso" e "spento". Chiaramente il concetto di onda quadra è solo ideale, ma in prima approssimazione mi pare rappresenti bene il funzionamento del frigorifero.
                          Vedo non sei competente per cui mi dileguo.
                          Ciao
                          Impianto FV da 2,7 kWp, 15 pannelli SHARP NU 180W, inverter SMA SB2500, Azimut 162,2°, Tilt 17°.
                          attivo dal 06/12/2008, 2° CE, SSP (posizione lat. 45,47N, long. 10,26E)

                          Commenta


                          • #43
                            Originariamente inviato da egimark Visualizza il messaggio
                            Se ti stanno fregando non puoi generalizzare.
                            Chi generalizza? Siamo comunque OT rispetto al titolo della discussione, non stiamo valutando la redditività dell'investimento, ma l'aumento di efficienza

                            Originariamente inviato da egimark Visualizza il messaggio
                            Posta dei numeri per giustificare ciò che dici, secondo me sei fuori strada.
                            Visto che ho detto che la situazione va valutata di caso in caso, dovresti essere tu che posti i due numeri per giustificare il fatto. Comunque un estremo e banale in cui il frigorifero nuovo di 300 euro si ripaga in 2 anni lo hai se il frigo nuovo consuma 300 kWh /anno e quello vecchio 900 kWh/anno (considerando costo en elettrica 0.25 €/kWh).

                            Originariamente inviato da egimark Visualizza il messaggio
                            Vedo non sei competente per cui mi dileguo.
                            Ciao
                            Dalle mie parti quelli che chiudono un discorso andandosene li chiamiamo code di paglia...e non sono persone molto stimabili E' vero che non sono ne un elettronico ne un elettrotecnico, ma ho delle ottime basi in matematica, oltre all'abilitazione come ingegnere industriale... quindi se per te parlare di onda quadra quando vedi un segnale come quello sopra mostrato è un errore, potresti fare la cortesia di spiegarne il motivo invece di offenderti...

                            Commenta


                            • #44
                              Ha ragione egimark : è improprio parlare di "onda quadra" ma semplicemente dire che il funzionamento segue una legge on-off comandata dal termostato. L'onda resta sempre sinusoidale.
                              Nei nuovi frigoriferi si usano compressori comandati da un inverter che adatta la frequenza in modo lineare a secondo della potenza frigorifera richiesta con benefici effetti sull'efficienza del sistema raggiungendo classe A++ (come il mio Samsung che con 250 lt di frigo + 130 lt di congelatore ha un consumo di solo 280 kWh/anno.)
                              Viva la tecnologia che semplifica la vita.
                              Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.

                              Commenta


                              • #45
                                Originariamente inviato da serman Visualizza il messaggio
                                Ha ragione egimark : è improprio parlare di "onda quadra" ma semplicemente dire che il funzionamento segue una legge on-off comandata dal termostato. L'onda resta sempre sinusoidale.
                                Nei nuovi frigoriferi si usano compressori comandati da un inverter che adatta la frequenza in modo lineare a secondo della potenza frigorifera richiesta con benefici effetti sull'efficienza del sistema raggiungendo classe A++ (come il mio Samsung che con 250 lt di frigo + 130 lt di congelatore ha un consumo di solo 280 kWh/anno.)
                                grazie per la precisazione... apprendo da quanto mi dite che in elettrotecnica quando si parla di onda ci si riferisce sempre e solo all'andamento della tensione in corrente alternata... io mi riferivo alla definizione matematica di onda quadra, che, tra l'altro, wikipedia lega all'elettronica e alla teoria dei segnali...
                                insomma...stiamo parlando di due cose diverse.
                                Chiarito questo, direi che possiamo tornare in topic...

                                Commenta


                                • #46
                                  Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   frigo2.jpg 
Visite: 75 
Dimensione: 7.3 KB 
ID: 2256385Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   frigo1.jpg 
Visite: 68 
Dimensione: 8.3 KB 
ID: 2256386
                                  Salve, voglio esporvi questi grafici di consumi del mio congelatore a pozzetto per chiedere se è normale questo comportamento.
                                  In pratica nella fase di riposo consuma 70-80W nella fase di accensione 120-130W, forse non tutti hanno la possibilità di analizzare con grafico i consumi del proprio congelatore ma siccome mi è sorto un piccolo sospetto ho pensato di analizzarlo.

                                  Commenta


                                  • #47
                                    Con cosa misuri assorbimento ?

                                    Commenta


                                    • #48
                                      Contatore EASTRON SDM120 modbus connesso ad un raspberry, ne ho diversi connessi su bus 485 per monitoraggio energetico di produzione e consumi del mio impianto fotovoltaico.

                                      Commenta

                                      Attendi un attimo...
                                      X