costruito pannello solare aria - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

costruito pannello solare aria

Comprimi
Questa una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ciao beerladen, io penso che il volume d'aria che deve riscaldare, non tale per aggiugenre una ventola, ma se prorio devi mettila,considera che la circolazione naturale la meglio,ma se proprio devi meglio che la metti in alto,che aspira,eviti di aspirare dal basso polveri e altro ( una mia idea)

    Commenta


    • CITAZIONE (peppe0306 @ 18/11/2007, 19:16)
      ciao spider61, ma sinceralemte, non lo so..ma all'inizio da inseperto, avevo costruito sono pannelli ad acqua, avevo utlizzato tubi di rame,, assorbitori di rame o lamiera zingata, perci mi venuto spontaneo utlizzare quella, ma adesso che sono un p piu informato e avendo fatto diverse,diciamo pure centiania di misurazione sui vari materiali....non lo user piu, l'ho usto nei 2 pannelli perch oramai, dovevo ustarlo prima che diventasse verde dall'ossido,

      Per quello ad acqua il rame e' il miglior materiale : devo trasferire nella maniera migliore , il calore che mi raccoglie tutta la superficie dell'assorbitore al tubo di rame ( che occupera' ad occhio un 5% della superficie del pannello) ...

      ma in un pannello ad aria , dove l'aria occupa tutta la superficie del pannello questo problema non c'e' ...

      Hai provato a mettere uno strato di ghiaia (caso mai verniciata di nero ) , come fondo del pannello ?!

      ciao
      AUTO BANNATO

      Commenta


      • andreame59 davvero un pannellone il tuo, chiaramente con i tubi cosi lunghi, per adesso non coibentati,un p perderai.. ma sencondome il suo lavoro lo fa lostesso,facci sapere non appena, c il sole.

        ciao pinetree, percio con il discorso do convogliare l'area potrebbe essere un idea come quella di mettere le stracchead U dentro il pannello. e secondo te,per aspirazione dell'aria fredda e meglio:
        1) come nel mio primo pannello fare tante aperture nel alto basso del pannello e apirazione in alto verso casa
        2) nel lato posteriore, in basso che spinge e nessuna ventola in alto
        3) fare centiania di piccoli fori e spirazione in alto
        4) hai altre soluzioni in mente????

        ciao spider61....che ci fai con la...ghiaia...spega perche vorrsesti mettere la ghiaia, dillo a andreame59, se il suo pannello era con laghiaia li dentro, doveva chiamare un eliccottero, per attaccarlo..... <img src="> , apparte gli schersi siamo a perto a tutte le soluzioni, ma spiegaci le motivazioni....

        Commenta


        • CITAZIONE (peppe0306 @ 18/11/2007, 22:58)
          ciao spider61....che ci fai con la...ghiaia...spega perche vorrsesti mettere la ghiaia, dillo a andreame59, se il suo pannello era con laghiaia li dentro, doveva chiamare un eliccottero, per attaccarlo..... <img src="> , apparte gli schersi siamo a perto a tutte le soluzioni, ma spiegaci le motivazioni....

          Si.... proprio vero che ci sarebbe voluto l'elicottero........pensa che il mio pannello fatto con materiali leggeri: U da 7cm x cartongesso, materassino isolante da 3 cm, lastra assorbitore in lam. ondulata da mm 1 e copertura di policarbonato da 1 cm + le varie cornici e viti....pesa la bellezza di 73 kg x i suoi 3 metri di lunghezza....non male
          Con la ghiaia come assorbitore.... :woot: me la sarei vista vista molto dura a posizionarlo.

          Commenta


          • La copertura, non so come si chiama, sembra che ha 2 strati diviso da un serie di strisce, non mi sembra molto trasparente alla luce ?
            L'aria calda nell'intercapedine viene recuperata ?
            Non meglio un vetro normale ?

            Commenta


            • dai ragazzi proponiamo soluzioni, adatte a noi, semplificamoci la vita, tante idee sarebbero migliori ma poi qunado andiamo a metterle in pratica....ci accorgiamo che non era come sembrava, io ho un p di manualità con certe cose, trapani seghetti fori nei muri,taglierini,perche di mestiere ho fatto anche quello...quando ero giovane <img src=">
              ma secondo me le soluzioni semplici sono le migliori. il mio ultimo pann senza assorbitore pesa 1,3 kili....manca solo la parte scambiatore di calore per fare n modo che il sole scaldi e scambi calora all'aria, e volevo fare qualcosa di veramente semplice,lattine...o altro...

              cerco di spiegare a Spider Il pannello ha bisogno di una inerzia temica il pi bassa possibile, cio deve riscaldarsi rapidamente e altrettanto rapidamente raffreddarsi (cosi pu trasmettere rapidamente all'aria che circola all'interno), perci una massa, deve essere il piu piccola possibile, se devi scaldare dei sassi ci metti molto di pi che non a scaldare un lamierino di qualsiasi mettallo di qualche decimo di milimetro, S che non mi spiego benissimo, ma spero che il concetto si capito.

              ecco poco piu di un kilo di pannello ancora non competato... ma su una scala a un vantaggio, ed anche il portafoglio..ne avrà beneficio

              http://image.forumcommunity.it/1027032/1195425014.jpg

              in fondo si vere le 2 strichette ri rame che sono avanzate dopo la realizzazione dei 2 precedenti pann.. ma da qualche parte lo metto spero, in ogni caso noi che abbiamo speso un p di soldi,nei nostri pannelli parlo specialemte di noi sfortunati che abbiamo utlizzato il rame...che comunque..rispetto all'acquisto di un pannello delle nostre dimensioni,abbiamo sempre risparmiato tanto,perci accontentiamoci,poteva andare peggio...e poi la soddisfazione di avere creato qualcosa che funziona.

              CITAZIONE (pinetree @ 18/11/2007, 23:24)
              La copertura, non so come si chiama, sembra che ha 2 strati diviso da un serie di strisce, non mi sembra molto trasparente alla luce ?
              L'aria calda nell'intercapedine viene recuperata ?
              Non meglio un vetro normale ?

              dai pinetre, dammi un consiglio,pensiamo allo scambio ari fredda aria calda, cerce di rispondere alla mia domanda,giustificandola,e cerca di farmi capire con parole tue, perche io sono un p duro di comprendonio :shifty:

              Commenta


              • Ciao Peppe...volevo chiederti se il materiale x l'isolamento che usi il polistirolo......
                Io ho avuto una precedente esperienza con materiali di quel tipo, un paio di anni fa, quando ho costruito un pannello x l'acqua.
                Usai delle lastre di Styrodur (BASF) per l'isolamento della cassa....e fin l tutto bene......poi a distanza di qualche mese, ho aperto il pannello.....e sorpresa <img src=:"> le lastre si erano praticamente cotte....riducendo lo spessore dagli inziali 4 cm addiritta a 2 in certi punti ( quelli + vicini all'assorbitore).
                Da allora.......mai + polistirolo o simile per me .......voglio fare una cosa che duri....e quindi ho optato x la + pesante lana di roccia......e non ho + avuto problemi....a parte ovviamente il peso decisamente maggiore.
                Tu non hai avuto problemi simili a quello che ti ho descritto?


                CITAZIONE (pinetree @ 18/11/2007, 23:24)
                La copertura, non so come si chiama, sembra che ha 2 strati diviso da un serie di strisce, non mi sembra molto trasparente alla luce ?
                L'aria calda nell'intercapedine viene recuperata ?
                Non meglio un vetro normale ?

                Ciao pinetree
                Ti riferisci alla lastra di policarbonato?
                Sicuramente meglio il vetro.....ma ha 2 svantaggi.....il peso ed il costo (ovviamente il vetro deve essere temperato)
                Da provo fatte comunque....quando il pannello al sole, la lastra non eccessivamente calda mentre nel foro di uscita aria calda se tocchi l'assorbitore con un dito....ti scotti (ho misurato anche temperature di quasi 120, e considera che sono temperature ottenute a metà novembre con temp. esterna di circa una decina di gradi.

                Commenta


                • CITAZIONE (andreame59 @ 18/11/2007, 23:51)
                  Ciao Peppe...volevo chiederti se il materiale x l'isolamento che usi il polistirolo......
                  Io ho avuto una precedente esperienza con materiali di quel tipo, un paio di anni fa, quando ho costruito un pannello x l'acqua.
                  Usai delle lastre di Styrodur (BASF) per l'isolamento della cassa....e fin l tutto bene......poi a distanza di qualche mese, ho aperto il pannello.....e sorpresa <img src=:"> le lastre si erano praticamente cotte....riducendo lo spessore dagli inziali 4 cm addiritta a 2 in certi punti ( quelli + vicini all'assorbitore).
                  Da allora.......mai + polistirolo o simile per me .......voglio fare una cosa che duri....e quindi ho optato x la + pesante lana di roccia......e non ho + avuto problemi....a parte ovviamente il peso decisamente maggiore.
                  Tu non hai avuto problemi simili a quello che ti ho descritto?


                  CITAZIONE (pinetree @ 18/11/2007, 23:24)
                  La copertura, non so come si chiama, sembra che ha 2 strati diviso da un serie di strisce, non mi sembra molto trasparente alla luce ?
                  L'aria calda nell'intercapedine viene recuperata ?
                  Non meglio un vetro normale ?

                  Ciao pinetree
                  Ti riferisci alla lastra di policarbonato?
                  Sicuramente meglio il vetro.....ma ha 2 svantaggi.....il peso ed il costo (ovviamente il vetro deve essere temperato)
                  Da provo fatte comunque....quando il pannello al sole, la lastra non eccessivamente calda mentre nel foro di uscita aria calda se tocchi l'assorbitore con un dito....ti scotti (ho misurato anche temperature di quasi 120, e considera che sono temperature ottenute a metà novembre con temp. esterna di circa una decina di gradi.

                  allora nel primo ho ulizzato una lasta non mi chiedere i nomi scentifici, perche non loso, l'ho recuperata da un amico che fa canalizzazioni per impianti di condizionamento,nel 1 e nel 3 pann, nel seconto quello piu grande, ho ulitizzato una vanzo di una veranda che carta catramata con attaccato dei listelli anche questi non s si cosa.. ma sempre materile giallo, ti faccio vedere qualche foto poi dimmi te che ti sembra,ora che mi dici cosi mi spaventi non che prende fuoco , o me lo trovo colato per terra....come un formaggino squagliato.....haihaihaiiii


                  1 e 3 pannello

                  http://image.forumcommunity.it/1027032/1195427554.jpg


                  2 quello piu grande

                  http://image.forumcommunity.it/1027032/1195427586.jpg






                  Commenta


                  • Sembrano proprio lastre di poliuretano, molto simili a quello usato da me della Basf che un ottimo materiale x isolare, ma ha il limite di sopportare solamente 70 di temperatura..
                    Prova con il calore di un 'accendino a distanza di qualche cm. e vedrai che si ritira.....
                    Ciao

                    Commenta


                    • X peppe0306

                      L'ho buttata li' perche avevo visto tempo fa' ( in internet) un impianto fatto con l'accumulo a ghiaia , lo scambio mi sembra avvenisse con l'acqua poi ...

                      Comunque immagino sia meglio far scaldare poco l'aria nel pannello per ridurre al minimo le dispersioni con l'esterno (visto che si usa in inverno e devo raccogliere il piu' possibile l'enegia del sole) , cioe' portare piu aria possibile dentro l'ambiente a bassa temperatura 30-35 gradi che meno aria a 45-50 ....

                      CITAZIONE (andreame59 @ 19/11/2007, 00:21)
                      Sembrano proprio lastre di poliuretano, molto simili a quello usato da me della Basf che un ottimo materiale x isolare, ma ha il limite di sopportare solamente 70 di temperatura..
                      Prova con il calore di un 'accendino a distanza di qualche cm. e vedrai che si ritira.....
                      Ciao

                      Ritengo pero' sia inutile portare a temperature cosi elevate un pannello ad aria ... <img src=">
                      AUTO BANNATO

                      Commenta


                      • Io quando cotruito quello ad acqua, cpme isolante ho usato la lana di roccia gialla parecchio spessa,ma non volevo metterla in questi ad aria perche magari le fibre se ne vanno in giro non penso che a respirarle di continuo fanno bene,e poi non ne avevo piu, e non costa poco, e non la tagli presisa come questo materiale...ma voi avete capito capito cosa la testa di moro...

                        Commenta


                        • CITAZIONE (spider61 @ 19/11/2007, 00:28)
                          CITAZIONE (andreame59 @ 19/11/2007, 00:21)
                          Sembrano proprio lastre di poliuretano, molto simili a quello usato da me della Basf che un ottimo materiale x isolare, ma ha il limite di sopportare solamente 70 di temperatura..
                          Prova con il calore di un 'accendino a distanza di qualche cm. e vedrai che si ritira.....
                          Ciao

                          Ritengo pero' sia inutile portare a temperature cosi elevate un pannello ad aria ... <img src=">

                          Forse hai ragione, ma al sole non si comanda.....ed anche se riesci a trovare il giusto compromesso di portata aria che tenga raffreddato il pannello, devi tenere in considerazione che un guasto alla ventola farebbe rapidamente salire la temperatura....ed allora arrivano i problemi. <img src=">

                          Commenta


                          • CITAZIONE (pinetree @ 18/11/2007, 23:24)
                            La copertura, non so come si chiama, sembra che ha 2 strati diviso da un serie di strisce, non mi sembra molto trasparente alla luce ?
                            L'aria calda nell'intercapedine viene recuperata ?
                            Non meglio un vetro normale ?

                            Forse si tratta di policarbonato alveolare , fara' passare meno raggi solari verso l'interno , ma di conseguenza avra' anche meno dispersione verso l'esterno , quindi compensa.... qualcuno qui lo ha utilizzato anche per un pannello ad acqua .

                            CITAZIONE (andreame59 @ 19/11/2007, 00:32)
                            CITAZIONE (spider61 @ 19/11/2007, 00:28)
                            Ritengo pero' sia inutile portare a temperature cosi elevate un pannello ad aria ... <img src=">

                            Forse hai ragione, ma al sole non si comanda.....ed anche se riesci a trovare il giusto compromesso di portata aria che tenga raffreddato il pannello, devi tenere in considerazione che un guasto alla ventola farebbe rapidamente salire la temperatura....ed allora arrivano i problemi. <img src=">

                            Non credo , perche' anche a ventola ferma l'aria calda tendera' ad uscire a circolazione naturale ,se il pannello ha il foro in alto....
                            AUTO BANNATO

                            Commenta


                            • CITAZIONE (andreame59 @ 19/11/2007, 00:21)
                              Sembrano proprio lastre di poliuretano, molto simili a quello usato da me della Basf che un ottimo materiale x isolare, ma ha il limite di sopportare solamente 70 di temperatura..
                              Prova con il calore di un 'accendino a distanza di qualche cm. e vedrai che si ritira.....
                              Ciao

                              Mi stai spaventando.. ma per adesso non ho avuto problemi..almeno..per quello che vedo, ma sei sicuro che tiene solo 70 gradi.... si con l'accendino chiaro che si ritira...ma le temperature in gioco non molto piu alte.... praticemnte ho cotruito 3 formaggini, invece di 3 pannelli..... <img src=">
                              ,spero vivamente che ti sbagli,anche se i dubbi insorgono...ma se lo usano per comerture dei tetti...con carta catramata....nera... forse un p di piu.. tiere spero.....

                              Commenta


                              • CITAZIONE (peppe0306 @ 19/11/2007, 00:31)
                                Io quando cotruito quello ad acqua, cpme isolante ho usato la lana di roccia gialla parecchio spessa,ma non volevo metterla in questi ad aria perche magari le fibre se ne vanno in giro non penso che a respirarle di continuo fanno bene,e poi non ne avevo piu, e non costa poco, e non la tagli presisa come questo materiale...ma voi avete capito capito cosa la testa di moro...

                                Sicuramente ha degli svantaggi la lana di roccia rispetto al peso ed alla lavorabilità.....tuttavia ha altri pregi....resiste a temperature molto + alte rispetto al poliuretano.
                                Per quanto riguarda le fibre, io ho usato la lana di roccia con strato argentato da un lato e poi, prima di chiudere il pannello, ho innastrato, sempre con allumini adesivo tutti i contorni del materassino con l'interno della U del cartongesso, in questo modo le fibre ti rimangono nel posteriore del pannello, mentre nella zona superiore, hai da una parte l'alluminio del materassino e dall'altra la lastra dell'assorbitore....spero di essermi spiegato abbastanza.
                                L atesta di moro penso che sia una semplice lamiera usata dai lattonieri per fare grondaie, scossaline....+ economica del rame e tinta in marrone.

                                Commenta


                                • vabb se hai ragione hai ragione,significa che se si fermano le ventole, sono fregato, ma per adesso tiene,con le ventole accese non supera di tanto i 70 gradi..poi t faccio sapere, magari domani smonto lo apro e controllo..non vorrei avere fatto fare pannelli in giro con le persone che si seguono e poi abbiamo una marea di ringraziamenti....non sarebbe una bella figura.... <img src=">

                                  Commenta


                                  • CITAZIONE (andreame59 @ 18/11/2007, 23:51)
                                    ....
                                    Ti riferisci alla lastra di policarbonato?
                                    Sicuramente meglio il vetro.....ma ha 2 svantaggi.....il peso ed il costo (ovviamente il vetro deve essere temperato)....

                                    mi immagine la temperatura dell'aria nel intercapedine della lastra, forse e il caso di lasciare aperto sotto e recuperare l'aria dall'altro.

                                    E necessario avere un idea della portata di aria e la temperatura, se si riesce ad avere una portata di 100m/h a 35C potrebbe essere buona per una stanza da 25m.

                                    Che ne diresti di fare un panello doppio uso, acqua e aria, in estate se fa andare l'acqua, in inverno si commuta su riscaldamento.

                                    Commenta


                                    • basta mettere un p di giri gogoli di tubo di rame e fissarlo in modo che prenda calore dalla piasta nera, magari qui forse meglio usaremateriali un piu doppi...

                                      CITAZIONE (andreame59 @ 19/11/2007, 00:40)
                                      CITAZIONE (peppe0306 @ 19/11/2007, 00:31)
                                      Io quando cotruito quello ad acqua, cpme isolante ho usato la lana di roccia gialla parecchio spessa,ma non volevo metterla in questi ad aria perche magari le fibre se ne vanno in giro non penso che a respirarle di continuo fanno bene,e poi non ne avevo piu, e non costa poco, e non la tagli presisa come questo materiale...ma voi avete capito capito cosa la testa di moro...

                                      Sicuramente ha degli svantaggi la lana di roccia rispetto al peso ed alla lavorabilit.....tuttavia ha altri pregi....resiste a temperature molto + alte rispetto al poliuretano.
                                      Per quanto riguarda le fibre, io ho usato la lana di roccia con strato argentato da un lato e poi, prima di chiudere il pannello, ho innastrato, sempre con allumini adesivo tutti i contorni del materassino con l'interno della U del cartongesso, in questo modo le fibre ti rimangono nel posteriore del pannello, mentre nella zona superiore, hai da una parte l'alluminio del materassino e dall'altra la lastra dell'assorbitore....spero di essermi spiegato abbastanza.
                                      L atesta di moro penso che sia una semplice lamiera usata dai lattonieri per fare grondaie, scossaline....+ economica del rame e tinta in marrone.

                                      mi sa che anche gli allumii adesivi se l'ahai messi all'interno, danno problemi, cio non l'alluminio,v ma la colla,tende astaccari a temparature che il pannello sorpassa di granlunga, resiste solo se fai delle fasciature..almeno credo.
                                      adesso vado subito a cercare le caratterisctiche del poliuretano.. cosi verifico


                                      spero che quello che ho usato ha delle caratterisce silimi a questo:


                                      11) RESISTENZA AL CALORE

                                      Il poliuretano pu essere utilizzato normalmente in condizioni dove la temperatura non su peri gli 80C. Alcuni poliuretano possono resistere bene a temperature di esercizio di 90C. con punte di 120C.



                                      ecco un altro fornitore.. ma forse ci st dentro con le temparature

                                      I pannelli termoisolanti Isolparma Rigid Foam sono costituiti da schiuma isolante poliyso, espansa senza limpiego di CFC o HCFC.
                                      La schiuma poliyso garantisce eccellenti caratteristiche di:

                                      isolamento termico - conducibilit termica compresa tra i valori di 0,025 e 0,028 K/Wm in funzione del tipo di rivestimento adottato. A parit di spessori la schiuma poliyso garantisce le migliore prestazioni isolanti.
                                      stabilit dimensionale alle alte e basse temperature - temperature di esercizio variabili tra +100 e 40 C

                                      posso tirare un sospiro di sollievo qui dice che quello che utlizzato io arriva a 110 gradi con punte di 200, pericolo scampato...per fortuna,ma potevamo anche pensarci prima... oggi la prima volta che vedo il mio pannello a 110 gradi...ma questo forum l'ha visto centiania di pesone,nessuno...mi ha mai detto nulla,avete decine di foto dei pannelli....grazie andreame59,di avermi messo la pulce nell'orecchio.

                                      http://www.isolparma.it/pdf/Isoroll/Isoroll_PUR.pdf
                                      Ultima modifica di Elisabetta Meli; 26-03-2016, 11:54. Motivo: Unione messaggi consecutivi

                                      Commenta


                                      • sto facendo un calcolo per il pannelo ad aria con tubi di rame diametro esterno da 22 mm
                                        qualcuno saprebbe quale superficie sviluppa esteriormente un tubo di rame da 22 mm lungo un metro ? cioe' quanti m2 metri quadri ?
                                        grazie per la risposta ... presto presentero il mio pannello a tubi di rame, presi da una rimanenza a prezzo stracciato

                                        Commenta


                                        • CITAZIONE (peppe0306 @ 19/11/2007, 00:38)
                                          CITAZIONE (andreame59 @ 19/11/2007, 00:21)
                                          Sembrano proprio lastre di poliuretano, molto simili a quello usato da me della Basf che un ottimo materiale x isolare, ma ha il limite di sopportare solamente 70 di temperatura..
                                          Prova con il calore di un 'accendino a distanza di qualche cm. e vedrai che si ritira.....
                                          Ciao

                                          Mi stai spaventando.. ma per adesso non ho avuto problemi..almeno..per quello che vedo, ma sei sicuro che tiene solo 70 gradi.... si con l'accendino chiaro che si ritira...ma le temperature in gioco non molto piu alte.... praticemnte ho cotruito 3 formaggini, invece di 3 pannelli..... <img src=">
                                          ,spero vivamente che ti sbagli,anche se i dubbi insorgono...ma se lo usano per comerture dei tetti...con carta catramata....nera... forse un p di piu.. tiere spero.....

                                          ATTENZIONE!!!!adesso che ci penso bene, questo materiale a contatto con forte calore potrebbe sciogliersi, e nello sciogliersi produce gas molto, ma molto nocivo, pertanto consiglierei, iccome non di quale materiale si tratta, converrebe chiedere a qualche esperto del settore, magri rivolgendosi ad un magazziono che lo vende e sua volta al rappresentante.
                                          Ciao

                                          Commenta


                                          • CITAZIONE (sentrysilent @ 19/11/2007, 03:01)
                                            sto facendo un calcolo per il pannelo ad aria con tubi di rame diametro esterno da 22 mm
                                            qualcuno saprebbe quale superficie sviluppa esteriormente un tubo di rame da 22 mm lungo un metro ? cioe' quanti m2 metri quadri ?
                                            grazie per la risposta ... presto presentero il mio pannello a tubi di rame, presi da una rimanenza a prezzo stracciato

                                            La bellezza di 0,06908 mq (dimenticato la formula della circonferenza D*pi <img src="> ) quindi per fare 1 mq di superficie devi usare 15 tubi da un metro , ma cosi avrai solamente 0,5 mq esposti al sole (meta' del tubo e' all'ombra )...
                                            Fai te , ma mi sembra eccessiva la qta. di rame da usare e il peso che ne deriva . uno spreco di risorse .....
                                            AUTO BANNATO

                                            Commenta


                                            • Pannello finito
                                              Sole Cercasi
                                              image
                                              image
                                              image
                                              image
                                              image

                                              Lo so che le rifiniture sono bruttine ma era domenica ed avendo sbagliato un paio di tagli ho dovuto arrangiarmi appena trovo un po' di sole ed un termometro vi faccio sapere

                                              Edited by Wradipo - 19/11/2007, 13:10

                                              Commenta



                                              • ma perch non usare un radiatore per auto come assorbitore ? per aumentare la superficie di scambio

                                                Commenta


                                                • CITAZIONE (guzzillo @ 19/11/2007, 10:21)
                                                  ma perch non usare un radiatore per auto come assorbitore ? per aumentare la superficie di scambio

                                                  Non lo so forse va bene, ma il radiatore per auto avrebbe una superficie di contatto con l'aria enorme e questo per noi una buona cosa, ma la sua superficie a contatto con il sole abbastanza limitata quindi credo che ci metterebbe molto a scaldarsi, forseeeeeee........?????????????

                                                  Commenta


                                                  • A che temperatura puo' arrivare un policarbonato alveolare ? Non e' che si puo fondere o deformare ?

                                                    Commenta


                                                    • Anch'io il prossimo non lo far di rame perch troppo costoso, come avevo già postato "le lattine" ora vi posto il progetto completo dell'assorbitore a lattine.

                                                      Pannello solare a lattine

                                                      Purtroppo dalle mie parti grazie alla nostra inciviltà sarà sufficiente farsi una passeggiata per recuperare le lattine necessarie.

                                                      Altra idea, al supermercato si comprano i contenitori in alluminio che vanno nel forno, servono se vuoi scaldare il pollo o se vuoi fare un pannello solare.

                                                      Xpeppe, io sarei daccordo al ch tu postassi il link dei negozi per i pannelli fotovoltaici, si vero pubblicità ma non la sta facendo la ditta, la sta facendo un cliente soddisfatto.

                                                      Commenta


                                                      • CITAZIONE (Wradipo @ 19/11/2007, 13:08)
                                                        CITAZIONE (guzzillo @ 19/11/2007, 10:21)
                                                        ma perch non usare un radiatore per auto come assorbitore ? per aumentare la superficie di scambio

                                                        Non lo so forse va bene, ma il radiatore per auto avrebbe una superficie di contatto con l'aria enorme e questo per noi una buona cosa, ma la sua superficie a contatto con il sole abbastanza limitata quindi credo che ci metterebbe molto a scaldarsi, forseeeeeee........?????????????

                                                        In effetti il radiatore dovrebbe servire nella parte scambio calore, saldato (come e' da scoprire)
                                                        ad una lastra piana di alluminio davanti a fare da assorbitore.
                                                        secondo me questo avrebbe il grosso pregio di far abbassare la temperatura max del pannello
                                                        senza variare (se non di poco) la temperatura di uscita dell'aria calda.
                                                        io sto cercando di recuperare la grglia radiante di un ventilconvettore per applicare questa idea,
                                                        l'unico dubbio che ho e' quello di sapere come saldare i 2 pezzi (lastra-radiatore) in modo da
                                                        conservare al meglio la conduzione termica dell'alluminio.
                                                        A proposito l'abbassamento della temperatura dovrebbe essere utile anche a limitare le perdite
                                                        per emissione, non ricordo la relazione ma sono abbastanza sicuro che aumenti con la temperatura.

                                                        C'e' qualcuno che mi sa aiutare sul tipo di saldatura?
                                                        Grazie

                                                        Stefano

                                                        Commenta


                                                        • CITAZIONE (peppe0306 @ 19/11/2007, 01:55)
                                                          posso tirare un sospiro di sollievo qui dice che quello che utlizzato io arriva a 110 gradi con punte di 200, pericolo scampato...per fortuna,ma potevamo anche pensarci prima... oggi la prima volta che vedo il mio pannello a 110 gradi...ma questo forum l'ha visto centiania di pesone,nessuno...mi ha mai detto nulla,avete decine di foto dei pannelli....grazie andreame59,di avermi messo la pulce nell'orecchio.

                                                          http://www.isolparma.it/pdf/Isoroll/Isoroll_PUR.pdf

                                                          Francamente immaginavo che tu avessi solo la cassa esterna di polistirolo espanso, ma all'interno altro materiale termoresistente, come cartongesso o lana di roccia.
                                                          Nei miei pannelli ad acqua, lo strato isolante doppio, lana di roccia da 3 cm a ridosso della piastra captante e al disotto una lastra di polistirolo espanso ad alta densità da 3 cm incollato al fondo cassa di alluminio con colla acrilica.
                                                          A mio modo di vedere si ottiene il vantaggio di avere una coibentazione efficiente anche se si verificano piccole infiltrazioni di acqua od umidità, e si evita la fusione dell'isolante resistente a basse temperature.
                                                          I pannelli sono in funzione da inizio estate senza problemi evidenti.
                                                          Anche all'interno dei pannelli ad acqua, l'intercapedine d' aria raggiunge temperature elevate, in determinate condizioni anche 130C.
                                                          Colgo l'occasione, per suggerirti di verniciare le parti in plastica che rimangono esposte alla luce solare, in primo luogo il polistirolo, con vernici di tipo acrilico. Come sai, il polistirolo molto sensibile agli ultravioletti ed all'ozono, con rapido degrado delle caratteristiche. Sul polistirolo non puoi usare vernici o colle a solvente che lo danneggiano.
                                                          <img src=">

                                                          Commenta


                                                          • FUNZIONAAAAAA

                                                            L'ho potuto provare solo dieci minuti oggi all 16.00 praticamente al tramonto ma funziona. Purtroppo non ho il termometro ma l'aria che arrivava dalla bocchetta di uscita era decisamente calda <img src="> <img src="> <img src="> <img src="> <img src="> <img src="> <img src="> <img src="> <img src="> <img src="> <img src="> <img src="> <img src=">

                                                            Commenta


                                                            • Scusate ma se si raggiungono temperature cosi elevate a novembre i mesi estivi dovremmo coprire i nostri pannelli per non farli fondere
                                                              Sono molto interessato al pannello di lattine ma secondo voi con che cosa li possiamo incollare uno con l'altro?
                                                              Il silicone secondo me non va bene, non so se esiste per alte temperature

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X