annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Impianto solare CF fai da te

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Impianto solare CF fai da te

    Ciao a tutti

    Sto realizzando un impianto solare termico artigianale a circolazione forzata a casa mia e dei miei genitori su due piani che dovrebbe fornire ACS ad almeno 4 persone .
    I lavori procedono tempo permettendo e ho deciso di postare i miei dati foto spese risultati e quant'altro possa essere utile a chiunque interessato all'autocostruzione di un impianto simile o anche per trarne spunto oppure per discutere opportuni miglioramenti sfuggitimi.

    Dati di partenza :
    Abitazione bifamigliare su 2 piani 120+120mt2
    Isolamento termico discreto
    Caldaia a legna con termoaccumulo da 1000 lt e boiler ACS a immersione da 300 lt (tank in tank)
    Riscaldamento a termosifoni
    Tetto a 2 falde est e ovest <img src=">
    Garage adiacente con falda a sud <img src="><img src="> distanza 10 mt insolazione completa
    Localita' alto piemonte pianura




    1 problema e' raggiungere in garage con le tubazioni e possibilmente non disperdere tutto il calore raccimolato faticosamente prima di arrivare all'accumulo.

    Ho scelto tubazioni da 1/2 pollice in ferro zincato e raccorderie a vite per quasi tutta la tratta e un pezzo di flessibile per un particolare passaggio obbligato. Ogni tubo (mandata e ritorno) e' stato isolato con 2 strati di polietilene espanso spessore totale 25mm e successivamente uniti assieme e ulteriormente avvolti in una decina di centimetri di isolante a base di stoffa ottenuto a basso costo da un amico. Assieme ai tubi ho fatto passare 2 guaine per i cavi dei sensori.
    image
    Alla fine tutto e' stato avvolto in pellicola trasparente fino a formare uno strato piuttosto spesso e spero impermeabile
    image
    Ed infine ho interrato il tutto
    image

    Al momento sto' realizzando i pannelli
    Ho pensato di metterne 4 in serie parallelo per un totale di 6 mt2 netti con inclinazione piuttosto marcata per favorire le mezze stagioni e durante l'estate prendero' in considerazione l'ipotesi di coprirne almeno un paio
    Al momento i pannelli sono ancora all'osso


    Al procedere dei lavori postero' nuove foto

  • #2
    Iniziativa molto bella. Bravo!

    Io per, nelle tue condizioni avrei inserito i tubi che hai descritto, coibentati, ecc. in un tubo di PVC del tipo per fognature o pluviali, con giunti a bicchiere incollati con l'apposito adesivo, quantomeno nella zona interrata, allo scopo di garantirmi la impermeabilità.

    Altro problema: l'acqua circolante e perci i tubi del circuito primario/solare, possono raggiungere temperature elevate e il polietilene espanso della coibentazione, a contatto con il metallo, rischia di fondere.

    Ho realizzato interamente un impianto simile al tuo e l'isolante, del quale inutilmente avevo richiesto le caratteristiche alla termoidraulica che me lo aveva fornito, si fuso per quasi tutta la lunghezza del tubo di mandata dai collettori all'accumulo (mese di Luglio). Ho poi scoperto che si trattava di polietilene espanso.
    Mi sono trovato a doverlo sostituire con un diverso prodotto acquistato da altro fornitore, mousse di Neoprene espanso, sul quale ho eseguito, prima della installazione, alcune prove empiriche con oggetti caldi.
    Questo materiale ha funzionato in modo soddisfacente, fino ad ora.

    Il tubo zincato viene sconsigliato per l'utilizzo con temperature superiori a 65 perch lo zinco si solubilizza, specialmente in presenza di antigelo. Meglio sarebbe utilizzare il ferro non trattato.
    In ogni caso, fortemente sconsigliato l'uso misto di parti zincate con rame, sia che questo sia costituito da tubi che dalla piastra captante dei pannelli, in particolare a contatto con antigelo a base di glicole monoetilenico o propilenico.
    Zinco e rame formano una coppia elettrolitica a causa dei diversi potenziali e provocano fenomeni di corrosione.
    <img src=">

    Edited by Wilmorel - 24/11/2007, 17:02

    Commenta


    • #3
      ciao wilmorel

      Per la parte sottoterra avevo pensato anch'io a tubi plastici tipo scarico oppure fognature pero' visti i costi di tubi di tale diametro (almeno 30cm per farli passare comodi) mi sono arreso; purtroppo ho un bugget un po' limitato e l'impianto e' complesso, uso parecchia roba di recupero.

      Per l'isolante (e' della isofom) mi metti un po' di dubbi , ho chiesto al rivenditore prima di acquistarlo e mi ha assicurato fino a 100 gradi.. mi sa che prossima settimana vado di nuovo a trovarlo. Mi mancano ancora parecchi metri per arrivare ai pannelli e almeno questi li potrei fare in neoprene .. Mi accontenteri anche di 60 70 gradi per cui in pieno estate ne coprirei 2.
      Il problema resta in caso di interruzione di elettricita' <img src=">

      Per il discorso zinco non lo sapevo. Tuttavia spero, non usando antigelo ma svuotando l'impianto d'inverno, di nn avere troppi problemi di corrosione; accidenti e io che avevo messo lo zincato apposta ... <img src="> .. va be vedro' come va' con gli anni

      Oggi ho piegato e saldato la serpentina di rame sul primo pannello di lamiera , e' un lavoraccio: la lamiera scaldandola per saldarla a stagno si piega e si torce e non ne vuole sapere di stare vicina al tubo
      image
      image
      Il risultato esteticamente non e' un gran che ma a me interessa la funzionalita'

      Un po' di prezzi:
      1 elettrovalvola 220v 1/2 pollice per alta temperatura 50 euro
      8 fogli di lamiera 2x1 mt sottili (4 per il fondo e 4 per l'elemento captante) circa 90 euro
      4 vetri retinati antisfondamento 6mm 100x180 cm circa 220 euro
      (tutto senza mastercard <img src="><img src=">)

      ciao
      Eddy

      Edited by Eddy79 - 24/11/2007, 18:50

      Commenta


      • #4
        Bene, Eddy79.
        I collettori che stai realizzando assomigliano molto a quelli costruiti da me.
        Anch'io ho utilizzato lamiera di rame da 0.5 mm con saldata/brasata a stagno la serpentina in tubo di rame D 12 mm.
        Allo scopo di mantenere una precisa geometria della piastra avevo bugnato la piastra stessa con una serie di impronte che a lavoro ultimato avvolgevano parzialmente il tubo. Con questo espediente, abbastanza complesso da realizzare, si ottiene il duplice vantaggio di aumentare il contatto tubo-piastra e ridurre il consumo di stagno (molto caro) che salda le due parti per capillarità. Per semplificare ed ottenere comunque un lavoro pulito e valido, potresti realizzare, usando assicelle e righelli di legno, una sorta di dima che mantenga le giuste distanze fra i ranghi dei tubi nella fase di montaggio e saldatura.
        Salda per tratti brevi e numerosi, in quanto non conviene saldare su tutta la lunghezza.
        Ho notato che hai disposto i ranghi "per il lungo". Questo ti pu semplificare il lavoro, ma implica, se vuoi evitare malfunzionamenti per bolle di aria e vapore durante l'esercizio, la necessità di collocare i pannelli "sdraiati", cio con il lato lungo sull'orizzontale.
        Questa una collocazione diversa dall'ordinario, ma a mio parere funziona altrettanto bene, se non meglio, in quanto si riduce il numero delle curve per ogni pannello, e le conseguenti perdite di carico.

        <img src=">

        Qui sotto l'immagine di due dei pannelli accatastati in cortile prima del montaggio.
        Quello che vedi in primo piano un foglio di plastica di protezione.

        image

        Edited by Wilmorel - 25/11/2007, 00:13

        Commenta


        • #5
          CITAZIONE (Eddy79 @ 24/11/2007, 18:26)
          ciao wilmorel

          Per la parte sottoterra avevo pensato anch'io a tubi plastici tipo scarico oppure fognature pero' visti i costi di tubi di tale diametro (almeno 30cm per farli passare comodi) mi sono arreso; purtroppo ho un bugget un po' limitato e l'impianto e' complesso, uso parecchia roba di recupero.

          Per l'isolante (e' della isofom) mi metti un po' di dubbi , ho chiesto al rivenditore prima di acquistarlo e mi ha assicurato fino a 100 gradi.. mi sa che prossima settimana vado di nuovo a trovarlo. Mi mancano ancora parecchi metri per arrivare ai pannelli e almeno questi li potrei fare in neoprene .. Mi accontenteri anche di 60 70 gradi per cui in pieno estate ne coprirei 2.
          Il problema resta in caso di interruzione di elettricita' <img src=">

          Per il discorso zinco non lo sapevo. Tuttavia spero, non usando antigelo ma svuotando l'impianto d'inverno, di nn avere troppi problemi di corrosione; accidenti e io che avevo messo lo zincato apposta ... <img src="> .. va be vedro' come va' con gli anni

          Oggi ho piegato e saldato la serpentina di rame sul primo pannello di lamiera , e' un lavoraccio: la lamiera scaldandola per saldarla a stagno si piega e si torce e non ne vuole sapere di stare vicina al tubo
          image
          image
          Il risultato esteticamente non e' un gran che ma a me interessa la funzionalita'

          Un po' di prezzi:
          1 elettrovalvola 220v 1/2 pollice per alta temperatura 50 euro
          8 fogli di lamiera 2x1 mt sottili (4 per il fondo e 4 per l'elemento captante) circa 90 euro
          4 vetri retinati antisfondamento 6mm 100x180 cm circa 220 euro
          (tutto senza mastercard <img src="><img src=">)

          ciao
          Eddy

          Ciao Eddy, anchio ho costruito un pannello simile al tuo corca un annetto fa, se ti posso dare un consiglio, fatto prestare una piega tubi...da un idraulico,di quelle a mano tutta un altra cosa,facendo le curve piu strette ci stà piu tubo,poi prima di saldare,il tubo alla piastra, fai dei fori alla pistra a legala io ho usato una treccia sfatta di alluminio, i cavi dell'altra tensione dell'enel, attento hai tavoli sotto la pistra.....e per il tubo.....io ho fatto arrivare l'acqua anche sopra i 90gradi, ho un tubo nero alta pressione da diametro 25mm polietilene...diventa piu morbido..magari se la lughezza troppa si allunga un pochino...ma costa 90 euro 100 metri...e i raccordi li trovi sempr del solito matriale, non voglio dire che sia miglire di altre soluzioni,ma economica ed un anno che resite bene.....

          Commenta


          • #6
            Come detto anche da peppe0306, per ottenere un buon risultato estetico ed evitare di schiacciare il tubo di rame, occorre utilizzare una curvatubi. Puoi trovare un modello hobbistico per dimensioni D 12, 14, 16 mm presso i pi forniti magazzini fai da te a prezzo contenuto, attorno ai 12 euro.
            Oppure, predisporre una dima od un cilintro in legno, di diametro circa pari alla distanza fra i ranghi/file dei tubi, sulla quale curvare i tubi. Io ho adottato un interasse di 110 mm fra le file di tubi, ma possono andare bene valori dai 90 ai 150, a seconda anche dello spessore della piastra di rame e del diametro del tubo.

            Utilizzare una serpentina in tubo di polietilene ad alta densità (il tipo di colore nero per condutture acquedotto) molto economico e semplice, ma piuttosto rischioso, perch nella eventualità per niente remota di di fermo pompa per blackout o altro, la temperatura, specie all'interno del pannello salirà al disopra della temperatura limite di utilizzo di quel materiale.
            Vedi la scheda di Wikipendia in tedesco, che pi completa della corrispondente in italiano.

            http://de.wikipedia.org/wiki/Polyethylen
            http://www.oppo.it/materiali/tubi_raccordi/pe_80_tubi.html

            Nel mio impiantino, in occasione di un blackout protrattosi per alcune ore, l'acqua all'interno ha raggiunto i 130.

            Il tubo di polietilene potrebbe andare bene con un impianto a circolazione naturale a determinate condizioni, ma non il tuo caso...

            <img src=">

            A proposito di guaine isolanti:

            http://www.unionfoam.it/page/polietilene/poli_pe80_sch.html
            http://www.unionfoam.it/page/poliuretano/p...onorm_pn83.html
            http://www.unionfoam.it/page/elastomero/el...tex_at_sch.html

            Commenta


            • #7
              Forse si potrebbe risolvere il problema delle sovratemperature con un meccanismo di apertura di 2 finestrelle (una nella parte inferiore per l'entrata di aria esterna ed una nella parte superiore per l'uscita di aria calda) comandate da un termostato o da una termocoppia meccanica (tipo quelle che aprono/chiudono le saracinesche dell'aria conburente nelle caldaie a legna a tiraggio naturale) .
              Bye.

              PS
              Anche il normale alluminio per alimenti in rotoli puo' essere utilizzato per creare uno schermo riflettente per la coibentazione delle tubature (vedi coperte di emergenza per il mantenimento della temperatura dei feriti/assiderati). Se isolate dall'umidita' si puo' utilizzare la lana di roccia in modo proficuo ed a basso costo.
              Bye

              Commenta


              • #8
                Ciao a tutti ; grazie per i consigli , son sempre utili

                I pannelli li installero' sdraiati in formazione quadrata e piuttosto inclinati,diciamo 60 dal piano orizzontale per cui avro' bisogno di distanziali un po' per non che si facciano ombra l'un l'altro.
                Oggi ho finito di saldare la prima lastra , ho usato tubo da 12 e lamiera di ferro ( rame troppo caro )
                Il problema e' che scaldando la lamiera non uniformemente questa si imbarca e rimane difficile tenere il tubo aderente con consumo di stagno piu' elevato; pensavo di tagliare la lamiera in fette , accostarle e saldarci sopra il tubo; cosi' facendo si dovrebbe ridurre (credo) il problema..
                Provero' tutte le soluzioni

                Prezzi delle verghe di stagno 13euro al kg miscela 50%
                Per la prima lastra non mi e' bastato un kg

                Per isolante mi sono documentato su internet e pare che sia effettivamente garantito fino a 100; questo un po' di piu' mi tranquillizza, tuttavia il tratto di tubo che va dalla parte alta dei pannelli alle valvole di sfogo lo isolero' con lana di roccia all'interno e poliuretano all'esterno.
                Per l'isolamento dai raggi UV ho reperito qualche mt2 di alluminio sottilissimo (poco piu' del domopak) e pensavo di incollarlo al poliuretano con bostik o altro.

                Per curvare il tubo ho usato una curvatubi da supermercato che tuttavia funziona sufficentemente bene.

                CITAZIONE
                Utilizzare una serpentina in tubo di polietilene ad alta densità (il tipo di colore nero per condutture acquedotto) molto economico e semplice, ma piuttosto rischioso

                Credo che peppe intendesse il tubo che va dall'accumulo ai pannelli

                Altre foto dell'impianto

                Particolare delle valvole di scarico

                Anche la centralina e' artigianale; funziona con sonde di temperatura LM335

                Ciao
                Eddy

                Commenta


                • #9
                  Bene il foglio di alluminio a protezione dell'isolamento tubazioni. Anch'io ho adottato lo stesso sistema.

                  image

                  Anch'io ho utilizzato una centralina autocostruita, con sonde NTC 10 kOhm compensate, comunque meno precise delle LM335 che pure avevo considerato.
                  Sulle altre soluzioni che prospetti sono daccordo.
                  Non mi convince invece la piastra tagliata a fette per evitare deformazioni.
                  Io avevo lasciato la piastra pi larga e pi lunga di circa 30 mm, piegando quindi verso l'alto i bordi per 15 mm per tutto il perimetro, in modo da formare una sorta di vaschetta bassa.
                  La orlatura che risulta da questa operazione irrigidisce molto la piastra.
                  Naturalmente la operazione l'ho fatta prima di saldare la serpentina.
                  Per questa operazione occorre per disporre di un poco di attrezzatura, piana o tavolo in metallo, alcuni profilati e numerosi robusti morsetti da ferro.

                  Mi sembra che stai facendo un buon lavoro!

                  Commenta


                  • #10
                    ciao wilmorel

                    Adesso che hai postato la foto mi ricordo dove ti ho letto, nel 3d dati proprio impianto !
                    Complimenti per il tuo lavoro, fatto molto bene.

                    Una curiosita', che vernice hai usato per l'assorbitore ?
                    Che delta termici ha impostato per il ciclo della pompa ?

                    Stasera ho quasi finito il primo pannello, manca solo la vernice e sigillarlo


                    Particolare dell'isolante (fibra di vetro)


                    ciao
                    Eddy

                    Commenta


                    • #11
                      Anzitutto grazie per i complimenti.
                      Vedo che stai andando a tutta velocità!
                      Per quanto riguarda il delta di temperatura, ho cercato di ridurlo al massimo, per ottimizzare il rendimento. Difatti, se l'accumulo non a temperatura troppo elevata, la pompa di circolazione parte dopo circa un minuto dalla comparsa del sole prima occultato dalle nubi.
                      Il valore di circa 5C, anche se, utilizzando sonde NTC, la impostazione non ha la medesima precisione in tutto il range di applicazione che viceversa pu avere un termostato differenziale pilotato da sonde tipo LM335.

                      Ho costruito i collettori nel lontano 1984.
                      A causa dell'impossibilità ad installarli, sono rimasti depositati in una soffitta per 22 anni, fino a quando si presentata la occasione opportuna, cio il rifacimento del tetto nella scorsa primavera.
                      In quel tempo la soluzione pi diffusa se non unica era utilizzare il nero opaco per marmitte, e le vernici selettive o parzialmente selettive, pur essendo note erano presocch introvabili e costose.

                      http://www.duplicolor.de/webgate/wg_5_2.ns...KXR-52JA2C-EN-p

                      In seguito ho fatto alcune ricerche, constatando fra l'altro la cessazione di attività della Savid che produceva la vernice selettiva Helionero, di produzione italiana.
                      Oggi pare essere disponibile questo prodotto:

                      http://www.solec.org/solkotehome.htm

                      Credo che sia conveniente in ogni caso la adozione della migliore vernice possibile, anche a costo di spendere qualche decina di euro in pi. Nel tempo, senza dubbio, si ripaga.

                      <img src=">

                      Commenta


                      • #12
                        ciao;

                        Per la verita' non sto' procedendo tanto veloce: tutta la parte idraulica del lavoro l'ho fatta da settembre a ottobre, ieri tutto il giorno per saldare e sistemare la lastra nel pannello :unsure:

                        Devo dire che l'idea di usare vernice selettiva mi alletta molto (per il precedente avevo usato anch'io la solita nera opaca per marmitte) .
                        Il prezzo e' accessibile l'unica cosetta che mi frena un po' e il dubbio che la differenza tra la selettiva e la nera opaca sia percepibile o meno in impianti fai da te ... :huh:
                        Devo considerare che il mio impianto mi servita' solo per ACS e non per integrazione riscaldamento (avendo caldaia a legna e termosifoni non posso integrare) e quando la caldaia e' avviata l'acqua calda c'e' l'ho a volonta a basso costo senza usare il pannello ; per cui il periodo di utilizzo andrebbe diciamo da inizio aprile a fine ottobre.

                        Ci pendero' su' tanto prima di mettere i vetri ci vorra ancora un bel po' :P

                        Eddy

                        Commenta


                        • #13
                          CITAZIONE (Wilmorel @ 25/11/2007, 21:01)
                          Anch'io ho utilizzato una centralina autocostruita, con sonde NTC 10 kOhm compensate, comunque meno precise delle LM335 che pure avevo considerato.

                          Ciao , anche io nel mio impianto coi pannelli autocostruito ho utilizzato le ntc , molto piu semplici da interfacciare agli ingressi analogici del microcontrollore che ho utilizzato , nella scheda anche essa autocostruita.
                          Perche' dici che sono meno precise di un lm35 o lm335 ? questi integrati hanno un errore ai limiti della banda di 2-3 gradi .... adesso sto' modificando il programma del PIC per allargare i limiti di misura soprattutto del pannello che fino ad adesso avevo bloccato tra 0 e 99 ...

                          X eddy79 Stai passando come me dal problema saldatura di una lamiera , missione quasi impossibile a me si e' strappata anche qualche legatura , alla fine un po' era saldata e un po' ho riempito gli spazi rimasti con grasso ad alta temperatura .
                          Spero che il pannello lo monti in posizione orizzontale , cioe con il lato piu' lungo in basso visto come hai montato la serpentina e di fare in modo che il tubo tra una curva e l'altra tenda leggermente a salire , per evitare problemi con aria che si puo' formare tranquillamente ....
                          Poi ti (vi) consiglio di mettere un foglio di alluminio (cuki) tra la lamiera dell'assorbitore e il pannello di isolante , fa' in modo di riflettere quasi tutto il calore verso la lamiera e evita il surriscaldamento dell'isolante....

                          by
                          AUTO BANNATO

                          Commenta


                          • #14
                            CITAZIONE (Eddy79 @ 26/11/2007, 21:08)
                            ciao;


                            Devo dire che l'idea di usare vernice selettiva mi alletta molto (per il precedente avevo usato anch'io la solita nera opaca per marmitte) .
                            Il prezzo e' accessibile l'unica cosetta che mi frena un po' e il dubbio che la differenza tra la selettiva e la nera opaca sia percepibile o meno in impianti fai da te ... :huh:
                            Eddy

                            Ciao Eddy mi sapresti dire il costo della vernice seletteva di cui non ho trovato riferimenti nel sito?
                            Grazie e continua cos <img src=">

                            Commenta


                            • #15
                              CITAZIONE (Wilmorel @ 25/11/2007, 11:38)
                              Come detto anche da peppe0306, per ottenere un buon risultato estetico ed evitare di schiacciare il tubo di rame, occorre utilizzare una curvatubi. Puoi trovare un modello hobbistico per dimensioni D 12, 14, 16 mm presso i pi forniti magazzini fai da te a prezzo contenuto, attorno ai 12 euro.
                              Oppure, predisporre una dima od un cilintro in legno, di diametro circa pari alla distanza fra i ranghi/file dei tubi, sulla quale curvare i tubi. Io ho adottato un interasse di 110 mm fra le file di tubi, ma possono andare bene valori dai 90 ai 150, a seconda anche dello spessore della piastra di rame e del diametro del tubo.

                              Utilizzare una serpentina in tubo di polietilene ad alta densità (il tipo di colore nero per condutture acquedotto) molto economico e semplice, ma piuttosto rischioso, perch nella eventualità per niente remota di di fermo pompa per blackout o altro, la temperatura, specie all'interno del pannello salirà al disopra della temperatura limite di utilizzo di quel materiale.
                              Vedi la scheda di Wikipendia in tedesco, che pi completa della corrispondente in italiano.

                              http://de.wikipedia.org/wiki/Polyethylen
                              http://www.oppo.it/materiali/tubi_raccordi/pe_80_tubi.html

                              Nel mio impiantino, in occasione di un blackout protrattosi per alcune ore, l'acqua all'interno ha raggiunto i 130.

                              Il tubo di polietilene potrebbe andare bene con un impianto a circolazione naturale a determinate condizioni, ma non il tuo caso...

                              <img src=">

                              A proposito di guaine isolanti:

                              http://www.unionfoam.it/page/polietilene/poli_pe80_sch.html
                              http://www.unionfoam.it/page/poliuretano/p...onorm_pn83.html
                              http://www.unionfoam.it/page/elastomero/el...tex_at_sch.html

                              Forse come sempre mi sono spiegato male la serpantinain rame, era la tubatura,che doveva essere di polietilene alta pressione........

                              Commenta


                              • #16
                                CITAZIONE (peppe0306 @ 27/11/2007, 00:49)
                                CITAZIONE (Wilmorel @ 25/11/2007, 11:38)
                                Utilizzare una serpentina in tubo di polietilene ad alta densità (il tipo di colore nero per condutture acquedotto) molto economico e semplice, ma piuttosto rischioso, perch nella eventualità per niente remota di di fermo pompa per blackout o altro, la temperatura, specie all'interno del pannello salirà al disopra della temperatura limite di utilizzo di quel materiale.
                                Vedi la scheda di Wikipendia in tedesco, che pi completa della corrispondente in italiano.

                                http://de.wikipedia.org/wiki/Polyethylen
                                http://www.oppo.it/materiali/tubi_raccordi/pe_80_tubi.html

                                Nel mio impiantino, in occasione di un blackout protrattosi per alcune ore, l'acqua all'interno ha raggiunto i 130.

                                Il tubo di polietilene potrebbe andare bene con un impianto a circolazione naturale a determinate condizioni, ma non il tuo caso...

                                <img src=">

                                Forse come sempre mi sono spiegato male la serpantinain rame, era la tubatura,che doveva essere di polietilene alta pressione........

                                Non preoccuparti, forse sono io che ho frainteso.
                                <img src="> <img src=">

                                per Spider61

                                D'accordo per la pi facile interfacciabilità ecc.
                                ecco il foglio dati della LM35, dal quale risulta una accutatezza di 0,5C a 25 e una linearità di 1/4C nel range operativo.

                                http://www.datasheetarchive.com/search.php...b.x=41&sub.y=11

                                Le mie NTC sono normalissime da 10 kOhm, le quali anche se linearizzate con il parallelo di una resistenza di valore pari a quello che assumono al centro della scala di utilizzo, hanno la loro resistenza, (variabile in funzione della temperatura cos come la corrispondente risposta in tensione) che comunque descrive una curva.

                                http://www.epcos.com/inf/50/db/ntc_06/Prob...__K500__501.pdf

                                In seconda pagina di questo documento allegato, "Termostato NTC-NE555" trovi il diagramma della NTC Epcos K500 in colore viola-lilla, realizzata utilizzando i dati di tabella della ditta, e la curva linearizzata da resistenza in parallelo di valore 12 kOhm, di colore giallo. Le temperature sono in ascissa, le resistenze in ordinata.
                                Nella pag. 3 trovi i relativi valori di tensione sul nodo di ingresso dell'operazionale.

                                Debbo aggiungere che anche la centralina, come tutto il resto piuttosto datato, quindi non posso affermare di essere all'avanguardia con le novità, almeno nella parte elettronica...
                                <img src=">

                                Edited by Wilmorel - 27/11/2007, 23:18

                                Download attachment
                                Termostato_NTC_NE555.pdf ( Number of downloads: 89 )

                                Commenta


                                • #17
                                  X Wilmorel : il datasheet del lm35 l'avevo visto , se hai notato agli estremi del range l'errore e' di 2,5 gradi , quasi quanto una ntc linearizzata... fermo restando che in ogni caso , un errore di 2-3 gradi sul tipo di apllicazione e' ininfluente , sapere che il pannello e' a 100 invece di 98 o 102 e' relativo.....
                                  AUTO BANNATO

                                  Commenta


                                  • #18
                                    ciao;

                                    Confermo quanto gia' notato da altri ..
                                    Le sonde 335 per quanto possano dire i data scheet le ho trovate un po' starate, per solo un paio di gradi vanno e vengono che e' un piacere ma in effetti questo non comporta problemi .
                                    Io le ho scelte perche' piu' semplici da interfacciare; la mia centralina non e' digitale ma totalmente analogica per cui avevo bisogno di segnali lineari alla temperatura

                                    Per Andreame
                                    Per il prezzo della vernice grazie a Wilmorel che mi ha linkato un sito dove si trova a 20euro la bomboletta credo da 400 (si vede solo la foto ed e' in inglese non l'ho ancora letto tutto)
                                    http://net4sale.com/Shop/pc/viewPrd.asp?id...40&idproduct=76

                                    Non so piu' chi me lo ha chiesto ma confermo che i pannelli andranno montati in orizzontale cio' col lato lungo appoggiato orizzontalmente e inclinati attorno i 55 60 gradi .
                                    Per il problema spurgo mi affido a diverse valvole e rubinettini di sfiato e alla prevalenza della pompa ....

                                    ciao
                                    Eddy

                                    Commenta


                                    • #19
                                      CITAZIONE (Eddy79 @ 27/11/2007, 20:24)
                                      ciao;

                                      Per Andreame
                                      Per il prezzo della vernice grazie a Wilmorel che mi ha linkato un sito dove si trova a 20euro la bomboletta credo da 400 (si vede solo la foto ed e' in inglese non l'ho ancora letto tutto)
                                      http://net4sale.com/Shop/pc/viewPrd.asp?id...40&idproduct=76


                                      ciao
                                      Eddy

                                      Grazie eddy dell'informazione...sono andato a vedere....ma purtroppo spediscono solamente in USA e canada.....
                                      Ciao
                                      Andrea

                                      Commenta


                                      • #20
                                        <img src="> :angry:
                                        Peccato, ma ci sono altri link sempre di wilmorel

                                        adesso e' un po' tardino ma se riesco domani li approfondisco un po' anch'io .. peccato che non conosco bene l'inglese <img src=">

                                        Eddy

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Ho mandato una mail ad un produttore americano per la fornitura....ti faccio sapere cosa mi risponde e se ti va...potremmo dividerci le spese di spedizione.
                                          ciao
                                          Andrea

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Si puo' fare ;
                                            Il prodotto e' in bomboletta oppure in latta ?

                                            Eddy

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Si trova in latta pronto da usare con pistola a spruzzo.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                ok <img src="> Andre

                                                stasera ho finito di saldare la serpentina del secondo collettore;
                                                il risultato e' migliore del primo, sono riuscito a ridurre le distorsioni nella lastra aumentando la temperatura del cannello e saldando a brevissimi tratti.

                                                Prezzi: tubo di rame nudo 50 mt diametro 12 -> 160euro (circa 14 Kg di rame)

                                                Eddy

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  CITAZIONE (andreame59 @ 28/11/2007, 00:24)
                                                  Ho mandato una mail ad un produttore americano per la fornitura....ti faccio sapere cosa mi risponde e se ti va...potremmo dividerci le spese di spedizione.
                                                  ciao
                                                  Andrea

                                                  interessa una bombola anche a me.

                                                  il produttore http://www.dampney.com/

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    CITAZIONE (pinetree @ 29/11/2007, 23:22)
                                                    [interessa una bombola anche a me.

                                                    il produttore http://www.dampney.com/

                                                    Ho ricevuto una mail dal produttore...ha voluto sapere se avevo una ditta, se ero un installatore o cosa....mi ha dato l'indirizzo del distributore x l'europa...
                                                    I prezzi sono un p alti.... decisamente + conveninte la confezione da circa 19 litri.
                                                    Per questo, penso che dovremmo essere in un bel p x dividerci la vernice e le spese di spedizione.

                                                    European distributor: Solkote Bt.

                                                    http://www.solkote.eu/english/index.html

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      si sembrano un po' altini anche a me i prezzi pero' ..
                                                      hai capito se danno la resa in termini di litri di vernice ? io dovrei farci 6 m2
                                                      Se troviamo qualcuno altro interessato del nord italia possiamo davvero fare una spedizione sola ...

                                                      Eddy

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        CITAZIONE (Eddy79 @ 30/11/2007, 00:02)
                                                        si sembrano un po' altini anche a me i prezzi pero' ..
                                                        hai capito se danno la resa in termini di litri di vernice ? io dovrei farci 6 m2
                                                        Se troviamo qualcuno altro interessato del nord italia possiamo davvero fare una spedizione sola ...

                                                        Eddy

                                                        Io ci sto...vediamo se si accoda qualcuno x comperarla.
                                                        X la resa.... molto variabile il dato......parla di una resa x ogni gallone ( 3,785 litri) dai 40 ai 90 metri quadri.
                                                        Il dato detto cos inconprensibile....ma guardando nei test...puoi vedere che l'efficienza aumenta con il numero degli strati.
                                                        Parlano addirittura di test con 6 strati di vernice.
                                                        Facendo un conto a spanne...direi che per fare un lavoro fatto con una resa ottima ( 3/4 mani di vernice) la spesa x 1 gallone sarebbe sufficiente x circa 50 m/q.
                                                        Quindi costo 1 gallone euro 87,6 diviso 50 m/q = 1,752 al m/q
                                                        Ciao

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          ciao

                                                          Se i dati sulla resa son giusti alla fine non costerebbe poi neanche tanto, solo bisognerebbe trovare qualche altro acquirente per prendere i 19 litri oppure mi metto a fare pannelli e a venderli ... <img src="><img src=">

                                                          Eddy

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Non ho capito ...
                                                            il Thurmalox Solar coating e' la stessa cosa del Solkote ?

                                                            a me sarebbe bastata una bomboletta spray pagandola anche
                                                            20 eurini, ma non ho trovato un negozio online che lo spedisca in italia

                                                            qualcuno ha amici/parenti negli USA che poi potrebbero spedirci il tutto
                                                            a casa nostra?

                                                            Stefano

                                                            PS io sono al centro ....

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR