annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

** Dati energetici ufficiali ** (Italia / Europa)

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ** Dati energetici ufficiali ** (Italia / Europa)

    Italia (con dati anche europei EU15)
    nel sito del GSE, tramite il menu attività e il sottomenu statistiche, si può accedere alle pubblicazioni periodiche in pdf:
    http://www.gse.it/attivita/statistic...d&SortDir=DESC

    Unione
    (Eu)
    Dal sito della Commissione Europea, tramite i submenu Energy > Publications > Statistics
    si può accedere a svariati dati.
    Segnalo il pdf sulla situazione energetica EU27 (compreso trasporti, ecc. e Paesi candidati)
    http://ec.europa.eu/energy/publicati..._book_2010.pdf

    lo stesso ( aggiornamento aprile 2012) lo allego (part_2_energy_pocket_book_2010.pdf)
    in quanto spesso nel tempo un collegamento/link si modifica e non è più funzionante.

    Allego anche:
    -2009_energy_transport_figure.pdf (a pag 38 della prima sezione i dati -2009- sulla tassazione carburanti: accise+IVA/TVA)
    -2010_energy_transport_figure.pdf
    File allegati
    Ultima modifica di gattmes; 18-04-2012, 10:34.
    Fare si può! Volerlo dipende da te.

    Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

    Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
    Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

  • #2
    Segnalo che è uscito anche il rendiconto "fotovoltaico 2008", scaricabile dal sito GSE (vedere primo link nel messaggio precedente)
    Ultima modifica di eroyka; 29-05-2009, 08:02.
    Fare si può! Volerlo dipende da te.

    Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

    Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
    Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

    Commenta


    • #3
      Ciao a tutti,
      i dati esposti nel link proposto da gattmes, mi sembravano un pò datati per un sito che ti dà la situazione del solare in tempo reale.
      In particolare segnalo a pag. 13 di statistiche, su una produzione richiesta di 339.9 TWh, l'apporto delle rinnovabili era solo di 48.2 TWh.
      Ho cercato negli altri siti istituzionali se c'era qualche notizia più fresca, ecco cosa ho trovato.

      Previsioni della Domanda Elettrica
      Previsioni ricalibrate a nov 2008:
      A pag. 16 341.6 TWh (miliardi di kWh) per 2008 344,4 TWh per 2009

      Autorità per l'energia elettrica e il gas - Dati statistici
      richiesta 2008 337.642 TWh

      Rivista ELEMENTI N.16, a pag. 13 sempre nella home page del sito del GSE.
      Rinnovabili 2008 59.244 TWh

      Già questo era interessante, le previsioni già riviste al ribasso a novembre, a consuntivo erano ancora più basse, l'incremento delle rinnovabili, grazie ad un periodo eccezionalmente piovoso ha portato ad un incidenza vicina al 20%.

      Dati più attuali li ho trovati sul sito della Terna: Terna S.p.A.
      In particolare:http://www.terna.it/LinkClick.aspx?f...s%3d&tabid=843
      a pag. 21 primo trimestre
      prodotta 71.576
      11.681 idrico
      1.315 geotermico
      2.068 eolico


      Grazie alle copiose nevicate l'idroelettrico continua a produrre a pieno ritmo, anche i consumi per i ripompaggi diminuiscono fortemente, la crisi comincia a mordere effettivamente sui consumi industriali.
      Ormai per quest'anno difficilmente arriveremo ad una richiesta di 290 TWh, con una percentuale di rinnovabili superiore al 25%, anche senza il termovalorizzatore di Acerra.

      Visto che la capacità produttiva era nel 2007 pari all' 88%, di 347 TWh, secondo voi, quali e quante centrali termoeletriche verranno fermate quest'anno?

      Ciao
      Osvaldo

      ------------------------------------------

      Moderazione (gattmes): segnalo che ho spostato i messaggi successivi a questo in una nuova discussione "discorsiva" a questa affine:
      http://www.energeticambiente.it/disc...ufficiali.html
      Lasciamo questa "pulita" e solo per i collegamenti/links/rimandi ai dati ufficiali. Per lo stesso motivo lascio il messaggio di Osvaldo, mentre sposto gli altri.
      Esorterei chi scrive qui di non esprimere eventuali commenti, ma di farlo casomai in un ulteriore messaggio nella sezione appena indicata
      Ultima modifica di gattmes; 26-08-2009, 10:09.

      Commenta


      • #4
        Report annuale dell'AIB ( http://www.aib-net.org ):
        http://www.aib-net.org/portal/page/portal/AIB_HOME/AIB_ASS/DOCUMENTS/Annual Report/AIB - Annual Report 2008.pdf
        Fare si può! Volerlo dipende da te.

        Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

        Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
        Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

        Commenta


        • #5
          link ai dati ufficiali 2008
          http://www.autorita.energia.it/relaz_ann/ra09_1_2.pdf
          Osvaldo

          Commenta


          • #6
            Link al Rapporto mensile di giugno 2009 di Terna.
            Pdf molto interessante con diagrammi e tabelle di comparazione rispetto al 2008, e con lo storico dell'idroelettrico dal 1950.
            Nel mese di giugno abbiamo superato il 25% solo con idroelettrico, eolico e geotermico.
            Leggere per credere.

            http://www.terna.it/LinkClick.aspx?f...4%3d&tabid=720

            Osvaldo

            Precisazione (gattmes)-
            A pag 5 del documento è riportato:
            -produzione lorda totale 23820 di cui....
            -termoelettrica 16852
            -idroelettrica 5987
            -geotermoelettrica 415
            -eolica 566

            Conseguentemente il totale della idroelettrica+geotermoelettrica+eolica da 5987+415+566=6980 che rispetto alla produzione lorda rappresenta il 29,25%, così suddiviso:
            idro=25,13%, geo=1,74%, eolico=2,38%.

            Mettendo in conto il bilancio con l'estero importazione/esportazione (3669), ovvero praticamente il consumo, e rifacendo i calcoli per il risultato di 27489:
            idroelettrica+geotermoelettrica+eolica = 25,35%
            (idro=21,78%, geo=1,51%, eolico=2,06%.)
            File allegati
            Ultima modifica di eroyka; 06-08-2009, 09:02.

            Commenta


            • #7
              Segnalo che il GSE ha pubblicato nel solito posto citato nel primo messaggio (http://www.gse.it/attivita/statistic...d&SortDir=DESC) le statistiche relative all'anno 2008

              (fornisco anche il collegamento diretto del pdf: http://www.gse.it/attivita/statistic...STICHE2008.pdf

              Se non funziona per cambio nome il percorso per reperirlo dovrebbe essere:
              Attività -> Statistiche sulle fonti rinnovabili -> Dati e pubblicazioni informative

              il cui collegamento dovrebbe essere: http://www.gse.it/attivita/statistic...d&SortDir=DESC

              ringraziamenti: tguido56 per la segnalazione di cambio nome/indirizzo)


              I dati salienti indicano, rispetto al 2007, i seguenti aumenti (potenza efficiente lorda)
              eolico +30,3&
              solare +397,4%
              biogas +5,3%

              ..e numeri di poco inferiori come produzione lorda (rifarsi al pdf per i dettagli)

              Il Rapporto percentuale Potenza rinnovabile / Potenza totale e salito dal 15,3% dell'anno precedente al 18,2% (ovvero quasi un quinto nel 2008 [ricordo che siamo nel 2009] è stato prodotto da fonti rinnovabili)

              Nella UE15, l'Italia mantiene sempre il sesto posto, tuttavia mentre nel 2007 aveva un dato lievemente inferiore [15,7%] alla media europea considerata (UE15) [16,9%], nel 2008 ne vanta uno lievemente superiore [18,2%], tra l'altro la media stessa è ovviamente aumentata [17,5%].
              Da notare il distacco ora più netto rispetto la Germania, immediatamente sotto nella graduatoria, che ha anche lievemente diminuito la rispettiva quota [2007=15,7%; 2008=14,5%].

              Devo sottolineare anche l'abnorme balzo in avanti nel settore solare da parte della Spagna (pag. 27 del pdf; 26 del documento.. in basso), passata da 166 GWh a ben 2492 GWh!!!!
              ------------------------

              Moderazione (gattmes): ancora una volta mi vedo costretto a ripetere/ribadire di
              lasciare questa parte "pulita" e dedicata ESCLUSIVAMENTE ai messaggi che riportano cifre/notizie/ecc., nonchè collegamenti/links/rimandi/ecc ai dati ufficiali.

              Per commenti/discussioni/interpretazioni/ecc. esiste apposita "zona" discorsiva al seguente indirizzo:
              http://www.energeticambiente.it/disc...ufficiali.html
              ..dove ho spostato nuovamente i messaggi "di commento" successivi a questo mio..

              Vi ri-prego di non esprimere QUI eventuali commenti, ma di farlo casomai in un ulteriore messaggio nella sezione appena indicata.

              Grazie per la comprensione/collaborazione.
              Ultima modifica di gattmes; 16-09-2009, 17:10.
              Fare si può! Volerlo dipende da te.

              Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

              Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
              Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

              Commenta


              • #8
                Avviso che proprio ieri (stando alle date) sono stati aggiornati alcuni dati ("pdf") sul sito del GSE:
                http://www.gse.it/attivita/statistic...d&SortDir=DESC


                Statistiche sulle fonti rinnovabili in Italia 2008 (20-10-2009)
                L' idrico - Dati statistici al 31 dicembre 2008 (20-10-2009)
                Il solare - Dati statistici al 31 dicembre 2008 (20-10-2009)

                mentre il 15-09-2009 è stato aggiornato anche:
                L' eolico - Dati Statistici al 31 dicembre 2008

                e il 10-09-2009:
                Le biomasse e i rifiuti - Dati Statistici al 31 dicembre 2008
                Fare si può! Volerlo dipende da te.

                Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

                Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
                Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

                Commenta


                • #9
                  Ecco un collegamento/link alla nuova Direttiva Europea 2009/28/CE del 23 aprile 2009 (entrata in vigore il 25 giugno 2009) sulle fonti rinnovabili, che va a sostituire la n. 77 del 2001.
                  http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/...16:0062:IT:PDF

                  Segnalo gli allegati (da pag 46 in avanti) con previsioni, formule, dati sulle varie fonti energetiche, ecc.
                  Fare si può! Volerlo dipende da te.

                  Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

                  Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
                  Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

                  Commenta


                  • #10
                    Segnalo l'uscita (30-10-2009) del bilancio energetico Italia 2008 (http://www.gse.it/attivita/statistic...s/BILANCIO.pdf) sul sito del GSE nella sezione dati e pubblicazioni: http://www.gse.it/attivita/statistic...d&SortDir=DESC
                    Fare si può! Volerlo dipende da te.

                    Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

                    Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
                    Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

                    Commenta


                    • #11
                      Segnalo l'uscita sul sito del GSE dei dati sul solare aggiornati al 31 dicembre 2009, di cui allego pdf (scaricabile anche da qui: http://www.gse.it/attivita/statistic...d&SortDir=DESC)

                      Un ulteriore grosso incremento di produzione in Italia (+249%), che passa dai 193GWh del dato 2008 ai 673GWh del 2009 (nel 2007 il dato era 39GWh)

                      Il dato di crescita del solare incentivato (conto energia..) attesta l'Italia al secondo posto nel mondo (dopo la Germania). Battuta d'arresto quest'anno per la Spagna.. con cifre d'incremento molto modeste
                      File allegati
                      Fare si può! Volerlo dipende da te.

                      Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

                      Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
                      Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

                      Commenta


                      • #12
                        I dati di TERNA li trovate invece qua:
                        Dati Statistici
                        Fare si può! Volerlo dipende da te.

                        Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

                        Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
                        Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

                        Commenta


                        • #13
                          Scusate ma dati più recenti si riescono a trovare su qualke sito???? No perchè anche io sono riuscito a vedere solo dati riguardanti massimo il 2009

                          Commenta


                          • #14
                            abbiamo i primi dati provvisori relativi al 2010 (emessi a marzo 2011).
                            La produzione netta è stata di 298.208 GWh, di cui 11.677 per i servizi ausiliari, quindi una produzione lorda di 286.531 GWh
                            L'acquisto estero è stato di 45.761 GWh , mentre il ceduto all'estero 1. 817 GWh (l'Italia "esporta" anche... per esempio in... Corsica!) quindi un "netto" estero di 43.944 GWh
                            Quella destinata ai pompaggi (diciamo anche accumulo d'energia per fabbisogni successivi) è stata di 4.310 GWh
                            Facendo le somme:

                            286.531 + 43.944 = 330.475
                            330.475 - 4.310 = 326.165 GWh richiesta totale italiana
                            Il totale dei consumi stimato è stato di 305.500 GWh, quindi le perdite (dispacciamento, trasporto...) ammontano a 326.165 - 305.500 = 20.665 GWh

                            collegamento:
                            http://www.terna.it/LinkClick.aspx?f...Q%3d&tabid=649
                            (dal sito di Terna: > Terna S.p.A. » Sistema Elettrico » Statistiche e Previsioni » Dati Statistici )

                            (continua...)

                            Per farla corta le FER aumentano ancora sfiorando 1/4 dell'energia richiesta (ricordo che è il dato dell'anno scorso).

                            Le percentuali (ho scritto "percentuali", non "valori assoluti") di incremento maggiore sono nel fotovoltaico che dovrebbe attestarsi su 1.600 GWh , con un +136,5 % rispetto il dato 2009 (676 GWh), ancora distante dai livelli tedeschi.... ma a "tiro"!
                            File allegati
                            Ultima modifica di gattmes; 13-05-2011, 13:56.
                            Fare si può! Volerlo dipende da te.

                            Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

                            Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
                            Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

                            Commenta


                            • #15
                              segnalo che un documento del GSE (che non ha carattere statistico, ma reale) piu' recente ma relativo solo al "solare", fornisce il valore reale come 1905 GWh prodotti per il 2010
                              Ultima modifica di nll; 14-06-2011, 16:01. Motivo: Doppio invio
                              Fare si può! Volerlo dipende da te.

                              Consulta e rispetta il REGOLAMENTO

                              Piano cottura induzione: consumo energia 65...70% in meno rispetto uno a gas! Pure a costi doppi dell'elettricità fa risparmiare, almeno 30%! Contrariamente a quanto si dice si può usare con contratti 3 kW, perfino se sprovvisto di limitazione.
                              Gas 100% fossile, elettricità 30...100% rinnovabile. Transizione ecologica? Passa all'induzione!

                              Commenta


                              • #16
                                Segnalo dal sito di TERNA.
                                Sezione: Sistema elettrico.
                                Sottosezione: Dispacciamento.
                                Menu: Dati giornalieri:

                                Dati Giornalieri

                                Qui le possibilità sono:
                                - tempo reale (pop up) :
                                apre una finestra con il grafico in tempo reale (aggiornato ogni 15 minuti) del fabbisogno nazionale, previsione ed effettivo.
                                I dati sono per 89% acquisiti direttamente il rimanente su stime verificate a posteriori.
                                - confronto:
                                serie storica dei grafici giornalieri archiviati, che dà la possibilità di vedere i grafici di giorni simili degli anni scorsi.

                                Commenta


                                • #17
                                  Sul sito del GME,
                                  il giorno 11 di ogni mese viene pubblicata la newsletter:
                                  GME - Gestore dei Mercati Energetici SpA
                                  con il resoconto mensile del mercato elettrico nella prima parte, nella seconda parte resoconto del mercato del gas, con situazione di stoccaggi e richieste anche in funzione della richiesta del mercato elettrico.
                                  il giorno 10 viene invece pubblicato il resoconto mensile di TERNA:
                                  Rapporto Mensile

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Nel rapporto GME (http://www.mercatoelettrico.org/News...Newsletter.pdf) si afferma:

                                    "il consistente ribasso del prezzo nelle ore di picco (-9,23 €/MWh; -10,3%), dall’altro, l’aumento nelle ore fuori picco (+3,68 €/MWh; +6,1%)..."

                                    Le energie alternative (idroelettrico, geotermico, eolico, fotovoltaico, circa il 25% della produzione) cominciano a farsi sentire?
                                    Il mio primo impianto FTV online
                                    dalle 06:00 alle 22:00
                                    Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                    Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                    Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Dish.. a Luglio 2011 rispetto a Luglio 2010 (riferimento temporale dei dati che riporti), la generazione TERMICA ha dato un apporto 2011 superiore di 3,8 mio di Gwh, mentre quela Idro ed eolica un ammanco di 1,4 mio di Gwh rispetto all'anno prima..quindi se capisco, con meno rinnovabile (bada bene sia in valore assoluto che in percentuale)..cala il prezo di picco e aumenta quello fuori pico?

                                      Dai dati del doc che linki si vede che l'apporto delle rinovabili è del 20,6% non del 25%.
                                      Marco
                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Come vuoi tu, ma non è la mia opinione..... basta fare le somme, sono dati di fatto.

                                        fonte dati: http://www.terna.it/LinkClick.aspx?fileticket=8oZaBgIPqq8%3d&tabid=379&mid=3013


                                        1 gennaio - 31 | 1 gennaio - 31 | Var. %
                                        agosto 2011 | agosto 2010 |2011/2010
                                        Produzione netta
                                        - Idroelettrica 33.899 37.381 -9,3
                                        - Termoelettrica 145.239 144.545 +0,5
                                        - Geotermoelettrica 3.550 3.329 +6,6
                                        - Eolica 5.878 5.472
                                        - Fotovoltaica 5.421 1.279 +323,8
                                        Produzione netta totale 193.987 192.006 +1,0
                                        (di cui produzione CIP 6) 18.390 24.746 -25,7

                                        Importazione 30.383 31.478 -3,5
                                        Esportazione 1.131 1.172 -3,5
                                        Saldo estero 29.252 30.306 -3,5
                                        Consumo pompaggi 1.615 3.179 -49,2
                                        RICHIESTA DI ENERGIA ELETTRICA 221.624 219.133 +1,1

                                        Sommando (Idroelettrica,Geotermoelettrica,Eolica,Fotovoltai ca) si ha 33.899+3.550+5.878+5.421 = 48748 / 193.987 = 25,12%.....

                                        Nel 2010 era: 37.381+3.329+5.472+1.279 = 47.461 / 192.006 = 24,72%.....

                                        Sono dati cmq che non arrivano ancora a dicembre, mancano ovviamente i mesi meno produttivi per il FTV, ma per le altre fonti rinnovabili sono i mesi più produttivi!
                                        Ultima modifica di nll; 15-09-2011, 20:43. Motivo: Eliminata citazione integrale del messaggio precedente
                                        Il mio primo impianto FTV online
                                        dalle 06:00 alle 22:00
                                        Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                        Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                        Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Dish..io ti rispondevo su LUGLIO..sul quale fornisci anche l'adamento del COSTO energia ..che sale in "fuori picco" e scende in picco..bene..in Luglio 2011 rispetto a Luglio 2010, cè stato MENO generazione di rnnovabile rispetto al 2010..quindi questo MESE smenisce al tua teoria..che se capisco bene è: piu rinnovabile, meno costo di picco, piu costi fuori picco.
                                          Posto che poi occorre vederein quale misura aumento e diminuzione si compensano, visto che i consumi domestici sono soprattutto fuori picco... e poi occorre aggiungerci i costi rinnovabili in A3, che sono la "benzina" di questa diminuzione(o meglio riposizionamento) dei prezzi (almeno se capisco la tua teoria).

                                          Inoltre aumenti del fuori picco e discese del picco sono riscontrabili in varie fasi..ad esempio nel 2006 è gia successo..come lo spieghi? in quel periodo non c'erano incrementi di rinnovabili..la teoria, per essere tale, deve funzionare sempre..non solo "a mesi altern o ad anni bisestili"..marco
                                          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Mah, se vai sulla fonte che ho citato per ultima, questa, vedrai che i dati di Luglio non sono come dici tu

                                            luglio luglio Var. %
                                            2011 2010 2011/2010
                                            Produzione netta
                                            - Idroelettrica 4811 5237 -8,10 -426
                                            - Termoelettrica 19284 20970 -8,00
                                            - Geotermoelettrica 445 407 9,30 38
                                            - Eolica 697 418 66,70 279
                                            - Fotovoltaica 1370 247 454,70 1123
                                            Produzione netta totale 26607 27279 -2,50 1014
                                            (di cui produzione CIP 6) 2407 3280 -26,60
                                            Importazione 4016 4586 -12,40
                                            Esportazione 96 103 -6,80
                                            Saldo estero 3920 4483 -12,60
                                            Consumo pompaggi 280 273 2,60
                                            RICHIESTA DI ENERGIA ELETTRICA 30247 31489 -3,90
                                            Tolta la termoelettrica (che non è FER, checché ne dicano i "bruciatori" di RSU), il bilancio di Luglio 2011 rispetto a Luglio 2010 è in aumento di 1014GWh, soprattutto dovuto al FTV.
                                            Il calo lo hanno avuto idroelettrica per le FER e termoelettrica (compresi inceneritori, turbogas, oli esausti, residui della lavorazione del petroli, ecc).

                                            Anche i dati da gennaio a luglio, sono in linea con quello che dico io.

                                            1 gennaio - 31 1 gennaio - 31 Var. %
                                            01/07/11 01/07/10 2011/2010
                                            Produzione netta
                                            - Idroelettrica 29785 33206 -10,3 -3421
                                            - Termoelettrica 128115 127591 0,4
                                            - Geotermoelettrica 3108 2929 6,1 179
                                            - Eolica 5374 4960 8,35 414
                                            - Fotovoltaica 4066 1035 292,9 3031
                                            Produzione netta totale 170448 169721 0,4 203
                                            (di cui produzione CIP 6) 16263 21979 -26
                                            Importazione 27654 28533 -3,1
                                            Esportazione 990 1065 -7
                                            Saldo estero 26664 27468 -2,9
                                            Consumo pompaggi 1461 2921 -50
                                            RICHIESTA DI ENERGIA ELETTRICA 195651 194268 0,7

                                            Grazie al FTV, le FER sono in positivo rispetto al 2010 per 203GWh, nonostante il forte calo dell'idroelettrico, dovuto principalmente al mese di maggio molto asciutto.

                                            Questi sono dati reali e rettificati presenti sul sito di TERNA.
                                            L'analisi del GME, dovrebbe essere rivista in alcune parti, probabilmente verso fine anno avremo dati e valutazioni più attendibili, anche dal GME!
                                            Ultima modifica di MrDish; 16-09-2011, 08:52.
                                            Il mio primo impianto FTV online
                                            dalle 06:00 alle 22:00
                                            Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                            Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                            Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Dish..se tu fai riferimento alla varizazione di PREZZO del Mercato Elettrico (MGP in particolare), e spieghi tale variazione con la variazione di composizione dell'offerta..ti devi riferire a QUEL mercato..non al Sistema Italia, che è fatto di MGP ma anche di altro.
                                              Quindi a LUGLIO 2011 sul MGP sono transitati, rispetto allo stesso mese del 2010 MENO kwh rinnovabili e PIU kwh Termici tradizionali..producendo a livello di PREZZI il risultato che riporti.
                                              Punto e stop.

                                              Ovviamente io non sostengo che se ci sono meno rinnovabili il prezzo PICCO del MGP cala (che è quello che è successo, ma uno non è la causa dell'altro)..ma non è nemmeno dimostrato il contrario, cioè quello che sostienei tu (anche perchè è successo il contrario).

                                              L'errore di base è pensare che i prezzi varino SOLO in base all'offerta, e in particolare al suo mix..infatti i prezzi variano in base all'offerta ma anche in base alla domanda.

                                              Solo così puoi spiegare perche, in certi mesi del 2006 (quindi senza incremento rinnovabili) si era gia riprodotto l'effetto che tu misuri,cioè calo del picco e aumento del baseload.. e piu tardi anche il suo contrario..

                                              Studiaci un pò su..
                                              Marco
                                              Ultima modifica di marcober; 18-09-2011, 09:11.
                                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Segnalo questo documento:
                                                http://www.gse.it/attivita/statistiche/Documents/Statistiche%20Rinnovabili%202010.pdf

                                                P
                                                er la prima volta vedo raggruppate le produzioni per categoria e sottocategoria di rinnovabili e non.
                                                In 10 anni si nota la scomparsa quasi totale dei derivati del petrolio come origine di produzione elettrica.
                                                L'incremento delle rinnovabili ha raggiunto il 27%, quello che è già continuato nel 2011 per il fotovoltaico è noto, le proiezioni sul 2012 sono facilmente recuperabili.
                                                A questo punto non solo per il fotovoltaico, ma anche per tutte le altre rinnovabili ed anche per il carbone che con Porto Tolle potrebbe aumentare del 50% la sua quota.
                                                Mi aspetto un 2012 molto critico per le produzioni di elettricità con gas naturale, e siccome nel periodo invernale sarà ancora conveniente la cogenerazione, il calo si rifletterà tutto sulle turbogas.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da Osvaldo Visualizza il messaggio
                                                  siccome nel periodo invernale sarà ancora conveniente la cogenerazione, il calo si rifletterà tutto sulle turbogas.
                                                  Non capiasco questa parte..la cogenerazione (quella misera quota che esiste in Italia) è fatta soprattutto in abbinamento a (pochissimi) termovalorizzatori..e quelli vanno in pieno estate e inverno..
                                                  La cogenerazione a gas è veramente una mosca bianca..a parte qualche piccolo impinato (come quello nel mio Comune) non penso ne esistano di grandi..quindi il loro impatto è trascurabile.
                                                  Inoltre vengono accese di giorno quando il prezzo dell'energia aumenta..di notte le spengono (almeno la nostra) e accendono le caldaie centralizzate tradizionali (sempre a gas)..e quindi il base load (fatto i gran parte da turbogas di grandi dimensioni) non viene intaccato.
                                                  Marco
                                                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Ciao Marcober,
                                                    la segnalazione non era in risposta al tuo posto, ma solo far presente un documento con dei dati "ufficiali", che ritengo giusto condividere con chi su questi dati si stà interrogando.
                                                    Per esempio, tu che hai una certa dimestichezza con grafici e proiezioni che io non ho, come modificheresti alla luce di questi dati nuovi il grafico a pag. 12 di quest'altro documento "ufficiale": http://www.terna.it/LinkClick.aspx?
                                                    fileticket=DOSjVy4%2f7Bg%3d&tabid=379&mid=3013
                                                    E
                                                    generare un grafico basato sul fabbisogno di un giorno non di punta, un sabato o una domenica di luglio per esempio?
                                                    Penso che si evidenzierebbero delle cose moolto interessanti.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      temo quei dati siano reltivi sollo all'energia che viene veioclata sulla rete Terna, alla qual sono allacciati solo gli impuianti (mi pare) oltre 10 mega.
                                                      Infatti la quaota FV+eolico è comunque misera..se vedi..

                                                      Direi che partendo da li non si va lontano..

                                                      Comuqnue è chiaro che in un giorno estivo di basso assorbimento (30 giga di punta?) una buona fetta verrebbe per alcune ore centrali assicurata dal solare..con la necesita di tenere però molta risreva disponibile per le ore serali.
                                                      La riserva "calda", cioè quelal che ha un tempo di risposta accettabile, costa abbastanza..questi costi li sostiene Terna e li addebiat a tutti noi.
                                                      Poi in altra discussisone si parlava del rischio connesso a questa situazione.. che probabilmnete porterà alla necesita di rivedere da un lato alcuni inverter gia installati (in Germania ne debono aggiornare 300.000, spendnedo 100 mio di euro, non so chi paga ma mi immagino)..dall'altro la rete nella sua sostanza (smart grid), e qui i costi sono pure astronomici..

                                                      Tutto queto lo dico perchè da un lato è bello pensare che la % di rinnovabili aumenta..dall'altro ai costi degli incentivi (che preoccupano anche la Merkel in Germania), occorre aggiungere i costi di una gestione rete probabilmente piu "problematica" (se prima abvevi un profilo domanda variabile e lo inseguivi con produzione, ora hai profilo domanda e produzione variabile) e un costo da mettere in builancio di adeguamento rete.
                                                      In Germania nel 2006 (mi pare) un esubero della generazione eolica non gestito (o non gestibile dalla rete di allora) ha provocato black out a catena in Francia, Spagna e Italia del Nord..Ovviamnete la qualità dle servizio vinene misurato anche da questi episodi, che costano milioni di euro..
                                                      Marco
                                                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Penso che marcober si stia sbagliando. I dati del rapporto sono dati generali totali del sistema Italia.
                                                        Interessante che "una domanda nazionale di energia elettrica soddisfatta per il 89,7% del totale attraverso fonti di
                                                        produzione interna e per la parte rimanente dal saldo con l’estero."
                                                        , arrivando a dire che tra qualche mese esporteremo nelle ore di punta, ovvero di giorno con sole e vento.
                                                        Vedrai che faremo spegnere ogni tentativo di "ritorno al nucleare"....

                                                        N.B.
                                                        "una potenza massima(**) richiesta di 49.414 MW registrata mercoledì 14 settembre alle ore 21 con
                                                        un aumento del 3,3% sul valore registrato nel corrispondente mese dell’anno precedente.

                                                        (**) I valori di potenza massima, dal mese di Aprile 2011, sono in fase di revisione per considerare l’incidenza e l’apporto della produzione fotovoltaica che immette sulle reti di distribuzione."
                                                        Il mio primo impianto FTV online
                                                        dalle 06:00 alle 22:00
                                                        Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                                        Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                                        Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da MrDish Visualizza il messaggio
                                                          .

                                                          (**) I valori di potenza massima, dal mese di Aprile 2011, sono in fase di revisione per considerare l’incidenza e l’apporto della produzione fotovoltaica che immette sulle reti di distribuzione."
                                                          per questo penso che i dati del grafic siano al netto del FV che immette su rete distribuzione..e considera solo quello su rete distribuzione..
                                                          E comunque l'apporto di FV+eolico in quel grafico di settembre è ridicolo..ovviamnete potrebbe essere stato un giorno senza vento e senza sole.. ma tendo a pensare che siano i soli dati della rete Terna..
                                                          Se invece li comprende tutti..sta a dimostrare comel'apporto (almeno di quel giorno) sia stato irrisorio e quindi si riconferma come sia necesasrio intervenire con altre fonti di generazione a supporto..che quindi comunque vanno costruite, manutenute e anche tenute "calde" come riserva...
                                                          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Perchè ridicola? forse la produzione eolica è poca cosa, ma quella FTV mi sembra in linea.
                                                            I 1.355GWh di settembre solo di FTV mi sembra anche tanto.

                                                            Se a settembre c'erano 9GWp installato ed in produzione, 1355/9 = 150,55kWh/kWp/mese..... Io ho fatto di meno, circa 5kWh/kWp/g, cioè 150kWh/kWp/mese ( :-) ), ma contando la Puglia, maggiore produttore i conti tornano, saranno da ritoccare quando avranno dati più certi, ma non di tanto, potrà essere al massimo circa 160-165kWh/kWp/mese, la media nazionale degli impianti FTV.
                                                            Il mio primo impianto FTV online
                                                            dalle 06:00 alle 22:00
                                                            Il mio primo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                                            Il mio secondo impianto FTV su rendimento-solare.eu
                                                            Il mio terzo impianto FTV su rendimento-solare.eu

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR