Perch l'energia eolico-solare NON un bluff - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Perch l'energia eolico-solare NON un bluff

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    CITAZIONE (pinetree @ 13/3/2007, 09:35)
    Messo come se fosse un rimprovero, Io ho parlato sempre di risparmio energetico tramite aumento dell'efficienza, isolamento termico principalmente, quando mai ho preso in considerazione una decrescita infelice, per me rimane come soluzione ridurre i lussi, ma ben lontano dalle mie priorità.

    Beh, Pinetree, mi pare che ora sfiori un p il complesso di persecuzione. :P
    Non che i miei discorsi siano puntati solo a demolire le tue teorie eh! Di aumento dell'efficienza energetica e risparmi nel campo dell'isolamento termico ecc. ne abbiamo discusso e ripeto per l'ennesima volta che sono in totale accordo. Ci credo e ci credevo anche prima e non l'ho mai negato.
    Tu, prendo atto, no, ma ci sono altri e non pochi, che propongono invece ricette del tutto irrealistiche di "risparmi" che altro non sono che rinunce. La forma pi efficace di risparmio energetico nell'isolamento delle abitazioni fare a meno del riscaldamento e raggomitolarsi sotto le coperte. Non c' alcun dubbio, ma ne io n evidentemente te lo adotteremo. Quindi proporre queste sciocchezze come risposta al problema energetico a me pare poco intelligente. Tu non l'hai mai proposto, ma non rispondevo infatti a te in questo particolare argomento. <img src=">

    C' da rimarcare invece che la CE ricalca in pieno la linea che da sempre propongo. Accanto a una seria e intelligente politica di ottimizzazione energetica che porti a una riduzione delle emissioni (e non dei consumi totali, leggi meglio!) del 20%, cosa che ritengo alquanto ardua, ma non impossibile, c' la decisione rivoluzionaria, se confermata, che obbliga (non si parla di esortazioni o consigli, ma di accordi vincolanti!) i paesi della UE a garantire un 20% di produzione da FER. E questo si pu ottenere solo utilizzando in maniera corposa le produzioni alternanti (eolico, solare). Altri paesi otterranno di produrla da nucleare, che ai fini della riduzione delle emissioni efficiente come le FER. I paesi che hanno deciso di rinunciarvi restano liberi di cercare altre fonti. Purch siano eolico-solari. Conclusione chiara, semplice e che si richiama esplicitamente al titolo del post. C.V.D. <img src=">

    Sul fatto che i conti sulle produzioni di tecnologie FER siano per lo pi sull'esportazione, concordo. Ma non affatto un'attenuante, anzi semmai un'aggravante. Che il settore FV sia nelle mani dell'industria tedesca e giapponese, guarda caso i paesi pi precoci e entusiasti nell'applicazione delle incentivazioni al mercato, potrà essere una coincidenza. Ma a molti non pare sia cos. E' lo sviluppo del mercato interno che ha consentito la crescita delle realtà industriali collegate. Nessuno vieta alle aziende italiane di produrre FV o eolico certo, ma senza il mercato interno l'azienda non cresce, al massimo si delocalizza laddove c' mercato.

    In conclusione non ho alcun atteggiamento particolare verso le tue opinioni. Le rispetto, le critico laddove mi sembrano errate, ma non devi leggere ogni mio intervento a favore delle FER e del FV in primis come risposta alle tue opinioni. Io credo che le FER non siano un bluff. Se altri cercano di convincere la gente in tal senso dico la mia e stop. In questo specifico caso mi limito a segnalare che la commissione europea sembra talmente convinta che non siano un bluff da cercare di imporle per legge, che altro dovrei aggiungere? Si dibatteva del problema insormontabile dell'accumulo... evidentemente non considerato cos insormontabile.
    L'onere della prova a sto punto spetta ad altri semmai. (Ed infatti il prof. Battaglia ha già esternato le sue critiche). Poi, chi vivrà vedrà :P
    “Il fatto che un'opinione sia ampiamente condivisa non affatto una prova che non sia completamente assurda.” Bertrand Russell

    Commenta


    • #32
      Ma qualcuno ha fatto dei calcoli approssimativi sull'eventuale produzione di materiale radioattivo se d'ora in poi si producesse solo col nucleare???? secondo me verrebbero fuori cifre significative, e sorgerebbe spontanea una domanda: dove li stoccheremo? (rimanendo sul concreto, evitando quindi di citare rubbiatrone ecc che sono solo sulla carta)

      Commenta

      Attendi un attimo...
      X