ECOFABER ALP35 - presentazione del mio impainto e consigli - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ECOFABER ALP35 - presentazione del mio impainto e consigli

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ECOFABER ALP35 - presentazione del mio impainto e consigli

    ciao a tutti
    scrio dalla provincia di terni
    finalmente quest'anno sto completando il mio impianto di riscladamento realizzato con
    ALP35 ecofaber
    Bollitore COMBI 3 Cordivari 1000l.
    caldaia a gas Riello (vecchia per ora la tengo nel futuro vedrò se sostituirla)

    l'impianto andrà a servire una casa di 2 zone (piani) riscaldati più un seminterrato (dovè installata la caldaia) nel prossimo futuro.

    per quanto riguarda i collegamenti bollitore-caldaia ho seguito il classico schema del manuale. invece per la distribuzione ai piani ho usato una pompa ad inverter comune ai due rami di impianto (uno per zona) dotati di valvola motorizzata.
    per non incombere in problemi con ispesl la caldaia a gas è collegata all'impianto solo tramite scambiatore (cosi non sommo le potenze).

    mi restano i collegamenti elettrici e i vasi d'espansione

    ho queste domande:

    1) il manuale chiede un termostato digitale ad isteresi programmabile da montare sul bollitore a comandare la caldaia. ne trovo solo cinesi su ebay ma vorrei qualcosa di un po più sicuro.
    2) I termostati di piano andranno a comandare la relativa valvola motorizzata + la pompa di circolazione. questa parte di impianto non deve dialogare con la caldaia o altro vero?
    3) ho pensato di installare anche un termostato sul bollitore che nel caso la temperatura dell'acqua di mandata fosse bassa attiverebbe (contestualmente alla richiesta dei termostati di piano) la caldaia a gas per integrare. corretta la soluzione?
    3) per l'acqua sanitaria (nel caso finisse la riserva o la caldaia fosse spenta), pensavo di farla comunque passare dentro alla caldaia a gas, la caldaia dovrebbe fare il controllo della temperatura dìingresso ed eventualemtne integrarla giusto?
    4) la caldaia è dotata di una sicurezza per sovrariscaldamento impostata a 95°, lo schema che ho seguito mi ha fatto montare una Valvola scarico termico impostata a 90°, ma io che non vorrei far entrare le due sicurezze vorrei montare una sonda termica che nel caso di temperaura elevata (75°? 80°? 85°?) faccia partire una sezione dell'impianto di riscaldamento. avrei problemi?
    5) vasi d'espansione. ora ne ho montati 3, chiusi - 1 sul ritorno dell'impianto di riscaldamento 24L. - 2 all'ingresso dell'acqua calda sanitaria del bolltore - 24l. - 3 all'uscita del bollitore- ritorno della caldaia 24L. ma secondo me è poco....

    per ora queste risposte poi chiederò consigli sulla gestione della caldaia

    appena arrivo a casa vi invio lo shcema dell'impianto.

    grazie
    ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

  • #2
    ciao e benvenuto..

    per le risposte meglio attendere lo schema...
    riceverai consigli più certi, che non mancheranno di sicuro..
    Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

    Commenta


    • #3
      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   schema impianto rev02.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 238.7 KB 
ID: 1952922

      ecco lo schema, spero sia chiaro
      ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

      Commenta


      • #4
        manca un sistema anticondensa
        riscaldamento a biomassa e PDC
        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

        Commenta


        • #5
          Ciao! Provo di rispondere a qualcosa delle tue domande...

          1- Io personalmente uso una centralina solare della Resol per gestire la pompa della caldaia, nel forum siamo in diversi ad averla...
          2- Generalmente no, lo schema solito è caldaia-puffer e puffer impianto, nel mio caso, ho dei bypass nell'impianto che mi consentono di andare diretto dalla caldaia all'impianto
          3- intendi dire con la Ecofaber spenta? In questo caso si, altrimenti puoi mettere che se il puffer è sotto una certa temperatura (55° per esempio), non ti parte la pompa dell'impianto
          4- prima della sicurezza dei 95°, c'è quella degli 85° che ti attiva la pompa della caldaia... Quella dai 95° è in pratica un termostato a riarmo manuale che ti disattiva la ventola...
          5- Spannometricamente, il vaso d'espansione è circa il 10% dell'impianto... quindi con 1000 di puffer mancano altri 50 all'appello, in più ci devi aggiungere l'acqua del restante impianto... (quello dell' ACS non c'entra con quello dell'impianto...)

          E come dice Dott, niente anticondensa?
          Ecofaber Alp28 - Puffer Cordivari EcoCombi 2 800 + Puffer Cordivari 1000 - Boiler ACS Ariston 150 - 2 Grundfos Alpha2 L

          Commenta


          • #6
            scusa.. ma il bollitore combi 3 non ha due serpentine ?
            Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

            Commenta


            • #7
              Ciao,
              da inesperto mi pare che manchi la vac.
              A me per fare tanti metri in verticale (non so quanti ne hai tu) hanno messo le pompe sulla mandata delle varie zone.
              Dicendomi anche che diminuiva l'aria aspirata dalle filettature (ma di aria ne trovo tanta lo stesso).
              Ma la pompa a valvole tutte chiuse come si comporta?

              Ciao

              MP
              IMHO ovviamente.

              Commenta


              • #8
                perchè scambiatore a piastre sul gas, quando ci sono due serpentini liberi nel puffer?

                o sto interpretando male l'impianto..

                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   combi 3.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 53.4 KB 
ID: 1952925

                preso dal sito cordivari..
                Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                Commenta


                • #9
                  Grazie per tutte le risposte. Allora la caldaia non l'ho inserita nella serpentina perché è vecchia e piccola. Non mi andava di far scaldare quella.massa con questa caldaietta, ho fatto predisporre già un eventuale inserimento di una nuova caldaia. Per la valvola anticondenSa non l'ho prevista, è grave?dovrei inserirla tra ritorno rischio e mandata?
                  Ultima modifica di jlorenzo; 20-10-2015, 10:30.
                  ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

                  Commenta


                  • #10
                    l'anticondensa è fondamentale se vuoi preservare la tua caldaia
                    va messa sul ritorno tra puffer e caldaia
                    riscaldamento a biomassa e PDC
                    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                    Commenta


                    • #11
                      non so se cambi molto con scambiatore a piastre.. oltre la spesa per quest'ultimo. non è che devi scaldare tutto il puffer con serpentino superiore, ma solo la parte alta. tanto se nel contempo apri il rubinetto acs la caldaia a gas di fermerà per dare precedenza all'acs..
                      Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da aldo55 Visualizza il messaggio
                        non so se cambi molto con scambiatore a piastre.. oltre la spesa per quest'ultimo. non è che devi scaldare tutto il puffer con serpentino superiore, ma solo la parte alta.
                        Da profano concordo, se hai il serpentino usa il serpentino. Tanto hai una caldaia a pellet, che andrà il 95% del tempo!

                        MP
                        IMHO ovviamente.

                        Commenta


                        • #13
                          l'impianto è già realizzato. posso inserire la valvola anticondensa perchè ho lasciato degli stacchi.

                          ma non sono tanto sicuro dell'efficacia di inserire la caldaia gas nel bollitore, perchè dovrebbe intervenire anche quando non è necessario per rialzare la temperatura interna del bollitore (e del tank-in-tank sanitario) con elevati consumi. inoltre i termosifoni sono attaccati alla parte bassa del bollitore e quindi, in pratica dovrebbe scaldare tutto il bollitore per circa 1000l.

                          sbaglio?
                          ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Karunga14 Visualizza il messaggio
                            Ciao! Provo di rispondere a qualcosa delle tue domande...

                            1- Io personalmente uso una centralina solare della Resol per gestire la pompa della caldaia, nel forum siamo in diversi ad averla...
                            che modello usi? BS?

                            Originariamente inviato da misterpellet Visualizza il messaggio
                            Ciao,
                            A me per fare tanti metri in verticale (non so quanti ne hai tu) hanno messo le pompe sulla mandata delle varie zone.
                            Dicendomi anche che diminuiva l'aria aspirata dalle filettature (ma di aria ne trovo tanta lo stesso).
                            Ma la pompa a valvole tutte chiuse come si comporta?

                            Ciao

                            MP
                            altezza massima è 9m dalla caldaia (passaggio tubazioni) 6m(posizione termosifoni primo piano)
                            la pompa a valvole chiuse è spenta visto che sono comandate dagli stessi termostati di piani, durante l'apertura dovrebbe modulare la richiesta (ma comquneu voglio inserire un tempo di ritardo per far partire la pompa cosi da aprire prima la valvola motorizzata
                            ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da jlorenzo Visualizza il messaggio
                              che modello usi? BS?
                              Si BS pro...
                              Ecofaber Alp28 - Puffer Cordivari EcoCombi 2 800 + Puffer Cordivari 1000 - Boiler ACS Ariston 150 - 2 Grundfos Alpha2 L

                              Commenta


                              • #16
                                Ciao jlorenzo,
                                prima di tutto ti invito a rivolgerti ad un termotecnico che ti possa progettare un impianto su misura per casa tua. Detto questo, ecco le cose da rivedere che mi sono balzate all’occhio:
                                - Essendo la Ecofaber una caldaia da locale tecnico, i dispositivi di sicurezza vanno scelti secondo la norma EN 303-5:2012 e la 12828:2014
                                - I dispositivi di sicurezza e il vaso di espansione a servizio della Ecofaber non possono essere intercettati, quindi devi spostare le intercettazioni a destra dei dispositivi
                                - Attenzione a scegliere bene lo scarico termico (a protezione della caldaia Ecofaber) cioè a non confondere tipi e funzioni delle valvole che trovi in commercio. La valvola va convogliata in apposto imbuto e tubazione di scarico, proprio per evitare allagamenti. Idem per la valvola di sicurezza, da convogliare anch’essa.
                                - Manca anticondensa
                                - Il gruppo di riempimento deve avere disconnettore secondo EN 1717 e EN 12828
                                - I vasi di espansione vanno messi sul ritorno per evitare che la membrana raggiunga temperature oltre i 70°C
                                - Per il riscaldamento, esistono apposite centraline per automatizzare l’uso del puffer o della caldaia a gas, con priorità al puffer (visto che è caricato dalla biomassa che è il combustibile più economico). Trovo che la logica della sonda St-r che hai ipotizzato sia in contraddizione con il discorso di evitare di sommare le potenze perché tu vorresti usarla per integrare la temperatura del puffer. Le centraline che gestiscono i generatori invece usano o uno o l’altro dei generatori, nel tua caso sarebbe o il puffer (se in temperatura) o la caldaia a gas.
                                - Per il sanitario, esistono kit di integrazione solare-caldaia adattabili al tuo impianto: l’acqua passa dal serpentino nel puffer, entra nel kit che ne valuta la temperatura e decide se inviarlo all’utenza o integrarlo nella caldaia a gas.
                                R.

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio

                                  - Essendo la Ecofaber una caldaia da locale tecnico, i dispositivi di sicurezza vanno scelti secondo la norma EN 303-5:2012 e la 12828:2014
                                  dovrebbe essere tutto a posto ma faccio comunque una verifica grazie.
                                  Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                  - I dispositivi di sicurezza e il vaso di espansione a servizio della Ecofaber non possono essere intercettati, quindi devi spostare le intercettazioni a destra dei dispositivi
                                  non ho capito bene.. puoi spiegarmi meglio?
                                  Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                  - Attenzione a scegliere bene lo scarico termico (a protezione della caldaia Ecofaber) cioè a non confondere tipi e funzioni delle valvole che trovi in commercio. La valvola va convogliata in apposto imbuto e tubazione di scarico, proprio per evitare allagamenti. Idem per la valvola di sicurezza, da convogliare anch’essa.
                                  si... già convogliate, ma la sicurezza non è mai troppa.
                                  Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                  - Manca anticondensa
                                  inserisco
                                  Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                  - Il gruppo di riempimento deve avere disconnettore secondo EN 1717 e EN 12828
                                  R.
                                  verifico subito..

                                  Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                  - I vasi di espansione vanno messi sul ritorno per evitare che la membrana raggiunga temperature oltre i 70°C
                                  si ok... lo shcema lo devo aggiornare.
                                  Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                  - Per il riscaldamento, esistono apposite centraline per automatizzare l’uso del puffer o della caldaia a gas, con priorità al puffer (visto che è caricato dalla biomassa che è il combustibile più economico). Trovo che la logica della sonda St-r che hai ipotizzato sia in contraddizione con il discorso di evitare di sommare le potenze perché tu vorresti usarla per integrare la temperatura del puffer. Le centraline che gestiscono i generatori invece usano o uno o l’altro dei generatori, nel tua caso sarebbe o il puffer (se in temperatura) o la caldaia a gas.
                                  forse mi sono spiegato male ma la caldaia a gas voglio che si attivi solo se si verificano due condizioni (richieste dai termostati di piano e temperatura bassa del puffer). in presenza di tutte le condizioni si attiva ma scalda un circuito breve e finalizzato solo allo scambiatore collegato in uscita al bollitore. non ci sono connessione tra i generatori se non tramite questo.
                                  Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                  - Per il sanitario, esistono kit di integrazione solare-caldaia adattabili al tuo impianto: l’acqua passa dal serpentino nel puffer, entra nel kit che ne valuta la temperatura e decide se inviarlo all’utenza o integrarlo nella caldaia a gas.
                                  si lo so. ed ho anche fatto prevedere degli stacchi per installarla ma visto che mi sto dissanguando a montare tutto (solo sabato angolari a pressare per il multistrato 48€!!!! il mio fornitore dove mi fanno un po di sconto li aveva terminati). per quest'anno vorrei andare senza e vedere come si comporta...

                                  grazie di tutto comunque
                                  ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da jlorenzo Visualizza il messaggio
                                    non ho capito bene.. puoi spiegarmi meglio?
                                    La tubazione che collega il generatore ai dispositivi di sicurezza (scarico termico, valvola di sicurezza, termostati, pressostati ecc) e quella che va al vaso di espansione deve essere diretta, non deve avere intercettazioni. In altre parole, le due valvole di intercettazione VM vicine al generatore vanno tolte.

                                    Originariamente inviato da jlorenzo Visualizza il messaggio
                                    forse mi sono spiegato male ma la caldaia a gas voglio che si attivi solo se si verificano due condizioni (richieste dai termostati di piano e temperatura bassa del puffer). in presenza di tutte le condizioni si attiva ma scalda un circuito breve e finalizzato solo allo scambiatore collegato in uscita al bollitore. non ci sono connessione tra i generatori se non tramite questo.
                                    La logica delle centraline, per lo meno quelle che conosco io, è coerente con la necessità di evitare la somma delle potenze: prelevo energia da una o dall'altra delle fonti, non le integro una con l'altra. Mi sembra invece di capire che tu voglia scaldare, se necessario, l'acqua del puffer facendola passare nello scambiatore collegato alla caldaia a gas. Per fare questo devi trovare una soluzione ad hoc.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                      La tubazione che collega il generatore ai dispositivi di sicurezza (scarico termico, valvola di sicurezza, termostati, pressostati ecc) e quella che va al vaso di espansione deve essere diretta, non deve avere intercettazioni. In altre parole, le due valvole di intercettazione VM vicine al generatore vanno tolte.
                                      si hai ragione, allora eliminirò le manopole sulle valvole VM lato bollitore, cosi non corro rischi di chiuderla erroneamente, ma mi tengo la possibilità in caso di manutenzione di riapplicarla (solo a bollitore freddo) e sezionare l'impianto.
                                      Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                      La logica delle centraline, per lo meno quelle che conosco io, è coerente con la necessità di evitare la somma delle potenze: prelevo energia da una o dall'altra delle fonti, non le integro una con l'altra. Mi sembra invece di capire che tu voglia scaldare, se necessario, l'acqua del puffer facendola passare nello scambiatore collegato alla caldaia a gas. Per fare questo devi trovare una soluzione ad hoc.
                                      su questa parte ho dei dubbi, io ho realizzato una separazione fisica dei due impianti invece la tua soluzione prevede il controllo di una centralina, non credo che l'ispesl accetti tale soluzione.
                                      ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da jlorenzo Visualizza il messaggio
                                        su questa parte ho dei dubbi, io ho realizzato una separazione fisica dei due impianti invece la tua soluzione prevede il controllo di una centralina, non credo che l'ispesl accetti tale soluzione.
                                        Aspetta aspetta, la separazione fisica ci vuole comunque, come richiesto da varie circolari Inail Ispesl. Quello che intendo dire è che la logica di integrazione che vuoi adottare tu "vanifica" la separazione fisica. Le centraline che conosco io, oltre alla separazione fisica, fanno lavorare un solo generatore per volta (uno in alternativa all'altro) e non uno ad integrazione dell'altro.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da rickyguicks Visualizza il messaggio
                                          Aspetta aspetta, la separazione fisica ci vuole comunque, come richiesto da varie circolari Inail Ispesl. Quello che intendo dire è che la logica di integrazione che vuoi adottare tu "vanifica" la separazione fisica. Le centraline che conosco io, oltre alla separazione fisica, fanno lavorare un solo generatore per volta (uno in alternativa all'altro) e non uno ad integrazione dell'altro.
                                          si hai ragione devo garantire anche che il funzionamento non sia contemporaneo
                                          ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Esatto.
                                            R.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              per delle interferenze dovute ai passaggi dei tubi, il termoidraulico vuole montare la canna fumaria per un tratto in orizzontale (circa 1.20). dalla caldaia esce con una curva 45, tratto verticale di 1,20, curva 45° e tratta orizzontale fino all'uscita dal locale. credete ci siano problemi?


                                              Originariamente inviato da Karunga14 Visualizza il messaggio
                                              Si BS pro...
                                              ho trovato la centralina, tu che schema hai utilizzato per collegare?
                                              ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

                                              Commenta


                                              • #24
                                                riesci a fare un disegno di come vuole farla? allora si capirebbe molto meglio
                                                riscaldamento a biomassa e PDC
                                                Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  ti dico gli elementi in ordine di uscita.

                                                  curva 90 verso l'alto
                                                  elemento ispezione
                                                  elemento rettilineo verticale 1,20m
                                                  curva 90 verso destra
                                                  elemento rettilineo orizzontale 1,20 fino all'esterno

                                                  all'esterno
                                                  curva 90
                                                  elemento ispezione
                                                  elementi verticali (circa10m. fino a tetto)
                                                  comignolo.

                                                  ho il dubbio solo sul tratto in orizzontale, avrei preferito inclinato a 45° dalla caldaia ma avendo passato tutti i tubi dell'acqua filettandoli, deve modificare parecchio.
                                                  Ultima modifica di jlorenzo; 16-11-2015, 09:49.
                                                  ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    sarebbe meglio non avere mai tratti orizzontali, ma se non hai alternative...... dalla tua hai l'altezza elevata (10 mt).
                                                    deve cmnq essere in doppia parete o intubata in altra canna in mattoni/refrattario.
                                                    leggi qui: faq canna fumaria | Erregi - Energie alternative rinnovabili
                                                    riscaldamento a biomassa e PDC
                                                    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da jlorenzo Visualizza il messaggio
                                                      ti dico gli elementi in ordine di uscita.
                                                      curva 45 verso l'alto...
                                                      curva 45 verso destra....
                                                      curva 45°....
                                                      Scusa, forse volevo dire curva 90°? Perchè se 45 verso l'alto e poi 45 verso destra, non è orizzontale.

                                                      MP
                                                      IMHO ovviamente.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        si, sapevo gia della doppia parete. per quest'anno forse non la faccio ma devo creare un tracantone in gasbeton) fino al tetto.
                                                        ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          attenzione, se è monoparete e all'esterno avrai parecchi problemi (di tiraggio, di condensa e in special modo di pericolosità incendio canna)

                                                          la canna fumaria fa il 50% della riuscita totale dell'impianto di riscaldamento, e molti lo sottovalutano....
                                                          riscaldamento a biomassa e PDC
                                                          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da misterpellet Visualizza il messaggio
                                                            Scusa, forse volevo dire curva 90°? Perchè se 45 verso l'alto e poi 45 verso destra, non è orizzontale.

                                                            MP
                                                            oppss.... certo... errore mio. tutte curve a 90. modifico
                                                            ECOFABER ALP35, PUFFER Tank-in-tank CORDIVARI COMBI-3 1000l- ecocirc premium lowara con inverter 25-6/130 - circolatore dab VA 65/130 - centralina RESOL BS PRO

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X