Consumo caldaia pellet - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consumo caldaia pellet

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consumo caldaia pellet

    Salve, a breve installeremo una caldaia a pellet thermorossi compact matic da 50 kw che andrá a riscaldare tre appartamenti di circa 110 metri quadrati ognuno. Non sono esperto di caldaie a biomasse, nella vecchia casa avevo il metano, ma leggendo la scheda tecnica della caldaia mi sono spaventato.... consumo orario da 2,8 a 10 kg di pellet/ora, non é un'esagerazione? Anche considerando il consumo minimo in 24 ore sono 75 kg di pellet, nel periodo novembre-marzo, ovvero 150 giorni, sarebbero poco piú di 11 tonnellate... a 25 euro al quintale sono quasi 3000 euro, cioé 1000 euro ad appartamento, ed ho considerato il consumo minimo che presumo sia impossibile da mantenere durante tutto l'inverno.... consumano davvero cosí tanto?

  • #2
    ciao
    fatti qui il calcolo da solo
    riscaldamento a biomassa e PDC
    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

    Commenta


    • #3
      Il consumo è in funzionamento, in mantenimento è molto meno. È un edificio nuovo?

      MP


      Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
      IMHO ovviamente.

      Commenta


      • #4
        Consumare tanto in che senso ?
        Il pellet sulla carta costa a parità di resa 3 volte meno del GPL.
        Non mi pare che scaldare 100 m2 un inverno con 1000 euro sia tanto, ne spenderesti 3000 a GPL.

        Che poi sono tante 3 tonnellate e passa per ogni 100 m2 è vero ma sono 1,5 sacchi di pellet al giorno per 150 giorni.

        Per impianti grossi ci sono soluzioni che prevedono serbatoi più o meno grandi , anche interrati da cui prelevare con sistemi meccanici o a vuoto il pellet e portarlo in caldaia.
        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   gkrellShoot_11-03-15_041413.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 10.7 KB 
ID: 1953131
        Il rifornimento è fatto tramite camion , se no sarebbero quasi 700 sacchi da movimentare.
        Se si ha questa opportunità realizzativa conviene dimensionare il silos in base al quantitativo minimo con il quali il camion effettua il servizio.

        Piuttosto c'è da fare una considerazione ulteriore tra pellet/legna o GPL/Metano .
        L'installazione di caldaie a gas naturale è ormai una pratica diffusa da decenni, le caldaie funzionano tutte molto bene.
        Difficile che poi abbiano problemi, un pò come se acquisti oggi un auto diesel o a benzina prodotte in milioni di pezzi.

        Con le biomasse pellet/legna etc, le cose sono un pò diverse.
        Se l'impianto non è ben concepito, o la caldaia non lavora come dovrebbe , non solo avrai scarsa resa ma rischi di avere una caldaia con continui problemi ed una vita molto breve.
        Un pò come se oggi uno dovesse acquistare un auto che và ad idrogeno o a celle combustibili, se ti ritrovi con problemi saranno in pochi in grado di risolverli perchè esiste una palese mancanza di persone competenti sulle biomassa proprio tra gli addetti ai lavori.

        Il discorso è tanto più vero tanto più la caldaia è grande.
        Perchè in caso di errore a livello di progetto dell'impianto, di dimensionamento , di realizzaione o di regolazione del suo funzionamento i costi per rimediare sono in proporzione tanto più alti quanto è grande.
        Ultima modifica di Lucamax; 03-11-2015, 03:56.
        Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

        Commenta


        • #5
          Penso che il discorso consumi dipenda non tanto dalla caldaia in se per se, perchè ormai il livello tecnico e la qualità costruttiva a cui sono arrivati i vari marchi è molto alto tale da potersi considerare equiparabili.
          A fare la differenza sui consumi a mio parere nell'ordine sono:
          - altitudine e latitudine:
          -dimensioni della casa
          -livello e qualità di isolamento (tetto, muri, finestre ecc cc)
          - qualità e tipologia di impianto di riscaldamento
          - qualità del pellet
          - ed in ultimo mettere il tipo di caldaia

          Commenta


          • #6
            Aggiungerei il soleggiamento durante il periodo invernale.
            Casa mia per quasi due mesi non riceve neppure un raggio di sole , e quando ritorna fà una bella differenza.
            Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Adriano79 Visualizza il messaggio
              ...i vari marchi è molto alto tale da potersi considerare equiparabili.
              A fare la differenza sui consumi a mio parere nell'ordine sono....
              Guarda, non condivido al 100% il discorso marchi perché a volte il triplo del costo della caldaia vorrà dire qualcosa.

              Io credo che però l'impianto faccia la parte del leone

              MP


              Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
              IMHO ovviamente.

              Commenta


              • #8
                thermorossi compact matic
                hai preso questo modello SOLO per accedere ai benefici fiscali?

                che altrimenti era molto meglio una policombustibile per non essere SCHIAVI di pellet certificato A1 e A2 e suoi prezzi
                OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da biomassoso Visualizza il messaggio
                  hai preso questo modello SOLO per accedere ai benefici fiscali?che altrimenti era molto meglio una policombustibile per non essere SCHIAVI di pellet certificato A1 e A2 e suoi prezzi
                  Si, é piú o meno l'unica che mi hanno proposto che rientra nel conto termico di quella potenza (50 kw)....

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da biomassoso Visualizza il messaggio
                    ... era molto meglio una policombustibile per non essere SCHIAVI di pellet certificato A1 e A2 e suoi prezzi
                    Sarebbe bello sapere quanto ha preso con il Conto Termico, magari ha preso una cifra che è la differenza di prezzo del pellet consumato in 2 vite....

                    MP
                    IMHO ovviamente.

                    Commenta


                    • #11
                      magari ha preso una cifra che è la differenza di prezzo del pellet consumato in 2 vite.
                      differenza vuol dire nulla: in negativo per il proprio portafogli o in positivo?
                      OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

                      Commenta


                      • #12
                        Credo si capisca, ma ti spiego meglio:

                        Forse ha preso una cifra che gli basta per coprire la differenza di prezzo tra pellet (costoso) e altri combustibili (meno costosi) per 2 vite.
                        I calcoli si fanno con i dati.

                        Tralasciamo pure i discorsi di disponibilità, reperibilità, costi nascosti, rendimenti e bioetica legati alle biomasse "alternative".

                        MP
                        Ultima modifica di misterpellet; 04-11-2015, 14:01.
                        IMHO ovviamente.

                        Commenta


                        • #13
                          bene, per le DUE vite aspetto i calcoli coi NUMERI

                          comunque la mia è una provocazione, che se è in positivo per il SUO portafogli è sicuramente in negativo per il MIO, che da qualche parte la vil pecunia per pagare questi giochetti si deve pur prendere
                          OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da biomassoso Visualizza il messaggio
                            ...se è in positivo per il SUO portafogli è sicuramente in negativo per il MIO, che da qualche parte la vil pecunia per pagare questi giochetti si deve pur prendere
                            Questo è un'altro aspetto, da NON sottovalutare dopo l'esperienza dei vari conti energia

                            MP
                            IMHO ovviamente.

                            Commenta

                            Attendi un attimo...
                            X