Consiglio sul tipo di caldaia - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consiglio sul tipo di caldaia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consiglio sul tipo di caldaia

    Buongiorno,sono arrivato su questo forum cercando un modo per scaldarmi alternativo al metano.
    La mia casa è piccola, un appartamento al primo piano di circa 70mt sotto ho un garage con un ripostiglio e sopra un altro appartamento delle medesime dimensione,che forse un domani potrebbe diventare mio,per quanto riguarda i muri sono in mattoni da 3 teste e le finestre sono in alluminio,i primi tipi ,quelli color oro ma con i doppi vetri.
    Quando ho ristrutturato un paio di anni fa l'idraulico che mi ha rifatto l'impianto mi ha sovrastimato gli elementi dei radiatori per la zona giorno e regolari per la zona notte, la caldaia fa il suo dovere non ho difficoltà a raggiungere i 20° con facilità,per via delle ridotte dimensioni sicuramente, comunque nella possibilità di voler un giorno mettere una caldaia per il riscaldamento invernale ho fatto lasciare gli attacchi per l'impianto nello stanzino sotto l'appartamento.
    Io ero orientato a una combinata che bruciasse di tutto,legna pellet cippato nocciolino,perchè qualsiasi cosa dovrei comprarla e potrei comprare quella più economica che trovo,il problema è che i marchi più conosciuti per questo tipo di caldaia chiedono dai 10.000 a salire,io onestamente vorrei spendere la metà o poco più. Leggendo le varie discussioni ho visto che per un utilizzo corretto avrei bisogno di una caldaia e di un buffer per accumulare il calore prodotto giusto? Io vorrei utilizzarla solo per il riscaldamento invernale, ho un collega che ha acquistato uan froling solo legna e scalda tutta la casa ,sui 200mt,con una sola caricata al giorno di circa 50kg .
    Io faccio i turni e diciamo che avrei il tempo per caricare la legna tutti i giorni,o la mattina o la sera ,il problema è che non so se ho abbastanza spazio per la legna di un intero inverno, io abito nell'entroterra marchiggiano ai confini con l'abruzzo a circa 450mslm, quest'anno ,eccezzionale, quasi 1mt di neve per dire. La comodità degli altri combustibili è data dal fatto di poter accendere la caldaia le rare volte che non posso/voglio caricare legna ,ma sono pronto ad ascoltare anche i vostri pareri e consigli.
    qualunque consiglio è ben accetto e gradito, con un giro veloce online al momento ho trovato le girolami con il mio budget, ma alcuni commenti in rete non sono dei migliori.
    Se mi voglio far aiutare da un esperto,anche per la scelta della caldaia, a chi mi dovrei rivolgere? Un classico idraulico?
    Grazie a tutti quelli che mi potranno aiutare.

  • #2
    prima di arrivare a scegliere pellet, o legna, o pdc, o gas, ecc ecc.... bisogna analizzare bene molti altri fattori
    non guardare mai il tuo amico, il tuo vicino, il tuo parente, ma..... guarda a te cosa serve
    ogni persona ha una misura diversa di vestito.... a te il tuo.
    riscaldamento a biomassa e PDC
    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

    Commenta


    • #3
      Su 70 mq di appartamento mettere una policombustibile di quelle che citi tu mi sembra un modo per volersi male. Più in generale, se hai metano, il gioco secondo me molto difficilmente varrà la candela, bisognerebbe conoscere i consumi

      Inviato dal mio SM-N910F utilizzando Tapatalk
      Quot homines tot sententiae

      Commenta


      • #4
        Visto la metratura ridotta io andrei di coibentazione interna se esterna non la puoi fare, infissi come si deve se quelli attuali sono scarsi termicamente.
        E fin qui godi di agevolazioni legate al miglioramento energetico .

        E poi valuterei con molta attenzione una pompa di calore con o senza fotovoltaico togliendo ovviamente compleatmente il metano
        Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

        Commenta


        • #5
          Luca, Daniel concordo con le due risposte. Un buon coibentamento riduce i consumi di metano drasticamente e rende superfluo cambiare la caldaia. Quando avrai stabilizzato la situazione, sarà il caso di valutare una PDC.
          Je suis Charlie e amo mamma e papà.

          Commenta


          • #6
            Grazie per i consigli, sinceramente un po' ci avevo pensato che il gioco non valesse la candela. Seguirò i vostri consigli e per il momento terrò sotto controllo i consumi a metano,e magari fra qualche mese seguirò i vostri consigli su gli adeguamenti termici per la casa.

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X