Classe 5 Tatano - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Classe 5 Tatano

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Classe 5 Tatano

    da più di un anno non tratto più caldaie Tatano, e un termotecnico mi ha chiesto la certificazione Classe 5 da parte di ente terzo.
    ho cercato in giro in ogni luogo, ma non riesco a trovare nulla
    qualcuno sa dove posso reperirla? dalla Tatano non mi arriva nulla.....
    riscaldamento a biomassa e PDC
    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG


  • #2
    Come da più di un anno ?
    A progetto Fuoco le avevi ancora nello stand o ricordo male ?
    Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

    Commenta


    • #3
      progetto fuoco febbraio 2016, stavo valutando il cambiamento
      riscaldamento a biomassa e PDC
      Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

      Commenta


      • #4
        Come mai hai abbandonato Tatano..?

        Commenta


        • #5
          per vari motivi.... non penso però sia il luogo per dirli (qui in pbl...)
          ma ritornando alla domanda iniziale, qualcuno ha ste benedette certificazioni ??
          riscaldamento a biomassa e PDC
          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

          Commenta


          • #6
            Beh, dai penso ci sia poco di segreto: la Tatano, almeno nel nord italia, persiste nel portare avanti soluzioni tecniche superate che il mercato non apprezza. Anche la classe 5, che di fatto io ho visto solo in foto dall'esterno, e che in pochi per ora hanno visto funzionare (foss'anche un video su youtube), da che mi raccontano è un prodotto che ha soluzioni inutilmente complicate che poi alla fine garantisce la classe 5 solo con pellet A1...che senso ha una policombustibile in classe 5 solo con un tipo di combustibile? Ha senso bruciare legna in diretta nel 2017? Ha senso comprare una caldaia del genere allo stesso prezzo di una Austriaca? Sono un po' come quei produttori di elettronica che si ostinavano a sviluppare valvole termoioniche quando tutti erano passati ai transistor.
            Quot homines tot sententiae

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Daniel1980 Visualizza il messaggio
              ............. è un prodotto che ha soluzioni inutilmente complicate che poi alla fine garantisce la classe 5 solo con pellet A1...che senso ha una policombustibile in classe 5 solo con un tipo di combustibile?
              Scusa Daniel, le austriache garantiscono la classe 5 anche con pellet diverso da A1 e combustibili diversi da legna cippato , pellet A1 o miscanthus?

              Commenta


              • #8
                stefano, non hai capito il senso del discorso.....
                e cioè, che le marine italiane (non centra la marca) puntano sul fatto di essere "policombustibili", ma di fatto se sono in classe 5 e in questa classe si vuole rientrare, non si può bruciare quello che non è certificato.

                bisogna essere sinceri con se stessi: ci lamentiamo dell'inquinamento, delle polveri, ecc ecc..... quindi anche con il riscaldamento bisogna abbandonare "l'umma umma", e fare i "seri"....
                te lo dice uno che per anni ha venduto una miriade di marine, ma bisogna stare al passo con i tempi.... Ci sarà pure un motivo per cui ho abbandonato le marine, oppure pensi che un mattino mi sia svegliato e così "per caso" ho preso un'altra strada?
                Il mondo va avanti, e con esso la tecnica, i prodotti, i sistemi, le esigenze...e se ci fossilizziamo sulle nostre idee senza guardare cosa capita attorno a noi, senza sentire e capire le esigenze delle persone, ecc ecc... si "muore", si "chiude"....

                in questi giorni sto facendo una ricerca forsennata di sta benedetta classe 5 Tatano, ma sembra che il documento (che dovrebbe essere pubblico) sia come un segreto di Fatima....
                Ho chiesto a loro se mi sanno dire almeno il volume di carico legna, la durata della combustione, qualche dato insomma.... Pensi sia arrivata qualche risposta? ZERO.
                e neppure in rete, sul loro sito, in ogni dove.... nessun dato.

                ora io tratto tutte o quasi classe 5, sia italiane che austriache..... e siamo in un'altro mondo......
                qualche anno fa forse era presto per fare questi discorsi, ma ora è tardi per le "locomotive bruciatutto"..
                questo è il mio pensiero, logico, ma come ho sempre fatto, NESSUNO mi impedirà mai di esporlo.
                Ultima modifica di Dott Nord Est; 18-03-2017, 09:52.
                riscaldamento a biomassa e PDC
                Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                  stefano, non hai capito il senso del discorso.....
                  La mia non era una critica, era una domanda, volevo solo sapere se le austriache in classe 5 permettono l'uso di combustibili diversi dai canonici.

                  Commenta


                  • #10
                    nessuna austriaca ti dirà mai "usa nocciolino", MAI.....
                    riscaldamento a biomassa e PDC
                    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                    Commenta


                    • #11
                      siamo inizio settimana, tante visite ma nessuno ha documentazione da allegare......
                      riscaldamento a biomassa e PDC
                      Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Stefano2010 Visualizza il messaggio
                        volevo solo sapere se le austriache in classe 5 permettono l'uso di combustibili diversi dai canonici.
                        Ci sono anche in nord europa aziende che producono generatori funzionanti a scarti agricoli vari, ma sono applicazioni speciali di cui peraltro so poco niente. Se intendi i classici marchi, loro costruiscono solo caldaie a pellet, legna e cippato, ma tutte le caldaie, anche quelle bicombustibile (legna/pellet o legna/cippato) sono in classe 5 con entrambi i combustibili. La questione però che intendevo sottolineare era diversa: quel'è lo scopo per cui uno dovrebbe comprarsi una caldaia in classe 5? Consumare e inquinare meno, o avere la certificazione per cuccarsi gli incentivi alla faccia degli obiettivi per cui è stato fatto il conto termico?
                        Quot homines tot sententiae

                        Commenta


                        • #13
                          Se posso acquistare una caldaia in classe 5 che inquina meno, ha un rendimento alto ed è piu' semplice da gestire e mi prendo anche un contributo, ben venga. Sul conto termico ho i miei dubbi, specialmente nel 2.0 dove vengono premiate le caldaie con l'OGC piu' alto. Se come si dice si arriverà alla classificazione con le stelle come in Lombardia, forse per l'inquinamento ha tutto piu' senso.

                          Commenta


                          • #14
                            qua dite la stessa cosa in modo diverso, e fraintendete... secondo me.
                            ve benissimo andare verso la cl 5 se questa realmente porta dei vantaggi, in fatto di consumi, inquinamento, rese, gestione, ecc ecc
                            importante è che questo non porti come i casi delle pale eoliche nel sud italia dove non si sono fatte per fattori legati all'inquinamento, ma solo per prendere gli incentivi (infatti, una volta presi gran parte di quelle pale sono ferme..... tipico dell'itaGGGGGGlia....)
                            riscaldamento a biomassa e PDC
                            Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                            Commenta

                            Attendi un attimo...
                            X