annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Confronto tra pipe in tank, bollitore e scambiatore a piastre su impianto a legna

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Confronto tra pipe in tank, bollitore e scambiatore a piastre su impianto a legna

    Ciao a tutti, visto i mille pareri su questi tre sistemi di produzione ACS vorrei capire meglio quali sono i punti di forza e i limiti di questi sistemi, tenendo conto che la mia configurazione prevede caldaia a legna di fascia alta a fiamma rovesciata e integrazione con solare termico per utenza famigliare (6 persone). Più che altro non capisco se il classico bollitore (a doppia serpentina) abbia solo il vantaggio di essere la soluzione più economica delle tre oppure se a livello prestazionale regga il confronto con gli altri due sistemi. Chiedo questo perchè molti installatori lo propongono come migliore sistema di produzione ACS, asserendo che gli altri sistemi sono solo modi di altri venditori per spillare soldi agli utenti oppure idraulici che vogliono fare prima a realizzare l'impianto. Ho letto la discussione del PIT contro lo scambiatore e mi sembra di aver capito che a livello prestazionale lo scambiatore abbia un certo vantaggio rispetto al PIT. Lo scambiatore però in caso di blackout ti lascia a piedi, mentre con il PIT si avrebbe un po di autonomia per quanto riguarda l'ACS, questa è una mia (banale) osservazione.
    Non ho messo metrature, stime di consumi e dati vari, non voglio un dimensionamento dell'impianto, vorrei solo capire quali sono le situazioni in cui questi sistemi rendono al meglio e quali sono invece quelle in cui possono andare in crisi?
    Ciao e grazie.

  • #2
    Se "posso" risponderti con l'esperienza che ho................................................
    In famigli abbiamo un PIT da 2500 litri realizzato su misura, su specifiche Herz, in 5 anni mai avuto problemi in 4 persone, in estate un'accensione a settimana
    Io produco ACS con caldaia a metano con bollitore/accumulo, da 15 anni no problem
    Lo scambiatore a piastra non saprei, se dimensionato a dovere, dovrebbe essere quello che sfrutta di piu il calore residuo dell'acqua tecnica, ed è l'unico che in caso di blackout ti lascia a piedi, e insieme al bollitore necessita di piu impiantistica
    Per maggiori dettagli nel forum sono presenti piu esperti di Me
    Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
    Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
    Utente EA dal 2009

    Commenta


    • #3
      Un pit da 2500 di acqua sanitaria ne dovrebbe produrre in abbondanza, l'unico problema su un volume del genere sarebbe il dimensionamento eventuale solare, a nord dove abito io servirebbero se non sbaglio sui 6 pannelli. Mi chiedo se un 1000 riesca a produrre su per giù la stessa quantità su per giù di ACS

      Commenta


      • #4
        Sei persone necessitano di una bella quantita di ACS...................
        Non saprei quanto un 1000 possa durare, non so se sia un "volume" adatto
        Io andrei su volumi piu alti o bollitore dedicato.......................per avere almeno "piu margine"
        Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso.
        Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. John Belushi.
        Utente EA dal 2009

        Commenta


        • #5
          Ciao Antonello per me se carichi con caldaia a legna già con 800 litri sei a posto, se proprio vuoi metti un 1.000L ma sarebbe già sovradimensionato.
          Inoltre così non dovrai mettere più di 2-3 pannelli solari per l'estate.

          Come puoi vedere qui sotto io lo carico il mio PIT(che trovi in firma) con una pdc a 52-53° probabilmente potrei caricare anche sotto i 50° ma per non rischiare la ripartenza pdc lascio così con 1 solo carico al giorno
          Il pit serve 2 abitazioni con 6 persone, a differenza di te essendo 2 case separate ci sono 2 cucine, 6 bagni insomma sicuramente dovrei consumare di più di te a livello di acs.
          Tu che carichi con la legna a temperatura più alta per me ti dura anche 2/3 giorni.
          File allegati
          Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
          Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da AntonelloM Visualizza il messaggio
            Lo scambiatore però in caso di blackout ti lascia a piedi
            cosa fanno tutti i milioni di famiglie che producono acs con la caldaia a metano se manca l'energia elettrica?

            esiste una piastra che funziona senza energia elettrica, ma ha costi elevati e serve pressione di impianto alta
            SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
            Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
            Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

            Commenta


            • #7
              in caso di blackout anche la pompa non funzionerà e l'acqua calda del PIT non ti arriverà
              Impianto ftv 3,1 kw in SSP, 10 moduli QCells q.peak 4.1 310 w, Inverter Fronius Primo 3.0 Orientamento a Sud Tilt 11° Azimuth bioclimatico 10°

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Raucedine Visualizza il messaggio
                in caso di blackout anche la pompa non funzionerà e l'acqua calda del PIT non ti arriverà
                in un pit per produrre acs non servono pompe
                funziona con la normale pressione dell'acquedottto
                SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                Commenta


                • #9
                  Non ci sono pompe nel pit.
                  Se hai acqua di acquedotto o autoclave la doccia la fai senza problemi e il pit alla fine costa molto meno di quello a piastre.
                  Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                  Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                  Commenta


                  • #10
                    ci sono soluzioni in cui è meglio la piastra, in altre il pit e in altre ancora il boiler
                    dipende sempre dall'impianto, come un vestito........ le misure e il taglio, dipendono...... da chi lo indossa
                    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                    Commenta


                    • #11
                      E si riparte con vestiti su misura.. .sedili in pelle... etc etc... poveri noi...

                      Diciamo le cose come stanno con un pit e 1000L si risparmia un po' di soldini e probabilmente ricarica anche dopo 2 giorni o magari 3 in base ai consumi.
                      Se non ha spazio per metterlo mette un 600L a piastre.
                      Se poi vuole caricare 1 volta a settimana come dice Moreno un pit da 2000L fa al caso suo.
                      Queste le realtà oggettive.

                      Se ho sbaglio correggete pure.
                      Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                      Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao a Tutti..
                        Io ho un Sanicube PIP da 500 lt. collegato ad un pannello da 30 tubi HP e integrazione invernale con termocamino Legna/pellet policombustibile. L'impianto è in funzione dal 2013, MAI avuto problemi!
                        Fornisce ACS per 4 adulti (di cui 3 Donne.... ) e funziona perfettamente anche se manca la corrente. La piastra è leggermente più efficiente ma ha dei costi di impianto più alti, inoltre hai una pompa dedicata solo per fare ACS.
                        Oltre ai problemi di manutenzione il sistema con piasra presenta anche dei consumi di corrente che, anche se bassi, vanno comunque messi a bilancio.
                        Saluti
                        Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
                          Queste le realtà oggettive.
                          se ne sei convinto, buon per te
                          ti ricordo che un/i puffer si scelgono e si dimensionano in base a svariate cose, non alla fantasia
                          se non si sa la differenza prestazionale o perchè si usa un pit o una piastra o un boiler, non posso farci nulla..... (se non consigliare di informarsi bene e magari, se non basta, studiare un pò)

                          magari 2.000 interi non ci stanno
                          magari 2.000 sono pochi o tanti in base alla caldaia
                          magari 2.000 sono troppi se vuole abbinare un solare
                          magari 600 lt sono pochi in base all'impianto e alla caldaia

                          magari informarsi su che tipo di impianto farà AntonelloM no ? sai, di solito..... si "dovrebbe" fare prima di dare consigli a caso.....

                          come già detto sopra, ci saranno casi in cui va bene un pit, in altri dove va bene la piastra, in altri ancora dove va bene il boiler, ecc ecc

                          le realtà oggettive sono che oramai, purtroppo, tutti vogliono sapere quello che non sanno
                          wwww la libertà di espressione, sempre.
                          SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                          Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da renatomeloni Visualizza il messaggio
                            piasra presenta anche dei consumi di corrente che, anche se bassi, vanno comunque messi a bilancio.
                            non so se ridere o piangere............
                            piastra che consuma mediamente 10 watt e funziona (esagerando) 3 ore al gg, ha il FANTASMAGORICO consumo di 0.9 kwatt al mese, quindi circa 15 centesimi al mese, che per 12 mesi sono L'IMPOSSIBILE spesa di meno di 2 euro annui.....

                            Oddio......
                            SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                            Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                            Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da renatomeloni Visualizza il messaggio
                              Ciao a Tutti..
                              Io ho un Sanicube PIP da 500 lt. c...e funziona perfettamente anche se manca la corrente....

                              Renato stai confrontando la panda con la tua "ferrari!"


                              sanicube.JPG

                              Commenta


                              • #16
                                Dott.NE vedo che ogni occasione ti è gradita per trollare, he?....
                                Se non ti trovi bene qui puoi sempre cambiare parrocchia!! Visto che ti viene da ridere o piangere non vorrei ti sentissi male per colpa mia.
                                Guarda che quella che hai citato è solo un pezzo della frase!!! Su metti gli occhialini e leggila dal principio, se poi non riesci a capirla posso anche spiegati con parole semplici cosa si intende per "problemi di manutenzione"
                                Visto che sei un super esperto, facci sapere cortesemente i costi di un sistema con scambiatore: piastra, pompa a basso consumo, flux, ecc. incluse le spese di installazione e manutenzione....... Ah!! Cortesemente metti anche quelle per sostituzione delle varie parti soggette ad usura e/o guasto.
                                Perché i sistemi con piastra sono soggetti a guasti, lo sai vero? Cosa che invece nel PIT non esiste (non c'è niente di elettrico/elettronico, quindi non ci sono rischi in tal senso)
                                Per favore diciamo all'utente TUTTA la verità, calcoliamo tutto diciamo per una vita media di 25 anni, poi vediamo chi si mette a ridere...........o a piangere....

                                Saluti
                                Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da renatomeloni Visualizza il messaggio
                                  Dott.NE vedo che ogni occasione ti è gradita per trollare, he?....
                                  no, semplicemente evidenzio le assurdità scritte da alcuni (mentre vedo che come al solito, alcuni si lasciano andare facilmente all'alterazione dell'umore con conseguenti offesine.... )

                                  dici bene quando scrivi "tutta la verità", confermo alla grande sempre con i dati e conti alla mano, come fatto sopra

                                  tu puoi piangere o ridere, non sta a me dirti cosa fare
                                  SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                                  Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                                  Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Un due tre... Sento puzza di troll....
                                    Antonello ovviamente ha già capito e avuto le risposte che voleva da tutti, il resto del dott ne sono le solite chiacchiere da venditore è la sua professione chi può dire il contrario?
                                    Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                                    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                                    Commenta


                                    • #19
                                      certo, AntonelloM ha già capito.....
                                      quindi dove sta il problema?

                                      P.S.: sai, di solito i troll sono entità che nascondono il loro operato dietro un nic sconosciuto.... (e non mi pare di essere io quello, visto che ho nome e indirizzo pubblici. Buona serata.....)
                                      SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                                      Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                                      Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                        certo, AntonelloM ha già capito.....
                                        Meno male

                                        Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                        P.S.: sai, di solito i troll sono entità che nascondono il loro operato dietro un nic sconosciuto.... (e non mi pare di essere io quello, visto che ho nome e indirizzo pubblici. Buona serata.....)
                                        Allora non posso essere nemmeno io dato che molti qui hanno mio numero di telefono, compreso tu, anzi tu credo proprio che abbia anche tutti i miei dati personali.
                                        Io do' risposte precise nette chiare e non da fantomatico conoscitore del sapere.
                                        Antonello il minimo indispensabile lo ha detto, e noi (quelli che non chiacchierano) hanno risposto in modo puntuale.

                                        Altri invece parlano di vestiti, di interni in pelle... chiacchiere e anche di bassa lega, da corso base di multilevel marketing.
                                        Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                                        Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Io do' risposte precise nette chiare e non da fantomatico conoscitore del sapere.
                                          peccato che tu non abbia in mano tutte le esigenze di AntonelloM


                                          Antonello il minimo indispensabile lo ha detto, e noi (quelli che non chiacchierano) hanno risposto in modo puntuale.
                                          se sei convinto che i dati che ha messo siano sufficienti per dare risposte CERTE, buon per te.
                                          non sta a me dire il contrario.

                                          Altri invece parlano di vestiti, di interni in pelle... chiacchiere e anche di bassa lega, da corso base di multilevel marketing.
                                          se sei convinto che gli "altri" facciano chiacchiere di bassa lega, non sta a me convincerti del contrario



                                          come vedi, io non "condisco" i post di offesine personali, ma mi limito ai dati, stop.
                                          SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                                          Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                                          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Hai ragione tu.
                                            Casa NO GAS FV: 6.0KWp - 20 QCELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) ABB UNO 6.0 https://pvoutput.org/list.jsp?userid=69502
                                            Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

                                            Commenta


                                            • #23
                                              ecco ad esempio una piastra di scambio acs che funziona senza nessun circolatore (uso specifico di nicchia dove manca l'energia elettrica)
                                              ma ha costi troppo elevati per essere proposta nelle case normali

                                              ScreenShot001.jpg
                                              SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                                              Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                                              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da max.c Visualizza il messaggio
                                                Non ci sono pompe nel pit.
                                                Se hai acqua di acquedotto o autoclave la doccia la fai senza problemi e il pit alla fine costa molto meno di quello a piastre.
                                                per pompa intendevo proprio l'autoclave e se non c'è corrente, a parte il caso di avere un acquedotto sempre in pressione (non in tutti i comuni d'Italia), resti cmq senz'acqua.
                                                Impianto ftv 3,1 kw in SSP, 10 moduli QCells q.peak 4.1 310 w, Inverter Fronius Primo 3.0 Orientamento a Sud Tilt 11° Azimuth bioclimatico 10°

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Vabbè io volevo rimanere nel generale per fare le mie valutazioni, cmq l'impianto su cui sto ragionando sarebbe abbinato ad una caldaia da 25/30 kW.
                                                  I tre tipi di impiantoproposto sono:
                                                  1)puffer + bollitore (2000+500)
                                                  2)pit (però non saprei se prenderlo singolo o se abbinarlo ad un secondo senza serpentine, anche perchè senza dovrei sovradimensionare il solare)
                                                  3)doppio puffer (2000+500 o 1500+800) e piastra da abbinare al più piccolo
                                                  I costi bene o male li conosco, vorrei capire più che altro in termini di funzionalità che vantaggi danno questi sistemi. Ma queste piastre a qualcuno hanno dato problemi?? A titolo informativo nella mia zona l'acqua come durezza è sui 9°f.
                                                  Sarei grato di sapere anche perchè qui nessuno consiglia il classico puffer+boiler che tutti i venditori di caldaie consigliano come prima opzione (forse per ternere bassi i preventivi). Quali sono gli svantaggi pratici che si riscontrano? Da quello che ho capito può succedere di rimanere corti di acs d'inverno o sbaglio?

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    il sistema puffer + boiler è quello che, con la caldaia a legna ha la minor resa, in quanto a caldaia spenta il puffer da cui il boiler preleva energia non può scendere sotto una determinata T° (si usava moltissimo anni fa, ma ora lo sviluppo dei prodotti ha portato a prediligere altre scelte)

                                                    inoltre, in estate, il boiler risulta con piccola autonomia e poca resa se si abbina al solare

                                                    per il discorso calcae, a prescindere da piastra o no, si limita con T° di scambio basse (vedasi miscelatrici) e addolcitori, che possono essere generali (servono a tutta la casa) o specifico per la sola acs

                                                    logicamente questo è il mio parere per un discorso tecnico, se invece poi l'utente vuole un sistema o l'altro, il bravo tecnico adegua il tutto alle esigenze/aspettative del cliente
                                                    mai nessun sistema è "la legge", ma è il risultato di una somma di fattori, che sono adattabili alle esigenze
                                                    SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                                                    Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                                                    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ma nessuno qui sul forum ha il sistema pit + puffer? Perché a me il pit alcuni idraulici l'hanno proposto, ma solo singolo da 2000 con 5/6 pannelli.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        certo che ce ne sono, ma ha senso se lo fai con puffer unico, ma non con due (discorso lungo da spiegare qui il perchè. Si tratta cmnq di gestioni T° che con il doppio puffer, cioè PIT + PUFFER normale si sballerebbero)

                                                        inoltre, altri due problemi:
                                                        2.000 PIT abbisogna di un solare sovradimensionato e se non si monta il solare, a parità di litraggio, danno meno autonomia in estate per acs a caldaia spenta rispetto ad esempio a un puffer sempre da 2.000 lt + piastra esterna

                                                        tutt'altro discorso invece se si parla di caldaia pellet, in cui la gestione del combustibile è automatica (quindi litraggi di puffer molto inferiori)
                                                        nel caso del pellet, pure io faccio gran uso di PIT (direi nel 95% dei casi)
                                                        SOLARFOCUS - WINDHAGER - SOLARBAYER - RED , riscaldamento a biomassa e PDC
                                                        Scopri e guarda chi sono: www.erregisas.org / 348-8581140
                                                        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Originariamente inviato da renatomeloni Visualizza il messaggio
                                                          Dott.NE vedo che ogni occasione ti è gradita per trollare, he?....
                                                          Se non ti trovi bene qui puoi sempre cambiare parrocchia!! Visto che ti viene da ridere o piangere non vorrei ti sentissi male per colpa mia.
                                                          Guarda che quella che hai citato è solo un pezzo della frase!!! Su metti gli occhialini e leggila dal principio, se poi non riesci a capirla posso anche spiegati con parole semplici cosa si intende per "problemi di manutenzione"
                                                          Visto che sei un super esperto, facci sapere cortesemente i costi di un sistema con scambiatore: piastra, pompa a basso consumo, flux, ecc. incluse le spese di installazione e manutenzione....... Ah!! Cortesemente metti anche quelle per sostituzione delle varie parti soggette ad usura e/o guasto.
                                                          Perché i sistemi con piastra sono soggetti a guasti, lo sai vero? Cosa che invece nel PIT non esiste (non c'è niente di elettrico/elettronico, quindi non ci sono rischi in tal senso)
                                                          Per favore diciamo all'utente TUTTA la verità, calcoliamo tutto diciamo per una vita media di 25 anni, poi vediamo chi si mette a ridere...........o a piangere....

                                                          Saluti
                                                          Il mio e' a piastre, 500 lt 3/4 persone, carico a 47 mai avuto un fastidio. Anche per ristrutturazione di casa di mia figlia, andremo su accumulo e scambiatore a piastre. Si rompono? Non mi pare... La differenza e' che in caso di calcare, il pit lo butti, lo scambiatore a piastre lo pulisci (sempre nel caso serva). Non si deve essere cosi' assoluti. I costi? Costano di piu'. Ma vanno anche meglio. Negli impianti grossi, non usano Pit, ma accumuli a piastre. E li producono anche per chi apprezza averli in casa, anche spendendo un po di piu'. Ma di qui a dire che non vanno bene o peggio che siano problematici, si ribalta il paradigma. E' una soluzione piu' raffinata e pregevole. Rende meglio ma costa di piu'.
                                                          Non e' la specie piu' forte o la piu' intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            io ho puffer 1300 lt riscaldamento e acs con scambiatore a piastre.. se manca la corrente no problem, ho un psu che interviene e mi garantisce continuità per oltre 30 minuti.. a questo è collegato anche circolatore tc e climatica, carico circa 170 W.. costo 280 euro..
                                                            Caldaia red compact 24 easy clean - Termocamino 30 kW - puffer 1300 Lt., scambiatore 40 + 12 piastre acs - centralina climatica HCC5 Sorel - zona climatica "C" - 1384 gradi giorno - casa 360 MC - temperatura interna 22° h 18/24..

                                                            Commenta

                                                            Sto operando...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR