adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Valvola anticondensa su ritorno radiatori

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Valvola anticondensa su ritorno radiatori

    Buongiorno a tutti

    Vorrei chiedere un consiglio sull'installazione di una valvola anticondensa sul ritorno radiatori del puffer, vorrei se possibile evitare problemi di condensa nel puffer stesso.
    Che tipo mi consigliate? Meccanica o a gestione elettrica?
    La caldaia è già dotata di una esbe 55° ed in generale l'impianto funziona perfettamente.
    Grazie mille

  • #2
    Condensa nel puffer? In che senso...é impossibile si crei condensa nel puffer, é un pentolone chiuso in pressione senza contatto diretto con l'aria, come mai farebbe a creare condensa?
    O forse ho capito male la richiesta?

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
    Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

    Commenta


    • #3
      Be' diciamo che il ritorno dei radiatori nel puffer ha sempre come minimo 40°in meno di differenza rispetto alla temperatura nel puffer quindi ho pensato che bene non gli facesse. Se ci pensi anche il volume di acqua nella caldaia è in pressione e senza aria eppure si monta valvola anticondensa per evitare problemi vari. Sul puffer credevo avvenisse la stessa cosa, poi in verità vorrei montarla anche per evitare il repentino abbassamento di temperatura nel puffer quando si avvia la pompa dei radiatori dando così la possibilità alla caldaia di reintegrare in tempo utile se la stessa si dovesse trovare spenta. Essendo una caldaia a pellets ha bisogno di un certo tempo prima che vada a regime.

      Commenta


      • #4
        Ma la valvola anticondensa in caldaia non si mette per evitare condensa nel "serbatoio" della caldaia, ma nella camera di combustione a contatto col "serbatoio" da scaldare.
        Cioé, secondo questa tua idea, dove si creerebbe condensa nel puffer? Ma tanto per curiositá sia chiaro, visto che si usano amche per riscaldamento a pavimento con ritorni anche di 25 gradi, non capisco dove pensi si crei condensa
        Edit: leggendo il seguito del tuo scritto...mi fai un disegnino da allegare qui, o una spiegazione dettagliata di cosa hai e di come é montato, compresi mandata e ritorno di caldaia e impianto? O una foto magari sarebbe meglio...
        E a parte questo, credo tu non abbia un termostato di fermo per la pompa del riscaldamento che fermi i termosifoni sotto i 55 gradi per non scaricare troppo il puffer, vero?
        Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
        Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

        Commenta


        • #5
          Ok quindi non avrò problemi di condensa nel puffer, tanto meglio allora!
          Per quanto riguarda il termostato è presente ed è settato a 65°, collegato in serie al termostato ambiente mi permette di avviare la pompa solo se la temperatura è uguale o superiore a 65°.
          Come mi dici tu forse dovrei aggiungere un secondo termostato settato più basso? Ho capito bene?
          Un'altra cosa, per avere maggior volano termico mi converrebbe spostare la sonda della caldaia più in basso?


          20201028_111910.jpg

          Commenta


          • #6
            Scusa, ma il ouffer non ha altri attacchi più in basso? É attaccato proprio così come hai fatto il disegno?
            Edit: esemplificando, aumento volano termico sfruttando tutto il puffer e non solo spostando una sonda, quindi mandata caldaia nel punto più alto e ritorno caldaia nel punto più basso, se il puffer serve anche per fare acqua calda allora il riscaldamento lo metti nel punto subito sotto quello più alto e il ritorno a livello di quello della caldaia
            Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
            Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

            Commenta


            • #7
              Si, esattamente, ha anche altre prese non utilizzate ed in più è provvisto di impianto termico solare. È un puffer della elbi con serpentina inferiore x solare, serpentina acs ed una serpentina in alto non utilizzata

              Commenta


              • #8
                Allora avendo anche il solare dovresti collegarlo così, a mio parere, per sfruttare anche quel minimo di contributo solare invernale.
                Infine tra mandata e ritorno dei termo sarebbe utile una miscelatrice anche a punto fisso, per limotare la mandata ai termosifoni ad una temperstura che decidi autonomamente (consiglierei 55 come al solito, ma anche 60 se dovesse servire) di modo da far stratificare mrglio il puffer e non svuotarlo troppo in fretta, il termostato di fermo pompa poi lo imposterei alla T di mandata scelta per i termo una volta messa la miscelatrice, se la valvola la imposti a 55 allora il termostato verrá impostato a 55, quando il puffer scende sotto quella temperatura si fermano le pompe e la caldaia ha il tempo di reintegrare, il termostato dovrá ridare il consenso almeno 5 gradi sopra quindi a 60, così fai lavorare tutto al meglio

                Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

                Commenta


                • #9
                  Ok infatti quando parlavo di vac volevo esprimere esattamente il concetto della miscelatrice che intendi tu, che tipo di miscelatrice dovrei acquistare?
                  Quindi spostando le varie mandate e ritorni come da schema tuo andrei ad aumentare la quantità di acqua riscaldata nel puffer.
                  Tutto chiaro! Il tuo ragionamento è corretto e così avrei maggiore volano termico! Solo una cosa, in questi periodi non ho sufficiente scambio termico dal solare e pertanto sono costretto ad accendere la caldaia che così come è collegata mi va a riscaldare il puffer consumando pochissimo. La domanda è....se cambio i collegamenti consumerà per forza di cose di più? Da premettere che in questo periodo non sto usando il riscaldamento pertanto mi è più che sufficiente riscaldare solo la parte superiore del puffer
                  Ultima modifica di Frankulizer; 28-10-2020, 13:55.

                  Commenta


                  • #10
                    Aumentando il volano aumenterai il tempo di funzionamento, ma aumenterai il volume riscaldato.
                    Il cje significa che la caldaia fará meno accensioni e spegnimenti nell'arco della giornata, fasi in cui le caldaie a pellet consumano più combustibile.
                    Riducendo quindi le fasi ridurrai anche i consumi.
                    Sia ben chiaro, non saranno ridotti di chissá quanto, nel senso che se oggi usi 2 sacchi al giorno non é detto che domani con gli attacchi cambiati ne consumerai 1, ma magari 1 e mezzo si.
                    Comunque qualcosa meno andrai a consumare specie nei periodi intermedi come questo.
                    Per la miscelatrice a punto fisso ce ne sono di svariati modelli, il tuo idraulico saprá sicuramente consigliarti qualcosa che conosce bene, ce ne sono della caleffi, della far, della esbe mi pare, ci sono anche direttamente i gruppi di rilancio con pompa e miscelatrice integrati insomma, una scelta sconfinata

                    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                    Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

                    Commenta


                    • #11
                      Grazie bravo666, mi sei stato di grande aiuto, a questo punto a che altezza converrebbe spostare la sonda della caldaia? A 3/4 partendo da sopra?

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Frankulizer Visualizza il messaggio
                        a questo punto a che altezza converrebbe spostare la sonda della caldaia?
                        appena sopra il ritorno in caldaia
                        alias Dott Nord Est

                        la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                        qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                        Commenta


                        • #13
                          Concordo col dottore

                          Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                          Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

                          Commenta


                          • #14
                            Grazie mille

                            Commenta


                            • #15
                              Buongiorno a tutti voi,
                              Grazie ai vostri consigli ho deciso di procedere come da schema allegato.
                              Mi chiedevo, la mandata termo non posso lasciarla nella posizione alta come si trova adesso? Sicuramente se mi dite di spostarla un motivo valido c'è, tecnicamente me lo potete spiegare?
                              La pompa si trova sulla mandata dei termo, eventualmente per farla lavorare a temperature più basse posso spostarla sul ritorno?20201102_094245.jpg

                              Commenta


                              • #16
                                Dimenticavo, aggiungo anche miscelatrice credo a punto fisso, poi magari vedrò di che tipo.20201102_100411.jpg

                                Commenta


                                • #17
                                  la miscelatrice va prima del circolatore sulla mandata riscaldamento
                                  inoltre, con le altezze indicate, tra solare e precedenza acs rimani senza volano termico
                                  alias Dott Nord Est

                                  la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                                  qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Ok per la miscelatrice, quindi a questo punto dovrei lasciare tutto com'è?
                                    On verità mi ero attenuto a quello che mi consigliava Bravo666

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da Frankulizer Visualizza il messaggio
                                      [ATTACH=CONFIG]78636[/ATTACH]
                                      Questo é il disegno con rappresentati gli attacchi come sono ora o come li devi fare?
                                      Questione volano termico...hai un solare collegato, non conviene aumentare il volano abbassando il ritorno della caldaia perché potresti avere problemi in inverno, il solare gira con un delta preimpostato e se abbassi il ritorno della caldaia rischi la sovratemperatura nei pannelli, perché caricherai tutto il puffer fino in fondo ed il solare non avrà dove sfogare la sua produzione rilevando sempre temperature alte.
                                      Questione mandata dei termo tutta sopra...io non la prediligo, preferisco dare prioritá all'acs riservando il quarto in alto proprio a quest'ultima, perché nel tempo di reintegro della caldaia preferisco magari stare 15/20 minuti senza riscaldamento ma avere comunque una scorta di acs.
                                      Ovviamente se vuoi sfruttare tutto per il riscaldamento non dando prioritá all'acs allora potrai collegare la mandata dei termo nel punto più alto del puffer, non é una soluzione che mi piace ma la scelta é tua alla fine.
                                      É per questo che solitamente si preferisce sovradimensionare un pò il puffer, specie se PiT, proprio per avere margini di manovra migliori nella gestione del tutto senza rinunciare fondamentalmente a nulla, é anche vero che poi i costi lievitano un pò


                                      Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                                      Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da bravo666 Visualizza il messaggio
                                        Questo é il disegno con rappresentati gli attacchi come sono ora o come li devi fare?
                                        Questione volano termico...hai un solare collegato, non conviene aumentare il volano abbassando il ritorno della caldaia perché potresti avere problemi in inverno, il solare gira con un delta preimpostato e se abbassi il ritorno della caldaia rischi la sovratemperatura nei pannelli, perché caricherai tutto il puffer fino in fondo ed il solare non avrà dove sfogare la sua produzione rilevando sempre temperature alte.
                                        Questione mandata dei termo tutta sopra...io non la prediligo, preferisco dare prioritá all'acs riservando il quarto in alto proprio a quest'ultima, perché nel tempo di reintegro della caldaia preferisco magari stare 15/20 minuti senza riscaldamento ma avere comunque una scorta di acs.
                                        Ovviamente se vuoi sfruttare tutto per il riscaldamento non dando prioritá all'acs allora potrai collegare la mandata dei termo nel punto più alto del puffer, non é una soluzione che mi piace ma la scelta é tua alla fine.
                                        É per questo che solitamente si preferisce sovradimensionare un pò il puffer, specie se PiT, proprio per avere margini di manovra migliori nella gestione del tutto senza rinunciare fondamentalmente a nulla, é anche vero che poi i costi lievitano un pò


                                        Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                                        Ciao, mi sono semplicemente rifatto allo schema che mi hai girato precedentemente , con il solare dovrei farcela?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Farcela é un parolone purtroppo, avendo un impianto ad alta temperatura il solare d'inverno ci fai davvero poco...il senso dello schema segue una logica mia, atta a far comunque lavorare quel poco il solare senza rischiare di tenere fermo l'impianto per 3 mesi e evitando possibili, per quanto improbabili, casi di sovratemperatura ai collettori solari.
                                          Se sposti il ritorno caldaia in basso il solare semplicemente non lavorerá, avendo il basso del puffer quasi sempre a temperature alte, lasciando secondo la mia idea dovrebbe lavorare spesso anche in inverno, non aiutando in modo fondamentale l'impianto di riscaldamento di sicuro ma facendo però lavorare quello solare preservandolo da ogni possibile rogna.
                                          Questo sicuramente limita un pò il volume del puffer destinato al riscaldamento facendolo scaldare per 3 quarti dalla caldaia.
                                          Poi ripeto, questa é una mia idea, non una regola generale, é una cosa che ho preferito fare per il mio impianto e che siccome funziona decentemente consiglio in generale anche ad altri se viene chiesto, ma se vuoi sfruttare totalmente il puffer dando prioritá al riscaldamento allora dovrai mettere entrambe le mandate (caldaia e termo) tutto in alto, ed entrambi i ritorni tutto in basso, così sfrutterai per intero il tuo accumulo con buona pace del solare che tornerá a produrre in primavera


                                          Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                                          Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Praticamente devo scegliere se avere maggior volano termico o no.
                                            Dici che se la mandata della caldaia non la sposto completamente in basso e quindi seguo ultimo schema inviato non mi lavora per niente il solare?
                                            Questa è come la storia della coperta corta!

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Il ritorno caldaia, attenzione, la mandata resta bella in alto.
                                              Bé, dico che se sposti il ritorno in basso il solare lavorerá poco e niente, più niente che poco oserei dire...
                                              Sia chiaro, poco male per caritá, nel senso che se non girasse per nulla non sarebbe un dramma assoluto, ma appartengo a quella linea di pensiero che se una cosa c'é é meglio farla funzionare che non tenerla ferma, poi per caritá magari tecnicamente parlando dico un sacco di caxxate eh, non sono un professionista insomma.
                                              Mettiamola così, dipende dalla zona in cui sei.
                                              Se sei al nord, in zona poco soleggiata in inverno, puoi anche fregartene del solare e della sua scarsa produzione, perché i pannelli difficilmente scalderanno il necessario per dare una produzione anche minima.
                                              Ma se sei in zona con clima un pò più mite, dove comunque il solare lavora decentemente almeno 10 mesi l'anno, magari vale la pena tenerlo da conto quando sistemi l'impianto

                                              Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                                              Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Scusami, intendevo dire il ritorno.
                                                Be' certo per carità sappiamo benissimo che dalla teoria alla pratica a volte la differenza è grande.
                                                Questo è il mio secondo anno e devo dire che da aprile fino a tutto settembre la caldaia la tengo spenta.
                                                Nel restante periodo il solare ha lavorato ma man mano a temperature sempre più basse con l'avanzare dell'inverno.
                                                L'integrazione seppur presente è stata minima. Quindi la mia preoccupazione è solo per periodi tipo quello corrente dove può capitare una giornata molto calda e poi non avere volume freddo di scambio con i collettori solari.
                                                Però ho notato che abbassando il ritorno caldaia si investe solo un 20% della serpentina solare, rimane un discreto volume alla parte bassa del puffer. Chissà se può bastare
                                                Ovviamente credo che anche il ritorno dei termo dovrò spostarlo alla stessa altezza del ritorno caldaia.
                                                Non mi resta che effettuare delle prove e vedere cosa succede.
                                                Ultima modifica di Frankulizer; 02-11-2020, 22:17.

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Il ritorno dei termo io lo metterei nel punto più basso in assoluto

                                                  Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
                                                  Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Ne terrò conto, grazie per il momento

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      sull'alta temperatura non ha nessun senso tecnico sfruttare il solare, a meno che questo non sia un solare "particolare" (tipo ad esempio a fluido organico o simile) per cui le prestazioni date hanno senso per essere sfruttate.
                                                      alias Dott Nord Est

                                                      la biomassa non è per tutti........ ma per alcuni si ?
                                                      qui vedi chi sono e cosa faccio: www.erregisas.org

                                                      Commenta

                                                      Attendi un attimo...
                                                      X
                                                      TOP100-SOLAR