annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consiglio: PdC HT o LT?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consiglio: PdC HT o LT?

    Salve a tutti, sono in procinto di sostituire l'attuale caldaia GPL non a condensazione con una PdC aria / acqua.
    Lo scorso anno ho installato l'impiato fotovoltaico che mi ha prodotto 7350 kWh, i miei consumi annuali sono stati come al solito (per me) di circa 1300 kWh, quindi ho un surplus di circa 6000 kWh che posso utilizzare per il riscaldamento.
    La casa è in zona climatica D, dalla certificazione energetica fatta in occasione del rifacimento dell'isolamento del tetto risulta essere in classe E con 117 kWh / mq di necessità per riscaldamento / acs.
    La prossima settimana iniziano a montarmi il cappotto termico della celenit con isolante polistirene grafitato da 100mm, e secondo i calcoli dovrei arrivare ad una classe energetica C con consumi di 77 kWh/mq.
    La casa è di circa 130mq.
    Due anni fa ho fatto sovradimensionare i radiatori in alluminio, e da quando abitiamo lì la caldaia la mandiamo sempre a temperature di 50-52°, con massime nelle giornate più fredde di 60°.
    Abitiamo in due in casa, ma lavorando entrambi accendiamo la caldaia solo al mattino per un'ora e la sera quando rientriamo per un paio d'ore.
    La mia domanda ora è la seguente.
    Vale la pena installare una PdC HT (ad esempio una Altherma HT da 11 kW) oppure potrei installare una PdC LT (per rimanere in ambito Daikin, una Altherma monoblocco 11 kW) e fare in modo che sia accesa per più tempo?
    La mia idea è quella di gestire le accensioni da computer, ovvero ho un pc che monitorizza già oggi l'impianto fotovoltaico e le temperature sia esterne che interne a casa, quindi lo utilizzerei come centralina di gestione facendo partire la PdC nelle ore in cui statisticamente c'è più probabilità che il COP sia elevato, andando a verificare le temperature esterne dell'aria ed il livello di produzione dell'impianto FV.
    Dai dati rilevati nell'inverno 2009-10, mi ritrovo con moltissime ore in cui le temperature sono state superiori ai 7°, e raramente sono state toccate temperature sotto zero.
    Considerando che la casa fino ad oggi non è mai risultata veramente calda, di norma ci attestiamo sui 17°, e considerando la disponibilità di energia elettrica in abbondanza ed il cappotto termico, vorrei chiedere un parere per valutare se vale la pena spendere importi nell'ordine dei 12000 € + iva per installare una HT oppure se posso accontentarmi di spendere cifre intorno agli 7000 € + IVA per una LT.
    Per la HT mi hanno chiesto 9600 € per la fornitura e 2600 € per l'installazione, per la LT ancora non ho un preventivo ma da Klimatico ho visto che con 6000 € + IVA ci viene la monoblocco da 11kw + serbatoio da 200l, e visto che la monoblocco ha dalla sua anche il vantaggio di essere molto più facile da installare ho ipotizzato un costo totale di 7000 € + IVA.
    A proposito, l'IVA sulle PdC è del 10% o del 20%?
    Ultima nota, approfitterei per far installare anche una VMC con scambio di calore.
    Un saluto
    Impianto integrato 5.98kWp, 26 pannelli SolarWorld 230,
    -45° est, inclinazione 15°, inverter Power-One Aurora 6.0, località Velletri RM
    1° anno di esercizio : 7.350 kWh
    HPSU monoblocco Rotex 11kW + 5,2mq Solaris H26
Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR