Collegamenti elettrici caldaia con pompe per 3 zone e termostati - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Collegamenti elettrici caldaia con pompe per 3 zone e termostati

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Collegamenti elettrici caldaia con pompe per 3 zone e termostati

    Buonasera a tutti! Vi pongo il mio problema ringraziandovi anticipatamente.

    Vi spiego il mio impianto seguendolo a partire dalla caldaia:

    -caldaia a condensazione immergas victris superior 32kW con pompa modulante (ma volendo anche a velocità fissa) al piano terra
    - in cantina (in totale 8+8 metri di tubo):
    - compensatore idraulico
    - collettore
    - tre pompe sul collettore:
    - le prime due per l'impianto a termosifoni di piano terra e primo piano comandate da termostati ambiente
    - la terza invece serve per la serpentina del bollitore da 300 litri per l'acqua sanitaria (messo gia ora poichè tra qualche tempo si installeranno i pannelli solari).

    Poichè devo realizzare i collegamenti elettrici, la risposta più banale sarebbe quella di prendere tre relè con due contati normalmente aperti azionati i primi due dai termostati ambiente e il terzo dalla sonda-termostato del bollitore (???)(ancora devo capire qui cosa si metterà per segnalare la necessità di "calore").

    Su un contatto di ciascuno dei tre, mettero la "chiusura" del contatto caldaia, sul secondo contatto quello di chiusura delle rispettive pompe.

    In pratica funzionerebbe che se dal piano terra il termostato richiede "calore", attiva la caldaia la cui pompa partirebbe appena l'acqua al suo interno raggiunge una certa temperatura, mentre la pompa "di piano" partirebbe da subito, facendo circolare acqua fredda passando dal compensatore ma non scambiando con altro. Solo successivamente dopo molti cicli di acceso-spento della pompa della caldaia riuscirò ad avere caldo in casa.

    Il dubbio che mi viene è se è forse piu conveniente sia a livello di tempo sia di costi per riscaldare l'acqua, installare un termostato a contatto (impostato a una Temp leggermente superiore o uguale a quella che fa partire la pompa in caldaia) su una delle due mandate del compensatore in modo che le pompe di piano non siano solo soggette all'ok dei rispettivi termostati, ma anche all'ok del termostato a contatto che si attiverebbe solo quando già la pompa della caldaia si è attivata.

    Che ne dite? consigli anche su altri dubbi che vi vengono?

    Tanti saluti, grazie a tutti per l'attenzione e scusate per la terminologia non proprio cosi tecnica!

  • #2
    grazie mille per la risposta! non so come mai almeno io non riesca a vederla, ad ogni modo la copio e incollo io!

    da guggiolo 0107

    hai esattamente il mio impianto... 2 pompe per 2 piani + 1 per il bollitore.... il ragionamento è quasi giusto, ma se fai coma dici tu (e come avevo fatto io la prima volta) elimini la possibilità della caldaia di comandare le pompe per "scarico sovratemperatura" la cosa però è fattibile (l'ho fatto io che sono contadino!!!) con altri 2 relè.. il problema è che con gli schemi io non mi trovo.... a scrivere anche meno...... se hai capito il problema e riesci a risolverlo bene , altrimenti mi mandi un messaggio in privato che ti do il mio cell , a parole mi spiego meglio........

    Commenta


    • #3
      avevo cancellato perchè solo dopo avevo letto che non era una caldaia a legna /pellet... quindi la mia esperienza non era valida.....
      Faccio il contadino....ma... Www.attoripersbaglio.it :dev::dev:
      cosa ne pensate?...https://www.energeticambiente.it/agr...ansgenico.html

      Commenta


      • #4
        Ho appena letto su un manuale della immergas che si possono prevedere termostati non solo sulla mandata del compensatore ma anche sulla mandata delle zone!

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X