annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

produzione acqua calda

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • produzione acqua calda

    Buon giorno a tutti,
    vi espongo il mio problema.
    Abito in una casabifamiliare (ben coibentata) disposta su 2 piani; in totale sono circa 150 mq.
    Da 3 anni ormai la riscaldocompletamente e con la massima soddisfazione con 2 stufe a pellet PiazzattaP960, una per piano, che ho opportunamente canalizzato.
    Mi è però rimasto ilproblema della produzione dell’acqua calda.
    Allo scopo utilizzo infattil’impianto di riscaldamento a gasolio (non ho possibilità di connettermi allarete gas) costituito da bruciatore più caldaia con bollitore integrato (di cuinon ricordo il volume).
    Il problema è che con850-900 euro scaldo tutta casa mantenendo 21-22° C ; per produrre acqua caldami ci vogliono 550÷600 litri di gasolio e così ne spendo altrettanti.

    Domanda, esiste un'alternativa più economica ?
    Scarterei il solare termico(l’acqua mi serve prevalentemente di sera/notte, avrei comunque bisogno di un"aiuto" per le giornate non soleggiate e dai preventivi prospettatimi mi pagherei l’impianto in 8÷10 anni …troppi).
    Non ho le distanzesufficienti per pensare ad un bombolone a cui collegare uno scaldaacqua a gasistantaneo (probabilmente sarebbe stata la cosa migliore).
    Il mio candidato n° 1 è quindiun boiler elettrico a pompa di calore … ma non conosco nessuno che conforti lamia sensazione con numeri.
    Il dubbio però è cheinstallandolo nel locale caldaia, d’inverno la temperatura non è così elevata ecosì la pompa di calore renderebbe poco.
    Altra soluzione potrebbeessere quella di sostituire le 2 stufe (rivendendole) con una caldaia a pelletda mettere al posto di quella a gasolio (preventivo di spesa 11.000 euro) cheprodurrebbe così anche l’acqua calda; la spesa è però molto elevata eoltretutto rinunciare alle 2 stufe mi dispiacerebbe parecchio.
    Scaldaacqua a pellet non neho trovati … altrimenti potrebbe essere una soluzione!

    Consigli ?

  • #2
    11000 euro per una caldaia apellet con produzione di ACS?Ma metti anche l'accumulo pellet con tubo pneumatico per carico aumatico?

    Comunque 600 litri di gasolio son tanti per produrre ACS e comunque il + costoso combustibile in commercio, quasiasi altra soluzione va meglio del gasolio!

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da omaccio Visualizza il messaggio
      11000 euro per una caldaia apellet con produzione di ACS?Ma metti anche l'accumulo pellet con tubo pneumatico per carico aumatico?
      onestamente non mi ricordo i dettagli dell'impianto, sicuramente però non c'era nessun sistema di carico automatico.

      Originariamente inviato da omaccio Visualizza il messaggio
      Comunque 600 litri di gasolio son tanti per produrre ACS e comunque il + costoso combustibile in commercio, quasiasi altra soluzione va meglio del gasolio!
      sono d'accordo che 600 litri di gasolio sono molti ... ma quali alternative ci sono il cui costo possa essere ammortizzato in tempi ragionevoli?

      Commenta


      • #4
        Un'altra soluzione che sto prendendo in considerazione è sostituire il bruciatore a gasolio della caldaia (Riello Gulliver RG1 del 2001) con uno a pellet tipo Blu Energy o simili.
        La caldaia è una Riello Tregì 4 K sempre del 2001 con bollitore di 60 litri.

        Non so bene però che tipo di efficenza potrei ottenere utilizzandolo solo per la produzione di ACS; per contro avrei la possibilità di riscaldare all'occorrenza anche tavernetta e mansarda utilizzando i termosifoni ma sempre partendo dal pellet.

        Commenta


        • #5
          sicuramente solo sostituendo il bruciatore otterrai dei vantaggi notevoli.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da omaccio Visualizza il messaggio
            ****
            Sono perplesso ...
            se utilizzato solo per produrre ACS (d'estate sempre ma nel mio caso anche d'inverno salvo eccezioni) un bruciatore a pellet è adatto ?
            Non conosco i tempi di accensione, spegnimento e riaccensione ma come principio si addice ad un utilizzo on-off come quello che la produzione di acqua calda impone?
            Ultima modifica di gymania; 23-02-2012, 16:56. Motivo: violazione Regola 3d) citazione integrale di messaggi

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X
            TOP100-SOLAR