annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

domanda "difficile" su impianto di riscaldamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • domanda "difficile" su impianto di riscaldamento

    ciao a tutti,
    mi e' venuto un dubbio. Zona E, residenza in classe G con muri da 30 in mattoni pieni (quindi G tirando per il basso...).

    Non si puo' intervenire sull'involucro per mancanza di fondi ma occorre mettere un nuovo sistema di riscaldamento (e condizionamento).
    A me sembrava il caso di proporre un sistema di riscaldamento radiante + condizionamento.

    Poi ho pensato: ma visto l'involucro, non è forse il caso di valutare di mettere pompa di calore (a gas, se esiste per appartamenti singoli) con split per caldo e freddo?

    Per due ragioni: la prima è, banalmente, che si fa un impianto unico.
    La seconda domanda piu' generale e piu intrigante che mi pongo è: ma per involucri cosi' disperdenti valgono le considerazioni per le case con alta coibentazione (anzi valgono ancora di piu) oppure, al contrario, si devono fare considerazioni diverse sull'efficienza delle varie modalità di riscaldamento e sulla loro scelta?

  • #2
    troppo difficile? o troppo facile?

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da archo Visualizza il messaggio
      troppo difficile? o troppo facile?
      Nessuna delle due!!!
      Non esiste un troppo difficile o facile, ogni involucro ha la sua storia e la sua soluzione.
      nel tuo caso non si può ragionare sul riscaldamento facendo le stesse considerazioni di una casa isolata.

      Se disperde molto allora devi riscaldarla in fretta e solo per il tempo necessario in cui sei in casa..i ventil convettori potrebbero fare il tuo caso ma il riscaldamento attraverso l'aria è il peggiore che esista a livello di comfort.

      Quindi prima di spendere valuterei bene se è possibile isolare..

      Commenta

      Attendi un attimo...
      X
      TOP100-SOLAR