annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Richiesta opinioni su fattibilità impianto per riscaldamento/acs tramite boiler termoelettrico e fotovoltaico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Richiesta opinioni su fattibilità impianto per riscaldamento/acs tramite boiler termoelettrico e fotovoltaico

    Salve ,scusate per la lunghezza di questo post ma non sono del settore e cerco di spiegarmi meglio possibile,volevo dei consigli e pareri sulla fattibilità di questo impianto.Ho una caldaia Pensotti CRT FE (camera stagna) e un impianto di riscaldamento a termosifoni.La mia abitazione è sviluppata su piano terra e 1°piano collegate purtroppo da una scala a vista,per una superficie di 50mtq a piano.Ho un’impianto fotovoltaico da 2,88kw il quale oltre all’autoconsumo mi produce circa 2000 kw/h annui che “cedo” all’enel.Pensavo di utilizzare questo surplus per aiutare il riscaldamento e/o la produzione acs.Inizialmente pensavo di utilizzare due pdc/inverter da 18000 btu solo per il riscaldamento ma la cifra necessaria supera i 2000€.
    Avevo pensato poi ad un boiler a pdc ( circa 1000€ per 150 lt) che mi permetterebbe di consumare meno energia rispetto fronte all’acquisto di 2 scaldabagni con serpentina all’interno ,ma quest’ultimi mi verrebbero a costare circa 400€ la coppia.
    Per questo avevo pensato a questa soluzione :
    Un boiler elettrico da 150 lt della braun a monte della caldaia per l acs,con la serpentina collegata in serie al ritorno dell’impianto di riscaldamento.
    la serpentina del secondo boiler da 50lt è in serie alla mandata dell’impianto di riscaldamento.
    L’acqua in uscita dal primo scaldabagno, oltre che andare all’ingresso della caldaia, va all’ingresso del secondo scaldabagno.
    L uscita del secondo scaldabagno praticamente dovrebbe essere chiusa o meglio pensavo di mettere una valvola tarata di sovrappressione,in modo che l’acqua in questo boiler circoli pochissimo in modo che la resistenza intervenga il meno possibile:in caso di sovrappressione l’acqua rientra in circolo sull’ingresso.
    L idea è di sfruttare il rimborso che ho dall’enel “trasformandoli in kw/h” da utilizzare dalla resistenza dello scaldabagno da 50 lt( resistenza da 1200w) per i 4 mesi invernali,per aiutare il riscaldamento,magari lasciando l’impianto acceso h 24 ad una temperatura minore.
    Pensavo invece di non utilizzare la resistenza del primo boiler da 150lt dedicato all acs ma di scaldare minimamente l’acqua in esso contenuto tramite la serpentina collegata sul ritorno dei termosifoni.
    Il calcolo che ho effettuato è 2000 kw/h totali,quindi 500 kw/h mensili,per circa 16 kw/h giornalieri da sfruttare .
    Allego uno schema dell’impianto come l’ho pensato.
    Aspetto i vostri consigli
    Grazie a tutti.
    File allegati
    impianto 2,88 kw /12 Sunpower spr 240 /inverter power one aurora 3,0 outd
    posizionato su tetto/no integrato/ sud est
    tilt 15/ azimut 31/43°42'36.65"/N10°27'2.95"E
Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR