annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Contacalorie (marca / modello / prezzo)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mirach
    ha risposto
    Brutta zona il Friuli per le pdc idroniche, ancora peggio per i termosifoni in alta temperatura.
    Ti consiglio di iniziare investendo sugli isolamenti, serramenti, cappotto ecc. così già abbassi i consumi.
    Come fonte a basso costo si potrebbe valutare un generatore centralizzato a pellet o legna, se il lavoro di carica del materiale non è un problema.
    Se invece si vuole seguire la strada della pdc, magari abbassare la temperatura di mandata in zona notte, se fattibile in bassa temperatura col pavimento, se no con termosifoni sovradimensionati per andare in media temperatura.
    Si potrebbero mettere dei funcoil al posto dei termosifoni per stare in bassa temperatura ma come confort non sono il massimo.

    Lascia un commento:


  • coc
    ha risposto
    Originariamente inviato da alfagammatronico Visualizza il messaggio
    Come ti ho detto per i calcoli "molto precisi" non ti serve il contacalorie! Ma semplicemente un bravo termotecnico o un ingegnere che sappia il fatto suo
    Continuare su questo tema vorrebbe dire andare offtopic è matematico che chieste 3 perizie a termotecnici e 3 perizie ad ingegneri ottengo 6 risposte diverse. matematico. morale: o te ne freghi, ne prendi uno più o meno a caso e ti fai fare studio/preventivo/lavoro o (preferisco) studi personalmente la cosa leggendo/imparando/ascoltando ... personalmente desidero capire al millimetro i fenomeni per decidere.

    Lascia un commento:


  • alfagammatronico
    ha risposto
    Oh beh, per 2100 litri sono sempre 2800€ all'anno anche con il super-sconto-no-metano!
    Quindi anche nella peggiore delle ipotesi si va a pari!

    Io ho guardato al gasolio per autotrazione perché non credo di aver mai visto un impianto di riscaldamento a gasolio sin da quando ero in fasce!

    Come ti ho detto per i calcoli "molto precisi" non ti serve il contacalorie! Ma semplicemente un bravo termotecnico o un ingegnere che sappia il fatto suo

    Lascia un commento:


  • coc
    ha risposto
    Originariamente inviato da alfagammatronico Visualizza il messaggio
    hai valori che vanno da 9350 kWh (2800€ di corrente all'anno) a 3080kWh (924€ di corrente all'anno)
    Appunto. 2.100 litri di gasolio x 1,328€/lt = 2.788€ ... capisci che sono border line sui calcoli di massima che hai fatto tu ? Ci manca solo di superarlo questo limite ... oltre naturalmente alle migliaia di euro dell'impianto nuovo ... per arrivare ad una netto svantaggio del passaggio alla pompa di calore. Per questo motivo ho bisogno di calcoli molto precisi.

    Lascia un commento:


  • coc
    ha risposto
    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. nll ***

    Ti copio i dati della mia ultima fattura (abito in Regione FVG): il gasolio per il riscaldamento costa 1,457€/lt iva inclusa. La mia area (la frazione del comune dove abito) non è metanizzata quindi una parte di questa cifra viene pagata dal Comune alla fonte (0,128€/lt) ovvero in fattura mi trovo già il prezzo definitivo 1,328€/lt.
    Ultima modifica di nll; 10-03-2013, 01:32.

    Lascia un commento:


  • colisosun
    ha risposto
    Magari il gasolio per riscaldamento ha un prezzo diverso per quello da autotrazione altrimenti chi ha il gasolio come fonte di energia dovrebbe fare un mutuo.....

    Lascia un commento:


  • coc
    ha risposto
    grazie per la scaricata di informazioni ora studio il tutto con calma

    Lascia un commento:


  • alfagammatronico
    ha risposto
    Sei arrivato ad un nuovo livello di arrampicata dei numeri che ha dello sbalorditivo!
    Fidati del rendimento della tua caldaia, al massimo fai una stima peggiorativa di due-tre punti.
    Acqua calda? Hai detto che la farai col solare integrato alla pdc e metti una pdc anche per il riscaldamento. MALE! Metti un solo apparecchio che faccia tutto, così avrai grande potenza quando serve e non piccole potenze come nelle pdc dedicate, col rischio di non avere abbastanza acqua calda!
    Anche commettendo un errore dell'ordine del 20% non inficeresti la differenza tra la convenienza della pdc e del gasolio!

    2100 litri di gasolio in kWh (con pci di 44,4 KJ/kg) sono 22000 kWh.
    La caldaia (rendimento dell'85%, 70%?) ne lascia alla casa 18700 e 15400 rispettivamente.
    Con un COP stagionale (decisamente migliore di 2, anche a Bolzano!) di 3 o 5, a seconda delle zone d'Italia (o tenendo 2 e i termosifoni) hai valori che vanno da 9350 kWh (2800€ di corrente all'anno) a 3080kWh (924€ di corrente all'anno) a seconda delle situazioni considerando che tutto il calore vada a riscaldare l'ambiente.
    Cosa usi? 200 litri di acqua calda al giorno con dT=30°c i conti sono presto fatti! 2500kWh sono dovuti al riscaldamento dell'acqua, basta sottrarli dal totale! In ogni caso, anche con un consumo così grosso (una doccia e un bagno al giorno) sei nell'ordine del 10% del consumo dovuto all'acqua calda.

    Mi sono dimenticato, oggi il gasolio più economico lo ho visto a 1,76€/litro! sono 3700€ all'anno col tuo consumo! Anche nello scenario PEGGIORE sono quasi 1000€ in meno di costo! A rifare tutto l'impianto ammortizzi la spesa in poco tempo!
    Ultima modifica di alfagammatronico; 05-03-2013, 12:47. Motivo: Aggiunta

    Lascia un commento:


  • coc
    ha risposto
    Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Per esempio, mettiamo consumi 2000 l di gasolio l'anno; se la caldaia è vecchia avrai un rendimento del generatore bassino, per esempio 70%... i 2000 l=20000 kWh circa diventano 14000. Con la pdc con cop stagionale 2 diventerebbero 7000 kWh annui di consumo elettrico in più.
    Durante l'inverno 2011 ho consumato 2100 litri di gasolio (21000 kwh). Durante l'inverno 2012 ne ho consumati 2000 di litri (20000 kwh). Ho un valore di rendimento della mia caldaia a gasolio ma è "approssimativo" ... ovviamente. Non è una misura precisa e comunque non mi fido di quanto dichiarato sul libretto. Inoltre la caldaia attuale a gasolio lavora sia per il riscaldamento che per l'acqua sanitaria: al contrario il sistema che voglio raggiungere in futuro è completamente separato (solare termico+puffer+pompa di calore per l'acqua sanitaria e, forse, riscaldamento con pompa di calore). Questi due problemi aggiungono grande imprecisione al calcolo.

    Originariamente inviato da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    coi contacalorie (a meno di metterne un bel numero) lasceresti fuori le perdite di distribuzione, la produzione di ACS e comunque ragionamenti sui rendimenti diversi dovresti comunque farli
    Perchè? Secondo me basta un solo contacalorie in uscita della caldaia intercettando SOLO il circuito relativo al riscaldamento.

    Grazie per l'aiuto.
    CoC

    Lascia un commento:


  • richiurci
    ha risposto
    bah non capisco ma direi che ha ragione alfa... dove misureresti le calorie, ai radiatori? Ma le perdite in tutto l'impianto le avresti (se non lo cambi) anche con la pdc!

    Il consumo attuale ti dice esattamente la tua classe energetica attuale. In base al rendimento (noto o presunto) dell'attuale caldaia ricaveresti il consumo a valle di essa...

    Per esempio, mettiamo consumi 2000 l di gasolio l'anno; se la caldaia è vecchia avrai un rendimento del generatore bassino, per esempio 70%... i 2000 l=20000 kWh circa diventano 14000. Con la pdc con cop stagionale 2 diventerebbero 7000 kWh annui di consumo elettrico in più.

    Forse ho scritto tante cavolate... ma coi contacalorie (a meno di metterne un bel numero) lasceresti fuori le perdite di distribuzione, la produzione di ACS e comunque ragionamenti sui rendimenti diversi dovresti comunque farli

    Lascia un commento:


  • coc
    ha risposto
    Non sono un esperto (sto chiedendo aiuto per questo motivo ma dal poco che ho capito NON è così immediato, se non impossibile, passare dall'informazione "litri di gasolio consumati" all'informazione "calorie consumate". Il problema è proprio quello della caldaia ovvero la prima parte del tuo ragionamento mi sembra ok (litri di gasolio x potere calorifico inferiore) ma poi ... non si è certi del comportamento/prestazioni/rendimento della caldaia quindi il numero finale che a me interessa si ottiene solo approssimativo. E da quanto raccontano alcuni installatori si sta poco, soprattutto con abitazioni non isolate perfettamente, a passare dalla convenienza della pompa di calore alla spesa di elettricità superiore alla spesa di gasolio. Non vedo altra strada (se c'è qualcuno mi aiuti ) per conoscere le calorie necessarie che misurarle con uno strumento (contacalorie).
    Non ho chiesto aiuto per la marca di una pompa di calore (la sceglierò/acquisterò alla fine dell'inverno 2013/2014) bensì per la marca/modello di un contacalorie che sia decentemente poreciso ed economico per effettuare questa misurazione.
    grazie!

    Originariamente inviato da alfagammatronico Visualizza il messaggio
    ****

    Note di Moderazione:

    Ultima modifica di gymania; 04-03-2013, 21:26.

    Lascia un commento:


  • alfagammatronico
    ha risposto
    Non puoi semplicemente considerare il consumo attuale di nafta?!
    Moltiplichi i litri usati per il loro potere calorifico inferiore e tieni conto del rendimento rispetto ad esso della caldaia, voilà hai scoperto quanto calore hai consumato nella stagione! Ed è una stima decisamente precisa!

    Circa la miglior pompa di calore poi ognuno ti potrà dire una marca differente!
    Non esiste la migliore in assoluto ma molti prodotti di alta qualità che vantano applicazioni migliori in differenti ambiti e soprattutto questione di gusti personali!

    Lascia un commento:


  • coc
    ha iniziato la discussione Contacalorie (marca / modello / prezzo)

    Contacalorie (marca / modello / prezzo)

    Buongiorno. Nell'ottica di una eventuale cambio futuro di caldaia vorrei monitorare per un annetto il consumo di calorie della mia abitazione. In breve: casa singola, piano terra zona giorno con riscaldamento a pavimento, primo piano zona notte con radiatori, attuale caldaia a gasolio (la zona non è metanizzata).
    Quello che vorrei banalmente fare è una misura sufficientemente precisa, per un anno circa, del consumo di calorie della casa per poi decidere se:
    1. è conveniente o meno l'installazione di una pompa di calore
    2. nel caso la risposta sia si, scegliere con più precisione il modello migliore di pompa di calore
    Il consiglio che chiedo a voi è relativo ad un modello/marca di contacalorie magari con un link ad un sito dove procurarmelo, ho provato a fare qualche ricerca ma non riesco ad uscirne facilmente.
    grazie
    CoC
Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR