annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

quale cronotermostato scegliere

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • quale cronotermostato scegliere

    Buon pomeriggio signori,
    Ho la casa di un amico da 400 mq con un unico, scassato termostato on off per tutta la casa (ex classe G).
    Dopo aver pagato tipo 5000€ di gas in un anno ha deciso bene di isolare tutte le finestre cambiandole con tripli vetri e scuri nuovi e di sistemare l'impianto dell'ACS.

    A questo punto non ha ancora cambiato il termostato, che è posizionato nella sua cucina (la caldaia non a condensazione da 35 kW) è nello scantinato. Vorrebbe quindi sostituirlo. Tutto sistemato a zona unica (casa anni 40/50 suppongo)

    Io pensavo ad una scelta del genere:
    - crono termostato wifi digitale, da mettere dove c'è la stanza più fredda è da scaldare,
    - che consenta la regolazione notturna/diurna a fasce orarie delle temperature (e non giornaliera come alcuni prodotti che ho visto)
    - abbassare (ora a 75 gradi) la temperatura della caldaia di almeno 5/6 gradi in modo che l'impianto riesca a modulare meglio e continuamente, anche per 24h al giorno.


    Ammesso che le mie premesse tecniche siano corrette, voi quale prodotto comprereste (anche su eBay per dire) ?
    FV: 3.5kWp - 14xWaris 250 Poli + Aurora Power One 3.0 Installato 7/10/14 - Allaccio 25/11/14
    2 pannelli solari termici piani con boiler a "svuotamento" 300L Ariston e caldaia instantanea a condensazione Class Premium Evo 30 kW Installato 4/11/13
    Prov. Mantova - SUD+15° - Tilt 21°
    Altre stufe a pellet e a legna di poca importanza

  • #2
    Ciao....
    Io invece piazzerei delle valvole termostatiche su ogni termosifone (se vuoi ci sono anche elettroniche completamente programmabili), ciascuna regolata sul fabbisogno della stanza, poi porterei la T° di mandata caldaia a 60° facendola lavorare per maggior tempo ma a T° di lavoro inferiori. In questo modo si riducono i consumi e si migliora la vivibilità ambientale (aria secca, vampate di calore, baffi nei muri,ecc).
    Certo il massimo sarebbe poterci piazzare una gestione climatica, cosa che si potrebbe anche valutare con un'addetto ai lavori.

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

    Commenta


    • #3
      Lascia stare.. questo signore ha speso 16.000€ per le finestre non credo metterà le termostatiche...
      Chiamiamola "situazione di ripiego momentanea".
      FV: 3.5kWp - 14xWaris 250 Poli + Aurora Power One 3.0 Installato 7/10/14 - Allaccio 25/11/14
      2 pannelli solari termici piani con boiler a "svuotamento" 300L Ariston e caldaia instantanea a condensazione Class Premium Evo 30 kW Installato 4/11/13
      Prov. Mantova - SUD+15° - Tilt 21°
      Altre stufe a pellet e a legna di poca importanza

      Commenta


      • #4
        io dopo che ho isolato la casa sono in classe B sono passato da una mandata di 50 a 35 con i radiatori
        avendo anche messo una caldaia a condensazione,io il prox inverno con il crono attuale verificherei
        la distribuzione delle temperature nei vari ambienti e metterei le termostatiche in quelli più caldi almeno

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da thecas Visualizza il messaggio
          - crono termostato wifi digitale, da mettere dove c'è la stanza più fredda è da scaldare,
          - che consenta la regolazione notturna/diurna a fasce orarie delle temperature (e non giornaliera come alcuni prodotti che ho visto)
          Prodotto fighetto: Nest Learning Termostato T200677: Amazon.it: Illuminazione
          Prodotto che fa quasi le stesse cose ma costa metà: Owl, Heatmiser - "Intuition-C" termostato da camera programmabile via internet per riscaldamento centralizzato, basato su network di controllo energetico sul web via WiFi: Amazon.it: Elettronica

          Personalmente ho il secondo, a cui ho collegato anche la sonda del boiler ACS, l'impianto elettrico e quello fotovoltaico.
          Tinkering with Renewables - il mio canale YouTube

          Commenta


          • #6
            Il consiglio è solo uno: procurati delle valvole termostattiche per la regolazione dei singoli radiatori e poi lascia un unico termostato in tutta la casa.
            L'idea di tenere per tutto il giorno la temperatura fissa è corretta (meglio ancora 19° rispetto 20°), ma non devi abbassarla dalla caldaia, bensì impostarla direttamente dal cronotermostato.
            Dalle valvole termostatiche puoi mettere su zero e isolare le stanze inutilizzate ed evitare così futili consumi energetici. Inoltre potrai impostare a 3 (termosifoni) la stanza in cui c'è il termostato ed invece a 5 le camere da letto la sera prima di andare a dormire. Così facendo, nel momento in cui la stanza dove c'è il cronotermostato raggiungerà i 19/20°, si spegnerà ma nelle altre stanze probabilmente farà ancora freddo. In tal modo si dovrebbe riuscire ad arrivare a letto con una temperatura appropriata senza spendere per questo tantissimi soldi nelle bollette del gas.
            Demshop.it : tutto sulla termoidraulica, caldaie a condensazione e articoli per il condizionamento.

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X
            TOP100-SOLAR