annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consigli cambio caldaia da metano a condensazione.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consigli cambio caldaia da metano a condensazione.

    Ciao

    vorrei un consiglio perchè sto pensando di cambiare la caldaia di casa mia (costruita negli anni 80) da quella classica a gas (Vailant) ad una a condensazione. Il punto è che io ho già una stufa a pellet in casa che va praticamente tutto il giorno (da mattina a tarda sera) e da quel che mi hanno detto e da quel che letto qui sul forum, le caldaie a condensazione fanno risparmiare molto sulla bolletta del gas, ma però hanno senso se vanno tutto il giorno, mentre io oltre all'acqua calda per i sanitari, faccio andare i caloriferi solo di notte per non far scendere la temperatura in casa quando la stufa si spegne.

    E' un investimento che ha un senso o non cambierebbe niente in termini di bolletta?

    Inoltre un altro punto a favore per la sostituzione della caldaia è che questa sta al piano terra, mentre io sono al secondo piano, i tubi non fanno giri strani, ma comunque l'acqua calda deve farsi un piano per arrivare in casa, con conseguente dispersione di calore. Quindi coglierei l'occasione per spostare la caldaia sul mio piano.

    Vi ringrazio in anticipo per le risposte

  • #2
    Attualmente il consumo di gas quanto è? D'estate l'acs come la fai?
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

    Commenta


    • #3
      L'ultima bolletta mi segna come cosumo annuo 685smc, mentre per acs intendi l'acqua calda per i sanitari? Sempre con la caldaia Vailant.

      Commenta


      • #4
        Se devi cambiarla, cambiala.... altrimenti con quei consumi ti serve a poco buttare caldaia che funziona.

        Usare solo pellet? Magari con solare termico che ti fa acs gratis d'estate.
        PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

        Commenta


        • #5
          685 è la media degli ultimi anni ? o il dato è diverso ?
          Cmq con caldaia nuova a condensazione calcola che avrai bisogno di canna fumaria apposita e scarico condensa sia dalla canna fumaria che dalla caldaia. Considera questo aggravio di costi sull'installazione + il costo della nuova caldaia. A fronte di un risparmio che se ci dici che puoi accorciare anche la lunghezza dei tubi di collegamento , potrà arrivare al massimo al 15-20 %.
          In più le hai le termostatiche ? Mi pare che siano obbligatorie ora.
          Devi dirci anche quanto spendi all'anno per il pellet.
          Io ti consiglierei di dismettere il pellet anche perchè la stufa se maggiore di 5 Kw va revisionata annualmente. E utilizzare solo gas metano e tenere quello. Poi eventualmente potresti pensare di isolare casa.
          In alternativa se le mandate sono non troppo alte ed il fabbisogno non è troppo alto potresti pensare ad una pompa di calore in modo da non spendere soldi per canna fumaria ed altre opere, utilizzandola anche per acs o, magari, inizialmente solo per riscaldamento e poi metter boiler per ACS quando avrai i soldi per quello. E poi mettere FV quando potrai e risparmiare davvero molto.
          ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

          Commenta


          • #6
            Lucas, immagino che la pellet l'abbia messa da poco per abbassare consumo di gas.... non credo la voglia buttare ora...
            PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

            Commenta


            • #7
              Certo, non lo sappiamo ancora.
              Però dubito l'abbia messa da 2 anni. Il pellet era in voga una decina di anni fa a causa del basso costo del combustile. Si risparmiava anche il 50 %. A oggi direi a spanne che si risparmia il 20 % se tutto va bene, ma forse è meno. Quindi tempi lunghi per ammortare e lavoro in più.
              Premetto, ma lo sapete già, che odio il pellet, in quanto grande fonte di inquinamento per la pianura padana, sistema inefficiente, di scomodissima gestione a causa della movimentazione e stoccaggio combustibile, della scomodità di gestione generatore che va pulito tutte le mattine, della tipica fragilità degli organi meccanici, pulizia canne fumarie e da 3 anni anche bollino curit in lombardia che costa 100 euro all'anno.
              ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
                Se devi cambiarla, cambiala.... altrimenti con quei consumi ti serve a poco buttare caldaia che funziona.

                Usare solo pellet? Magari con solare termico che ti fa acs gratis d'estate.
                Solare termico sarebbe il fotovoltaico?

                Originariamente inviato da Lucas2 Visualizza il messaggio
                685 è la media degli ultimi anni ? o il dato è diverso ?
                Cmq con caldaia nuova a condensazione calcola che avrai bisogno di canna fumaria apposita e scarico condensa sia dalla canna fumaria che dalla caldaia. Considera questo aggravio di costi sull'installazione + il costo della nuova caldaia. A fronte di un risparmio che se ci dici che puoi accorciare anche la lunghezza dei tubi di collegamento , potrà arrivare al massimo al 15-20 %.
                In più le hai le termostatiche ? Mi pare che siano obbligatorie ora.
                Devi dirci anche quanto spendi all'anno per il pellet.
                Io ti consiglierei di dismettere il pellet anche perchè la stufa se maggiore di 5 Kw va revisionata annualmente. E utilizzare solo gas metano e tenere quello. Poi eventualmente potresti pensare di isolare casa.
                In alternativa se le mandate sono non troppo alte ed il fabbisogno non è troppo alto potresti pensare ad una pompa di calore in modo da non spendere soldi per canna fumaria ed altre opere, utilizzandola anche per acs o, magari, inizialmente solo per riscaldamento e poi metter boiler per ACS quando avrai i soldi per quello. E poi mettere FV quando potrai e risparmiare davvero molto.
                Dunque:
                -nell'ultima fattura mia segna 685, guardando anche le vecchie fatture oscilla tra i 600 e i 700 annui, ora son con Blu meta e le fatture sono un pò alte, infatti pensavo di passare a Sorgenia;
                -proverò a sentire l'idraulico per un preventivo sui lavori, comunque è vero che la caldaia a condensazione conviene maggiormente se usassi solo i caloriferi per riscaldare casa?
                -no, non ho le termostatiche;
                -la stufa è più di 5kw e la revisiono tutti gli anni, l'ho presa 6-7 anni fa, e spendo circa 450-550 euro l'anno;
                -in casa dovrei cambiare gli infissi perchè sono di 30anni fa, e anche se hanno i doppi vetri, mi sembra che non isolino abbastanza;

                Riguardo le pompe di calore sono ignorante, mi sono informato adesso tramite google (da quel che vedo vanno a corrente), quindi andrebbero messere in casa con un'unità esterna, di che prezzi si parla?

                Grazie ad entrambi per le risposte.

                Commenta


                • #9
                  Non ci hai detto dove abiti, quanto è grande la casa.
                  Cmq sì, io ti consiglo di usare un solo generatore e di eliminare il pellet, oppure di mettere una stufetta da meno di 5 Kw in modo da scaldare occasionalmente giusto per avere quella botta calda 4 o5 volte al mese ( ma io non la metterei, però vedi tu).
                  A che temperatura manda la caldaia abitualmente ?
                  ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Lucas2 Visualizza il messaggio
                    Non ci hai detto dove abiti, quanto è grande la casa.
                    Cmq sì, io ti consiglo di usare un solo generatore e di eliminare il pellet, oppure di mettere una stufetta da meno di 5 Kw in modo da scaldare occasionalmente giusto per avere quella botta calda 4 o5 volte al mese ( ma io non la metterei, però vedi tu).
                    A che temperatura manda la caldaia abitualmente ?


                    Abito in montagna, in provincia di Bergamo, la casa è di 120 mq.

                    L'ultima domanda non l'ho capita, intendi la temperatura dei caloriferi o proprio della caldaia?

                    Commenta


                    • #11
                      ok siamo della stessa provincia, però dovresti dirci al zona. Un conto è treviglio, un conto poscante, un conto piazza brembana, un conto curno. Montagna ok ma dove ? a parità di gradi giorno esistono zone esposte e zone sempre all'ombra.
                      Per mandata , intendo la mandata dei termosifoni. Ovvero la Temperatura dell'acqua che gira, in mandata specialmente.
                      ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Lucas2 Visualizza il messaggio
                        ...
                        Premetto, ma lo sapete già, che odio il pellet, in quanto grande fonte di inquinamento per la pianura padana, sistema inefficiente, di scomodissima gestione a causa della movimentazione e stoccaggio combustibile, della scomodità di gestione generatore che va pulito tutte le mattine, della tipica fragilità degli organi meccanici, pulizia canne fumarie e da 3 anni anche bollino curit in lombardia che costa 100 euro all'anno.
                        Quello che odi non è il pellet o la biomassa in genere, ma i sistemi a basso rendimento che li trasformano in energia.
                        E su questo credo siamo tutti d'accordo. Però, visto che ci sono anche apparecchi e sistemi molto efficienti e affidabili, la biomassa va tenuta in considerazione tra le innumerevoli opzioni, in base alle necessità.

                        Commenta


                        • #13
                          No, odio i sistemi altamente inquinanti come appunto pellet e simili. E insostenibili su larga scala.
                          Vanno bene dove non è disponibile il metano o non si hanno alternative ad una stufa o sono troppo costose.
                          ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                          Commenta


                          • #14
                            Consigli cambio caldaia da metano a condensazione.

                            l'investimento per un sistema non inquinante a biomassa non lo trovo "troppo costoso" contro GPL o gasolio.

                            Comunque se come in questo caso c'è il metano e vuole aumentare l'efficienza, basta sostituire la caldaia con una condensazione + climatica con sonda ext. Non c'è da fare altre valutazioni, ad oggi il costo del metano combustibile+impianto+manutenzione è il più basso e meno invasivo.
                            La stufa a pellet che inquina, per il bene di tutti meglio se la usa poco
                            Ultima modifica di Ertrag; 23-01-2017, 21:13.

                            Commenta


                            • #15
                              Si ma deve essere non inquinante. E il pellet lo è. O forse crederai alla favoletta che le biomasse non inquinano ? Se tutti usassero il pellet, il legno si esaurirebbe nel giro di pochi anni.
                              L'aternativa è la pdc ma è da valutare su climi molto freddi e senza FV.
                              ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                              Commenta


                              • #16
                                Tutti i sistemi che generano energia producono inquinanti in varia misura e quantità, anche l'alimentazione delle pdc.
                                I gas refrigeranti dovranno essere sostituiti e riciclati. E il contributo RAEE è indice di pericolo per l'ambiente.
                                Dico solo che bisogna impegnarsi a impiegare le migliori tecnologie in ogni ambito.


                                Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da Lucas2 Visualizza il messaggio
                                  ok siamo della stessa provincia, però dovresti dirci al zona. Un conto è treviglio, un conto poscante, un conto piazza brembana, un conto curno. Montagna ok ma dove ? a parità di gradi giorno esistono zone esposte e zone sempre all'ombra.
                                  Per mandata , intendo la mandata dei termosifoni. Ovvero la Temperatura dell'acqua che gira, in mandata specialmente.
                                  Gorno, in Val Seriana, il sole mi arriva a tutte le ore del giorno, infatti son sempre stato tentato dal fotovoltaico, ma quel che mi frena è la grossa spesa iniziale ed i dubbi sulla durata.

                                  La temperatura dovrebbe essere sui 60°, il termostato della caldaia fa le bizze, quindi non sono sicuro al 100%

                                  Commenta


                                  • #18
                                    sween
                                    scusa 120 mq di casa riesci a scaldare tutte le stanze con la stufa a pellet se non è canalizzare o idro

                                    Commenta

                                    Attendi un attimo...
                                    X
                                    TOP100-SOLAR