annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Sostituzione Caldaia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Sostituzione Caldaia

    Ciao a tutti,
    dovendo cambiare la caldaia a gas, ho fatto fare dei preventivi.
    L'impianto attuale ha 12 anni ed ha la distribuzione in rame con impianto a pioggia. Serve una superficie di 140+70mq su due livelli, con 3 bagni di cui due con doccia ed un impianto di riscaldamento a fan coil.
    Il dubbio sulla scelta del preventivo finale riguarda la necessità o meno di un defangatore, di un filtro anticalcare, di uno scarico a muro o al tetto e di un lavaggio dell'impianto.
    Tutti i preventivi, tre per l'esattezza, propongono caldaie da 28.8 / 30 KW.
    Una delle ditte interpellate propone anche una caldaia da 35 KW, a loro dire, più efficace per la superficie interessata.
    Poichè la differenza di costi varia dai 1400€ ai 3800€ chiedo il vostto aiuto per capire quali siano gli elementi da considerare/necessari per raggiungere la scelta finale.

  • #2
    Defangatore -> consigliato, specie se hai i termo in ghisa o in acciaio, altrimenti rischi che si tappi il condensatore e addio all'effetto della condensazione, se hai i termo in alluminio il problema è molto minore.
    Filtro anticalcate -> il dosatore di polifosfati è obbligatorio se la durezza è maggiore di 12°F, comunque allunga la vita dell'impianto. Se metti l'accumulo potresti anche evitarlo.
    Lavaggio -> non farlo sarebbe stupido, il rischio è quello di otturare il condensatore con le morgchie presenti e dire addio alla condensazione
    Scarico -> scaricare a muro oggi si può solo se la caldaia di prima scaricava già a muro, altrimenti deve essere a tetto (l'unica giustificazione accettata è se sei su una cannafumaria ramificata e gli altri condomini non vogliono passare alla condensazione)

    Commenta


    • #3
      Mi intrometto circa il dosatore polifosfati. Qui Francy dice in pratica che per il riscaldamento non è il caso:
      Filtro anticalcare ai polifosfati: come'è? è inquinante? funziona?
      Se così fosse, immagino ciò non valga per impianti a bassa temperatura, giusto? Chiedo perché io ho ancora un sistema convenzionale ad alta temperatura

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da DavideDaSerra Visualizza il messaggio
        Defangatore -> consigliato, specie se hai i termo in ghisa o in acciaio, altrimenti rischi che si tappi il condensatore e addio all'effetto della condensazione, se hai i termo in alluminio il problema è molto minore.
        Filtro anticalcate -> il dosatore di polifosfati è obbligatorio se la durezza è maggiore di 12°F, comunque allunga la vita dell'impianto. Se metti l'accumulo potresti anche evitarlo.
        Lavaggio -> non farlo sarebbe stupido, il rischio è quello di otturare il condensatore con le morgchie presenti e dire addio alla condensazione
        Scarico -> scaricare a muro oggi si può solo se la caldaia di prima scaricava già a muro, altrimenti deve essere a tetto (l'unica giustificazione accettata è se sei su una cannafumaria ramificata e gli altri condomini non vogliono passare alla condensazione)
        Per quale motivo con accumulo si potrebbe evitare ???
        L' addolcitore per legge non può dare acqua inferiore ai 15°, come dire che ci vuole sempre il dosatore di polifosfati.
        saluti

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X
        TOP100-SOLAR