annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Nuova caldaia con modulazione 1:20

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Nuova caldaia con modulazione 1:20

    Buonasera a tutti
    sono nuovo del forum ma da un mese vi seguo appassionatamente, infatti ho appena preso possesso della mia casa con impianto radiante nuovo di zecca.
    Finora non avevo alcuna idea della resa di questi impianti ma in un mese di utilizzo e leggendo molte delle discussioni del forum mi sto facendo una "cultura" sull'argomento.


    La questione è questa:
    la caldaia Sylber Style Condensing 29s installata dal mio idraulico aimè pendola drammaticamente, dai dati tecnici risulta una potenza minima di ben 6Kw, quindi una modulazione di 1:5 circa.


    Inutili quindi i tentativi di impostare la mandata fissa a 30°, si accende per 10 secondi e poi stoppa per 3 minuti. Qualche risultato lo ottengo con la mandata a 38° ma mi rendo conto che non sto sfruttando l'impianto come potrei e sto consumando gas inutilmente.


    Mi sono messo quindi in cerca di modelli di caldaie con modulazioni più ampie e ho rilevato che quasi tutte modulano 1:10 fino a quando non ho trovato questo nuovo modello della Italtherm appena uscito che promette una modulazione 1:20.
    City Top - Italtherm
    prezzo di listino 1520 euro+iva per il modello 25K


    Ho già informato il mio idraulico della mia intenzione di sostituire la Sylber, secondo voi è una scelta giusta?
    Grazie.

  • #2
    Passi da un estremo all'altro
    Basandosi sui dati targa può essere la scelta giusta se resti sulla caldaia a condensazione, ma perché non valuti una pdc aria/acqua? Potrebbe essere ancora 'più giusta'.

    Commenta


    • #3
      Ciao Mirko38,

      ci sono anche le Viessman Vitodens 200W, in commercio da molti anni, che modulano 1:20.

      Comunque concordo con Top, se vuoi cambiare attuale caldaia (magari nuova, se parli di radiante nuovo, anche casa nuova ?) metti una pdc e se un domani metti impianto fotovoltaico (se già non l'hai) il risparmio è massimo

      Commenta


      • #4
        Si sto valutando anche la PDC e il solare perchè la casa è singola, esposta a sud e ho ampi spazi; è una vecchia casa popolare su due piani con terrazzo e giardino e l'ho ristruttarata completamente partendo dal grezzo.
        Ho anche il cappotto da 6 cm, massetto di alta qualità per radiante e anche i mattoni in gres porcellanato si comportano bene.
        Però questo è il primo inverno in cui ci abito e prima di fare altri investimenti vorrei capire bene la dinamica dei consumi.
        In questi giorni ci sono 2°C fuori (strano visto che abito in Puglia a 150m) e la caldaia pur con i suoi pendolamenti consuma circa 9 m3 di metano al giorno, acceso 24H a 38° di mandata, dentro temperatura fissa di 20.5 da termostati.
        Vorrei tenere la mandata fissa a 30° ed escludere i termostati per migliorare confort e consumi ma con questa caldaia è impossibile, per questo vorrei cambiarla.

        Ho visto la Viessmann ma costa ben 2000 euro in più della Italtherm.

        Commenta


        • #5
          Magari li vale... Non mi piace fare l'esterofilo, però devi valutare anche l'affidabilità nel tempo e non so che storico abbia Italtherm.
          Comunque al tuo posto io starei fermo un giro: sei in Puglia, praticamente a metà stagione di riscaldamento, per male che vada spendi comunque poco e ti fai uno storico delle richieste energetiche della casa, poi in autunno rottami la tua caldaia-pacco e la cambi con una pdc prendendo anche il contributo da conto termico.
          Spendere migliaia di euro per cambiare caldaia... Non rientrerai dell'investimento prima di parecchi anni.

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X
          TOP100-SOLAR