Rumore caldaia a condensazione - EnergeticAmbiente.it

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Rumore caldaia a condensazione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Rumore caldaia a condensazione

    Buongiorno a tutti,
    Mi servirebbe il vostro aiuto,recentemente mi hanno installato una nuova caldaia(Buderus CALDAIA A CONDENSAZIONE 24 KW - mod. LOGAMAX PLUS GB062-24 K H V2) installata all'interno di un appartamento,ogni volta che la caldaia parte sia per il riscaldamento sua per la produzione di acqua calda sanitaria,si avverte un fastidioso sibilo non eccessivamente forte ma comunque fastidioso.
    Essendo la prima caldaia a condensazione che possiedo vorrei sapere se è normale, oppure se è un problema,ed in quel caso se e piu probabile sia un problema della caldaia stessa oppure di un errore dell'installazione?
    Grazie a tutti per l'aiuto
    Marco

  • #2
    Le caldaie in partenza e in alcuni range di funzionamento hanno delle fastidiosissime risonanze, che sono "normali". Ad esempio la mia Rotex sotto il 30% di potenza fischia come un treno!
    Per evitare questo dovresti limitare al minimo le accensioni, quindi ti consiglio di scaldare h24.

    Commenta


    • #3
      Ok grazie mille a tutti,vorrà dire che mi ci dovrò abituare

      Commenta


      • #4
        Buongiorno,mi presento,mi chiamo lorenzo
        Ho istallato una caldaia a condensazione della immergas e dopo l'installazione mi sono subito trovato con dei problemi di tiraggio per l'espulsione dei fumi...mi stupisce il fatto che il tubo in dotazione nel set caldaia sia molto più piccolo rispetto al diametro della mia canna fumaria e credo che questo sia un primo problema,non ho capito perchè la casa costruttrice preveda un tubo così sottodimensionato rispetto al diametro della canna fumaria che avevo già per la mia vecchia caldaia..secondo me un diametro molto più ridotto favorisce intasamenti nel tubo e anse dove si accumula l'acqua di condensa che mi porta ripetutamente in blocco la caldaia che non riesce a lavorare correttamente e va spesso in blocco
        Ho sondato il tubo con una classica sonda da idraulico e non si percepiscono intasamenti,scende solo acqua di condensa che evidentemente si era accumulata..gli operai sono già stati sul tetto 2 volte per tirare maggiormente il tubo evitando curvature e provando a modificare il posizionamento ma finora nulla,il problema persiste..ripeto per me il diametro così piccolo del tubo non aiuta di certo..non so se una videoispezione possa dare qualche indicazione,è un tubo di 5 metri che non dovrebbe fare particolari curve a parte quella di partenza..aumentare il diametro del tubo non credo sia possibile dato che è intubato nella parte iniziale nel raccordo di plastica alla caldaia che non ha un diametro molto superiore..incredibile avendo tanto diametro disponibile nella canna fumaria come ci si vada a complicare la vita prevedendo diametri di fabbricazione dei tubi di espulsione fumi così ridotti...è così per tutte le caldaie a condensazione è una peculiarità della immergas? nella mia canna fumaria ci passerebbe un tubo più che doppio del diametro di quello in dotazione..

        Commenta


        • #5
          ah dimenticavo..la caldaia come conseguenza del problema borbotta e stacca continuamente la fiamma..dovrebbe raggiungere i 50 gradi per l'acqua sanitaria e a 20 muore...se stacco il tubo dei fumi invece tira normalissimamente e in un amen raggiunge la temperatura desiderata..il tecnico in base a questa prova ha escluso problemi alla caldaia e incolpato il tiraggio

          Commenta


          • #6
            Ciao Lorenzo,

            Tutte le caldaie a condensazione di potenza domestica (20-35kW) escono con tubo da 80mm che può scendere fino a 60/50mm per tratti un po' più brevi (6-9m contro i 30m circa dell'80). Il bruciatore è a tiraggio forzato a pressione positiva, quindi salvo problemi di aspirazione aria e/o uscita fumi otturata (ma mi sembra che questo non sia il tuo caso) problemi non dovresti averne... Come avviene l'apporto dell'aria di combustione? E' diretta nella stanza? Se si, ci sono aperture / prese d'aria sufficienti a garantire il ricircolo?

            Commenta


            • #7
              purtroppo il tecnico ipotizza proprio un problema di tiraggio dato che staccando il tubo di scarico fumi la caldaia va perfettamente mentre reinserendolo iniziano subito i problemi con incapacità di raggiungere la temperatura sanitaria desiderata..la caldaia invece di raggiungere i 50 gradi impostati arriva a malapena a 20 e poi stacca la fiamma producendo solo acqua fredda...scollegata invece dal tubo fumi raggiunge le temperature massime in un attimo...la presa dell'aria non dovrebbe avere problemi dato che staccando il tubo fumi ma mantenendo quello aria va tutto bene..la condotta dell'aria ha anch'essa una dimensione pari alla condotta dei fumi..abbondantemente superiore al diametro del tubo..la conclusione del tecnico è che o il tubo è intasato o che non sono corrette le curvature..ora la videoispezione dovrebbe chiarire..non so se vi sia anche la necessità di installare un tubo diverso da quello in dotazione mantenendo il diametro..salvo un intasamento totale nel tubo (strano essendo stato montato da poco) che non saprei a cosa imputare non resta che pensare che il tubo si strozzi in qualche curva..non so se si possa provare con un altro tubo di gomma di pari diametro acquistato nuovo e se sono tutti più o meno identici

              Commenta


              • #8
                Ma questo tubo è stato installato seguento le regole della casa e del manuale installazione : lunghezza, curve , etc
                AUTO BANNATO

                Commenta


                • #9
                  il problema è che anche se la videoispezione individuasse una strozzatura o un intasamento che produce condensa eccessiva che soffoca la caldaia ristagnando in qualche ansa non ho più la possibilità di fare alcuna regolazione dal tetto dato che il vicino sopra di me rifiuta l'accesso dal suo lucernaio..ergo toccherà effettuare qualsiasi manovra da sotto..viene voglia di togliere tutto e di procedere a un nuovo inserimento dal basso..

                  Commenta


                  • #10
                    quanto all'installazione a regola d'arte non saprei..tubo inserito dal basso e tirato dall'alto..le curve in plastica sono solo all'attacco della caldaia..poi il tubo grigio sale fino al tetto,fino a spuntare dal comignolo..l'intubazione è stata molto veloce..a mio parere l'hanno mandato su senza incontrare resistenze particolari (ho visto che non hanno faticato) seguendo il percorso della condotta e buonanotte..anche perchè non è stata fatta alcuna videoispezione al momento
                    Il tubo grigio parte dall'ingresso della condotta..ci arrivo con la mano..dall'innesto caldaia ci sono arrivati con 2 curve molto brevi e un altro pezzo corto orizzontale dove è innestato e parte il tubo grigio verso il tetto..ho smontato i pezzi in plastica iniziali,nessun intasamento strano..anche il tecnico immergas non ha fatto obiezioni sul lavoro..intendo dire sulla canalizzazione esterna in plastica fino ad inizio condotta..da lì parte il tubo con percorso da esplorare con videoispezione
                    Ultima modifica di lorenzobi; 23-02-2020, 20:08.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da lorenzobi Visualizza il messaggio
                      quanto all'installazione a regola d'arte non saprei..tubo inserito dal basso e tirato dall'alto..le curve in plastica sono solo all'attacco della caldaia..poi il tubo grigio sale fino al tetto,fino a spuntare dal comignolo..l'intubazione è stata molto veloce..a mio parere l'hanno mandato su senza incontrare resistenze particolari (ho visto che non hanno faticato) seguendo il percorso della condotta e buonanotte..anche perchè non è stata fatta alcuna videoispezione al momento
                      Il tubo grigio parte dall'ingresso della condotta..ci arrivo con la mano..dall'innesto caldaia ci sono arrivati con 2 curve molto brevi e un altro pezzo corto orizzontale dove è innestato e parte il tubo grigio verso il tetto..ho smontato i pezzi in plastica iniziali,nessun intasamento strano..anche il tecnico immergas non ha fatto obiezioni sul lavoro..intendo dire sulla canalizzazione esterna in plastica fino ad inizio condotta..da lì parte il tubo con percorso da esplorare con videoispezione
                      finalmente problema risolto..la condotta di tiraggio a videoispezione è risultata libera,il problema era nella caldaia.si era crepato un tubicino di plastica da pochi euro che non faceva avvertire la differenza di pressione e quindi la caldaia accendeva la fiamma e subito la staccava impedendo il riscaldamento dell'acqua sanitaria..risolto anche il problema del passaggio del tubo di plastica dei fumi della caldaia di diametro 6 nella vecchia condotta di diametro molto più elevato..esiste in commercio un adattatore (in realtà per stufe) circolare con rivestimento esterno in lana di roccia che raccorda il tubo alla condotta incastrandosi perfettamente in quest'ultima e colmando lo spazio vuoto con lo spessore della lana..incredibile che 2 montatori professionali di caldaie non avessero trovato un sistema di raccordo adeguato..per fare aderire il tubo della caldaia (più piccolo) alla condotta (più grande) non avevano trovato di meglio che riempire il vuoto con lo stucco o con polistirolo...l'adattatore che ho trovato invece è perfetto per collegare il tubo dei fumi delle nuove caldaie a condensazione alle vecchie condotte di diametro superiore..tra l'altro grazie al nuovo pezzo ho anche potuto ridurre il numero di curve dalla caldaia alla condotta ottenendo una inclinazione migliore di quelle precedenti..risultato ora la caldaia va benissimo e se devessi nuovamente ispezionare la condotta dei fumi non devo come prima rimuovere materiali di riempimento improvvisati ma semplicemente staccare e riattaccare il mio adattatore,,trovato a leroy merlin per 27 euro..i 2 montatori che si sono alternati a valutare i miei problemi per me manco sapevano che esistesse date le soluzioni raffazzonate con cui si sono arrangiati,.per fortuna almeno il tecnico della caldaia si è accorto al secondo tentativo del tubicino crepato..giusto sul finire del secondo intervento..nel primo aveva dato la colpa alla ostruzione della condotta..all'evidenza che era libera come provava la videoispezione prima di accorgersi della crepa nel tubo proprio mentre stava per andarsene stava di nuovo per dare la colpa ad altro..se la condotta è libera sarà sbagliata qualche inclinazione..poi finalmente,,un attimo..ho visto ora..c'è un tubo crepato..se lo vedevi prima mi risparmiavo i soldi della videoispezione..

                      Commenta

                      Attendi un attimo...
                      X