annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Caldaia spenta e accessa o accesa bassa?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Caldaia spenta e accessa o accesa bassa?

    Buongiorno a tutti,

    ho provato a cercare ma senza troppa fortuna. Ho una parte della casa, circa 50 mq, che affitto nel weekend, gestita con una caldaia autonoma dal resto della casa, ahimè a GPL.
    Mi serve che questa parte di casa sia calda (18-19 gradi) il sabato e la domenica. Siamo nel nord del Piemonte, 700mslm, fa piuttosto freddo e quella parte di casa non ha un grande isolamento.

    Detto questo, le opzioni sono due:

    -finora spegnevo la caldaia la domenica, la temperatura della casa andava verso 8-9° circa in questa stagione, e poi la riaccendevo il venerdì sera. Normalmente il sabato pomeriggio era calda.
    - opzione 2 tenerla accesa tutta la settimana, magari a 12-13°?

    Qual è il calcolo da fare?
    Grazie

    Visto il costo assurdo del gpl, m chiedevo quale fosse la soluzione migliore in termini di risparmio.

  • #2
    Visto il costo assurdo del gpl.. ti conviene lavorare sull'isolamento

    Il calcolo che devi fare è quanta energia termica ti serve a portare la casa in temperatura, quanta invece ti serve per mantenere in temperatura la casa e poi fare un confronto. E' un calcolo complesso sia il primo che il secondo. Per il primo però non ti serve fare un calcolo, basta che misuri quanto gpl usi. Per il secondo, il calcolo è complicato dal fatto che la temperatura esterna è variabile.

    Ho un parente che da quando è in pensione fa la stessa cosa in Valle d'Aosta. Mi spiace dirlo.. ma lui quando affitta carica di legna la stufa e lascia scaldare poi avvia il riscaldamento a termosifoni.
    La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

    Commenta


    • #3
      Il problema è che ti serve quella temperatura solo nei weekend. Credo che per le dimensioni (50mq) e l'esigenza che descrivi, una pompa di calore sarebbe la soluzione più comoda ed economica.
      Non hai il tempo di scaldare tutta la massa (pareti e mobili), puoi lavorare sul riscaldamento dell'aria solo per il tempo che serve ed ovviamente può essere fatto anche con la caldaia ma, per mia esperienza, in modo meno efficiente e terribilmente dispendioso.

      Commenta


      • #4
        Io metterei pompa di calore (detrazione al 65%) e ove possibile in abbinata al fotovoltaico.
        Per far arrivare a temperatura io normalmente accendo la pdc quando la temperatura esterna è più calda perché il grosso dei consumi ce l’hai per arrivare a temperatura ma una volta raggiunta consumerà pochissimo.
        Pur rimanendo accesa più ore consumo meno...
        FV: 4.68 kwp - 13 PANNELLI SunPower X22 - 360wp - inverter ABB UNO-DM 4 - azimuth = 10 - tilt = 15° - dal 15/02/2019 - Penta-split Daikin Stylish con gas R32 (25+25+25+25+42) dal 31/10/2018 http://pvoutput.org/list.jsp?id=73607

        Commenta

        Attendi un attimo...
        X
        TOP100-SOLAR