annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Aiuto per aumentare l'efficienza del mio impianto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Aiuto per aumentare l'efficienza del mio impianto

    Buongiorno a tutti, vi leggo da tempo per farmi un'idea su come regolare al meglio il mio impianto di riscaldamento e questo è il mio primo post. Spero possiate aiutarmi a migliorare l'efficienza del mio impianto.
    La mia è un abitazione su due livelli. Radiatori in acciaio, caldaia Ariston Class B premium a condensazione 30kw. Separatore idraulico con circolatore dab inverter. Due zone, giorno e notte con due cronotermostati che comandano le due valvole di zona e danno accensione alla caldaia ed al circolatore.
    Attualmente ho una temperature fissa a 75 gradi. Ore di funzionamento 7-8 e 19-23 con temperatura soglia minima tutto il giorno 16 gradi.

    L'abitazione è una bivilla, quindi esposta su 3 lati, mediamente isolata. Non posso fare opere di isolamento.

    Da quanto ho capito, il primo passo da fare sarebbe quello di acquistare una sonda esterna e passare alla modalità automatica e qui sorgono i primi dubbi... devo acquistare solo quella o è necessario anche un pannello di controllo? questo si aggiunge o si sostituisce ai cronotermostati?

    Grazie

  • #2
    a 75g di mandata la condensazione è prossima o pari a zero
    Winter is coming
    https://monitoringpublic.solaredge.c...006#/dashboard

    Commenta


    • #3
      Io non ho sonda esterna sulla mia caldaia a condensazione, in Vailant mi hanno chiesto 400 euro per l’installazione, in pratica devono integrare una centralina in caldaia oltre all’installazione della sonda.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio
        a 75g di mandata la condensazione è prossima o pari a zero
        Lo so, per questo ho aperto questo post!

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da MarcelloF Visualizza il messaggio
          Io non ho sonda esterna sulla mia caldaia a condensazione, in Vailant mi hanno chiesto 400 euro per l’installazione, in pratica devono integrare una centralina in caldaia oltre all’installazione della sonda.
          Ma cosa c’entra con il mio post? Eliminate per favore!

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da marcopilone Visualizza il messaggio
            Ma cosa c’entra con il mio post? Eliminate per favore!
            Volevo contribuire ma non ha importanza.

            Commenta


            • #7
              Anche senza sonda, inizia ad impostare 45 come temperatura di mandata, ovviamente prolungando la durata del periodo di comfort.

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Top Visualizza il messaggio
                Anche senza sonda, inizia ad impostare 45 come temperatura di mandata, ovviamente prolungando la durata del periodo di comfort.
                45 gradi con radiatori in acciaio non credo abbia senso. Avrei acqua a 36/38 max... non sarebbero nemmeno tiepidi.

                Commenta


                • #9
                  Hai provato, prima di sentenziare? In casa mia ci sono 21°C, temperatura di mandata 41°C, temperatura esterna -2°C. Caloriferi in ghisa/acciaio.
                  Se mandi a 45, i caloriferi avranno una temperatura media di 42, cioè 20°C abbondanti sopra la temperatura ambiente.
                  Scaldano, eccome se scaldano, devi solo superare il blocco psicologico.

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Top Visualizza il messaggio
                    Hai provato, prima di sentenziare? In casa mia ci sono 21°C, temperatura di mandata 41°C, temperatura esterna -2°C. Caloriferi in ghisa/acciaio.
                    Se mandi a 45, i caloriferi avranno una temperatura media di 42, cioè 20°C abbondanti sopra la temperatura ambiente.
                    Scaldano, eccome se scaldano, devi solo superare il blocco psicologico.
                    Quindi da 75: 7-8 e 19-23 dovrei passare a 45 con che fasce orarie?

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da marcopilone Visualizza il messaggio
                      45 gradi con radiatori in acciaio non credo abbia senso. Avrei acqua a 36/38 max... non sarebbero nemmeno tiepidi.
                      Comincia a scendere di 5gradi per volta...aumenta le ore di conseguenza, lascia impostazione per almeno 2o3 giorni che si assesta,
                      poi abbassi di altri 5gradi e via..fino a 45g di mandata
                      Winter is coming
                      https://monitoringpublic.solaredge.c...006#/dashboard

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da marcopilone Visualizza il messaggio
                        Quindi da 75: 7-8 e 19-23 dovrei passare a 45 con che fasce orarie?
                        Allora, partiamo da un presupposto: attualmente tu vivi una casa fredda, che probabilmente diventa tiepida quando è ora di coricarsi. Il sistema è poco efficiente, nel senso che il comfort è scarso, ma i consumi in valore assoluto non possono essere alti, dato che riscaldi poco.
                        Se miri a risparmiare ulteriormente, ti resta solo da scaldare ancora di meno.
                        Se miri a stare meglio senza incrementare i consumi -o incrementandoli di poco-, allora devi riscaldare più a lungo e lasciar raffreddare meno la casa, 16°C sono temperature da cantina.
                        Quanto più a lungo? Impossibile risponderti senza sapere dove abiti e come è isolata casa tua; fai una prova come ti è stato consigliato e poi deciderai se 'ne varrà la pena'. Solo una cosa: non guardare i consumi mentre lasci che la casa si assesti, per scaldarla tutta (pavimenti, pareti, mobili,...) anche solo di 1°C serve tempo ed energia, che deve fornire la tua caldaia.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da marcopilone Visualizza il messaggio
                          ....
                          Da quanto ho capito, il primo passo da fare sarebbe quello di acquistare una sonda esterna e passare alla modalità automatica e qui sorgono i primi dubbi... devo acquistare solo quella o è necessario anche un pannello di controllo? questo si aggiunge o si sostituisce ai cronotermostati?
                          Il primo passo per cosa? Consumare meno? Stare in un ambiente più confortevole?

                          Per l'installazione della sonda dipende dalla caldaia...
                          la mia Immergas, è bastata la sonda, quella di MarcelloF (che hai silurato..) a quanto pare no, per la tua ci sarà scritto sul manuale, hai provato a leggere se ne parla?

                          Hai disgiuntore idraulico, quindi forse dovrai tenere un po' più di 45 gradi, fai le prove suggerite, ma sappi che se non sei disposto a cambiare modo di riscaldare (meno calore per più tempo), la sonda non ti serve.

                          edit: sul web si trova solo il modello class b premium evo. Leggi pag 14.

                          https://www.ariston.com/cms/s3Downlo...MIUM%20EVO.pdf
                          Immergas Victrix 26 Plus & Inox sol 300 (3,7 m2) x 110 m2 - zona E - 2.559 gg
                          2,9 kWp SolarWatt Blue 60P (7x260+4x270) su SE 3000 ( Sud -2°, Inclinazione 12°)

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio
                            Comincia a scendere di 5gradi per volta...aumenta le ore di conseguenza, lascia impostazione per almeno 2o3 giorni che si assesta,
                            poi abbassi di altri 5gradi e via..fino a 45g di mandata
                            Quindi tu mi consigli di continuare ad usare la caldaia a temperatura fissa e non in auto

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Top Visualizza il messaggio
                              Allora, partiamo da un presupposto: attualmente tu vivi una casa fredda, che probabilmente diventa tiepida quando è ora di coricarsi. Il sistema è poco efficiente, nel senso che il comfort è scarso, ma i consumi in valore assoluto non possono essere alti, dato che riscaldi poco.
                              Se miri a risparmiare ulteriormente, ti resta solo da scaldare ancora di meno.
                              Se miri a stare meglio senza incrementare i consumi -o incrementandoli di poco-, allora devi riscaldare più a lungo e lasciar raffreddare meno la casa, 16°C sono temperature da cantina.
                              Quanto più a lungo? Impossibile risponderti senza sapere dove abiti e come è isolata casa tua; fai una prova come ti è stato consigliato e poi deciderai se 'ne varrà la pena'. Solo una cosa: non guardare i consumi mentre lasci che la casa si assesti, per scaldarla tutta (pavimenti, pareti, mobili,...) anche solo di 1°C serve tempo ed energia, che deve fornire la tua caldaia.
                              Hai centrato l’obiettivo. Per me migliorare l’efficienza significa consumare uguale, ma star meglio.
                              Ma forse sono stato poco chiaro io nel mio post.

                              Fermo questo obiettivo, quello che mi chiedevo prima di iniziate è appunto lavorare a temperatura fissa o usate la caldaia in modalità auto. In questa seconda ipotesi cosa e come dovrei fare?

                              Commenta


                              • #16
                                Per andare in modalità auto, devi acquistare ed installare qualcosa (cosa esattamente, dipende dalla tua caldaia); per provare se la nuova modalità ti soddisfa invece, ti basta abbassare la temperatura di mandata ed allungare tempi di riscaldamento e temperature obiettivo, cosa che fai in 3 minuti.
                                Prima provi, a costo zero, poi semmai modifichi l' impianto.

                                Commenta


                                • #17
                                  Originariamente inviato da marcopilone Visualizza il messaggio
                                  Attualmente ho una temperature fissa a 75 gradi. Ore di funzionamento 7-8 e 19-23 con temperatura soglia minima tutto il giorno 16 gradi.
                                  Classico sistema per scaldare i radiatori ma non l'ambiente , se tieni 16 tutto il giorno avrai problemi anche di muffa ?

                                  La sonda esterna le caldaie la possono già montare , non mi sembra che servano unità esterne , basta connetterla ai morsetti , normalmente costano sui 30€
                                  AUTO BANNATO

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                    Classico sistema per scaldare i radiatori ma non l'ambiente , se tieni 16 tutto il giorno avrai problemi anche di muffa ?

                                    La sonda esterna le caldaie la possono già montare , non mi sembra che servano unità esterne , basta connetterla ai morsetti , normalmente costano sui 30€
                                    Esattamente, scaldo i radiatori e non l’ambiente!
                                    Procedendo per step, quale dovrebbe essere la temperatura minima da mantenere in casa? Meglio una fissa o una per giorno e notte? Parlo sempre di temperatura minima (soglia).

                                    considerate sempre che l’abitazione è una bivilla ed io sono in casa sveglio 7-8 e 19-23. Quindi ok le regole empiriche ma poi dovrei adattarle alla mia vita.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Non hai scritto che temperatura hai effettivamente in casa , immagino che accendere alle 19 , non hai 19-20° subito , forse quando vai a letto ?
                                      te lo hanno già detto abbassa la mandata e allunga i tempi, se vivi la casa dalle 19 alle 23 non puoi accendere alle 19 , lo devi fare 2-3ore prima per dare tempo all'ambiente di scaldarsi .... lo stesso la mattina
                                      AUTO BANNATO

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                        Non hai scritto che temperatura hai effettivamente in casa , immagino che accendere alle 19 , non hai 19-20° subito , forse quando vai a letto ?
                                        te lo hanno già detto abbassa la mandata e allunga i tempi, se vivi la casa dalle 19 alle 23 non puoi accendere alle 19 , lo devi fare 2-3ore prima per dare tempo all'ambiente di scaldarsi .... lo stesso la mattina
                                        L’ho scritto, ho soglia minima 16 e prendo circa un grado l’ora... quindi si arrivo a 19.
                                        Da oggi abbasso i gradi ed allungo il tempo, ma la soglia minima la lascio sempre a 16?

                                        65 gradi, soglia minima 16: 6-8 e 18-23

                                        Se l’obiettivo è arrivare ad almeno 55 gradi (considerando che ho il separatore idraulico) non credo che con una soglia minima di 16 gradi riesco a scaldare no?

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Dipende sempre da te , se vuoi avere i 19° alle 19 devi accendere 3ore prima , se vuoi stare al freddo e avere 19 alle 23 , lascia come è ora... se abbassi naturale che devi allungare i tempi , poi non hai consderato esterna se hai 0° fuori ci metterai più che se hai 10.....
                                          AUTO BANNATO

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                            Dipende sempre da te , se vuoi avere i 19° alle 19 devi accendere 3ore prima , se vuoi stare al freddo e avere 19 alle 23 , lascia come è ora... se abbassi naturale che devi allungare i tempi , poi non hai consderato esterna se hai 0° fuori ci metterai più che se hai 10.....

                                            Questo mi è chiaro, quello che non so valutare da punto di vista solo dei consumi e quindi non del confort è la soglia minima. cerco di spiegarmi al meglio.
                                            Fermo restando sempre la mia presenza in casa 7-8 e 19-23 è meglio?

                                            soglia minima 16 ed accendere 3 ore prima?
                                            soglia minima 14 ed accendere 5 ore prima?
                                            soglia minima 17 ed accendere 2 ore prima?

                                            sono cose difficili da calcolare...
                                            17 gradi per 15 ore e 20 per 9 fa consumare più o meno che avere
                                            16 gradi per 13 ore e 20 per 11?

                                            è impossibile anche fare delle prove perché ci vogliono giorni di adattamento, la temperatura esterne influisce, gennaio non è come febbraio ecc. quindi andare a leggere i mc consumati di gas non ha un senso.

                                            per questo il mio dubbio è sulla temperatura minima soglia, poi da quella come procedere mi è chiaro!

                                            Commenta


                                            • #23
                                              A questo punto dovresti aggiungere due informazioni: dove vivi (gradi giorno) e quanto consumi in media.
                                              Io comunque in un'abitazione non farei mai scendere la temperatura sotto i 18 gradi: vero e che sembra di sprecare, ma quello che risparmi di notte poi lo bruci di giorno, per prendere 1°C all'ora hai di sicuro la caldaia sempre al massimo. Considera sempre che sono meglio 4h al 25% che 1h al 100%, da qualsiasi punto di vista la guardi (comfort ed efficienza).
                                              Minima 18, massima 20, accendi almeno 2h ore prima di quando inizi a vivere la casa, mandata a 50°C. Ultima offerta

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da Top Visualizza il messaggio
                                                A questo punto dovresti aggiungere due informazioni: dove vivi (gradi giorno) e quanto consumi in media.
                                                Io comunque in un'abitazione non farei mai scendere la temperatura sotto i 18 gradi: vero e che sembra di sprecare, ma quello che risparmi di notte poi lo bruci di giorno, per prendere 1°C all'ora hai di sicuro la caldaia sempre al massimo. Considera sempre che sono meglio 4h al 25% che 1h al 100%, da qualsiasi punto di vista la guardi (comfort ed efficienza).

                                                Vivo in Puglia, 300 mt sul livello del mare. Quindi gennaio e febbraio sono da minima 0 massima 13
                                                Minima 18, massima 20, accendi almeno 2h ore prima di quando inizi a vivere la casa, mandata a 50°C. Ultima offerta

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Su una cosa comunque hai ragione: impossibile valutare esattamente i consumi, troppa inerzia e troppe variabili indipendenti. Ergo, concentrati sul comfort, poi a regime vedrai se e quanto ti è costato.
                                                  Ultima cosa: nei week end cosa fai? Sempre fuori casa o lasci 19 tutto il giorno?

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Puglia, ci avrei giurato: solo chi non ha davvero bisogno di riscaldare (che fortuna! tutta invidia, sia chiaro) si riscalda ancora come se avesse un camino al posto dei radiatori.
                                                    Con 13 di massima, anche se tieni 18 di minima in casa, cosa vuoi spendere? Forse 50 cent al giorno in più... Vale la pena stare al freddo?

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da Top Visualizza il messaggio
                                                      Su una cosa comunque hai ragione: impossibile valutare esattamente i consumi, troppa inerzia e troppe variabili indipendenti. Ergo, concentrati sul comfort, poi a regime vedrai se e quanto ti è costato.
                                                      Ultima cosa: nei week end cosa fai? Sempre fuori casa o lasci 19 tutto il giorno?
                                                      Nel we accendo manualmente a seconda della mia presenza in casa

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Originariamente inviato da Top Visualizza il messaggio
                                                        Puglia, ci avrei giurato: solo chi non ha davvero bisogno di riscaldare (che fortuna! tutta invidia, sia chiaro) si riscalda ancora come se avesse un camino al posto dei radiatori.
                                                        Con 13 di massima, anche se tieni 18 di minima in casa, cosa vuoi spendere? Forse 50 cent al giorno in più... Vale la pena stare al freddo?
                                                        Eh ma noi abbiamo molto bisogno di raffrescare ??????
                                                        Ho impostato la caldaia a 50 e soglia minima 17, appena si stabilizza salgo a 18!
                                                        Vediamo come va, domani che è 1 segno anche i mc del contatore!

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          A regime, in te toglierei anche il separatore idraulico ed il circolatore di rilancio... Solo energia elettrica sprecata..

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da Top Visualizza il messaggio
                                                            A regime, in te toglierei anche il separatore idraulico ed il circolatore di rilancio... Solo energia elettrica sprecata..
                                                            Perché? Il circolatore di rilancio inverter su una casa di 200 mq non è più efficiente?

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR