annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Perdita di pressione in caldaia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Perdita di pressione in caldaia

    Buonasera e buon anno a tutti,
    vi scrivo poiché è da qualche giorno che ho una perdita di pressione nella caldaia della mia abitazione. La caldaia è del tipo a condensazione e normalmente mantiene una pressione di 1,5 bar. Tuttavia da qualche giorno la pressione scende senza che venga usata. Alla ricerca del problema ho notato che chiudendo le valvole di andata e ritorno situate sotto la caldaia la pressione resta costante. Dopo qualche ora che la pressione non cala decido di aprire la mandata e tutto sembra normale ma non appena apro il ritorno si sente rumore di acqua circolare ed esce un po' d'acqua da un cappellotto posto sulla sommità del circolatore. La pressione crolla a 0,2 bar per poi rialzarsi subito dopo a 0,4 bar. Avevo pensato ad una perdita nel circuito ma questo comportamento non me lo so spiegare. Qualcuno avrebbe qualche idea?

  • #2
    Ciao, metti per lo meno una foto di questo "cappellotto". Probabilmente c'è un pezzo che perde o trafila. nel 99 % dei casi è così. Per altro è una fortuna che sia dentro la caldaia. In questo modo l'intervento di riparazione sarà veloce e "poco" costoso.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

    Commenta


    • #3
      Ciao, domani cerco di mettere una foto del pezzo in questione. Aggiungo che questa perdita da questo cappellotto avviene solo nelle seguenti condizioni: carico acqua in caldaia fino ad 1,5 bar con la mandata ed il ritorno del riscaldamento chiuse. aspetto un po' (almeno mezz'oretta) e poi apro il ritorno del circuito termosifoni. Non appena apro la valvola c'è questa lieve perdita. Se apro la valvola subito dopo aver portato in pressione, la pressione cala subito ma dalla caldaia non esce acqua. Inoltre se accendo i riscaldamenti, dopo 1/1,5 ore si spengono perché la caldaia va in blocco causa bassa pressione... ma acqua a terra non ce n'è. Dove va a finire tutta l'acqua che carico non lo capisco

      Commenta


      • #4
        Rieccomi, ho fatto una foto del "cappellotto". L'acqua esce da un piccolo buco posto sulla parte laterale alta di tale tappetto. Non si vede in foto perché è rivolto verso il muro e quindi non ho modo di fotografarlo. Ma questo tappo a che serve? E' per spurgare la pompa?Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_0760.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 1.14 MB 
ID: 1972502

        Commenta


        • #5
          Si, dovrebbe essere lo spurgo pompa. Sicuro che non sia lo scambiatore bucato ? Oppure perdita occulta nel circuito. A che T mandi normalmente ?
          ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

          Commenta


          • #6
            Sono sicuro. ho visto l'acqua uscire chiaramente da quel tappo. La perdite nel circuito è quella che mi preoccupa ma non vedo tracce di umidità da nessuna parte. Mando a 70 gradi

            Commenta


            • #7
              A me una di quelle valvole di plastica si è rotta sulla linea del solare, e infatti mi usciva acqua da lì. Vedi con l’assistenza se si può cambiare con una metallica. Però dovrebbero vedersi dei residui di perdita, un minimo di calcare.... sembra tutto pulito....
              PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

              Commenta


              • #8
                E' tutto pulito perché la quantità d'acqua che esce è poca rispetto a quella che carico ed esce con una pressione sufficientemente alta che anziché gocciolare schizza nel muro.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da smartlover Visualizza il messaggio
                  Sono sicuro. ho visto l'acqua uscire chiaramente da quel tappo. La perdite nel circuito è quella che mi preoccupa ma non vedo tracce di umidità da nessuna parte. Mando a 70 gradi
                  non deve uscire acqua dal quella valvola, ecco perché perde pressione. è la valvola di spurgo aria, quando si danneggia fa quel difetto.

                  Commenta


                  • #10
                    Per prima cosa farei uno spurgo di tutti i caloriferi.
                    Se non esce aria da nessun calorifero, procederei a cambiare il "cappellotto"

                    Mando a 70 gradi
                    è tanto per una caldaia a condensazione!
                    Impianto FV parzialmente integrato 2,3 kWp Sharp + inverter Power One; azimut -62°, tilt 25° GPS 45.8, 9.3
                    Allaccio: 30/09/2011 (IV CE); mie produzioni su pvoutput

                    Commenta


                    • #11
                      Per rispondere a woba: ho notato, però, che il quantitativo di acqua che faccio entrare quando metto in pressione è superiore rispetto a quello che esce da quella valvola. Quindi il mio dubbio è: dove va a finere il resto dell'acqua?
                      Per rispondere a trap5: ho già spurgato tutti i caloriferi ma la situazione non cambia. Inoltre ho notato che un termosifone si riempie più spesso di aria. Ma quest'aria da dove arriva?

                      Commenta


                      • #12
                        Buongiorno a tutti, nell'attesa del tecnico, viste le ultime temperature notturne, ieri sera ho acceso comunque i termosifoni poiché nelle camere c'erano 14°C . Risultato? Hanno funzionato per quasi 2 ore ma durante il funzionamento la pressione in caldaia diminuiva col passare del tempo senza che vi fosse alcuna perdita d'acqua. Quando la pressione ha raggiunto 0,5 bar la caldaia si è spenta ed è andata in blocco per bassa pressione.

                        Commenta


                        • #13
                          Scusami , quando chiudi dalla caldaia e la pressione rimane costante vuol dire che la perdita è nel circuito riscaldamento a monte, poi quando riapri è ovvio che entri un pò d'aria e lo sfiato faccia il suo lavoro, da come scrivi la perdita non è nella caldaia ma a giro per il circuito, sei sicuro che nessun radiatore o tubo perda perda ?
                          Quegli spurghi però non dovrebbero perdere acqua , molto probabile sia arrivato un bruscolino di qualcosa che impedisce di chiudersi
                          AUTO BANNATO

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da smartlover Visualizza il messaggio
                            Per rispondere a woba: ho notato, però, che il quantitativo di acqua che faccio entrare quando metto in pressione è superiore rispetto a quello che esce da quella valvola. Quindi il mio dubbio è: dove va a finere il resto dell'acqua?
                            Per rispondere a trap5: ho già spurgato tutti i caloriferi ma la situazione non cambia. Inoltre ho notato che un termosifone si riempie più spesso di aria. Ma quest'aria da dove arriva?
                            La valvolina di spurgo automatico posta sulla pompa non deve far uscire acqua, ma solo aria intrappolata nella pompa.Credo si possa sostituire, senza dover cambiare tutta la pompa, ci saranno delle mebrane, comunque in emergenza puoi chiuderla in attesa che arrivi il tecnico.
                            la perdita di pressione puo' essere dovuta sia alla valvola di spurgo, sia al vaso d'espansione rotto, che prima perde pressione (aria) e la scarica nell'impianto e poi inizia a riempirsi d'acqua fino a perdere completamente la sua funzione, a qual punto l'impianto lavorera' in sovrapressione e superati i 3 Bar avrai fuoriuscita d'acqua dalla valvola di sicurezza della caldaia.
                            Per me hai 2 problemi distinti, nulla di irrisolvibile.
                            Che marca e modello di caldaia hai?
                            quanti termosifoni?
                            che temperatura imposti sulla caldaia?

                            Commenta


                            • #15
                              Se provi a spurgare ancora dai caloriferi esce ancora dell'aria?
                              Impianto FV parzialmente integrato 2,3 kWp Sharp + inverter Power One; azimut -62°, tilt 25° GPS 45.8, 9.3
                              Allaccio: 30/09/2011 (IV CE); mie produzioni su pvoutput

                              Commenta


                              • #16
                                Scusate ma no so fare più quote con un unico post quindi procedo così:
                                per spider61: anche io ho il forte presentimento che ci sia una perdita nell'impianto. Acqua dai caloriferi non ne esce, se ci sia una perdita nei tubi sotto terra e nelle pareti non lo so ma penso che qualcosa dovrebbe intravedersi qualche macchia o sbaglio?
                                per woba: onestamente non ho fatto caso se da quella valvola esca anche aria ma una cosa è certa: la quantità d'acqua che fa uscire è molto minore a quella che immetto quando mando in pressione. La caldaia è una Termet Eco Condens Silver Plus. Gli elementi sono 12 di diversa grandezza di cui 2 in acciaio, 1 in alluminio e 9 in ghisa più un ventilconvettore. Mando a 70°C in questo periodo ma per ridurre la velocità di diminuzione della pressione ho abbassato momentaneamente a 60°C.
                                Per trap5: fino a ieri spurgavo spurgavo un termosifone (il più vicino al punto di diramazione dove ci sono i collettori di ogni termosifone presente in casa) dove tendenzialmente si accumula l'aria. Oggi non è stato necessario farlo.
                                Aggiungo per completezza quella che penso sia una anomalia che c'è sempre stata da quando hanno installato questa nuova caldaia ma che non abbia a che fare con la situazione di questi ultimi giorni. Con una temperatura di mandata di 70°C devo tenere la pressione a 0,8 bar altrimenti, durante il funzionamento, supera i 2,8 bar e va in protezione. Non penso che sia un comportamento normale avere questo incremento di pressione.

                                Commenta


                                • #17
                                  Se caldaia nuova dovrebbero rimettertela loro , sembra abbia problemi anche col vaso espansione , ma lo hanno caricato alla giusta pressione e non è che ti sfiati anche la valvola di sicurezza oltre al diseareatore ? perchè sia lo sfiato che la valvola se funzionano troppo poi si può formare un granello di calcare , che non fà più chiudere e perdono ..... nella scatola collettori hai perdite , a volte basta un pò di umidità tocca tutti i raccordi nelle giunzioni e vedi se ti rimane dell'umidità nelle mani....
                                  AUTO BANNATO

                                  Commenta


                                  • #18
                                    vedrai che è al 99.9% è il vaso di espansione.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da spider61 Visualizza il messaggio
                                      nella scatola collettori hai perdite , a volte basta un pò di umidità tocca tutti i raccordi nelle giunzioni e vedi se ti rimane dell'umidità nelle mani....
                                      Ho controllato più volte sia i caloriferi che le scatole di derivazione e non c'è traccia d'acqua. Secondo me, se c'è una perdita, è nei tubi sotto terra perché se fosse nelle pareti si vedrebbe qualcosa dopo tutti questi giorni.

                                      Se fosse il vaso di espansione però non dovrei caricare tutta quest'acqua perché andrebbe in pressione all'istante e sempre all'istante la pressione crollerebbe.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        mi dispiace ma ti è partito' il vaso di espansione , è un problema comune x le caldaie con un vaso di piccole dimensioni ed il tuo è di Appena 6 litri che deve lavorare su un elevato volume di acqua dato da due piani di casa e 12 radiatori e pure ad altra temperatura, quindi nelle peggiori delle condizioni. Anche il nuovo vaso sarà destinato a fare la stessa fine salvo metterne uno esterno alla caldaia di volume adeguato.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          eh infatti, anche io avevo il sospetto che questo vaso fosse sottodimensionato dati gli sbalzi di pressione che ci sono sempre stati quando accendevo i riscaldamenti.
                                          Riporto quello che leggo nel manuale utente:
                                          "Le caldaie descritte in queste istruzioni possono essere collegate all’impianto del sistema centralizzato con capacità max. di 105 litri. E’ ammesso il montaggio nell’impianto di una capacità maggiore, dopo l’adozione di un vaso di raccoglimento aggiuntivo. La scelta del vaso di raccoglimento con capacità adeguata all’impianto dell’acqua deve
                                          essere realizzato da un esperto in accordo alle regole vigenti."
                                          Io sono ignorante in materia ma penso che per vaso di raccoglimento intenda il vaso di espansione. Tuttavia non so se è effettivamente sottodimensionato poiché non so se nel mio impianto ci sono più o meno di 105 litri d'acqua.
                                          Aggiungo un ultimo dubbio dato che siete così gentili: ma se il problema fosse il vaso di espansione perchè se escludo l'impianto di riscaldamento (e uso la caldaia solo per acs) funziona tutto regolarmente?

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Gli elementi sono 12 di diversa grandezza di cui 2 in acciaio, 1 in alluminio e 9 in ghisa più un ventilconvettore.
                                            come elementi intendi radiatori ? metti interasse e numero di elementi di ogni radiatore che si può calcolare a spanne quanta acqua hai in impianto.... comunque con le T che mandi 6lt. sono pochi , vanno bene per una 50lt mandati a 50-55°
                                            vedi qui Vasi d’espansione per applicazioni con sistemi di riscaldamento a circuito chiuso - Zilmet se metto come dici 105lt a 70° vuole un vaso di espansione si 16lt , se mandi a 70 ti aumenta pressione è il vaso di espansione piccolo e immagino sfiati la valvola di sicurezza che dovrebbe essere 3bar ?
                                            AUTO BANNATO

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Scusa, ieri ho contato male. I caloriferi sono 13 più un ventilconvettore (10 in ghisa, 2 in acciaio ed uno in alluminio).
                                              Le dimensioni sono le seguenti:
                                              2 caloriferi in acciaio: sono del tipo a scalda salviette altri entrambi 1,50m ca.
                                              1 calorifero in alluminio da 4 elementi
                                              1 calorifero in ghisa da 9 elementi
                                              1 " " da 13 elementi
                                              2 " " da 7 elementi
                                              3 " " da 10 elementi
                                              1 " " da 4 elementi
                                              1 " " da 11 elementi
                                              1 ventilconvettore di dimensioni standard.
                                              La caldaia è situata in un locale a parte distante circa 15 metri dalla casa. La casa ha un piano da 150 mq ed una mansarda da 30 mq.
                                              Secondo te quanta acqua può esserci nell'impianto?
                                              edit: ho usato il sito che hai linkato ma mettendo i seguenti paramentri:
                                              pressione in precarica: 1 bar
                                              pressione di taratura della valvola di sicurezza: 3 bar
                                              dislivello: 0 m
                                              volume totale dell'acqua nell'impianto: 105 lt
                                              temperatura di esercizio: 70°C
                                              %di glicole antigelo: 0%
                                              mi da un valore di 5.7 lt

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Devi scrivere anche interasse e larghezza er quelli in ghisa visto che esistono da 2 a 6 colonne di profondità e hanno un bel contenuto di acqua

                                                a spanne dai cataloghi :
                                                scaldasalviette 5lt x 2
                                                alluminio 2lt
                                                ma i 54 elementi in ghisa possono avere da 0,5 a 1,5 a elemento si và da 25 a 75lt. di contenuto , più tubazioni collettore etc...

                                                mediando senza sapere dimensioni e interasse hai almeno 70-80litri di acqua in circolo.....

                                                per un calcolo preciso trovati le schede dei tuoi radiatori o simili , per esempio hai questi https://www.schede-tecniche.it/sched...iatori-LBT.pdf
                                                AUTO BANNATO

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  per interasse cosa intendi? la larghezza del singolo elemento suppongo?
                                                  Gli elementi in ghisa sono 81 non 54

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    interasse , negli impianti classici con tubo in alto e basso è la distanza tra i due tubi, cioè 50 -60 -70 -80 cm , adesso esistono anche i tubolari di altezza oltre al metro , poi c'è la profondità se guardi la scheda che ti ho messo i ghisa possono andare da 2 a 6 'canne' diciamo sono quelli i tuoi ?
                                                    AUTO BANNATO

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      l'interasse ad occhio sarà 50 cm. dai disegni della scheda i miei sembrano più sottili. Allego una foto così si capisce meglio.Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG_0777.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 806.7 KB 
ID: 1972606

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Misura interasse per bene , non credo possano essere tanto più fini in ghisa , se ti riesce leggi la marca e guarda se trovi la scheda,
                                                        ah se sono 81 con interasse 50 , con un minimo di 0,6-0,7lt a elemento si torna che hai minimo 70lt. in impianto ... se invece fossero di 60 o 70 ti trovi 100lt
                                                        AUTO BANNATO

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Allora ho cercato la marca nei caloriferi ma non l'ho trovata. Così ho fatto qualche ricerca ed ho trovato questi:
                                                          Caloriferi in ghisa: Tema - Ideal Clima
                                                          Non sono sicuro al 100% che siano loro ma esteticamente sono quasi identici. Dalla tabella il modello che ho in casa dovrebbe essere il seguente:
                                                          cod: 034558 prodotto: Tema 4/558
                                                          Cosa intende per passo? La quantità d'acqua riportata è riferita al singolo elemento?

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Il volume contenuto è per il singolo elemento , quindi hai già 66lt solo da quelli di ghisa , aggiungi 10-12 per gli altri , e le tubazioni sei attorno ai 100lt. non puoi mandare 70° con quel vaso ? a aprte questo ho rifatto il conto sul link che ti ho messo , a me con 100lt. 70° mi dà 16,5lt. di vaso..... o cali pressione di precarica del vaso a 1 , ma non sò se si può fare , non sono un termotecnico
                                                            AUTO BANNATO

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR