annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Problemi caldaia ferroli bluehelix pro rrt

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Problemi caldaia ferroli bluehelix pro rrt

    Buonasera a tutti, premetto che sono un neofita in materia e non ne so nulla. 

    Ho installato la caldaia in descrizione circa un mese fa, all'inizio la temperatura dei termisofoni in caldaia era impostata a 55 gradi e la fiamma della caldaia si spegneva e accendeva in continuazione, l'installatore mi disse che era normale e che dovevo alzare la temperatura a 65/70 gradi. Dopo 1 mese e la caldaia, pochi giorni fa ha iniziato a fare un rumore tipo compressore solo quando funzionano i termosifoni, se accendo l'acqua calda il rumore svanisce per poi ripartire.. Detto ciò ho chiamato l'assistenza ferroli che deve ancora fare il collaudo e mi dice che è la pompa ad essersi rovinata perché l'impianto della caldaia è sporco (io all'inizio ho anche chiesto se doveva essere pulito ma mi hanno detto che era solo un po di acqua sporca) il collaudatore ha aperto il filtro defangatore e la pompa e avevano 1cm di nero e pezzetti di rame. Dopodiché mi dice anche che l'impianto è stato montato male. Ora siccome ognuno mi dice la sua. La pompa dovrebbe essere sostituita ma prima pulito l'impianto e a spese mie visto che dicono che la garanzia non mi copre il danno dato lo sporco in più il collaudatore mi dice che il filtro defangatore è stato montato rovescio e che ci sono varie problematiche nell'impianto. Ognuno dice la sua e non ci capisco più nulla. Chiedo aiuto a voi.

    Dimenticavo il collaudatore mi dice anche che il primo problema da me riscontrato (quello di alzare la temperatura) è dovuto al fatto che è stata invertita la mandata.. Ora vi posto anche qualche foto se ci riesco. 

    Grazie in anticipo 
    File allegati

  • #2
    Buongiorno..
    Faccio fatica ad aiutarti perche le foto si vedono male.. Riusciresti a farne altre (e possibilmente con maggiore definizione ) grazie

    Commenta


    • #3
      Buongiorno, intanto grazie.. Certo ci provo subito

      Commenta


      • #4
        mi sorge spontanea una domanda: perchè il ritorno impianto ovvero la parte "fredda" è nella parte alta del separatore idraulico?! secondo mè lì c'è un errore ..

        Commenta


        • #5
          nella parte alta del separatore ci dovrebbe essere la mandata all'impianto essendo meno densa.. un pò come l'ingresso calda ai radiatore.. Parte calda entra dall'alto mentre la fredda esce dal basso...

          Commenta


          • #6
            Grazie di aver risposto. Cosa può comportare questa inversione? E il filtro defangatore quindi a sua volta non serve a niente perché è nel tubo sbagliato e non nel tubo dell'acqua calda? Ricapitolando, scusami l'ignoranza, il tubo dell'acqua fredda dovrebbe essere sotto e quello dell'acqua calda sopra?

            Commenta


            • #7
              Guardando lo schema idraulico della caldaia si vede che il defangatore è nel ritorno quindi lui sarebbe corretto..Si ricapitolando la mandata dovrebbe essere sopra e il ritorno sotto..però a vedere le tue foto si nota che le pompe per le 2 zone sono collegate con il tubo "basso"..In linea teorica la mandata è sopra e le pompe dopo il separatore idraulico spingono l'acqua calda.. io non capisco perchè il tuo impianto è così..però onestamente non so che generi di problemi possa dare a livello pratico.. non mi è mai capitato di vederla una cosa del genere.. in ogni caso se ti si è intasato il modulo a condensazione e/o rotta la pompa mi chiedo perchè non abbiano lavato l'impianto termico in fase di installazione caldaia (dovrebbe essere la prassi).. chiaramente con l'impianto termico sporco la garanzia decade

              Commenta


              • #8
                Grazie mille per la risposta e la tua disponibilità. Quindi io ora mi trovo a dover pagare di tasca mia pulizia e pompa nuova oppure posso rivalermi sullinstallatore in qualche modo? Dato che gli era stato chiesto da parte mia di pulire l'impianto prima dell'installazione?

                Commenta


                • #9
                  Scusami un altra domanda. Quindi le pompe come dovrebbero essere messe? Per capirci nel tubo alto?

                  Commenta


                  • #10
                    Guarda io quello che ti posso dire è che sono d'accordo con il collaudatore della ferroli che ti ha detto che l'impianto è fatto male.. Io non so se lui ha notato altre cose che magari a me sono sfuggite oppure si riferiva anche lui al discorso del separatore idraulico e relativi annessi e connessi... Penso che tu hai fatto una sostituzione caldaia e non un installazione (nuovo impianto) di conseguenza la parte dopo il separatore idraulico era già così (presumo).. Quindi secondo me anche la caldaia precedente non "lavorava" nel migliore dei modi... Comunque secondo dovresti contattare l'installatore ed esporgli il problema e fargli presente quello che ti ha detto il tecnico della ferroli.. Se tu gli avevi detto di fare il lavaggio e lui non ha voluto penso che si debba prendere le sue responsabilità... Anche perché un installatore, a fine lavori, deve obbligatoriamente rilasciare la dichiarazione di conformità dell'impianto a regola d'arte.. E gli impianti termici devono essere trattati chimicamente per ridurre l'inquinamento (un impianto termico sporco può arrivare ad avere un aumento dei consumi anche del 15 %) ... Nella peggiore delle ipotesi puoi fare parlare il tecnico della ferroli con lui così si "capiscono" meglio..

                    Commenta


                    • #11
                      Grazie mille per la risposta. Adesso almeno so chi e che strada seguire.. Ti ringrazio davvero ancora e scusami per averti disturbato.. Dovessero esserci novità ti informerò.. Buona giornata

                      Commenta


                      • #12
                        Semplicemente hanno collegato il compensatore con le due mandate sotto anzichè sopra. Non dovrebbe cambiare granchè se non per il fatto che il compensatore non lavora nel migliore dei modi. Bisognerebbe avere l'accortezza di settare i circolatori di rilancio ( perchè poi ti hanno messo un compensatore ? impianto e casa grande ? ) con potenza inferiore rispetto al circolatore della caldaia. Ovvero mettere quello della caldaia al minimo in modo da dare minor possibilità al ritorno caldaia di pescare acqua calda della mandata dal compensatore.
                        Riguardo la pulizia dell'impianto, l'installatore non è tenuto a farlo perchè dovrebbe farlo il tuo idraulico di fiducia ma è un'operazione da fare evidentemente prima della sostituzione caldaia. L'installatore dovrebbe rifiutarsi di installare la caldaia ed ordinare la pulizia preventiva.
                        Se hai già pagato l'installatore sei fritto.
                        Altrimenti puoi trovare un compromesso.
                        Il defangatore mi sembra montato correttamente , l'unica anomalia è che è coricato mentre invece dovrebbe avere l'uscita verso l'alto , solo che con il compensatore montato in quel modo bisognava far fare troppi giri ai tubi.
                        Per fare un lavoro fatto bene, dovresti fare abbassare il compensatore di 30 cm, invertire le mandate coi ritorni e raddrizzare il filtro defangatore.
                        Chiama un idraulico di fiducia se l'installatore non ne vuole sapere.
                        ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                        Commenta

                        Attendi un attimo...
                        X
                        TOP100-SOLAR