annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

preriscaldo acqua per caldaia a metano

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • preriscaldo acqua per caldaia a metano

    salve, è la prima volta che scrivo sul forum quindi perdonate per favore eventuali errori.
    ho ristrutturato casa 2anni fa, e ho montato per riscaldare casa una stufa klover bi-fire abbinata a un puffer da 600 lt e per l acqua sanitaria una pompa di calore. avevo montato per sicurezza anche una caldaia a metano nell eventualità la stufa si rompesse ma non è stata mai usata.
    il mio problema è che non sono stato soddisfatto dai consumi della stufa e stavo pensando di girare l impianto, quindi di preriscaldare con la stufa il puffer e poi inviare l acqua del puffer gia preriscaldata alla caldaia a metano.
    volevo sapere se per voi poteva essere una soluzione valida o è una ca...ta.
    ho una abbinata degli anni 70, con finestre nuove doppia camera, isolamento dei muri interni in calcecanapa (una cosa su cui mi ero fissato), sottotetto isolato con lana di roccia 10cm e pavimento ventilato.
    Scusate la prolissità..

  • #2
    Benvenuto sul forum!


    Caldaia a metano e pdc lavorano bene a basse T, ma devono rimanere accese h24 e per massimizzare le rese lavorare tramite le loro regolazioni climatiche (integrate) direttamente sull' impianto (termosifoni? radiante?), magari cercando di creare un incrocio fra le due curve sui 5-7 gradi di T esterna (a seconda dei kwh annui eventualmente disponibili sul riscaldamento se hai il fotovoltaico).

    La stufa lavora bene ad alte T (anticondensa a 70-75 gradi) e su accumulo, acqua che poi deve essere portata alla T giusta da una ulteriore regolazione climatica.

    Allega schema attuale, vediamo cos'è possibile fare.

    Commenta


    • #3
      P_20181101_122008.jpg

      grazie intanto per la risposta

      non avendo uno schema fatto da un tecnico questo è quello che mi ero fatto al tempo, spero si capisca qualcosa.

      La casa è riscaldata da termosifoni tubolari, ho un termostato per ogni camera e bagno e uno che regola i quattro termosifoni del piano inferiore essendo uno spazio tutto aperto ( cucina soggiorno salotto) tutti collegati alla propria valvola.
      Avevo pensato alla soluzione descritta perchè durante l'inverno scorso la T del puffer non era mai andata oltre i 70 gradi, pur avendone anche 80 sulla stufa, e per averli bisognava cmq stare sempre al max con la stufa. Poi quando la tufa era pronta le valvole erano tutte aperte e quindi il puffer si raffreddava molto velocemente per poi risalire con fatica. Avendo questa la possibilità di lavorare anche solo con la parte legna e avendone di proprietà ( non dico gratis perchè costa anche farsi la legna ), avevo pensato di lavorare solo con quella quando ero a casa, e per il resto del tempo la caldaia lavorerebbe da sola sfruttando magari il calore rimasto.. Diciamo che volevo un po slegarmi dal concetto di avere la stufa non dico sempre ma quasi accesa, ma usarla da supporto.

      Ah, la stufa è una klover bi-fire mid da 32kw mentre la pdc per l'acqua sanitaria è una riello nexpro 300 s plus che lavora indipendente ( c'è la possibilita di tarare un termostato in modo che se c'è surplus di calore nel puffer questo va a preriscaldare l'acqua sanitaria tramite una serpentina interna )
      Ultima modifica di Biris76; 16-07-2020, 14:15.

      Commenta


      • #4
        L' impianto è già così come disegnato?

        Se si, è una logica un po' "perversa!!"

        Ok la stufa + puffer + miscelatrice lato termosifoni.

        Ma perchè:

        1- la caldaia a metano è collegata al puffer a monte della mix?
        2- il serpentino della pompa di calore a valle della mix?


        Potresti:

        1- usare la stufa come descritto, aggiungendo:

        a- anticondensa fra stufa e puffer, tarata almeno a 65 gradi
        b- aggiungere alla mix lato riscaldamento una centralina per andare in climatica

        2- collegare la caldaia a valle della mix, che viene attivata dal termostato del puffer (se la T è troppo bassa, parte la caldaia a metano in climatica)

        3- collegare il serpentino della pdc a monte della mix riscaldamento:

        a- un termostato differenziale per attivare il circolatore del serpentino della pdc, quando la T pdc < Tpuffer


        .... grossomodo!

        Commenta


        • #5
          ti rispondo una cosa alla volta..

          -si, l'impianto è già come descritto, e la caldaia è stata montata a monte dal mio idraulico non so per quale motivo, forse pensava di poter andare a scaldare l'acqua del puffer a metano..
          -il collegamento alla pdc per acqua sanitaria è stato fatto come se fosse l'undicesimo termosifone, la valvola però è comandata da una sonda interna all'accumulo della pdc.

          per il resto sono un po ignorante in materia, non conosco questo tipo di centraline. Quello che pensavo era di passare sempre per la caldaia prima di andare all'impianto di riscaldamento visto che cmq solo a legna non avrei raggiunto temperature altissime al puffer ( il lato legna cede teoricamente 9.7 kw (8300 kcal/h) ).

          Per il resto adesso provo un attimo a documentarmi; nel frattempo provo a farmi uno schema e magari gli dai un occhio e lo correggi se hai tempo e voglia..

          ps. nel frattempo lo ho fatto e lo allego a questo messaggio.. vediamo quante castronerie ho scritto..
          File allegati
          Ultima modifica di Biris76; 17-07-2020, 22:46.

          Commenta


          • #6
            1- ok la stufa con l' anticondensa collegata al serpentino del puffer (immagino sia a circuito aperto)

            2- serpentino pdc. Se possibile lo collegherei in alto sul puffer con ritorno a metà puffer

            3- la caldaia la collegherei fra mix e termosifoni, con qualche vnr (valvola di non ritorno) ed un termostato sul puffer che inibisce la caldaia a metano se il puffer è sopra i 40 gradi

            Chiaramente ci saranno altri 10 modi di gestire e modificare il tuo impianto..... ti ho semplicemente suggerito quello che farei io !!!

            Senti il tuo idraulico, e ragionateci su.

            Commenta


            • #7
              allora, dopo aver fatto le modifiche sopra descritte mi trovo adesso a scaldare l acqua del puffer con la termostufa solo a legna e preriscaldare l acqua che va alla caldaia metano con una t regolabile su un termostato a parte.
              praticamente la valvola a 3 vie è montata in modo che fino a una certa t usi l acqua del puffer e dopo quando il ritorno dei termi supera quella t giri in diretta come un normale impianto a caldaia a metano.
              la mia domanda è questa.. cosa esiste di semplice in commercio che possa confrontare 2 temperature e a seconda che una sia piu alta o piu bassa dell altra comandi il rele della valvola a 3 vie? praticamente vorrei che autonomamente senza impostare una t fissa decidesse di girare la mandada verso la caldaia verso l acqua con la temperatura piu alta.
              spero di essermi spiegato.. grazie a chi mi risponderà

              Commenta


              • #8
                Si chiama termostato differenziale.

                La valvola a tre vie ha 2 posizioni.

                Se T1>T2 termostato rimane aperto e prendi da T1
                Se T1< T2 chiude - e prende da T2

                Un esempio:

                Riscaldamento solare controllo 2x Temperatura Sensore ip65 LCD | eBay

                o qualsiasi centralina per il solare termico.

                Per come l'hai disegnato e vuoi gestirlo (puffer in serie con la caldaia a metano) secondo me cambia poco con e senza 3 vie....

                In fondo la stufa ha solo compito di integrazione nel tuo impianto e la caldaia a metano fa il lavoro grosso.

                Potresti usare il termostato differenziale sul boiler acs quando la T nel puffer è maggiore di quella dell' acs... ma non capisco come fai girare l' acqua sentro il serpentino??

                Ripeto.... ti ed il tuo idraulico avete un modo "contorto" di realizzare impianti idraulici!

                Commenta


                • #9
                  diciamo piu che il mio idraulico asseconda le mie masturbazioni mentali!
                  cmq gli do un occhio.. grazie.
                  Cmq non è del tutto vero che il grosso del lavoro lo fa la caldaia.. gli dovesse arrivare acqua a 60 gradi invece che a 18/20 penso che la differenza la faccia..parlando almeno sempre da profano.

                  Commenta


                  • #10
                    Mi sono riguardato gli schemi..... ma hai interpretato a tuo modo !!! quanto scritto.

                    Ok punto 1

                    punto 2. Potrebbe essere corretto in un certo senso, ma poco logico. a- la stufa è a caso aperto? b- collegato così chi impedisce al serpentino del boiler pdc di "prelevare" energia per ricederla a puffer?

                    punto 3. hai/avete interpretato a vs modo... il puffer è in serie e lavora come fosse un termosifone, al contrario. Ni!

                    Ora il difficile è dare una logica con i sensori/sonde o termostati al tutto.

                    Normalmente si mette il puffer al centro del sistema.

                    I generatori lavorano sul puffer, nel tuo caso:

                    1- la stufa funziona a legna e sei tu a decidere quanto e quando
                    2- la caldaia a metano parte se il puffer in alto a livello della presa dei termosifoni è sotto una certa T (termostato di on alla caldaia)
                    3- il circuito del serpentino di integrazione della pdc parte se a metà puffer la T è > di quella a metà boiler acs
                    4- i termosifoni funzionano se i crono di zona chiedono calore
                    5- in emergenza i termosifoni (del bagno ad esempio) partono anche se il relativo crono di zona non chiede, ma la la T in basso del puffer è sopra i tot gradi (perchè hai buttato troppa legna nella termostufa!!!).

                    Vedi tu, ti verrà in mente anche come gestire il tuo sistema!

                    Commenta

                    Sto operando...
                    X
                    TOP100-SOLAR