annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Caldaia condensazione con sonda esterna, riscaldamento radiante a pavimento set.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Caldaia condensazione con sonda esterna, riscaldamento radiante a pavimento set.

    Ciao a tutti!
    Ho una caldaia a condensazione con sonda esterna, la casa è del 2011 sembra ben coibentata!
    Ho un dubbio, che penso sia già stato largamente discusso...
    Caldaia sempre accesa o no?
    Il dubbio mi è venuto perché io non ho ne PDC ne ACS niente, solo la caldaia a metano...
    Conviene sempre tenerla sempre in funzione?
    Ora con temperature esterne 13 di giorno, e 7 di notte la caldaia lavora solo 3/4 ore al giorno... Per tenere una temperatura costante di 20 gradi in casa, la mandata varia dai 32 ai 41 gradi, sicuramente devo regolare la curva e le temperature di mandata...

    La caldaia è una riello family condens, che ha 10 anni, vale la pena cambiarla??
    Come dovrei impostare le temperature di mandata? La massima la metterei a 40, ho dubbi sulla minima.. anche perché non so se tenerlo acceso h24 o continuare a fasce orarie.

  • #2
    Dipende dalla potenza minima della caldaia e dal fabbisogno di casa tua. Se la potenza minima è largamente superiore al fabbisogno (come probabile in questo periodo) allora devi andare per forza a fasce orarie altrimenti ti ritrovi con i tropici in casa....
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

    Commenta


    • #3
      Ora forse si, anche se impostando la curva giusta la temperatura in mandata è di soli 23 gradi.
      A tal proposito, ha senso una temperatura di mandata di soli 23 gradi? O devo alzare la temperatura minima di mandata?

      Commenta


      • #4
        Ha senso quello che serve a tenerti calda la casa. Se imposti la regolazione climatica della mandata vedi che le curve partono da 20 gradi a 20 gradi di T esterna, ma se a 20 gradi di T esterna la casa l’hai già calda a sufficienza non c’è bisogno di mandare a 20 gradi..... man mano che scendi di T esterna e sali di mandata vedi quale è il valore di T esterna a cui ha senso far partire la caldaia, e da lì la mandata corrispondente.
        PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

        Commenta


        • #5
          Quello che intendo conviene anche cosi tenere la caldaia accesa h24 con la mandata a 23 gradi o in questo periodo mi conviene tenere la mandata fissa a 36 e riscaldare a fasce orarie?
          In più vedo che se alla caldaia al posto che un termostato collego un timer, la caldaia di notte abbassa la curva usando acqua meno calda, può essere utile ?

          Commenta


          • #6
            Non c’è una risposta unica e giusta, devi provare tu, intanto ad abbassare la mandata e vedere cosa fa la caldaia; se vedi che rimane accesa per lunghi periodi e la casa non diventa un forno vuol dire che puoi regolarla così.

            L’obiettivo di un generatore in generale è di fornire l’energia giusta che serve a tenere 20 gradi in casa sempre..... o almeno di giorno.

            Prova....
            PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

            Commenta


            • #7
              Ok, si devo provare..
              Chiedo solo non avendo esperienze, se 23 gradi di mandata non sono troppo pochi....
              Leggo sempre di temperatura massima di mandata ma mai della minima!

              Commenta


              • #8
                La minima per avere 20 gradi è .... 20 gradi. Secondo me ha poco senso scaldare a T così basse, ma io non sono a casa tua, non so come e quanto scalda il tuo radiante. Certamente un radiante non va usato poche ore al giorno.
                PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                Commenta


                • #9
                  Ok.. Quello che penso anche io che far girare acqua a 23 gradi ha poco senso... Allora penso di intervenire sulla temperatura minima di mandata e di alzarla.. non so a che temperatura può iniziare a lavorare bene.. proverò a impostare una temperatura minima di mandata di 28 gradi e il termostato a 20... Poi quando vedrò che la casa non mi rimane più calda userò il trucchetto del termostato impostato a 25 gradi e mi regolo con la climatica..
                  Anche se non sei qui, pensi che 28 gradi vada bene come temperatura di partenza? O si può scendere anche a 26?

                  Commenta


                  • #10
                    Sei troppo timoroso [emoji4] buttati e sperimenta.... non succede nulla!

                    Parti con 26, ma più che altro vedi come si comporta la caldaia, se fa mille on-off vuol dire che ha una potenza minima troppo alta.
                    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                    Commenta


                    • #11
                      Ok, grazie mille per l'aiuto, ho impostato la temperatura minima a 26 gradi, oggi comunque le temperature sono scese, ora l'acqua regolata dalla climatica gira a 28 gradi, ora tengo monitorata la caldaia x vedere se si accende e spegne di continuo
                      Ultima modifica di Plebax; 18-11-2020, 12:23.

                      Commenta


                      • #12
                        Allora ho provato e la caldaia mi porta l'acqua a 28/30 gradi poi si spegne e riparte quando l'acqua scende di 6 gradi, come è impostato il differenziale negativo... Però mi sembra che abbia poco senso cosi.. non dovrei abbassare il differenziale negativo?

                        Commenta


                        • #13
                          Ciao,

                          per radiante a pavimento, mai in fasce orarie, sempre h 24.
                          in questo periodo, io ho mandata a 25 gradi (miscelatrice a punto fisso) e di giorno la pompa parte solo per pochi periodi. I 30 gradi li uso quando fuori siamo a zero gradi o sotto.

                          Parti con 23 gradi di mandata, metti il termostato a 23 o 25 gradi e osserva cosa fa la caldaia e come scalda la casa. In parole povere. devi "fare la carburazione" all'impianto.
                          84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

                          Commenta


                          • #14
                            Maverick, non è per forza così, in generale è meglio usare tempi lunghi ma non necessariamente h24, ci sono case ben isolate con generatori non adatti a questo funzionamento.

                            E questo è probabilmente un caso del genere a giudicare dai primi risultati.
                            PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da Maverickone Visualizza il messaggio
                              Ciao,

                              per radiante a pavimento, mai in fasce orarie, sempre h 24.
                              in questo periodo, io ho mandata a 25 gradi (miscelatrice a punto fisso) e di giorno la pompa parte solo per pochi periodi. I 30 gradi li uso quando fuori siamo a zero gradi o sotto.

                              Parti con 23 gradi di mandata, metti il termostato a 23 o 25 gradi e osserva cosa fa la caldaia e come scalda la casa. In parole povere. devi "fare la carburazione" all'impianto.
                              Tu hai una caldaia a condensazione e riesci a gestire mandate a 25 gradi?
                              Caspita, io sotto i 28-29 gradi è sempre un attacca e stacca (o hai una portata di acqua pazzesca o hai una super caldaia)
                              La mia caldaia sotto i 4.5kw va in crisi (è una 26 dovrebbe modulare fino a 2.6 ma sotto i 4 e mezzo fa on off)

                              Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk

                              Commenta


                              • #16
                                Ma quindi l'isteresi negativa devo toglierla? In modo che la caldaia deve tenere sempre la temperatura costante?
                                Ora è impostata a 6 gradi

                                Commenta


                                • #17
                                  Calma calma.... prima cosa capire cosa succede.

                                  Originariamente inviato da Plebax Visualizza il messaggio
                                  Allora ho provato e la caldaia mi porta l'acqua a 28/30 gradi poi si spegne e riparte quando l'acqua scende di 6 gradi, come è impostato il differenziale negativo...
                                  Quanto dura uno di questi cicli e che T c’erano fuori e in casa quando hai fatto questa prova?
                                  PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
                                    Maverick, non è per forza così, in generale è meglio usare tempi lunghi ma non necessariamente h24, ci sono case ben isolate con generatori non adatti a questo funzionamento.

                                    E questo è probabilmente un caso del genere a giudicare dai primi risultati.
                                    Quando il radiante non lavora h24, nei transitori si ha la sensazione di freddo e per riprendere il tepore che da il pavimento riscaldato si deve attendere del tempo, in base alla risposta e all'altezza del massetto, tale tempo può essere anche di 2 ore e nel frattempo tu che fai, metti il maglione?

                                    Parlo per esperienza diretta, ho fatto mille prove, alla fine mi sono dovuto arrendere. H24 e mandata più bassa possibile. Per farti un esempio, a ottobre ero a mandata di 22 gradi e il mio prossimo investimento sarà una miscelatrice termostatica variabile, con annesso controllo della temperatura esterna.
                                    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da matador0975 Visualizza il messaggio
                                      Tu hai una caldaia a condensazione e riesci a gestire mandate a 25 gradi?
                                      Caspita, io sotto i 28-29 gradi è sempre un attacca e stacca (o hai una portata di acqua pazzesca o hai una super caldaia)
                                      La mia caldaia sotto i 4.5kw va in crisi (è una 26 dovrebbe modulare fino a 2.6 ma sotto i 4 e mezzo fa on off)

                                      Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
                                      Ho l'impianto in firma, con mandata controllata da una valvola termostatica a punto fisso, in parole povere, sono io che faccio il pellegrinaggio nella sala termica a regolare la mandata in base alla temperatura esterna, ovvio che non esco pazzo, se di giorno ho qualche tacca e stacca, che se ne frexa.. sto bene la sera...

                                      La soluzione al mio (piccolo) problema e una valvola miscelatrice a temperatura variabile, con sonda esterna e a differenza di quello che fa la tua caldaia, io potrei scendere anche a 15 gradi, mentre la caldaia andrebbe in off, per poi ritornare in on e così via.
                                      84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Non metto certamente in dubbio la tua esperienza, ma ti ripeto che non è così per tutti e soprattutto non è così per tutta la stagione del riscaldamento. Molti qui spengono di notte senza grossi problemi, sfruttando l’inerzia del sistema. Tutto dipende dalle caratteristiche della casa, e anche del generatore che hai.
                                        PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Ciao, allora la temperatura in casa è di 19 gradi, fuori di 12 i cicli durano circa 25/30 minuti..

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
                                            Non metto certamente in dubbio la tua esperienza, ma ti ripeto che non è così per tutti e soprattutto non è così per tutta la stagione del riscaldamento. Molti qui spengono di notte senza grossi problemi, sfruttando l’inerzia del sistema. Tutto dipende dalle caratteristiche della casa, e anche del generatore che hai.
                                            Certo, sono in accordo con te che ognuno può fare come meglio crede e che sia più consono alle sue aspettative, io non mi preoccupo che spendo qualche euro in più all'anno di corrente per tenere la pompa accesa h 24, la mia priorità è il confort e poi il risparmio.

                                            La casa più è isolata e più il principio di tenere h24 il riscaldamento sempre acceso è valido e non per perorare in assoluto la mia causa, ma solo per riportare esperienze positive, vi dico che, nella tavernetta, di circa 60 m3, che è il locale più fresco in estate e il più caldo in inverno, per equilibrare l'impianto ho strozzato al 50% la mandata, poi del 25% (circa) il primo piano e l'ultimo tutto libero che è quello che ha bisogno di più energia per mantenere il confort.

                                            Ho casa tutta calda sia nelle mezze stagioni che con -5 fuori e non devo fare altro che, ogni tanto, adeguare la temperatura di mandata in base al freddo esterno.

                                            Poi, se ritenete che per qualcuno va bene stare caldi di giorno e mettersi sotto 4 coperte di notte, per poi spendere gli stessi soldi a riportare in temperatura di esercizio un impianto che è nato per lavorare sempre acceso, liberi tutti di farlo, non sarò io a dirvi il contrario....

                                            Saluti,
                                            Maverick
                                            84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Caldaia condensazione con sonda esterna, riscaldamento radiante a pavimento set.

                                              Ma non è per risparmiare 10 cent di circolatore suvvia..... c’è chi ha un generatore che modula poco e una casa che ha basso fabbisogno per gran parte dell’anno....

                                              Se hai un fabbisogno ad una data T esterna di 50 kWh e un generatore che al minimo va a 4 kW mi spieghi come fai a farla andare h24 senza morire in casa? Devi per forza farla andare solo 12 ore.

                                              Non fare terrorismo, manca solo che parli di pinguini...
                                              Ultima modifica di sergio&teresa; 18-11-2020, 17:24.
                                              PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
                                                Ma non è per quello..... c’è chi ha un generatore che modula poco e una casa che ha basso fabbisogno per gran parte dell’anno....

                                                Se hai un fabbisogno ad una data T esterna di 50 kWh e un generatore che al minimo va a 4 kW mi spieghi come fai a farla andare h24 senza morire in casa? Devi per forza farla andare solo 12 ore.

                                                Non fare terrorismo.
                                                concordo in pieno,
                                                E' il mio caso :-)

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da Plebax Visualizza il messaggio
                                                  la temperatura in casa è di 19 gradi, fuori di 12 i cicli durano circa 25/30 minuti..
                                                  Beh non male come prima prova. Se hai freddo con 19 gradi tira su un pochino (un paio di gradi), i cicli dovrebbero allungarsi un po’. Se invece stai bene, prova a vedere se puoi aumentare quell’isteresi di 6 gradi, in modo da allungare i tempi di off (dovrebbero anche aumentare un po’ di tempi di on).
                                                  PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Allora ora ho 19.7 gradi in casa dopo 24h, ma quindi i cicli ogni mezz'ora vanno bene? Pensavo dovessero essere molto più lunghi.

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Idealmente non dovrebbe fare cicli ma come ho già detto (diverse volte) se la potenza minima è troppo alta rispetto al tuo fabbisogno non può che spegnersi per un po’ e ricominciare.

                                                      Mezz’ora non è male come prima prova, vedi come va uno-due giorni prima di smanettare troppo, prima conviene che fai un po’ di pratica. Se vuoi puoi provare ad aumentare l’isteresi come ti ho scritto al post precedente.
                                                      PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Un impianto radiante si preferisce farlo funzionare sempre con una temperatura di mandata scorrevole
                                                        Qui nascono le differenze di funzionamento:
                                                        1) Impianto con temperatura di manda fissa tramite valvola termostatica, devi trovare la temperatura ideale per il tuo confort e la struttura edificio deve tenere bene le variazioni esterne casa ben coibentata, per modificare la temperatura ambiente che è una conseguenza della temperatura del radiante devi modificare manualmente.
                                                        2) Impianto con temperatura di mandata influenzata solo dalla sonda esterna, detto anche funzionamento alla cieca, il generatore o la regolazione lavorano sulla temperatura di mandata solo con i dati forniti dalla sonda esterna e dalla curva climatica impostata, fondamentale piazzare la sonda esterna in una posizione che non sia influenzata da sorgenti estranee (tipo faretti, aperture del locale tecnico, ecc,) poi bisogna lavorare sulla curva nei limiti dell'impianto, se la struttura tiene bene le variazioni esterne curva meno inclinata se la struttura è più leggera curva più ripida
                                                        Ovviamente una caldaia ha una minima potenza (che dipende se lavora a GPL o Metano) se questa è maggiore del fabbisogno la caldaia comincia a pendolare (non toccare il valore di 6 gradi che hai ) tutte le caldaia devono avere una isteresi
                                                        e alcune hanno anche un tempo di attesa tra le accensioni
                                                        3) Impianto con sonda esterna e sonda ambiente (non termostato) in questo modalità il sistema decide la temperatura di mandata non solo dal valore della sonda esterna ma anche da quanto è distante dal valore impostato da quello rilevato
                                                        procedendo ad abbassare la temperatura di mandata man-mano che la temperatura rilevata è uguale alla misurata
                                                        ovviamente però la minima potenza di caldaia fa la differenza (esistono caldaia a metano che possono modulare sotto 1Kw )

                                                        Chiedi al tuo manutentore/installatore se la tua caldaia può gestire una regolazione del genere

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Non toccare il valore di isteresi.... mah.... se può alzarlo non vedo che male fa.
                                                          PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Ok.. quindi è inevitabile che faccia dei cicli ora che va al minimo..
                                                            Per ora ho messo la temperatura minima di mandata a 26 gradi anche perché se no la casa non si scaldava x niente ed i cicli erano troppo brevi, ora se aumento l'isteresi a 8 gradi devo impostare la mandata minima a 28 gradi se no mi scende sotto i 20 nel caso in cui vada a 26 no??
                                                            Ps ho letto tutto il manuale la mia caldaia non può andare con una sonda interna..

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR