annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Caldaia e sezione delle tubature del gas

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Caldaia e sezione delle tubature del gas

    Buongiorno,
    ho recentemente acquistato un monolocale di circa 30 mq. In precedenza era riscaldato mediante impianto centralizzato del condominio, poi qualche anno fa si è deciso di rendere tutti gli appartamenti autonomi, ma il vecchio proprietario non ha mai provveduto. Ho chiamato l'idraulico per chiedergli l'installazione di una caldaia a condensazione da collegare al vecchio impianto dei radiatori. Il tecnico fa il sopralluogo e mi dice che non è possibile in quanto i tubi del gas metano che arrivano dentro casa sono di mezzo pollice (e poi sono anche l'ultimo appartamento collegato all'impianto) per cui i tubi non avranno mai una portata sufficiente per far funzionare una caldaia di almeno 20kw. Va quindi trovata una soluzione alternativa, ad esempio un condizionatore (ma so già che non è praticabile perchè sono in centro storico e non mi fanno appendere nulla all'esterno) oppure portare i tubi di sezione adeguata nell'appartamento, salendo lungo l'esterno dell'edificio. Ovviamente gli chiedo se è possibile installare una caldaia di potenza inferiore (tanto l'appartamento è piccolo), ma lui mi risponde che ormai non se ne trovano più.
    Allora faccio una ricerca su internet e trovo dei termoconvettori a gas metano (ad esempio il calorio 52m) che hanno una potenza intorno ai 5kw e secondo i miei calcoli dovrebbe essere sufficiente a scaldare un monolocale di 30mq. Poi per l'acqua calda opterei per un piccolo scaldabagno.
    Allora richiamo il tecnico e gli prospetto questa soluzione... All'inizio non sa cosa rispondermi, poi dopo un po taglia corto dicendomi che secondo lui non va bene perché se poi accendo i fornelli mentre il riscaldamento è acceso, sicuramente il termoconvettore va in blocco, perchè la portata non sarebbe sufficiente per alimentare contemporaneamente fornelli e termoconvettore. Ma sta cosa mi ha lasciato qualche dubbio. L'impressione che ho avuto è che lui me lo abbia sconsigliato perché farmi un lavoro di ampliamento dei tubi del gas, installare una caldaia e collegarla ai radiatori (che poi andrebbero anche sostituiti con i nuovi) è sicuramente un lavoro più redditizio che mettere a muro un termoconvettore e collegargli un tubo già pronto.
    Però non ne sono certo, per cui vorrei chiedere a chi è più esperto se la soluzione che ho prospettato è praticabile o se potrò effettivamente avere problemi, soprattutto quando sono accesi i fornelli.
    Grazie

  • #2
    Mettere degli olimpia spendid non ti é possibile? Sono dei climatizzatori senza unitá esterna, fai due buchi al muro per le prese d'aria e uno scarico per la condensa e hai finito.
    Per l'acqua calda metti un boiler in pdc e per cucinare un piano a induzione, così togli proprio il gas che sono solo tasse in più

    Inviato dal mio ASUS_X00QDA utilizzando Tapatalk
    Caldaia Carinci Prestige 350,Termocamino Carinci Evolution 190 + scambiatore 40 piastre - Superboiler Carinci 1000l - pannelli solari circolazione forzata, Gestione impianto e climatica con Centralina Total Control Carinci - zona climatica "E" - gradi giorno 2188 - Casa 330 MQ temperatura interna 21° 18/24

    Commenta


    • #3
      La cosa che devi capire è quanto è lungo il tratto da 1/2 pollice
      Perchè se si stacca direttamente dalla tubazione principale e ti entra in casa per pochi metri non ci sono problemi
      La norma da rispettare comunque è la Uni 7129
      E ti informo che esistono caldaie a gas a condensazione da 12/15 kW che per 30 m^2 sono senza dubbio abbastanza
      Immergas so per certo che produce un modello da 12 ad esempio
      FV: 3,3 KWp - 10 Pannelli Panasonic HIT - 330 Wp - Ottimizzatori Solardge P 370 - Inverter Solaredge SE3000H
      Azimut = +10° - Tilt = 25° - dal 08/02/2019

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Steone72 Visualizza il messaggio
        La cosa che devi capire è quanto è lungo il tratto da 1/2 pollice
        Perchè se si stacca direttamente dalla tubazione principale e ti entra in casa per pochi metri non ci sono problemi
        Il diametro del tubo che entra in casa è uguale al diametro del tubo che esce dal contatore, quindi è tutto di mezzo pollice e a occhio dal contatore all'appartamento ci saranno almeno 50 metri di tubo. Come faccio a calcolare la portata di gas che mi arriva in casa e i kw sviluppabili a regime in modo da capire la potenza massima del termoconvettore (o nel caso della caldaia) che posso installare?

        Commenta


        • #5
          Esiste la norma Uni 7129 proprio per calcolare quanti m^3 all'ora possono passare
          Facendo due calcoli, senza troppa precisione, un tubo da 1/2 pollice in cui il metano scorre a 4 m/s ha una portata di 1,8 m^3/h
          Dato il PCI del metano di 9,3 kWh/m^3 arrivi a 16,7 kWh (dopo di che io a questi valori inserirei tutta una serie di correzioni in quanto non mi sono messo a calcolare le perdite di carico)
          Il che vuol dire che non puoi far funzionare in contemporanea una caldaia da 12 kWh e un piano cottura a gas che ha una potenza di 7-8 kWh
          Però se metti l'induzione (cosa che consiglio vivamente) una caldaia da 12 dovresti poterla installare senza problemi (io però prima di comprarla mi farei fare da un tecnico, non dall'idraulico, una verifica della portata effettiva con il foglio di calcolo apposito, che considera tutte le perdite di carico, non mi prendo nessuna responsabilità)
          FV: 3,3 KWp - 10 Pannelli Panasonic HIT - 330 Wp - Ottimizzatori Solardge P 370 - Inverter Solaredge SE3000H
          Azimut = +10° - Tilt = 25° - dal 08/02/2019

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X
          TOP100-SOLAR