annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Temperatura mandata caldaia condensazione

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Temperatura mandata caldaia condensazione

    Buonasera, ho una domanda riguardo caloriferi a pavimento, mi hanno impostato sulla caldaia a condensazione 60 gradi di temperatura di mandata ma ai collettori arrivano 40 gradi.
    dove può essere il problema e la perdita di rendimento?

  • #2
    Nessuno sa rispondermi?
    grazie

    Commenta


    • #3
      Differenza molto marcata.
      Nelle tubature.. Se sono molto vecchie, anni fa le posavano senza isolazione.
      Magari il circolatore che è troppo basso..
      Magari la caldaia non manda veramente a 60°C.
      Ma dove le misuri le temperature ? Hai i termometri sulle tubazioni di mandata dopo la caldaia e poi in casa sul collettore ?
      La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

      Commenta


      • #4
        Si ho temperatura di mandata su caldaia, e sul collettore.
        casa nuova quindi presumo con tubature isolate.
        ho il dubbio che il miscelatore che ho dove ci sono collettori possa riprendere l’acqua di ritorno e rimiscelarla per mandarla di conseguenza me l’abbassa, secondo voi è possibile?

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Fabio-84 Visualizza il messaggio
          Si ho temperatura di mandata su caldaia, e sul collettore.
          casa nuova quindi presumo con tubature isolate.
          ho il dubbio che il miscelatore che ho dove ci sono collettori possa riprendere l’acqua di ritorno e rimiscelarla per mandarla di conseguenza me l’abbassa, secondo voi è possibile?
          Provo ad intuire. Hai riscaldamento a pavimento. La caldaia manda a 60 e la miscelatrice manda a 40.
          Tieni conto che 40 per un pavimento sono tantissimi e che 60 per la caldaia è assurdo. Puoi abbassare a 40 la mandata ed usare la climatica per scaldare l'appartamento.
          ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Fabio-84 Visualizza il messaggio
            ho una domanda riguardo caloriferi a pavimento, mi hanno impostato sulla caldaia a condensazione 60 gradi di temperatura di mandata ma ai collettori arrivano 40 gradi.
            In effetti il dubbio viene.. hai caloriferi o impianto radiante a pavimento ?
            Io ho pensato ai caloriferi viste le temperature di mandata.
            La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Lucas2 Visualizza il messaggio
              Provo ad intuire. Hai riscaldamento a pavimento. La caldaia manda a 60 e la miscelatrice manda a 40.
              Tieni conto che 40 per un pavimento sono tantissimi e che 60 per la caldaia è assurdo. Puoi abbassare a 40 la mandata ed usare la climatica per scaldare l'appartamento.
              si il problema che han dovuto alzarmela a 60 gradi perché se no sui i collettori con 40 gradi di caldaia arrivavano 25 gradi.
              quello che mi ha fatto l’impianto ha detto che è normale che ogni impianto è fatto a se è che magari sul mio ci vuole più gradi per funzionare.
              a me sinceramente non torna come ragionamento

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio
                In effetti il dubbio viene.. hai caloriferi o impianto radiante a pavimento ?
                Io ho pensato ai caloriferi viste le temperature di mandata.
                Pavimento

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Fabio-84 Visualizza il messaggio
                  Pavimento
                  No. Allora non ci siamo.. ma fuori alla grande..
                  Avevo capito anche male il tipo di impianto.
                  Mandare a 60°C in un riscaldamento a pavimento moderno è da pazzi.. se non pericoloso.
                  Ha ragione Lucas2. Controlla come è fatto l'impianto e se ci sono valvole miscelatrici. Magari i furbi ti hanno messo miscelatrici manuali fisse... aperte un po' a caso.
                  La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

                  Commenta


                  • #10
                    Ecco la foto
                    File allegati

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Fabio-84 Visualizza il messaggio
                      si il problema che han dovuto alzarmela a 60 gradi perché se no sui i collettori con 40 gradi di caldaia arrivavano 25 gradi.
                      quello che mi ha fatto l’impianto ha detto che è normale che ogni impianto è fatto a se è che magari sul mio ci vuole più gradi per funzionare.
                      a me sinceramente non torna come ragionamento
                      Se l'impianto è nuovo, c'è un progetto ed una temperatura di progetto e le temperature di mandata non si discostano molto da quelle di progetto. Se la caldaia manda a 40, non può arrivare 25 al collettore, mal che vada arriva 36/38.
                      Hai un progetto ?
                      La casa si scalda regolarmente?
                      ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

                      Commenta


                      • #12
                        Puoi fare una foto più ampia del collettore ? Non si capisce molto.
                        I pavimenti radianti ormai, su case nuove, vengono progettati per 35 gradi di mandata a temperatura di progetto.
                        La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

                        Commenta


                        • #13
                          Ecco la foto dell'impianto

                          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Cattura.PNG 
Visite: 2 
Dimensione: 268.8 KB 
ID: 1976863

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio
                            Puoi fare una foto più ampia del collettore ? Non si capisce molto.
                            I pavimenti radianti ormai, su case nuove, vengono progettati per 35 gradi di mandata a temperatura di progetto.
                            Chiamato tecnico caleffi, il problema sembrerebbe che il circolatore che ho su ha piu richiesta di quello che gli arriva dalla caldaia, e quindi l'impianto prende dal bypass acqua fredda di ritorno e la ributta dentro, secondo voi è possibile?
                            circolatore sui due collettori (uno per piano ) è 25/60
                            circolatore su caldaia 15/70 (appena fatto cambiare )

                            Commenta


                            • #15
                              Guarda che quel collettore è un tipico collettore miscelato.
                              Ma perchè cavolo li installano.. magari in una casa singola quando la caldaia in climatica può fare già lei la regolazione della mandata ?

                              La manopola è una miscelatrice a punto fisso. Se la apri tutta funziona come un collettore normale e tutta la mandata viene trasferita al collettore di mandata.

                              Occhio che prima di toccare la miscelatrice devi abbassare la mandata della caldaia.. se mandi 60 gradi al pavimento ti saltano le piastrelle.
                              La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

                              Commenta


                              • #16
                                Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio
                                Guarda che quel collettore è un tipico collettore miscelato.
                                Ma perchè cavolo li installano.. magari in una casa singola quando la caldaia in climatica può fare già lei la regolazione della mandata ?

                                La manopola è una miscelatrice a punto fisso. Se la apri tutta funziona come un collettore normale e tutta la mandata viene trasferita al collettore di mandata.

                                Occhio che prima di toccare la miscelatrice devi abbassare la mandata della caldaia.. se mandi 60 gradi al pavimento ti saltano le piastrelle.
                                si ho già provato ma non cambia niente.
                                Sì abito in una casa singola su due piani con caldaia a condensazione.
                                non capisco nemmeno io perché mi han messo una valvola miscelatrice perché e tutto a bassa temperatura .
                                Il problema è che l’acqua si raffredda prima della valvola all’altezza del bypass, non so più che fare , secondo voi è possibile che esista un collettore che deve ricevere una temperatura così alta?non so più che fare l’idraulico che ha fatto il lavoro mi alza la temperatura quello della caldaia la abbassa perché alla fine la resa della caldaia è migliore cosi.
                                tra l altro in ultimo ho una temperatura di ritorno in caldaia molto alta..5 gradi sotto la mandata
                                Ultima modifica di Fabio-84; 04-01-2021, 20:29.

                                Commenta


                                • #17
                                  Questo è il link del collettore
                                  172 Gruppo di regolazione termostatica a punto fisso preassemblato in cassetta | Caleffi Italia

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Il ritorno in caldaia è normale che sia di 5 gradi sotto la mandata. Ottimo.
                                    Ma la temperatura in uscita dalla caldaia come la misuri ?

                                    Con temperatura di mandata di 60°C non sfrutti la condensazione.

                                    Se è quello il modello, non è una miscelatrice a punto fisso ma una termostatica. Quindi tu la ruoti e decidi la temperatura di miscelazione e lei agisce per cambiare sempre il rapporto di miscelazione e tenere costante la temperatura di mandata.
                                    A questo punto, dipende da come è regolata. Potresti avere 60°C in mandata e la termostatica impostata a 30 e avresti sempre 30 dopo la termostatica in mandata. Così come puoi avere la caldaia che esce a 40°C e in mandata leggere sempre 30 perchè la termostatica è regolata a 30.

                                    A volte le termostatiche si inceppano se l'impianto è sporco. Ma ruotando la manopola non accade nulla ? Dopo averla ruotata devi attendere un po' prima di vedere salire o scendere il temometro.
                                    La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

                                    Commenta


                                    • #19
                                      Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio
                                      Il ritorno in caldaia è normale che sia di 5 gradi sotto la mandata. Ottimo.
                                      Ma la temperatura in uscita dalla caldaia come la misuri ?

                                      Con temperatura di mandata di 60°C non sfrutti la condensazione.

                                      Se è quello il modello, non è una miscelatrice a punto fisso ma una termostatica. Quindi tu la ruoti e decidi la temperatura di miscelazione e lei agisce per cambiare sempre il rapporto di miscelazione e tenere costante la temperatura di mandata.
                                      A questo punto, dipende da come è regolata. Potresti avere 60°C in mandata e la termostatica impostata a 30 e avresti sempre 30 dopo la termostatica in mandata. Così come puoi avere la caldaia che esce a 40°C e in mandata leggere sempre 30 perchè la termostatica è regolata a 30.

                                      A volte le termostatiche si inceppano se l'impianto è sporco. Ma ruotando la manopola non accade nulla ? Dopo averla ruotata devi attendere un po' prima di vedere salire o scendere il temometro.
                                      Si mi hanno appena pulito tutto l’impianto.
                                      la termostatica se la chiudo , abbassa la temperatura se la alzo anche a 50 gradi ( che è il massimo raggiungibile sulla termostatica) la temperatura non sale oltre i 30 “perde sempre 20 gradi rispetto alla caldaia”.
                                      la temperatura della caldaia mi esce sul display e penso sia misurata da una sonda interna

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Il circolatore arriva con il kit.. quindi non ho il dubbio che arrivi a spingere e "sfondare" la molla della termostatica.. cosa che a volte accade.

                                        Per dire però se perde nei tubi o semplicemente c'è sempre un ricircolo.. bisogna misurare la temperatura del tubo di mandata dal collettore.
                                        Se lì c'è la stessa temperatura che manda la caldaia il problema non è il tubo ma il ricircolo.
                                        La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

                                        Commenta


                                        • #21
                                          Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio
                                          Il circolatore arriva con il kit.. quindi non ho il dubbio che arrivi a spingere e "sfondare" la molla della termostatica.. cosa che a volte accade.

                                          Per dire però se perde nei tubi o semplicemente c'è sempre un ricircolo.. bisogna misurare la temperatura del tubo di mandata dal collettore.
                                          Se lì c'è la stessa temperatura che manda la caldaia il problema non è il tubo ma il ricircolo.
                                          si sì confermo che il tubo che arriva e la stessa temperatura del tubo in caldaia, misurato con termometro laser.
                                          ma anche toccandolo si sente bollente fino al by pass, da lì diventa tiepido

                                          Commenta


                                          • #22
                                            Quindi nel tubo non c'è dispersione.
                                            Il problema è nella miscelazione.
                                            O è inceppata la termostatica o il circolatore è su una velocità troppo alta e spinge troppo e si forza una forte miscelazione nel bypass (quel setto tra mandata e ritorno alla caldaia).
                                            Io metterei caldaia a 40°C, termostatica al massimo e poi abbasserei la velocità del circolatore.
                                            La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

                                            Commenta


                                            • #23
                                              Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio
                                              Quindi nel tubo non c'è dispersione.
                                              Il problema è nella miscelazione.
                                              O è inceppata la termostatica o il circolatore è su una velocità troppo alta e spinge troppo e si forza una forte miscelazione nel bypass (quel setto tra mandata e ritorno alla caldaia).
                                              Io metterei caldaia a 40°C, termostatica al massimo e poi abbasserei la velocità del circolatore.
                                              Sì effettivamente abbassando velocità al minimo riesco ad avere 50 gradi in caldaia e 40 gradi sui collettori, perde solo 10 gradi...domanda il mio idraulico mi ha sempre fatto il contrario aumentando la velocità al massimo,girando al minimo può darmi qualche problema oppure sono circolatori talmente grandi che non c’è bisogno di alzarli

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Eh.. il tuo idraulico sbagliava perchè non calcola la miscelazione al bypass di bilanciamento delle mandate.
                                                E' evidente che il circolatore spinge troppo. Adesso non so che circolatore sia.. probabile sia fisso a 3 velocità. Se fosse uno elettronico magari puoi recuperare il manuale e giocare un po' di più sui parametri.

                                                L'obiettivo è di avere portate uguali nei due rami.. mandata e ritorno.. però sono impostazioni che loro non si spendo mai a fare perchè fanno perdere tempo e loro ci guadagnano solo montando impianti, quindi abbandonano il cliente. Se in qualche modo in casa hai caldo, allora l'impianto funziona e non rompere le scatole.. ragionano così. Ma quasi tutti eh.

                                                Adesso chiudi un filo i circuiti per diminuire un po' la portata (la vedi dai flussimetri).. e non so se il bypass collettori è regolabile dalle valvole sotto gli sfiati.. forse uno è la valvola di scarico del portagomma (sotto) e sopra è il rubinetto di bypass collettore.
                                                Dovresti almeno riuscire ad avere 40°C in caldaia e 35°C sui collettori.. avere un bilanciamento perfetto è quasi impossibile.. motivo per cui trovo i collettori miscelati una pessima scelta in case moderne dove tutto è a bassa temperatura e i circuiti dei radianti sono studiati con resistenze basse e quanto più possibile bilanciati.
                                                Ultima modifica di nanotek; 05-01-2021, 10:32.
                                                La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio
                                                  Eh.. il tuo idraulico sbagliava perchè non calcola la miscelazione al bypass di bilanciamento delle mandate.
                                                  E' evidente che il circolatore spinge troppo. Adesso non so che circolatore sia.. probabile sia fisso a 3 velocità. Se fosse uno elettronico magari puoi recuperare il manuale e giocare un po' di più sui parametri.

                                                  L'obiettivo è di avere portate uguali nei due rami.. mandata e ritorno.. però sono impostazioni che loro non si spendo mai a fare perchè fanno perdere tempo e loro ci guadagnano solo montando impianti, quindi abbandonano il cliente. Se in qualche modo in casa hai caldo, allora l'impianto funziona e non rompere le scatole.. ragionano così. Ma quasi tutti eh.

                                                  Adesso chiudi un filo i circuiti per diminuire un po' la portata (la vedi dai flussimetri).. e non so se il bypass collettori è regolabile dalle valvole sotto gli sfiati.. forse uno è la valvola di scarico del portagomma (sotto) e sopra è il rubinetto di bypass collettore.
                                                  Dovresti almeno riuscire ad avere 40°C in caldaia e 35°C sui collettori.. avere un bilanciamento perfetto è quasi impossibile.. motivo per cui trovo i collettori miscelati una pessima scelta in case moderne dove tutto è a bassa temperatura e i circuiti dei radianti sono studiati con resistenze basse e quanto più possibile bilanciati.
                                                  si si concordo non pretendo il bilanciamento perfetto, però neanche 20 gradi di differenza, sui 5 ci metterei la firma.
                                                  Sei davvero gentile ti ringrazio, se posso ti do ulteriori dati
                                                  sui due collettori ho una pompa 25-60 a velocita fissa 3 (con 1 mi tiene meglio la temperatura)
                                                  sulla caldaia ho una pompa 15-60 anche qui messa a velocita massima (cambiata da poco con 15-70 ma poco cambia)

                                                  Ultima info che secondo me un po potrebbe migliorarmi il circuito non so perche ma nel mio non c'è quel tubo che vedo essere di serie su tutti i collettori caleffi
                                                  File allegati

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    Il tubo in fondo è il bypass collettori. Serve a smaltire la portata in eccesso sul collettore di mandata che altrimenti viene forzata tutta nei circuiti. E' obbligatorio in alcuni casi per mantenere la circolazione minima.

                                                    Ti hanno messo un circolatore con più prevalenza anche in caldaia ? Probabilmente per "vincere" quello nei collettori.
                                                    Un 60 sul collettore è spesso sovradimensionato.. i progetti dei circuiti moderni hanno prevalenze ben minori.

                                                    E dire che con il solo circolatore della caldaia e collettori "semplici" è molto probabile che facevi tutta casa tranquillamente (2 piani da 100mq li faceva su circuiti ben progettati)

                                                    Prova a chiudere un po' i ritorni e aspetta un po' a vedere se migliora la situazione.

                                                    Non hai le testine elettriche di regolazione, vero ?

                                                    Puoi fare una foto del circolatore per vedere che modello è ?
                                                    Ultima modifica di nanotek; 05-01-2021, 13:39.
                                                    La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio
                                                      Il tubo in fondo è il bypass collettori. Serve a smaltire la portata in eccesso sul collettore di mandata che altrimenti viene forzata tutta nei circuiti. E' obbligatorio in alcuni casi per mantenere la circolazione minima.

                                                      Ti hanno messo un circolatore con più prevalenza anche in caldaia ? Probabilmente per "vincere" quello nei collettori.
                                                      Un 60 sul collettore è spesso sovradimensionato.. i progetti dei circuiti moderni hanno prevalenze ben minori.

                                                      E dire che con il solo circolatore della caldaia e collettori "semplici" è molto probabile che facevi tutta casa tranquillamente (2 piani da 100mq li faceva su circuiti ben progettati)

                                                      Prova a chiudere un po' i ritorni e aspetta un po' a vedere se migliora la situazione.

                                                      Non hai le testine elettriche di regolazione, vero ?

                                                      Puoi fare una foto del circolatore per vedere che modello è ?
                                                      Purtroppo ho testine elettriche, ecco qualche foto

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        ecco qui le foto delle valvole, del by pass che non c'è e del circolatore
                                                        File allegati

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Ok.. sei nei casi complessi. Come complicarsi la vita con mille regolazioni che poi non fa nessuno xD
                                                          Se hai tutte testine elettriche deve essere ben regolato il circolatore che è di tipo elettronico.
                                                          Non vorrei dire una stupidaggine (perchè dipende da come è controllato il circolatore.. l'avvio, lo stop e la regolazione) ma in buona parte dei casi, quando ci sono tutte testine elettriche ci vuole il bypass di minima circolazione (il tubo che collega i due collettori).

                                                          Fai una foto del circolatore acceso ? Perchè si può regolare in vari modi.. inizia a procurarti il manuale del circolatore e capire come viene avviato (dalla caldaia ? quando un termostato di zona chiama ? termostati di zona semplici ?)
                                                          La chiesa del mio paese non ha il cappotto, eppure in estate, dentro si sta belli al fresco

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            Originariamente inviato da nanotek Visualizza il messaggio
                                                            Ok.. sei nei casi complessi. Come complicarsi la vita con mille regolazioni che poi non fa nessuno xD
                                                            Se hai tutte testine elettriche deve essere ben regolato il circolatore che è di tipo elettronico.
                                                            Non vorrei dire una stupidaggine (perchè dipende da come è controllato il circolatore.. l'avvio, lo stop e la regolazione) ma in buona parte dei casi, quando ci sono tutte testine elettriche ci vuole il bypass di minima circolazione (il tubo che collega i due collettori).

                                                            Fai una foto del circolatore acceso ? Perchè si può regolare in vari modi.. inizia a procurarti il manuale del circolatore e capire come viene avviato (dalla caldaia ? quando un termostato di zona chiama ? termostati di zona semplici ?)
                                                            si avvia quando almeno una testina si apre, comandano le testine.
                                                            comunque anche secondo me è veramente complesso.
                                                            scusami non sono del settore ma dico una stupidata che se ho troppa circolazione per via della pompa con quel tubo by pass forse in parte mi andrebbe sul ritorno e tornerebbe indietro acqua calda che rientrerebbe nel circuito dall’altro by pass e a questo punto un po’ più calda e non fredda come prima?e magari mi si alzerebbe temperatura di mandata ?
                                                            non so se sono riuscito a spiegarmi, comunque tu sei veramente esperto ti ringrazio per il tempo che mi stai dedicando

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR