annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Aumento pressione Beretta Rain 24 CSI

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Aumento pressione Beretta Rain 24 CSI

    Ciao a tutti,

    come accede sempre la mia Beretta, che stranamente aveva smesso di darmi problemi, ha ripreso adesso che è arrivato il freddo.

    Ieri ho trovato acqua sotto la caldaia, la pressione era a 3 atmosfere.
    Ho fatto qualche prova e mi sembra che se chiudo l'immissione di acqua fredda sanitaria in caldaia la pressione resta stabile, mentre sale lentamente se la apro.

    Se interpreto bene lo schema del circuito idraulico l'acqua calda sanitaria viene prodotta in uno "scambiatore sanitario" nel quale gira acqua sanitaria e acqua del riscaldamento, quindi potrebbe esserci un buco in questo scambiatore. O semplicemente un trafilamento del rubinetto di riempimento, ma mi sembra improbabile visto che non lo tocco da mesi

    Secondo voi è corretta la diagnosi? Quanto potrei spendere?

    Porca miseria, ero in ballo per valutare il passaggio a PdC e avevo rimandato causa caos incentivi. Riparare una caldaia che mi ha già dato vari problemi (pur avendo solo 6 anni) mi disturba, cambiarla con una a condensazione forse vuol dire rifare di nuovo la canna fumaria...
    Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
    I miei articoli qui:
    https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

  • #2
    Potrebbe essere il vaso di espansione, se mandi dentro fredda la caldaia accende al max per scaldarla e se il vaso non compensa la pressione sale (e le guarnizioni non tengono).

    Se è così va solo ricaricato.
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

    Commenta


    • #3
      Dalle prove di ieri la pressione sembrava risalire (dopo averla abbassata aprendo un riscaldamento) anche a riscaldamento spento, quindi forse il vaso è da escludere.

      Cmq sono a casa, il tecnico è già arrivato vista l'urgenza, spero di evitare un salasso
      Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
      I miei articoli qui:
      https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

      Commenta


      • #4
        Quindi che ti disse?
        PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

        Commenta


        • #5
          Il tecnico era un ragazzo giovanissimo (20 anni) che mi ha fatto tenerezza, ed era pure educato ed empatico.


          Mi è sembrato molto volenteroso, ha fatto tante telefonate ai colleghi più esperti, e mi ha raccontato di aver cambiato lavoro da un anno, prima lavorava in una grossa azienda elettronica ma si annoiava

          Il problema era effettivamente causato dallo scambiatore acqua sanitaria bucato. Ha escluso subito il rubinetto di immissione perchè la guarnizione gli sembrava buona, e non l'ha neanche cambiato (solo ingrassato)


          Al rimontaggio la caldaia... non si accendeva!


          Allora con la mia solita presunzione mi sono intromesso nelle loro telefonate per ribadire quanto gli avevo accennato, cioè che la caldaia aveva un problema saltuario mesi fa che non faceva partire la scintilla, problema innescato dopo l'ultima revisione che io avevo risolto "alla richi", cioè smollando le viti della carcassa esterna.


          Il collega gli ha indicato ventola e pressostato fumi, io ragionando con lui sul fatto che bastava poco per sbloccarla propendevo più per il pressostato, probabilmente fuori taratura o al limite.
          In effetti era proprio il pressostato, quindi il giovane con umiltà e buona volontà ha risolto il problema urgente ma anche quello che si trascinava da 2 anni. Bravo!


          Scambiatore + valvola sovrapressione + pressostato + prova fumi 3h di lavoro circa 270€, ma li ho spesi più volentieri dei soli 80€ per la prova fumi
          Appassionato (esperto?) di risparmio energetico e veicoli elettrici.
          I miei articoli qui:
          https://www.electroyou.it/richiurci/...-miei-articoli

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X
          TOP100-SOLAR