annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Caldaia Ibrida, si o no? qual'è la migliore?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Caldaia Ibrida, si o no? qual'è la migliore?

    Salve a tutti, ho una casa di circa 230mq impianto radiante a pavimento e una caldaia a condensazione da 24kw di 10 anni che ha un piccolo pannello solare e un accumulo da 150 litri.
    Il termotecnico mi ha consigliato l'acquisto di un sistema ibrido con caldaia e pompa di calore, io ho trovato come sistema l'immergas Magis combo plus v2 in solar, però non ho trovato molti produttori per questo tipo di sistemi.
    Avete da consigliarmi il sistema più efficiente?
    Ho notato che sul forum non è consigliato spesso come sistema, posso capire il motivo? secondo voi sarebbe meglio "realizzarselo da soli" il sistema ibrido? comprando caldaia di una marca e pompa di calore di un altra?

  • #2
    Ti segnalo l'ibrido della Viessmann che mi ha consigliato il mio termotecnico, però non so dirti se sia buono, devo ancora procedere all'installazione:
    Sistema Ibrido Vitocaldens 222-F | Viessmann

    Commenta


    • #3
      Nessuno sa dirmi i lati negativi di un sistema ibrido ?

      Commenta


      • #4
        Il lato negativo è che tieni l’allacciamento al gas, magari per usarlo pochissimo visto che hai il radiante.
        PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

        Commenta


        • #5
          ok, quindi nessun problema tecnico ma "economico". Grazie

          Commenta


          • #6
            Lavorando nel reparto Energie Alternative di Immergas sarebbe scorretto ti dessi un parere sul prodotto in sé, però tieni conto di tre cose, che valgono per qualsiasi marchio:
            1) nel 99% dei casi i due generatori dell'ibrido lavorano sull'impianto di riscaldamento in maniera alternativa, o l'uno o l'altro; dire al sistema quando conviene l'uno e quando conviene l'altro non è facile
            2) guarda bene la potenza del generatore termico che ti propongono, spesso è sovradimensionato
            3) controlla quanto ti costa l'allacciamento del gas

            Mi sento invece di sconsigliarti un sistema integrato con generatori di marchi differenti: oggi tutti i prodotti dialogano in bus e ogni produttore usa il suo protocollo. Avere prodotti che devono funzionare in sinergia ma parlano lingue diverse non è mai una bella cosa. Cerca un produttore che abbia un supervisione in grado di dialogare con tutti i suoi prodotti (parlando di Immergas una AUDAX e una VICTRIX TERA possono funzionare alla perfezione con il Gestore di Sistema, ma il costo è sicuramente più elevato che non di una MAGIS COMBO che ha tutto dentro).

            Infine il mio parere personale. Se hai un bollitore generoso per l'acqua calda io sul radiante monterei una pompa di calore.

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Mons1990 Visualizza il messaggio
              Lavorando nel reparto Energie Alternative di Immergas sarebbe scorretto ti dessi un parere sul prodotto in sé, però tieni conto di tre cose, che valgono per qualsiasi marchio:
              1) nel 99% dei casi i due generatori dell'ibrido lavorano sull'impianto di riscaldamento in maniera alternativa, o l'uno o l'altro; dire al sistema quando conviene l'uno e quando conviene l'altro non è facile
              2) guarda bene la potenza del generatore termico che ti propongono, spesso è sovradimensionato
              3) controlla quanto ti costa l'allacciamento del gas

              Mi sento invece di sconsigliarti un sistema integrato con generatori di marchi differenti: oggi tutti i prodotti dialogano in bus e ogni produttore usa il suo protocollo. Avere prodotti che devono funzionare in sinergia ma parlano lingue diverse non è mai una bella cosa. Cerca un produttore che abbia un supervisione in grado di dialogare con tutti i suoi prodotti (parlando di Immergas una AUDAX e una VICTRIX TERA possono funzionare alla perfezione con il Gestore di Sistema, ma il costo è sicuramente più elevato che non di una MAGIS COMBO che ha tutto dentro).

              Infine il mio parere personale. Se hai un bollitore generoso per l'acqua calda io sul radiante monterei una pompa di calore.
              grazie mille della risposta, anche io mi sto rendendo conto, studiando un pò i prodotti che i sistemi ibridi non sono in realtà ne carne ne pesce.. ma il termotecnico mi ha sconsigliato la pompa di calore non tanto per il riscaldamento, ma per l'acqua calda sanitaria. dice che la comodità/resa della caldaia a gas non la raggiungo.
              Per quattro persone che accumulo potrebbe essere sufficiente? secondo te mettere l'accumulo all'aperto (naturalemte riparato) ha molte contro indicazioni?

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da lore85fi Visualizza il messaggio
                grazie mille della risposta, anche io mi sto rendendo conto, studiando un pò i prodotti che i sistemi ibridi non sono in realtà ne carne ne pesce.. ma il termotecnico mi ha sconsigliato la pompa di calore non tanto per il riscaldamento, ma per l'acqua calda sanitaria. dice che la comodità/resa della caldaia a gas non la raggiungo.
                Per quattro persone che accumulo potrebbe essere sufficiente? secondo te mettere l'accumulo all'aperto (naturalemte riparato) ha molte contro indicazioni?
                La caldaia è più veloce senza ombra di dubbio e basta un accumulo più piccolo. Detto ciò il calcolo dell'ACS te lo deve fare il termotecnico perché ci sono delle norme per farlo, ma facendo i conti della serva per 230 m^2 e una casa di oltre 10 anni se abiti al nord ti serve una pompa di calore almeno da 12 kW. Con 300 litri a 50°C ti fai circa 2 docce e mezzo e con 12 kW lo ricarichi in un'ora e mezza. Con 500 litri ti faresti tutte le 4 docce consecutivamente (ma ne hai bisogno?).

                P.S. Con MAGIS COMBO puoi decidere tu quando usare la caldaia e quando usare la pompa di calore, ad esempio puoi dire di usare solo la caldaia per l'acqua calda, la pompa di calore per il riscaldamento fino a 0°C e la caldaia sotto questa temperatura.

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Mons1990 Visualizza il messaggio
                  La caldaia è più veloce senza ombra di dubbio e basta un accumulo più piccolo. Detto ciò il calcolo dell'ACS te lo deve fare il termotecnico perché ci sono delle norme per farlo, ma facendo i conti della serva per 230 m^2 e una casa di oltre 10 anni se abiti al nord ti serve una pompa di calore almeno da 12 kW. Con 300 litri a 50°C ti fai circa 2 docce e mezzo e con 12 kW lo ricarichi in un'ora e mezza. Con 500 litri ti faresti tutte le 4 docce consecutivamente (ma ne hai bisogno?).

                  P.S. Con MAGIS COMBO puoi decidere tu quando usare la caldaia e quando usare la pompa di calore, ad esempio puoi dire di usare solo la caldaia per l'acqua calda, la pompa di calore per il riscaldamento fino a 0°C e la caldaia sotto questa temperatura.
                  ma secondo il tuo punto di vista, non considerando il costo di acquisto dei due sistemi, è meglio mettere un sistema ibrido o solo pompa di calore? abito a Firenze, quindi i giorni con giornate sotto lo 0 sono pochi in un anno

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da lore85fi Visualizza il messaggio

                    ma secondo il tuo punto di vista, non considerando il costo di acquisto dei due sistemi, è meglio mettere un sistema ibrido o solo pompa di calore? abito a Firenze, quindi i giorni con giornate sotto lo 0 sono pochi in un anno
                    Non posso risponderti perché non conosco i dettagli della tua casa e non sono un termotecnico. Oltre al generatore ci sono tantissime altre cose da valutare. Ad esempio: per 230 m² a pavimento avrai bisogno di portate molto elevate, quindi come è fatta la centrale? Disgiuntore con rilanci? Il passo dell'impianto s pavimento è stretto o magari è troppo largo e quindi devi lavorare a temperature più alte? Ci sono tanti aspetti. Io ti posso dire che con un impianto a pavimento e una superficie così generosa che mi consente di mettere anche accumuli cercherei di fare a meno del gas, ma poi magari si rivela tecnicamente non fattibile.

                    Commenta

                    Sto operando...
                    X
                    TOP100-SOLAR