annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Stufe a combustibile liquido isoparaffinico (Zibro & C.): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

Comprimi
Questa una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Stufe a combustibile liquido isoparaffinico (Zibro & C.): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

    Scusatemi, proprio ora mi sono ricordato che mia nonna ha una vecchia stufetta da casa che alimentava con kerosene anni fa!
    Secondo voi, o anche da esperimenti fatti, potrebbe funzionare con l'olio di colza?
    se si, ci vogliono modifiche o basta sostituire il combustibile con l'olio stesso?
    Grazie a tutti delle risposte

  • #2
    penso proprio di no.
    le stufe funzionano a stoppino e la volatilita' del kerosene e' senz'altro maggiore dell'olio di colza..
    ti ritroveresti una stufa fumosa che brucia lo stoppino in un nonnulla..

    Commenta


    • #3
      Scusatemi gente, sono il solito, la mia curiosita' non ha limiti, pero' penso che meglio di qui non possa soddisfare la mia sete di sapere!
      secondo voi, possibile sostituire il combustibile liquido di queste stufette con qualcosa tipo alcool o altro? io avevo provato a fare un 50 % con olio di colza, la stufa partiva, pero' dopo un po' si spegneva ugualmente! secondo voi, con alcool, di quello denaturato potrebbe funzionare?
      grazie ragazzi

      Commenta


      • #4
        si con alcol penso proprio che funzionera' magari per le prime volte inizia con piccole percentuali e vai aumentando fino a quando non trovi la percentuale massima nella miscela zibro/alcol90 cmq se l'alcol non si miscela allo zibro potresti mettere dell'olio per freni e magari provare anche con olio per motori due tempi a miscela

        cmq con l'olio non andava perche' e' molto piu denso dello zibro...

        Commenta


        • #5
          io proverei col biodiesel,
          con alcoole e altri combustibili infiammabili e volatili avrei paura...
          per quanto riguarda gli addittivi emulsionanti ricordiamoco che quello che brucia
          in casa ce lo respiriamo direttamente...
          attenzione con questi esperimenti...

          interessantissimo che vada con una percentuale di olio....

          Commenta


          • #6
            grazie ragazzi, domani provero'!
            l'ideale sarebbe direttamente e totalmente con alcool 90,ma nn penso che vada bene o meglio che renda!
            mi auguro quando provero' di poter dire anch'io come un tizio famoso... eppur funzionaaaaaaaa!

            Commenta


            • #7
              Attento!
              Come sottolineato da belinassu, l'alcool come la benzina! Anzi a T ambiente forse forma vapori (ESPLOSIVI) pi facilmente. Respirarli non per un problema (piccole qta)...se poi non devi guidare ma la prima scintilla ...
              Fare si puo'!... Volerlo dipende da te.

              Consultate e rispettate il REGOLAMENTO

              Rispetto il gas, un piano cottura a induzione consuma il 65...70% in meno d'energia: se l'elettrica costasse il doppio, rimarebbe un risparmio del 30...40%! Gas 100% fossile, elettrica 30...100% rinnovabile (secondo fornitore). Con contratti 3 kW, contrariamente a quanto si dice, si possono usare pure piani sprovvisti di autolimitazione.

              Commenta


              • #8
                Se vuoi puoi alimentarla con il combustibile isoparaffinico, che viene usato nelle attuali stufe tipo Zibro. Solo che costa 1.75 a litro, per non fa odore mentre la stufa a kerosene specie quelle senza canna fumaria, come presumo sia la tua, era pestilenziale.
                In alternativa puoi utilizzare l'alcool denaturato, che da Carrefour si trova a 0.79, addizionato con il 20% di isoparaffina per diminuire la volatilità dell'alcool.
                Bisogna comunque porre la massima attenzione se si usa alcool.
                Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                Commenta


                • #9
                  Le stufe a isoparaffina sono progettate per raggiungere una temperatura di 800 se a camera semplice e 1200 se a doppia camera.
                  Io ho provato con l'alcool denaturato preso a Carrefour a 0.79 contro 1.75 dello Zibro kristal, ma la stufa per l'appunto non riesce ad entrare in temperatura e si spegne anche con percentuali del 10%.
                  Se proprio vuoi usare l'alcool denturato a 90, usa solo quello venduto da Carrefour gli altri sono acqua colorata, devi trovare una di quelle vecchie stufette a kerosene a stoppino (wick in inglese per i ricambi) senza canna fumaria.
                  A kerosene sono puzzolenti, ma se le usi con alcool al 90% e isoparaffina al 10% sono perfette.
                  Devi comunque arieggiare il locale in quanto la combustione dell'alcool produce acqua ed anidride carbonica.
                  L'isoparaffina che sull'alcool galleggia serve a diminuire la volatilità dell'alcool.
                  Il potere calorifico inferiore dell'alcool idrato a 90(significa che possiede il 10% d'acqua) di 6000 Cal/h, quindi poco pi della metà dell'isoparaffina, per cui a parità di consumo la potenza della stufa viene quasi dimezzata.
                  Per l'alcool etilico, contrariamente all'isoparaffina, di origine vegetale.
                  Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                  Commenta


                  • #10
                    ho propvato ad alimentare la mia a biodiesel ma essendo pi denso del kerosene e avendo una temperatura di accensione pi alta
                    fa molta fatica... probabilmente la cosa funziona usandolo in percentuale col kerosene o modificando la stufetta per avere u rapporto stechiometrico corretto...

                    Commenta


                    • #11
                      CITAZIONE (belinassu @ 6/3/2005, 11:13)
                      ho propvato ad alimentare la mia a biodiesel ma essendo pi denso del kerosene e avendo una temperatura di accensione pi alta
                      fa molta fatica... probabilmente la cosa funziona usandolo in percentuale col kerosene o modificando la stufetta per avere u rapporto stechiometrico corretto...

                      HAI PROVATO HA MISCELARE ALCOL E BIODIESEL??

                      perche' l'alcol e' molto piu volatile del kerosene e il biodiesel molto meno del kerosene cosi' ottieni un prodotto simile al kerosene...

                      Commenta


                      • #12
                        Il problema l'odore dei prodotti di combustione, per le stufe senza canna fumaria.
                        Le vecchie stufe a kerosene a stoppino, di cui le stufe similZibro, non sono altro che una versione
                        riveduta solo nella versione doppia camera, altrimenti sono uguali, bruciavano kerosene.
                        I prodotti della combustione rilasciano nell'ambiente un forte odore.
                        Proprio per questo sono stati imessi nel mercato due tipi di combustibile odorless:
                        uno isoparaffinico con percentuale di aromatici inferiore a 0,007%;
                        l'altro con percentuale di aromatici inferiore a 0,2%.
                        La combustione dell'alcool non produce odore perch privo di aromatici, tuttavia si sente l'odore del CO2 che viene prodotto, per cui occorre assolutamente che l'ambiente sia aerato.
                        Quindi se si adoperano stufe senza canna fumaria occorre prestare attenzione a cosa si fa bruciare.
                        Quando autoconsumiamo 1 kWh di energia del nostro impianto FV stiamo "evitando" di far produrre in Italia 2,43 kWh di energia primaria.

                        Commenta


                        • #13
                          Per superlele77 _

                          ** Ciao hai provato con l'alcool 90 in percentuale totale a far andare la stufetta..sono curioso di provare anche io ..!??!?! :unsure:

                          ..Ma ho letto che nel caso si possa utilizzare l'alcool etilico 90 nelle stufe zibro, cmq. sia solo nei modelli dotati di stoppino mentre per i modelli ad accensione elettrica/laser non va assolutamente bene....qualche d'uno ne sa di piu' a riguardo ??? :huh:

                          Commenta


                          • #14
                            Stufe a combustibile liquido: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

                            ciao, ho appena acquistato una stufa a petrolio "inverter 3003" e la sto provando con dello "Zibro Bio".
                            mi hanno assicurato che avrebbe fatto solo un leggero odore in fase di acensione e di spegnimento; invece sta facendo una puzza tremenda!!! la qual cosa mi perplime alquanto, dato che ho un bimbo di 8 mesi e di avvelenarlo non ci penso nemmeno.
                            vero che vivo in una casa molto vecchia e grande con infissi di legno dei primi del secolo con spifferi spaventosi... per...
                            qualcuno mi sa dire se posso fare qualcosa per farla puzzare meno, (tipo un combustibile vegetale che so io un olio etc.) oppure domani la riporto al rivenditore e mi prendo una borsa dell'acqua calda...
                            <img src=">
                            grazie
                            malcolm

                            Commenta


                            • #15
                              Guarda che il tipo di combustibile usi molto importante.
                              Devi usare soltalto ISOPARAFFINA ESTREMAMENTE RAFFINATA. ALTRI COMBUSTIBILI VENGONO VENDUTI COME COMBUSTIBILI PER STUFE A PETROLIO, MA NON SONO ISOPARAFFINE PURE, MA SONO DEGLI IDROCARBURI DEAROMATIZZATI. NON CONVIENE RISPARMIARE POCHI EURO NEL PETROLIO. IO DI SOLITO LO PAGO 44-48 EURO 20 LITRI, GLI ALTRI IDROCARBURI COSTANO 38-42 EURO.
                              IO USO COMBUSTIBILE SAVICHEM (UNICA DITTA ITALIANA CHE PRODUCE ISOPARAFFINA) CON COMPOSTI AROMATICI MINORI DO 0,001 E TI POSSO ASSICURARE CHE L'UNICO ODORE L'HO ALL'ACCENSIONE ALLO SPEGNIMENTO.

                              PER UN MAGGIORE APPROFONDIMENTO VAI AL SITO UFFICIALE DELLA DITTA DA ME INDICATA.

                              ALTRO CONSIGLIO E' DI AQUISTARE STUFE ELETTRONICHE A PETROLIO CON SENSORE DI CALORE E DI CO2 E NON STUFE A STOPPINO. LE STUFE ELETTRONICHE GRAZIE ALLA VENTOLA CONVEZIONE FORZATA (MIGLIORE PROPAGAZIONE DEL CALORE) HANNO UNA RESA MAGGIORE (UNA DI 3000 WATT ) RISCALDA 65 MQ DI CASA CON UN CONSUMO ELETTRICO DI 5 WATT AD ORA E DI Consumi l/h min/max DI 0,080/0,320.

                              LE RITENGO STUFE VERAMENTE OTTIME CHE FORNISCONO UN ELEVATO CALORE; IN SUSSIDIO AL RISCALDAMENTO TRADIZIONALE FANNO RISPARMIARE MOLTI SOLDI CON CAMERE VERAMENTE CALDE

                              aquila007, scrivere in maiuscolo nel web equivale ad urlare. Per cortesia scrivi minuscolo, grazie! Gym

                              Edited by gymania - 4/1/2008, 14:34

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              TOP100-SOLAR