annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Conto Termico 2.0

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Conto Termico 2.0

    Novità per il conto termico, che nella versione originale pare non riusciva a decollare.

    pare abbiano introdotto alcune semplificazioni, come:

    1- possibilità di acquistare materiali su internet e pagare con carta di credito, senza il solito bonifico parlante
    2- procedura semplificata della domanda, per un elenco di generatori sotto i 35 kw....
    3- unico pagamento fino a 5000 euro entro 90 gg dall' avvio impianto
    4- altri fra cui


    vedi ...vedi un po':
    • per il dimensionamento dell’accumulo termico, nel caso di caldaie automatiche a pellet (<500 kW), non è previsto un volume minimo in funzione della potenza nominale, ma si rimanda alle indicazioni del costruttore e/o del progettista;
    Assenza del puffer per le caldaie a pellet automatiche!!!!!

  • #2
    attenzione, deve essere confermato e bisogna saperlo leggere bene. Infatti, si può anche dire che:

    1- possibilità di acquistare materiali su internet e pagare con carta di credito, senza il solito bonifico parlante
    i materiali conformi, anche prima potevano essere comprati in internet e non serviva un bonifico parlante, ma un normale bonifico con la specifica causale (per qualsiasi acquisto, sia in internet che normale)
    2- procedura semplificata della domanda, per un elenco di generatori sotto i 35 kw.... chi li decide? magari qualche amico dell'amico ? mah....
    3- unico pagamento fino a 5000 euro entro 90 gg dall' avvio impianto si parla di una rata e non due, sotto i 5.000 euro



    vedi ...vedi un po':
    • per il dimensionamento dell’accumulo termico, nel caso di caldaie automatiche a pellet (<500 kW), non è previsto un volume minimo in funzione della potenza nominale, ma si rimanda alle indicazioni del costruttore e/o del progettista;
    Assenza del puffer per le caldaie a pellet automatiche!!!!! si parla di volume minimo, non assenza... quindi da interpretare (oppure aspettare il reale significato)
    riscaldamento a biomassa e PDC
    Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

    Commenta


    • #3
      quindi? Niente 20 litri al kw?
      Ultima modifica di nhrialto; 28-01-2016, 09:15. Motivo: corretto rapporto l/kw

      Commenta


      • #4
        leggi qua:
        riscaldamento a biomassa e PDC
        Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

        Commenta


        • #5
          cmq adesso si puo' pagare con cdc e moneta elettronica (paypal) che prima non era prevista. Serviva bonifico normale con descrizione acquisto.
          Mi domando se ora è possibile contabilizzare all'interno del conto termico prodotti acquistati in germania ... parebbe di si!

          Del sito linkato meglio leggere direttamente il decreto e soprattutto l'allegato 1 e 2!

          Commenta


          • #6
            ma in primis..... puffer o non puffer, comprare in germania o in italia o in africa, una rata o due rate, ecc ecc....rimane SEMPRE il problema di fondo:

            il fai da te nel riscaldamento è come sempre un errore....infatti i forum sono pieni di gente con problemi
            a parte qualche "appassionato" che sa come fare l'impianto, forse lo 0.00001%, chi utilizza il "fai da te" lo ritrovi poi pieno di problematiche.
            ma tantè....siamo in itaGGGGGGGGGGGGGGGGGGGliiiiiaaaaaaaa....
            riscaldamento a biomassa e PDC
            Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

            Commenta


            • #7
              il fa da te per comprare il materiale?
              Cmq metterei un puffer da 1000 litri con t alla tedesca ...

              Commenta


              • #8
                Riassumendo:
                obbligo di installazione di un sistema di accumulo termico dimensionato secondo quanto
                segue:
                -per le caldaie con alimentazione manuale del combustibile, in accordo con
                quanto previsto dalla norma EN 303-5;
                -per le caldaie con alimentazione automatica del combustibile, prevedendo un
                volume di accumulo non inferiore a 20dm3/kWt;
                -per le caldaie automatiche a pellet prevedendo comunque un volume di
                accumulo, tale da garantire un’adeguata funzione di compensazione di carico, con
                l’obiettivo di minimizzare i cicli di accensione e spegnimento, secondo quanto
                indicato dal costruttore e/o dal progettista.

                Commenta


                • #9
                  Per le caldaie a biomassa basta avere un generatore a gasolio, mentre le aziende agricole e dalle imprese operanti nel settore forestale sono ammessi agli incentivi di cui al presente decreto per gli interventi effettuati nelle aree non metanizzate .... questo perchè possono tenere il vecchio generatore come generatore di backup. Non vorrei che qualcuno si confondesse come l'ultima volta.

                  Commenta


                  • #10
                    ...... cerchiamo di non fare i piagnoni e criticoni, comunque e sempre.

                    Non hanno vietato l' utilizzo del puffer, ma danno la possibilità di non installarlo, sempre seguendo le indicazioni del costruttore, che dovrebbero essere scritte nero su bianco su un manuale di istruzioni per l' utilizzo ed uno per la corretta installazione.

                    Quello che mi dispiace è che non sia obbligatori installare il contacalorie certificato su ogni impianto /tipo di intervento.

                    Sarebbe il migliore dei sistemi per confrontarci, poi, sulla vera resa degli impianti/caldaie.

                    Invece ora, basta che la caldaia non si spenga, è secondo molti qua l' impianto funziona alla meraviglia, bravo il costruttore della caldaia, ottimo l' installatore e super il termotecnico. Le rese sono garantite da un certificato prodotto in qualche oscuro laboratorio con legna/pellet al plutonio!!!! e tutti viviamo felici e contenti.......


                    In germania ormai sono obbligatori da anni, ed il costo è ridicolo, intorno ai 150 euro......

                    in questo dott, ti do ragione, siamo "itagliani", nel senso che tutti bravi ma sempre e solo a parole!

                    Commenta


                    • #11
                      A me fà specie che questa nuova versione del conto termico esca a poche settimane di distanza da un articolo di Stella sul Corriere della Sera dove il fustigatore della Casta (ma che della Casta fà parte, almeno di quella dei giornalisti) lamentava l'eccesiva complicazione delle regole del conto termico adducendo che il linguaggio tecnico era troppo complicato per il comune cittadino ma dimenticando che il linguaggio tecnico non è certo complicato per il professionista del settore sia esso progettista o installatore.

                      Certo la prima versione era stata fortemente criticata da qualche costruttore italiano perchè ad esempio la norma dei 20Lt/Kw per il puffer era accusata di favorire i costuttori tedeschi come potete leggere su questo interessante documento di Arca Caldaie polemico anche su parecchi altri punti
                      Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

                      Commenta


                      • #12
                        Ciao a tutti,

                        be è una bella forzatura dire che la norma dei 20 lt/kw era a favore dei costruttori tedeschi, quando questi dicono che per la legna ok ti "obbligano" un tot litri di puffer, mentre per il pellet , a differenza della legna, lo consigliano per la maggior parte dei casi (produzione acs, eventuale solare ecc), ma dicono chiaramente che possono andare anche senza

                        Commenta


                        • #13
                          ecco la risposta di un tecnico qualificato che segue la procedura:

                          Ciao Giuseppe,tieni presente che non è ancora stato pubblicato e che una volta pubblicato in gazzetta entrerà in vigore dopo 90 gg. In ogni caso le cose più interessanti sono diverse:
                          - se l'incentivo totale non supera i 5000 €, viene erogato in un'unica soluzione!
                          - l'erogazione avverrà per trimestri e non più semestri (quindi alla peggio un cliente riceve tutto entro 4 mesi dall'attivazione del contratto)!
                          - accetteranno anche pagamenti con carta di credito (non si sa ancora come verrà gestita la cosa);
                          - a sfavore però, hanno abbassato le soglie di emissione, di conseguenza, a grandi linee, chi prima prendeva il coefficiente premiante di 1.5 ora potrebbe prendere 1.2, chi prendeva 1.2 ora prende 1 e chi prendeva 1 ora non accederà all'incentivo (quindi i produttori devono spingere su innovazione se vogliono competere);
                          - hanno modificato il metodo di calcolo di incentivo per pompe di calore e solare termico, in teoria più vantaggiosi ora, però non abbiamo ancora analizzato nel dettaglio quanto cambia;
                          Noi abbiamo stimato che con il fondo ancora disponibile e con l'andamento previsto di mercato, ce ne sarà per almeno 4 anni, salvo ulteriori aumenti del fondo come è successo ad esempio per il fotovoltaico (che alla fine era arrivato a un totale di 6,7 miliardi di euro con 5 conti energia);
                          Quindi mi sà che anche in pre-stagione avrai molto da fare...;-)
                          A presto e buon lavoro.
                          riscaldamento a biomassa e PDC
                          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                          Commenta


                          • #14
                            ... a qualcuno toccherà svendere velocemente le vecchie "pentole" che siano caldaie o puffer!!!

                            Commenta


                            • #15
                              chi lavora puntando solo ed esclusivamente sul conto termico, forse si.
                              ma il lavoro è molto più articolato..... e completo, oltre che complesso.
                              chi basa tutto solo sugli incentivi, chiude prima o poi. Tipico esempio ne è il FV con le migliaia di dittarelle nate e fallite....
                              riscaldamento a biomassa e PDC
                              Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                              Commenta


                              • #16
                                .... infatti il passaggio alle pdc è sempre piu' massiccio, così come il solare termico sarà sostituito a breve dal fotovoltaico, visti i costi!

                                Gli incentivi potrebbero finire molto presto per chi punta sugli sconti fiscali.....

                                Rimane sempre molto lavoro nella pulizia annuale delle caldaie e delle canne fumarie, ma è un mestiere che deve piacere!

                                Commenta


                                • #17
                                  quanta utopia..... vabbè, il mondo è fatto di mille opinioni, siamo sempre in democrazia, per ora.......
                                  riscaldamento a biomassa e PDC
                                  Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                  Commenta


                                  • #18
                                    Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                    - a sfavore però, hanno abbassato le soglie di emissione, di conseguenza, a grandi linee, chi prima prendeva il coefficiente premiante di 1.5 ora potrebbe prendere 1.2, chi prendeva 1.2 ora prende 1 e chi prendeva 1 ora non accederà all'incentivo (quindi i produttori devono spingere su innovazione se vogliono competere);
                                    ammazza che tosatura! In zona e con una 22kw da 1,2 a 1 c'e' una differenza di 700 euro...

                                    Commenta


                                    • #19
                                      così come il solare termico sarà sostituito a breve dal fotovoltaico, visti i costi!
                                      Ciao Scresan, ne sò poco su entrambi ma cosi a naso mi pare che il solare termico non perda efficienza nel corso degli anni a differenza del fotovoltaico e mi sembra anche robusto come sistema a parte la pompa , con il fotovoltaico come funziona ?
                                      Alimenti direttamente una resistenza o hai sempre bisogno di un inverter ?
                                      Poi a naso mi pare che il solare termico abbia un ottima resa rispetto alla superficie occupata , non sò se il fotovolatico ha la medesima , d'acchito direi di no. Sbaglio ?
                                      Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

                                      Commenta


                                      • #20
                                        Originariamente inviato da Dott Nord Est Visualizza il messaggio
                                        siamo sempre in democrazia, per ora.......
                                        Su questo ho più di un dubbio .
                                        I governi non dovrebbero essere l'espressione della volontà popolare ?
                                        Con questi sono tre che non abbiamo eletto direttamente ed inoltre c'è 1/4 tra aprlamento e Senato che ha cambiato casacca dalle scorse elezioni, Alfano, Verdini , Tosi , quest'ultima cosa è quella che mi fà più incavolare , io voto uno e poi questo passa all'altra parte politica se gli conviene ?
                                        Caldaia Lazar Smartfire 22kw , sonda lambda,240 lt serbatoio pellet, modulo Econet300 , Puffer Galmet multiinox 600 lt, Collettori solari Ksg21.

                                        Commenta


                                        • #21
                                          wwwwwwwwwwwww l'itaGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGliettaaaaaaaaaaaa aaaaaaa
                                          riscaldamento a biomassa e PDC
                                          Se mi cercate, ho cambiato nic. Ora sono: GiuseppeRG

                                          Commenta


                                          • #22
                                            ..... il fotovoltaico + pdc rispetto al pentolone + pellet è come confrontare la ferrari con la topolino!
                                            Grossomodo per fare acs il solare termico necessita sempre di un sistema di bk, mentre la pdc + fotovoltaico è collegata alla rete e cambia solo la sorgente di prelievo dei kwh, il proprio tetto o enel!

                                            I costi di produzione si stanno allineando, ma con la pdc ti dimentichi dell' impianto......



                                            Per ora i pannelli funzionano bene, anzi il 2015 è stato il piu' produttivo dal 2012, anno dell' impianto.

                                            Del resto un impianto ben fatto è sempre ben fatto, che sia idraulico o elettrico.

                                            La soddisfazione, poi, del faidate ...... ancora meglio! i costi impiantistici, poi, si dimezzano, soprattutto se comperi da internet.

                                            P.S.: ormai non ci sono settori in cui serve il santone di turno per fare o realizzare qualcosa, basta un po' di passione e qualche ora su interner a cercare amici ed appassionati del faidate che ti danno le dritte giuste.
                                            Per l' impianto idraulico molte dritte ed anche materiali me li ha fatti avere un vecchio utente del forum, Tekneri, che ormai visti gli impegni, ci frequenta raramente..... purtroppo per noi! (trovi su youtube molti suoi lavori, e guarda le date per capire che è sempre stato uno dei pionieri in molte tipologie di impianti....)
                                            Il fotovoltaico è piu' semplice da realizzare, trovi i configuratori online!

                                            Ci vuole un po' di manualità e soprattutto passione, altrimenti meglio lasciar perdere, ma è come andare in bici, una volta imparato ti rimane a vita!

                                            Chiaramente, poi, il tutto va messo in burocratichese da persona autorizzata, ma ho la fortuna di avere moltissimi amici che mi devono dei favori e si sa che una mano lava sempre anche l' altra!


                                            Come dice qualcuno questa è l' "Italia", quella dei pionieri, di chi sbaglia ma fa, alla faccia di tutti gli espertoni pronti a bacchettare tutti dall' alto dei loro scranni!

                                            Come diceva qualcuno.... siate affamati. siate folli.

                                            Commenta


                                            • #23
                                              ALMENO in zone E-F dove veramente lo scaldarsi rappresenta una grossa fetta di spesa la cosa si fa interessante


                                              ""Nel nuovo decreto, la percentuale di incentivo è rimasta pari al 40% dell’investimento per la maggior parte degli interventi. Nel caso di interventi di isolamento termico nelle zone climatiche E/F l’incentivo è pari al 50%, inoltre se l’isolamento è accompagnato dall’installazione di un nuovo impianto di climatizzazione invernale è previsto un incentivo del 55% dell’investimento per entrambi gli interventi. Per gli interventi di trasformazione degli edifici esistenti in “edifici a energia quasi zero NZEB” è previsto un incentivo più generoso, pari al 65% dell’investimento totale.

                                              Nel nuovo decreto sono previsti degli incentivi anche per le spese per le diagnosi energetiche e la redazione dell’Attestato di prestazione energetica (APE). Tali spese sono incentivabili al 100% per le Pubbliche Amministrazioni e al 50% per i privati, unicamente per gli interventi di trasformazione in edificio a energia quasi zero e gli interventi di isolamento termico delle superfici opache.Per importi inferiori ai 5000 euro, l’incentivo verrà corrisposto in un’unica rata, sia ai privati sia alle Amministrazioni pubbliche.""

                                              comunque non montiamoci la testa, aggiungono da una parte ma tolgono dall'altra


                                              per caldaie biomasse il contabilizzatore di calore sarà solo obbligatorio oltre 200 kW di potenza

                                              ""Nel caso di impianti dotati di pompe di calore o caldaie a biomasse aventi potenza termica utile superiore ai 200 kW, l’intervento è considerato agevolabile solo se accompagnato dall’installazione di sistemi per la contabilizzazione del calore. Tali sistemi dovranno essere previsti anche nel caso in cui siano installati impianti solari termici aventi superficie superiore ai 100 mq.""


                                              Per l' impianto idraulico molte dritte ed anche materiali me li ha fatti avere un vecchio utente del forum, Tekneri, che ormai visti gli impegni, ci frequenta raramente..... purtroppo per noi! (trovi su youtube molti suoi lavori, e guarda le date per capire che è sempre stato uno dei pionieri in molte tipologie di impianti....)
                                              concordo, MASSIMO è una gran bella persona
                                              Ultima modifica di biomassoso; 28-01-2016, 18:34.
                                              OSSI DI PESCA TRITATI sono un'ottima BIOMASSA alternativa

                                              Commenta


                                              • #24
                                                Bisogna aspettare che il decreto sia pubblicato nella gazzetta o è già ora valido?Nuovo conto termico: accesso semplificato agli incentivi e inclusione impianti a potenza maggiore. 900 milioni a disposizione
                                                ..

                                                Commenta


                                                • #25
                                                  Originariamente inviato da diezedi Visualizza il messaggio
                                                  Bisogna aspettare che il decreto sia pubblicato nella gazzetta o è già ora valido?Nuovo conto termico: accesso semplificato agli incentivi e inclusione impianti a potenza maggiore. 900 milioni a disposizione
                                                  90 gg dalla pubblicazione in gu.
                                                  Ora non so se è gia stato pubblicato, fino alla scorsa settimana no.

                                                  Commenta


                                                  • #26
                                                    http://www.gazzettaufficiale.it/atto...o30giorni=true Ora è stato pubblicato nella Gazzetta.Proverò a dargli un occhiata.Si ce quello che speravo,ora ce da attendere il gse per il solare termico?
                                                    Ultima modifica di Peace and Love; 04-03-2016, 21:49.
                                                    ..

                                                    Commenta


                                                    • #27
                                                      Ma le stufe a pellet sono incentivate solo per fabbricati rurali e serre?

                                                      Commenta


                                                      • #28
                                                        Non capisco bene quella parte però nel Allegato 1 comma 2.2 specificano meglio.Credo che l incentivo non valga solo nei casi da te citati.
                                                        ..

                                                        Commenta


                                                        • #29
                                                          Ciao, avendo riscaldamento solo con stufe a legna ( ad aria, classiche) potrei accedere al CT installando adeguata caldaia a legna, togliendo eventualmente le stufe ( o magari solo una) ??
                                                          caldaia red compact easy clean 24, stufa in ghisa nestor martin, puffer 500 e solare

                                                          Commenta


                                                          • #30
                                                            NO, in realtà per le serre e gli edifici rurali sono ammessi all'incentivo solo se in aree non metanizzate o se hanno un generatore a gpl/biomassa.


                                                            2.2 Generatori di calore alimentati da biomassa Di seguito si riportano i requisiti di soglia per l'accesso agli incentivi relativi agli interventi di cui all'art. 4, comma 2, lettera b), del presente decreto. Sono ammessi esclusivamente i generatori di calore di cui alle successive lettere da a) a e) installati in sostituzione di generatori di calore a biomassa, a carbone, a olio combustibile o a gasolio per la climatizzazione invernale degli edifici, incluse le serre esistenti e i fabbricati rurali esistenti.

                                                            Infatti poi recita:


                                                            Per gli interventi effettuati nelle aree non metanizzate esclusivamente dalle aziende agricole e dalle imprese operanti nel settore forestale, e' ammessa agli incentivi di cui al presente decreto la sostituzione di generatori di calore alimentati a GPL con generatori di calore alimentati a biomassa che abbiano requisiti tali da ottenere, ai sensi del presente decreto, un coefficiente premiante riferito alle emissioni di polveri pari a 1,5.

                                                            Commenta

                                                            Attendi un attimo...
                                                            X
                                                            TOP100-SOLAR