adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Passare da caldaia a gas a PDC ??

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Grazie Fabri, gestione carichi ?? Ti riferisci all' utilizzo insieme ad altri grossi elettrodomestici ???

    E per il dimensionamento dei fili elettrici, qualcuno sa dirmi qualcosa ?? Li calcolo con 6KW di max ??

    Commenta


    • Ciao Ligabue82, come hai fatto ad implementare un limitatore? Hai diviso gli assorbimenti degli elettrodomestici su due o tre carichi che disconnetti se l'assorbimento complessivo è superiore ad un certo valore oppure agisci direttamente sull'assorbimento della pdc?.
      Originariamente inviato da ligabue82 Visualizza il messaggio
      Bè certo; io la utilizzo a BT... Potrebbe anche superare i 6 kW quando fa sanitario o in condizioni estreme, ma in ogni caso ho implementato un limitatore della potenza...

      saluti

      Commenta


      • Originariamente inviato da mrcrowley Visualizza il messaggio
        Grazie Fabri, gestione carichi ?? Ti riferisci all' utilizzo insieme ad altri grossi elettrodomestici ???

        E per il dimensionamento dei fili elettrici, qualcuno sa dirmi qualcosa ?? Li calcolo con 6KW di max ??
        Gewiss. Cerca gestione carichi.
        Definisci carichi master e slave. Gli slave vengono esclusi momentaneamente se dopo segnalazione sonora non si provvede ad abbassare i carichi applicati. Tutto regolabile.... tempi... kw...
        F.


        Inviato dal mio SM-A920F utilizzando Tapatalk

        Commenta


        • Mi sembra che sia tutta roba da montare nel quadro elettrico generale. Il problema è che ce l'ho strapieno !!

          Cmq mi pare di capire che se dimensiono i cavi per 6Kw, dovrei rientrarci. Giusto ???

          Commenta


          • Buongiorno, dovrei passare a pdc per riscaldare casa e fare acqua sanitaria.
            Ho tanto fotovoltaico a disposizione, circa 13 kw. La villa è su due piani, con 400 mq di radiante suddiviso in 3 zone. Attualmente è in funzione una Hercules condensing da 32 kw posizionata sotto un porticato sempre aperto su di un lato, il consumo di metano negli ultimi anni è stato tra i 2700 e 3200 mc per anno a seconda dell'inverno. Sono in zona climatica D a 600 m slm, in casa ci sono 4 persone. Ho anche 30 tubi sottovuoto e fermo da qualche anno, quando utilizzavo una kalorina 2203e, un accumulo tank in tanto da 1500 l.
            Quale macchina mi consigliate?

            Dimenticavo di chiarire che non ho locale tecnico in casa, ma solo fuori sotto un porticato sempre aperto su di un lato
            Hercules Condensing 32 KW ABT + solare termico 30 tubi sottovuoto + termocamino 35KW + Impianto fotovoltaico 12.9 KW

            Commenta


            • Ciao Ligabue82, come hai fatto ad implementare un limitatore? Hai diviso gli assorbimenti degli elettrodomestici su due o tre carichi che disconnetti se l'assorbimento complessivo è superiore ad un certo valore oppure agisci direttamente sull'assorbimento della pdc?.
              Ho implementato un controllo carichi nel quadro generale. Le utenze non privilegiate sono la pompa di calore e alcuni fari esterni.
              L'ho impostato a 6 kW (ho un contatore da 5 kW monofase e quindi posso prelevare fino a 6,5 kW per 3 ore). Per ora è intervenuto un paio di volte quando, oltre la PdC, avevo acceso anche lavatrice e phon oppure la pompa sommersa del pozzo per l'irrigazione.
              Saluti
              Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
              Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
              Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
              ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
              Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

              Commenta


              • Ciao Ligabue82, mi sembra di capire che hai settato un valore fisso di 6kw, ti chiedo:
                **hai previsto tale valore perché l'interruttore non ti consente di settare 6,5 kw (in realtà potresti arrivare a 6,6kw per 3 ore) oppure perché vuoi un certo margine di comporto in modo tale da essere ragionevolmente sicuro che non scatti il generale?
                **mi sembra di capire che con tale valore fisso non tieni conto della produzione diurna (e se il tempo lo permette ovviamente) che il tuo impianto fotovoltaco ti fornisce.
                Anche io vorrei mettere una gestione dei carichi per installare una pdc aria/acqua, ed ho trovato numerosi apparecchi, ma nessuno permette una gestione dinamica che possa tener conto anche della produzione del fotovoltaico.

                Commenta


                • Interessante questa cosa della gestione dei carichi. Nel mio caso non so se sarà fattibile in quanto il quadro elettrico é pieno.
                  Stavo però considerando l' ipotesi di passare alla trifase, e mettere la PDC su una delle tre fasi.
                  Secondo voi é possibile ??

                  Commenta


                  • hai previsto tale valore perché l'interruttore non ti consente di settare 6,5 kw (in realtà potresti arrivare a 6,6kw per 3 ore) oppure perché vuoi un certo margine di comporto in modo tale da essere ragionevolmente sicuro che non scatti il generale?
                    La seconda che hai detto, ma sinceramente penso che non potrei impostare 6,5.

                    mi sembra di capire che con tale valore fisso non tieni conto della produzione diurna (e se il tempo lo permette ovviamente) che il tuo impianto fotovoltaco ti fornisce.
                    Anche io vorrei mettere una gestione dei carichi per installare una pdc aria/acqua, ed ho trovato numerosi apparecchi, ma nessuno permette una gestione dinamica che possa tener conto anche della produzione del fotovoltaico.
                    Confermo.
                    Purtroppo il controllo carichi non tiene conto della produzione del FTV (che è posizionato a monte), anche perchè tale componente non è bidirezionale, quindi non riuscirebbe a distinguere i flussi di energia/potenza.

                    saluti
                    Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
                    Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
                    Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
                    ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
                    Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

                    Commenta


                    • Grazie Ligabue82 per le info, sul primo punto, che riguarda la possibilità di regolazione fine, ho trovato per il tuo caso solo il modello BTicino F 421 che permette di fissare a 6, 6,3 e 6,6 kw il limite massimo di assorbimento, oltrepassato il quale comincia a togliere i carichi non prioritari. Sul secondo punto mi metto l'anima in pace, visto che anche tu non hai potuto fare altrimenti
                      Originariamente inviato da ligabue82 Visualizza il messaggio
                      La seconda che hai detto, ma sinceramente penso che non potrei impostare 6,5.

                      ....quindi non riuscirebbe a distinguere i flussi di energia/potenza.

                      saluti

                      Commenta


                      • @Ligabue .... hai 5KW di contratto con PDC, ma anche il piano a induzione ??

                        Auto e/o altri mezzi elettrici con wallbox per ricarica ??

                        Commenta


                        • Ho tutto elettrico.
                          Basta solo sapersi gestire.
                          Pompa di calore, piano induzione, elettrodomestici vari (compresa asciugatrice e lavastoviglie), illuminazione, pompa sommersa per irrigazione. Naturalmente non uso mai tutto contemporaneamente ma in generale riesco a gestirmi. Un paio di volte è intervenuto il controllo carichi staccando la PdC, mentre una sola volta è intervenuto il contatore quando avevo acceso pompa sommersa, lavastoviglie e idropulitrice.

                          saluti
                          Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
                          Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
                          Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
                          ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
                          Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

                          Commenta


                          • Beh magari tu sei anche in una zona climatica più favorevole e la PDC spinge meno. Cmq é un gran risultato.

                            Ma hai anche wallbox x ricarica auto elettrica ??? Con queste, se si vuole ricariche bene, penso si sia obbligati alla trifase. Ovviamente se con tutto il resto in elettrico.

                            Ciao grazie

                            Commenta


                            • Ma hai anche wallbox x ricarica auto elettrica ???
                              Non ancora... Un passo alla volta...
                              Al momento devo cambiare auto dato che la mia Punto ha 14 anni di vita e 260000 km alle spalle...
                              Ma non posso permettermi ancora un auto elettrica...

                              saluti
                              Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
                              Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
                              Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
                              ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
                              Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

                              Commenta


                              • ma il controllo di carichi agisce direttamente sull'alimentazione della pdc staccandola? vi sembra accettabile usare uno strumento così? se la pdc avesse un contatto pulito per ridurne l'assorbimento istantaneo non sarebbe il caso di usare quello, sarebbe magari meno brusco?

                                Commenta


                                • Originariamente inviato da ligabue82 Visualizza il messaggio
                                  ...
                                  Purtroppo il controllo carichi non tiene conto della produzione del FTV (che è posizionato a monte), anche perchè tale componente non è bidirezionale, quindi non riuscirebbe a distinguere i flussi di energia/potenza.
                                  Ciao Liga82, Avendo FV a monte, il gestore carichi potrebbe segnare un valore maggiore di quello che realmente stai prelevando al contatore e con buona produzione FV potrebbe intervenire prima del necessario, di giorno.

                                  Io ho FV (1.82 kWp) a valle del gestore carichi, quindi il gestore segna solo l'effettivo prelievo al contatore. Vero è che quando produco più di quello che consumo, il gestore segna l'immesso, ma non distingue l verso, quindi numeri da interpretare se piccoli
                                  Immergas Victrix 26 Plus & Inox sol 300 (3,7 m2) x 110 m2 - zona E - 2.559 gg
                                  2,9 kWp SolarWatt Blue 60P (7x260+4x270) su SE 3000 ( Sud -2°, Inclinazione 12°)

                                  Commenta


                                  • Originariamente inviato da ligabue82 Visualizza il messaggio
                                    Non ancora... Un passo alla volta...
                                    Al momento devo cambiare auto dato che la mia Punto ha 14 anni di vita e 260000 km alle spalle...
                                    Ma non posso permettermi ancora un auto elettrica...

                                    saluti
                                    Certo certo. Anch'io sto studiando ... per ora devo mettere il piano a induzione e forse a Giugno la PDC.
                                    Intendevo se pensi che con la ricarica tramite wallbox, per poter caricare bene, ti sarà necessaria la trifase.
                                    Io praticamente sono con un impianto elettrico dimensionato per 3-4,5KW, quindi già per l' installazione del piano a induzione mi hanno consigliato di adeguarlo a 6KW.
                                    Stavo quindi valutando se non era il caso di dimensionarlo subito per la trifase, avendo intenzione in futuro di mettere auto e wallbox elettriche, onde evitare di rispendere e rifare il quadro (sperando che riescano a far passare i cavi più grossi etc :-( ).
                                    Il problema è che poi non saprei quanto chiedere di kw in trifase, e nemmeno quanto costi.

                                    Ciao grazie.

                                    Commenta


                                    • Originariamente inviato da francy.1095 Visualizza il messaggio
                                      ma il controllo di carichi agisce direttamente sull'alimentazione della pdc staccandola? vi sembra accettabile usare uno strumento così? se la pdc avesse un contatto pulito per ridurne l'assorbimento istantaneo non sarebbe il caso di usare quello, sarebbe magari meno brusco?
                                      La PDC deve essere un carico master per il gestore carichi.
                                      Tutto il resto può essere slave.
                                      Se impianto pensato bene un gestore carichi è fondamentale.
                                      F.

                                      Inviato dal mio SM-A920F utilizzando Tapatalk

                                      Commenta


                                      • Io ho FV (1.82 kWp) a valle del gestore carichi, quindi il gestore segna solo l'effettivo prelievo al contatore. Vero è che quando produco più di quello che consumo, il gestore segna l'immesso, ma non distingue l verso, quindi numeri da interpretare se piccoli
                                        Ho un FTV da 5,4 kWp. Se di giorno non stessi consumando nulla, rischierei di far passare quella potenza dal controllo carichi... Che comunque non scatterebbe, però non penso sia il massimo come funzionalità...

                                        Intendevo se pensi che con la ricarica tramite wallbox, per poter caricare bene, ti sarà necessaria la trifase.
                                        Penso di sì, più che altro per il fatto che sono in una zona di campagna dove ho problemi di tensione (bassa) e quindi sarebbe meglio distribuire i carichi sulle 3 fasi...
                                        Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
                                        Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
                                        Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
                                        ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
                                        Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

                                        Commenta


                                        • Originariamente inviato da Fabry7501 Visualizza il messaggio
                                          La PDC deve essere un carico master per il gestore carichi.
                                          Tutto il resto può essere slave.
                                          Se impianto pensato bene un gestore carichi è fondamentale.
                                          F.

                                          Inviato dal mio SM-A920F utilizzando Tapatalk
                                          la pdc non producendo acs istantanea e non essendo direttamente comandata da qualcuno, invece dovrebbe essere proprio il primo carico tra i slave. di certo non si può pensare di mettere tra i slave piano cottura, forno, microonde, griglie ecc che devono terminare la cottura e non spegnersi a metà del lavoro. anche lavatrice e lavastoviglie possono essere carichi problematici visto che certi modelli poi non riprendono da dove si erano interrotti.
                                          in un impianto pensato bene il gestore di carichi virtualmente non dovrebbe intervenire, e se presente dovrebbe permettermi di regolarlo seguendo quanto permesso dal gestore elettrico. con un contratto da 3kw ho 3,3 in continuo, 3,9 per 3 ore e senza limiti per 2 minuti, stesse proporzioni per potenze impegnate maggiori.
                                          bisogna capire se e su quali pdc si può inviare un segnale per dire spegni il compressore o portati al minimo assorbimento, senza staccare in malo modo l'alimentazione ma lasciando all'elettronica interna la facoltà di gestire cosa fare.
                                          il massimo sarebbe contare i prelievi effettivi tolto l'autoconsumo e inviare alla pdc un segnale che la informa di quanto si sta sforando, in modo che magari basta che moduli un pochino per stare nei limiti. peccato essere utopia allo stato attuale

                                          Commenta


                                          • Originariamente inviato da mrcrowley Visualizza il messaggio
                                            Certo certo. Anch'io sto studiando ... per ora devo mettere il piano a induzione e forse a Giugno la PDC.
                                            Intendevo se pensi che con la ricarica tramite wallbox, per poter caricare bene, ti sarà necessaria la trifase.
                                            Io praticamente sono con un impianto elettrico dimensionato per 3-4,5KW, quindi già per l' installazione del piano a induzione mi hanno consigliato di adeguarlo a 6KW.
                                            Stavo quindi valutando se non era il caso di dimensionarlo subito per la trifase, avendo intenzione in futuro di mettere auto e wallbox elettriche, onde evitare di rispendere e rifare il quadro (sperando che riescano a far passare i cavi più grossi etc :-( ).
                                            Il problema è che poi non saprei quanto chiedere di kw in trifase, e nemmeno quanto costi.
                                            L'idea sarebbe di procedere chiedendo la trifase, e suddividerla così:
                                            1A fase sulla casa con eventuale gestione dei carichi (FV 6KW, forno, frigo-congelatore, lavastoviglie, lavatrice, asciugatrice, congelatore, 4 climatiz. mono e il piano induzione) 6KW
                                            2A fase su PDC caldo/acs e boiler (eventuali 1/2 split per raffrescamente taverna) ...... 6KW ??
                                            3A fase su wallbox Zappi e pergola FV (da definire) ...... quì direi 6KW sicuro, anche se non sò quanti kw si riesca a installare di pannelli.

                                            Lavori elettrici dovrebbero essere la predisposizione delle 3 fasi, e dimensionamento a 6KW dell'impianto di casa, con particolare attenzione alla linea del piano a induzione.
                                            Che ne pensate ??

                                            EDITED: oppure predisporre intanto in casa a 6KW, e linea adeguata per induzione, e poi al momento di installazione della PDC (che sarà il prossimo passo), chiedere la trifase con la suddivisione suddetta.

                                            Commenta


                                            • Francy.
                                              Nel mio impianto il carico master rimane la PDC.... Non so se lo utilizzi, nel mio caso non è mai intervenuto, ma ti assicuro che il carico da staccare è proprio il microonde o il forno e non la PDC magari durante uno sbrinamento.
                                              Poi qui si legge di tutto.... anche che in una casa full electric sia sufficiente un 4.5kw.....
                                              F.

                                              Inviato dal mio SM-A920F utilizzando Tapatalk

                                              Commenta


                                              • Lavori elettrici dovrebbero essere la predisposizione delle 3 fasi, e dimensionamento a 6KW dell'impianto di casa, con particolare attenzione alla linea del piano a induzione.
                                                Che ne pensate ??
                                                Penso che questa sia la strada da percorrere...


                                                ma ti assicuro che il carico da staccare è proprio il microonde o il forno e non la PDC magari durante uno sbrinamento.
                                                E quando hai PdC, lavatrice, lavastoviglie, piano ad induzione e phon (quindi prese), cosa staccheresti? Penso che l'unico che puoi realmente eliminare (momentaneamente) è proprio la PdC...

                                                Poi qui si legge di tutto.... anche che in una casa full electric sia sufficiente un 4.5kw.....
                                                Io ho 5 kW (che comunque equivale a 6,5 kW per 3 ore). Direi che sono sufficienti...
                                                Saluti
                                                Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
                                                Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
                                                Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
                                                ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
                                                Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

                                                Commenta


                                                • Ciao Ligabue.
                                                  Ho strutturato impianto elettrico proprio per poter sezionare i 4 elettrodomestici più energivori singolarmente.
                                                  Induzione 4.5kw (limitata)
                                                  Forno 2.2kw
                                                  Lavastoviglie 2.2kw
                                                  Microonde. 1.5kw.

                                                  I gestori carichi (tarati a 7.5kw) possono.... ma ad oggi hanno solo avvisato acjsticamente ..... staccare i singoli elettrodomestici lasciando al resto della casa piena libertà.
                                                  Non staccherei mai la mia PDC con un off da remoto..... ad esempio durante un black out il boiler in PDC ha impiegato 30 minuti a riprendere la corretta funzionalità dopo il ripristino dell'Enel.....
                                                  P.s: utilizzo i gestori carichi da più di 10 anni, in varie case.... compresa quella attuale in PDC e non ho mai avuto un problema di intervento non debitamente segnalato e gestito.
                                                  F.


                                                  Inviato dal mio SM-A920F utilizzando Tapatalk

                                                  Commenta


                                                  • Scusate ma questi gestori di carichi si mettono nel quadro generale ??? E si sentono questi avvisi acustici :-O

                                                    Io taglierei lavastoviglie, lavatrice e asciugatrice ma magari sbaglierei.

                                                    Mi confermate che si può richiedere la trifase anche rimanendo con contratto da 6KW ?? Io credevo che si dovessero superare i 6, invece qualcuno mi ha detto così.

                                                    Ciaociao

                                                    Commenta


                                                    • Gestore carichi biticino da quadro, 2 moduli, configurabile fino 6kW, visualizzazione istantanea della potenza o tensione o amperaggio, avvisatore acustico più una linea slave che stacca, mi sembra di ricordare dopo un tempo impostabile. Si sente... più o meno si, se non c'è troppo rumore
                                                      Immergas Victrix 26 Plus & Inox sol 300 (3,7 m2) x 110 m2 - zona E - 2.559 gg
                                                      2,9 kWp SolarWatt Blue 60P (7x260+4x270) su SE 3000 ( Sud -2°, Inclinazione 12°)

                                                      Commenta


                                                      • Forse può essere utile a qualcuno, io ho individuato questi apparecchi per la gestione dei carichi:
                                                        1. DUEMMEGI CCSA 4 punti di funzionamento, va bene per impianti fino a 9 kw (livello di 6 kw e 9 kw) con margine di +30% ovvero scatta a 6kw +0/30% ovvero max 7,8kw
                                                        2. Comelit da approfondire
                                                        3. VEMER PC3R VE 467700 max 10kw anche se con 32 Ampere
                                                        4. BTicino F80GC max 28 Ampere e max 2,5mm diametro cavi
                                                        5. BTicino F 421 gestione contratti enel fino a 18kw, 6 e 9kw con regolazione fine, fino a +/-20% (da regolare)
                                                        6. ABB EG417 8 LSS1 10mm max range ampere 5-30, 10-60; 2 relè
                                                        7. GEWISS GW96916 32 Ampere max 8kw, non prioritari 16Ampere 6 mm m
                                                        8. Lovato Electic DME D130 da 2,5 a 16mm diam. 63Ampere max

                                                        Siamo O.T. forse conviene aprire nuovo thread?

                                                        Commenta


                                                        • Domanda tecnico-pratica: avendo il corrugato che porta i fili elettrici da fuori a dentro casa compromesso (sia di spazio che di integrità), e per sostituirlo dovrei spaccare il marciapiede (quindi con lavori di muratura non indifferenti), mi chiedevo se sia possibile separare i cavi della trifase, fuori dalla casa, in modo da entrarci sempre con i soliti due cavi. Fuori nel muro di cinta della proprietà, ho un quadro e il contatore Enel. Potrei separarli lì ?? Anche perchè poi la pdc e wallbox con pergolaFV sarebbero fuori nel piazzale. L'unica cosa è che questo quadro è accessibile dalla strada.
                                                          Che ne pensate ??

                                                          Commenta


                                                          • Cercando in rete per un termotecnico, ho trovato il sito di un ing. Samuele Trento. Nel quale oltre la consulenza per la fattibilità e tutte le analisi da termotecnico appunto, parla delle sue PDC, che chiama "professionali". In diversi punti sottolinea, come queste pdc professionali, abbiano rendimenti migliori delle cosidette commerciali (intenderà Daikin, Mitsubishi etc ?).
                                                            Dice inoltre di poter quantificare il risparmio dell' installazione delle sue pdc, dal monitoraggio delle sue installazioni passate.
                                                            Ho trovato altre ditte, questa volta nella mia zona, che installano pdc con nomi sconosciuti, magari elencando parti di un marchio e altre parti di altri marchi.
                                                            Ora io non so giudicare i valori di COP etc della varie pdc. Dovrei affidarmi ad un ing. che non ha ditta di vendita/installazione ?? Oppure come mi consigliereste di muovermi ?
                                                            Sinceramente ero orientato su Mitsubishi Electric, visto l' esperienza con i clima, però sono aperto anche ad altre proposte.

                                                            Saluti

                                                            Commenta


                                                            • dipende cosa ti serve.
                                                              mandi 30°C a pavimento, termosifoni a 40°C, termosifoni a 60°C?
                                                              quanto fredda è la tua zona, sei in zona D vero? quanta umidità c'è?
                                                              quanto consumi ora? non si può fare di tutta l'erba un fascio

                                                              Commenta

                                                              Attendi un attimo...
                                                              X
                                                              TOP100-SOLAR