Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Passare da caldaia a gas a PDC ??

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Passare da caldaia a gas a PDC ??

    Ho una casa su 3 livelli, 60mq a piano circa, in zona climatica D (LI) con caldaia a gas e impianto di riscaldamento con classici termosifoni, tranne che al piano mansardato dove ci sono termoarredi + clima Miztubishi per raffrescamento.
    Avendo la casa quasi 10 anni di vita, stavo valutando se potrebbe convenire passare dalla caldaia a gas ad una PDC, che faccia riscaldamento+raffrescamento+acs.
    C'è da premettere che vorremmo avere il raffrescamento almeno anche al PT, e che per questo ci occorrerebbero altri due clima, con un preventivo di 2300 euro.
    Con la PDC invece avremmo il raffrescamento in tutti i piani, compreso il seminterrato, che a Luglio non dispiace affatto, senza aggiungere altri split e motori esterni, ma solo cambiando i radiatori con i Ventilconvettori. Giusto ??
    Quello che però vorrei capire è se ci sia realmente un vantaggio economico, perchè la spesa di queste PDC non mi sembra poco, ovviamente se comparate ad una caldaia a gas.



    Saluti a tutti.

  • #2
    Pensi che cambiare i termosifoni con i ventilconvettori sia gratis?!
    Pagherai molto di più tra opere murarie e installazione e acquisto degli apparecchi, inoltre dovrai aprire gli scarichi per lo scolo dell'acqua di condensa per ogni punto in cui desidererai refrigerare l'ambiente, inoltre devi verificare l'idoneità dell'impianto a lavorare anche con acqua fredda.
    Le pompe di calore per l'uso idronico inoltre costano generalmente di più dei banali split e la convenienza rispetto ad una caldaia a condensazione, specie in una casa di classe energetica dubbia non è sicura!

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da alfagammatronico Visualizza il messaggio
      Pensi che cambiare i termosifoni con i ventilconvettori sia gratis?!
      Pagherai molto di più tra opere murarie e installazione e acquisto degli apparecchi, inoltre dovrai aprire gli scarichi per lo scolo dell'acqua di condensa per ogni punto in cui desidererai refrigerare l'ambiente, inoltre devi verificare l'idoneità dell'impianto a lavorare anche con acqua fredda.
      Le pompe di calore per l'uso idronico inoltre costano generalmente di più dei banali split e la convenienza rispetto ad una caldaia a condensazione, specie in una casa di classe energetica dubbia non è sicura!
      Certo che no, ma perchè mettere 2 o 3 split aggiuntivi e relativi motori mica è gratis.
      Lo scarico d'acqua per i ventilconvettori non lo avevo considerato, ma cmq è un problema anche dei clima no ??
      E come si fà a verificare se l' impianto è idoneo a lavorare anche con acqua fredda ??
      Beh casa mia è molto più che dubbia. Manco c'ha le finestre buone !!
      Mi stai facendo passare la voglia ...

      Commenta


      • #4
        Se non hai mai provato a mandare ai termosifoni a bassa T con la caldaia attuale io eviterei.
        PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

        Commenta


        • #5
          Non ho capito bene se è una questione che riguarda i tubi dell' impianto o i radiatori ??
          Se fossero i radiatori, cambiandoli con i ventilconvettori, non dovrebbe essere un problema. Giusto ??
          Cmq pensavo ci fossero più "sostenitori", venendo da questa discussione http://www.energeticambiente.it/sola...-calda-11.html.
          In effetti, in occasione di un preventivo per FV, il responsabile della ditta, mi sconsigliò la PDC pur vendendole lui stesso.
          Booh !!

          Commenta


          • #6
            Tubi dell'impianto, per quello devi verificare che siano abbastanza grandi per alimentare le portate dei ventilconvettori e abbastanza isolati per non dare problemi di condensa nei muri.
            Chi è sano di mente in una situazione come la tua non butterebbe una marea di soldi per spendere di più io sono un grandissimo sostenitore sia dei ventilconvettori sia delle pompe di calore ma nei casi in cui valga la pena metterne!

            Commenta


            • #7
              EDITED: i tubi dell' impianto sono da 12-13mm (non ho un calibro) solo il rame, mentre con tutto il rivestimento (guaina blu esterna e bianca internamente) è 25 mm.
              Possono andare bene ???

              La casa è stata finita nel 2004, mentre l' inizio lavori è stato nel 2000-2001.

              Ciaociao
              Ultima modifica di mrcrowley; 15-07-2015, 19:53.

              Commenta


              • #8
                Se fosse così semplice rispondere...

                Commenta


                • #9
                  Ma c'è qualcuno che lo può dire ?Un termotecnico ? Oppure é come il 6 segreto di Fatima ?

                  Commenta


                  • #10
                    Ovviamente c'è chi lo può dire, un'ingegnere ad esempio, dopo aver fatto un calcolo termico e valutato l'impianto

                    Commenta


                    • #11
                      volendo raffrescare mi pare scontato che i termi attuali siano da cambiare..per cui l'osservazione di Sergio la darei per superata.

                      Mettiamo che metti fancoil al posto dei termi..ci fai drenaggio condensa.

                      Sembrerebe che i tubi che hai siano adeguatamente coibentati per usarli anche per freddo..però in base alla dimensione (e quindi potenza) dei FC che devi metetre..numero..tipo di rete..diametro distrubuzine primaria..pompa...uno deve fare conti per capire se riesci ad avere i litri/ora che un FC, USATO A BASSE T, deve erogare in base alla necessita in kwh della stanza, nel giorno piu freddo.
                      COme vedi è un tantino complesso..non si puo dirlo a cuor leggero..

                      Diciamo che " a braccio" di solito è sempre piu SI che NO..quindi diamo per scontato che dai un incarico ad un Ing e lui ti conferma che i tubi bastano..con una T di mandata a progetto di (mettiamo) 45 gradi.

                      Prima di dare incarico, allora , fatti un preventivo di massima..con dei FC non troppo grandi, tanto li userai H24 per scaldare...e senz apiastra radiante , per contenere spesa (visto che mi pare che ne avrai un certo numero). dove eventualmente non devi condizionare, potresti valutare di lasciare termi che chiudi in estate, magari mettendo un po di elementi i piu che levi da dove metti FC.. magari qualche cosa risparmi...

                      Certo che se una pdc +FV rentra in 6-8 anni..dovendo aggiungere anche FC il brodo si allunga...
                      CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                      Commenta


                      • #12
                        Ok. Faro un giro online per vedere i prezzi.Io pensavo di lasciare i termoarredi nei bagni, dove non mi interessa il raffrescamento.Dici però che potrei non avere il riscaldamento necessario, se non li amplio ?Se così fosse é un bel problema, perché nei bagni i termo sono al cm.

                        Commenta


                        • #13
                          Beh certo...se poi usi T da fancoil, i termi rendono meno....però invece che poche ore al giorno le userai in continuo...per cui...
                          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
                            volendo raffrescare mi pare scontato che i termi attuali siano da cambiare..per cui l'osservazione di Sergio la darei per superata.
                            Si certo, infatti è noto che i fancoil l'energia per riscaldare la creano dal nulla.
                            PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                            Commenta


                            • #15
                              Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
                              Si certo, infatti è noto che i fancoil l'energia per riscaldare la creano dal nulla.
                              ??

                              mi pare che non hai colto che lui vuole sostituire i termi coi FC, per poter raffrescare..vedi post 3..per cui il tuo consiglio di provare "a mandare ai termosifoni a bassa T con la caldaia attuale" è del tutto inutile...a meno che tu pensi che possa raffreddare coi termi in ghisa usando la caldaia
                              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X
                              TOP100-SOLAR