adkaora article top

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Passare da caldaia a gas a PDC ??

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • mArCo1928
    ha risposto
    Nel mio caso te la puoi fare anche da solo, ho una Hitachi Yutaki S Combi

    Lascia un commento:


  • sparrow
    ha risposto
    Originariamente inviato da mArCo1928 Visualizza il messaggio
    La pdc il suo filtro ce l’ha, poi se ne aggiunge un altro esternamente. Se lavi l’impianto potrebbe capitarti che in occasione del cambio di stagione, quando passi da riscaldamento a raffreddamento e viceversa, ti si intasino ma basta pulirli. Se fai il lavaggio dell’impianto e se non hai raffreddamento allora ti capiterà magari 1 volta ogni 5 anni, te ne accorgi perché l’impianto non scambia e va in errore. Io non me ne preoccuperei troppo, però devi avere il fotovoltaico altrimenti portarsi a casa questa seccatura non ha economicamente senso.
    Quanto costa la gestione filtri? Si può fare da soli o serve l'assistenza tecnica? Sarebbe un bel guaio.

    Lascia un commento:


  • mArCo1928
    ha risposto
    La pdc il suo filtro ce l’ha, poi se ne aggiunge un altro esternamente. Se lavi l’impianto potrebbe capitarti che in occasione del cambio di stagione, quando passi da riscaldamento a raffreddamento e viceversa, ti si intasino ma basta pulirli. Se fai il lavaggio dell’impianto e se non hai raffreddamento allora ti capiterà magari 1 volta ogni 5 anni, te ne accorgi perché l’impianto non scambia e va in errore. Io non me ne preoccuperei troppo, però devi avere il fotovoltaico altrimenti portarsi a casa questa seccatura non ha economicamente senso.

    Lascia un commento:


  • ros.mat
    ha risposto
    Mie' stato sconsigliato da ing. termotecnico passare da una caldaia tradizionale datata (anni 80/90 credo) a una PDC mantenendo i radiatori (eventualmente sostituendoli con nuovi in alluminio e dimensionandoli opportunamente per lavorare un po' piu' bassi), manterrei solo tubazioni per evitare di spaccare mezza casa. Secondo lui e' rischioso perche' anche lavando accuratamente il circuito con prodotti appositi secondo lui una PDC rischia di intasarsi, ha addotto che su una caldaia tradizionali si possono mettere filtri o altro che evitano questo problema e la rendono piu' robusta.
    Diciamo che posso capire il dubbio, ma immagino che ci sia modo di lavare accuratamente il circuito e inoltre analogamente a quanto faccio con caldaia, per quale motivo non posso mettere filtri su PDC?

    Lascia un commento:


  • ligabue82
    ha risposto
    Martedì riproporranno nuovamente il corso online; per chi fosse interessato qui di seguito il link: Just a moment...

    Lascia un commento:


  • ligabue82
    ha risposto
    E' passato un pò di tempo da quando ho seguito il corso. Vedo se riesco a recuperare le slides.
    Però il fatto che facciano pubblicità e non danno seguito ai contatti (come il tuo), mi preoccupa non poco... E' segno di disorganizzazione e quando si parte così, di solito si finisce peggio...

    saluti

    Lascia un commento:


  • sparrow
    ha risposto
    Originariamente inviato da ligabue82 Visualizza il messaggio
    Vorrei vedere la macchina nel funzionamento pratico...
    In teoria molte pompe di calore possono lavorare a temperature oltre i 50/55° (tant'è che fanno tranquillamente ACS a quelle T, ma per un tempo modesto). Il problema sono i COP che crollano e gli sbrinamenti...

    saluti
    inutile ribadire che dalla Teon non mi fila nessuno. Mi piacerebbe capire che tipo di pozzo serva, che intervento si fa su uno esistente, costi di impianto, ecc. A te hanno accennato qualcosa?

    Lascia un commento:


  • ligabue82
    ha risposto
    Vorrei vedere la macchina nel funzionamento pratico...
    In teoria molte pompe di calore possono lavorare a temperature oltre i 50/55° (tant'è che fanno tranquillamente ACS a quelle T, ma per un tempo modesto). Il problema sono i COP che crollano e gli sbrinamenti...

    saluti

    Lascia un commento:


  • sparrow
    ha risposto
    Bene! in attesa di sentire che dicono loro, che sai dirci tu?
    Un piccolo appunto, bastano 4 cartelle...

    Lascia un commento:


  • ligabue82
    ha risposto
    Ho seguito un corso sulla Teon. Secondo me ti conviene chiamare: Contatti - Teon | Pompe di calore ad alta temperatura

    saluti

    Lascia un commento:


  • sparrow
    ha risposto
    Ho nuovamente compilato il modulo di contatto della Teon ma ancora nessuna chiamata.
    Con quello che hanno speso di pubblicità in TV mi sembra strano.

    Lascia un commento:


  • sparrow
    ha risposto
    È solo un ipotesi il tecnico non è ancora venuto.
    Delle Teon nessuno sa nulla?

    Lascia un commento:


  • mArCo1928
    ha risposto
    Se l’impianto è dimensionato a dovere non vedo perché dovresti avere problemi. Per mandare il freddo nei tubi dei fermo devi verificare che siamo coibentati. Se sono in rame e non hanno 100 anni dovrebbero esserlo.

    Ma chi ti sta vendendo e dimensionando la pompa di calore?

    Lascia un commento:


  • sergio&teresa
    ha risposto
    Più che altro nessuno ha una 16 kW

    Lascia un commento:


  • sparrow
    ha risposto
    Teon Tina

    ciao, nessuno si sbilancia con la Daikin. Strano, pare siano diffusissime.
    Sapete nulla sulle sulle Teon? Sono acqua/acqua?

    Lascia un commento:


  • sparrow
    ha risposto
    Voi che ne sapete di più, con un sistema come questo
    pdc daikin altherma 3 da 16Kw su termosifoni + fancoil posso sostituire tutti i termosifoni di casa con i fancoils? Cosa devo rompere rispetto all'impianto tradizionale per avere riscaldamento/raffrescamento?
    Posso sezionarlo su 3 aree della casa?

    Lascia un commento:


  • francy.1095
    ha risposto
    @sparrow https://www.idrogenoverde.it/wp-cont...-Italia-V3.pdf
    basta leggere questo per passare oltre

    Lascia un commento:


  • sparrow
    ha risposto
    PdC o caldaia idrogeno?

    Qualcuno di voi sa nulla di questa?
    https://www.idrogenoverde.it/wp-cont...-Hydro-ITA.pdf

    certo non raffresca ma fa il paio con la PdC e i radiatori.
    Se vuoi il fresco d'estate metti gli split

    Lascia un commento:


  • Manu84
    ha risposto
    Originariamente inviato da raffaelem Visualizza il messaggio
    Stai scrivendo la stessa cosa in più discussioni, aprine una tua per il tuo caso specifico dando tutte le informazioni del caso altrimenti crei solo confusione.
    Ok scusami

    Lascia un commento:


  • raffaelem
    ha risposto
    Stai scrivendo la stessa cosa in più discussioni, aprine una tua per il tuo caso specifico dando tutte le informazioni del caso altrimenti crei solo confusione.

    Lascia un commento:


  • Manu84
    ha risposto
    Io ho una casa di 140mq su 2 piani, sotto due camere matrimoniali sopra salone con angolo cottura e camera grande. Con bonus vorrei mettere fv, pdc e accumulo, ma il consulente mi ha proposto una ibrida. Premetto che casa è a 900slm in umbria, senza cappotto solo doppi vetri. E indipendente. Quindi... verra montato un 6.5kw di fv, un accumulo di 15kw, e io non voglio assolutamente una ibrida, non voglio più usare gasolio, e vorrei una pdc. Considerate che casa è abitata solo nel weekend, quindi a gennaio febbraio trovo sempre 6 gradi quando arrivo e fuori va mediamente sui -3 la notte. Ora non uso gpl da 3 anni, ma uso una stufa a pellet idro. Termosifoni in alluminio e boiler da 110lt. Una pdc da 11kw ad alta temperatura riuscirebbe a scaldare casa? Che consumo di picco ha in kw? Considerate che spendo 40 euro di pellet da venerdì a domenica.

    Lascia un commento:


  • mArCo1928
    ha risposto
    Originariamente inviato da gianluca978 Visualizza il messaggio
    Buongiorno a tutti...

    Immagino già la risposta, però voglio provare a chiedere lo stesso perché se fosse possibile sarebbe davvero bello..

    Attualmente scaldo casa con caldaia a condensazione, sono due piani da circa 70 mq l'uno, impianto a pavimento, tengo circa 23 gradi sotto e 21 sopra, classe energetica B e spendo realmente circa 520 euro all'anno di gas, media delle bollette degli ultimi 6 anni.

    Sto per mettere 4kwp sul tetto di fotovoltaico, ho già messo un condizionatore in corridoio al piano di sopra e vorrei quasi quasi mettere un secondo condizionatore al piano sotto, che è un open space (a parte il bagno)

    In riscaldamento, non ricordo a che temperatura, il condizionatore ha cop 4.

    Secondo voi, spenderei di più a riscaldare casa esclusivamente con i condizionatori rispetto all'impianto classico?

    Se decidessi di riscaldare casa solo quando non siamo a casa, dite che la sensazione di calore in casa sarebbe diversa?

    È una cosa che ha senso?

    Abito in provincia di Varese, Ispra.


    Grazie.
    L'aria condizionata serve a tenere gli ambienti caldi solo quando sei presente, è li il vero risparmio, perché a scaldare l'aria è un attimo, scaldare il pavimento è un'altro paio di maniche. Io in casa mia ho tolto la caldaia e messo il condizionatore console a pavimento, tengo sempre spento e quando arrivo a casa che ci sono 28° ed è umido, accendo ed in 1-2 minuti ho ricambiato l'aria di tutto l'appartamento togliendo l'umidità. Sono due sistemi diversi. Tenerla accesa quando non sei a casa ti fa spendere come e più della caldaia. Hai il plus del fotovoltaico, ma se scaldi l'aria quando non sei a casa e spegni il climatizzatore, in mezz'ora è di nuovo freddo, perché le pareti di casa sono comunque fredde. Non c'è nulla che le scalda come con il pav. radiante.

    Lascia un commento:


  • sergio&teresa
    ha risposto
    In teoria avrebbe rendimento 90-93%.... poi in pratica è tutto da vedere. Chiaramente molto dipende dalle abitudini personali, però il consumo se davvero è solo acs è molto alto.

    Lascia un commento:


  • melo87
    ha risposto
    Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
    Sta parlando di acs, i termi non c’entrano....

    Per essere solo in due 1 mc/giorno è un consumo davvero esagerato, sarà la caldaia con un’efficienza bassissima.... sei sicuro che per il riscaldamento non parta davvero mai?
    Si non partono mai perché ho impostato la temperatura a 12 gradi.
    In un anno saranno partiti a esagerare 8 ore, ( controllo fumi e in pochissime altre occasioni).
    Quindi è veramente tanto il consumo giusto?
    Guardando su internet con i siti di calcolo dovrei consumare almeno la metà..

    Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • melo87
    ha risposto
    Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
    Sta parlando di acs, i termi non c’entrano....

    Per essere solo in due 1 mc/giorno è un consumo davvero esagerato, sarà la caldaia con un’efficienza bassissima.... sei sicuro che per il riscaldamento non parta davvero mai?
    Ho trovato qualche dato:

    Marca: Hermann saunier Duval
    Modello spaziozero plus 30se,
    Max potenza termica 32 Kw, minima 16
    Qui in allegato il dettaglio che purtroppo non riesco bene a interpretare per scarse conoscenze tecniche.


    SCHEDA.pdf

    Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • sergio&teresa
    ha risposto
    Sta parlando di acs, i termi non c’entrano....

    Per essere solo in due 1 mc/giorno è un consumo davvero esagerato, sarà la caldaia con un’efficienza bassissima.... sei sicuro che per il riscaldamento non parta davvero mai?

    Lascia un commento:


  • daodegaz
    ha risposto
    Originariamente inviato da mrcrowley Visualizza il messaggio
    Ho una casa su 3 livelli, 60mq a piano circa, in zona climatica D (LI) con caldaia a gas e impianto di riscaldamento con classici termosifoni, tranne che al piano mansardato dove ci sono termoarredi + clima Miztubishi per raffrescamento.
    Avendo la casa quasi 10 anni di vita, stavo valutando se potrebbe convenire passare dalla caldaia a gas ad una PDC, che faccia riscaldamento+raffrescamento+acs.
    C'è da premettere che vorremmo avere il raffrescamento almeno anche al PT, e che per questo ci occorrerebbero altri due clima, con un preventivo di 2300 euro.
    Con la PDC invece avremmo il raffrescamento in tutti i piani, compreso il seminterrato, che a Luglio non dispiace affatto, senza aggiungere altri split e motori esterni, ma solo cambiando i radiatori con i Ventilconvettori. Giusto ??
    Quello che però vorrei capire è se ci sia realmente un vantaggio economico, perchè la spesa di queste PDC non mi sembra poco, ovviamente se comparate ad una caldaia a gas.



    Saluti a tutti.
    ciao, non sono un esperto, ma negli utlimi mesi mi sono letto tutto sulle pompe di calore aria acqua, che è poi, non so se lo sai, la tipologia che serve in italia. ti devo dire che quello che ho capito è che il passaggio dev'essere conveniente o no. e cosa intendo per conveniente? Pensalo come un investimento: se installi una pompa di calore aria acqua, con tutti gli incentivi che vuoi, c.... e mazzi, in quanto rientri dall'investimento? Se rientri dell'investimento in 5-6 anni, passare a una pompa di calore ha convenienza; se rientri nell'investimento in 8-10, allora capisci anche che te che non ha senso.

    la svolta, per tutti questi ragionamenti, è il super bonus. se, dopo la pubblicazioni degli attuativi a settembre/ottobre, riesci a pigliarlo, allora installare una pompa di calore aria acqua, è conveniente, che sia valliant, weissman, cosmogas, pinco pallino, è uguale.

    Poi, leggo che te hai i termosifoni, che sarebbe la combinazione peggiore perché causano emorraggia di calore, dunque il risparmio in bolletta lo senti meno, e temo che questo significhi che rientrai più tardi dall'investimento e il passaggio non ti converrà (sempre a lordo del superbonus, eh, perché, come già detto, quello sposta tutti i ragionamenti...)

    Lascia un commento:


  • melo87
    ha risposto
    Originariamente inviato da sergio&teresa Visualizza il messaggio
    Quanti siete in casa? Hai un ricircolo per avere sempre acqua calda pronta ai rubinetti?
    In casa siamo in due con un bimbo in arrivo , ma fondamentalmente in 2.
    Per il discorso del ricircolo che io sappia no.
    L'impianto è standard, è una questione di impianto o di modello e funzionalità della caldaia?
    La caldaia è esterna , il modello potrebbe aiutare a capire questa cosa?
    Cmq per ci impiega sempre il normale tempo per passare da fredda a calda, quindi non Penso.

    Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • sergio&teresa
    ha risposto
    Quanti siete in casa? Hai un ricircolo per avere sempre acqua calda pronta ai rubinetti?

    Lascia un commento:


  • melo87
    ha risposto
    Ciao ragazzi , sto cercando di fare qualche conto con tutte le bollette che mi sono arrivate ad oggi.
    Considerate che ho un piano a induzione e che in inverno non abbiamo accesso la caldaia a gas perché abbiamo un camino canalizzato a pellet e quindi tutto consumo di ACS.
    Caldaia a gas del da 32Kw del 2012.

    23/01/20 , lettura di 9347 MC
    31/03/20 , lettura 9432 MC
    06/08/20 , lettura 9526 MC
    Dedico che abbiamo dei consumi annui attorno ai 350 MC.
    Non sono troppi?
    Com'è possibile?

    In pompa di calore potrebbe andare molto meglio no?



    Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:

Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR