annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pcd contatore unico tariffa d1

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pcd contatore unico tariffa d1

    Buongiorno
    nel 2013 ho installato una pompa di calore daikin con inverter aria acqua potenza 6kw trifase con contatore dedicato tariffa BTA (4600 kw annui). Per i normali consumi domestici (2800 kw annui) ho un secondo contatore tariffa D2 220v.
    Non riesco a capire se mi conviene il contatore unico con tariffa D1 o rimanere nella situazione attuale tenendo conto che per la tariffa D1 dovrei passare dai 6kw a 10 kw.
    Ringrazio per l’aiuto.

    Barbara

  • #2
    6kW è la potenza termica o la corrente assorbita?

    Commenta


    • #3
      6 kw potenza elettrica
      5.6 kw potenza assorbita
      come piano cottura ho l'induzione

      Commenta


      • #4
        sicuro che non ti bastano 6 kw? tieni conto che la corrente che puoi assorbire può arrivare anche a quasi 8kw per un periodo limitato.

        su tutte le tabelle che trovi in rete, con i tuoi consumi ti conviene sicuramente . mi pare che sopra i 3500/4000 convenga
        se aggiungi che poi avrai un solo fisso il risparmio si fa ancora più interessante

        Commenta


        • #5
          Pcd contatore unico tariffa d1

          La corrente si misura in ampere.... I kW sono unità di misura di potenza.
          PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

          Commenta


          • #6
            passino le unità di misura, leggendo altre discussioni nel blog e visto quanto scrittomi (ringrazio!!!) ritengo in ogni caso che mi convenga la tariffa D1 ascoltando il consiglio di "provare" con i 6 Kw e se non dovessero essere sufficienti passare a 10.
            Ho cmq un contatore 220v da mandare in pensione!

            Commenta


            • #7
              su nessuno dei due hai del FV?
              pasasre il bta al d1 conviene a prescindere.

              Potresti fare una prova senza problemi..e cioè stacchi la casa dal d2 e la metti sotto il BTA..provi 15 giorni e poi lo riattacchi, cosi capisci se i 6kw sono ok...in tal caso appen ati danno d1, attacchi casa sotto al d1 e chiedi chiusura del d2...se non basta devi passare a 10 kw (dovrebbe convenire lo stesso chiudere d2 ma non tantissimo)

              La casa la devi infatti mettere su una sola fase del D1 che quindi sara un po sbilanciato..ma sino a 6 kw è consentito sbilanciare.

              Avere contatore unico è pero un buon presupposto per metere del fv...e visto che hai pdc ti conviene pensarci...

              Peccato che hai meso trifase..per quella potenza e consumi bastava certo monofase
              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

              Commenta


              • #8
                grazie per il consiglio.
                proverò sicuramente prima a verificare se bastano i 6 kw semmai passerò ai 10.
                Il FV è in previsione ma non nell'immediato.
                La PDC è in trifase in quanto il termotecnico ci ha detto che è più stabile.

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR