annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consigli su PDC e raffrescamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consigli su PDC e raffrescamento

    ciao a tutti, sono nuovo del forum , vi leggo ormai alcuni mesi, vorrei i Vostri preziosi consigli su quale PDC installare (marca / modello e potenza) e su quale tipo di raffrescamento optare. (canalizzato /FC/radiante / deumidificatori)

    Parliamo di una ristrutturazione di una porzione di cascina in provincia di bergamo (Grassobbio per la precisione), zona climatica E , 2516 GG , Temperatura minima -5, Temperatura massima 31.
    La casa sarà su 2 livelli e mezzo, composti da :
    piano terra 80 m2 altezza 270 cm
    primo piano 80 m2 altezza :30% della superficie 270 cm (locale x wc e bidet) la restante superficie avrà altezza che vanno dai 165/170 (soppalco su camera da letto) ai 520 cm (colmo del tetto)

    Ora dai calcoli della legge 10 e parlando con il termotecnico, mi dice che la casa sarà in classe A/B. (53 cm di muri compresi sassi in esterno (obbligatori per centro storico) , finestre triplo vetro, 24 cm di isolamento al tetto)

    Mi ha suggerito una PDC + caldaia a condensazione (per sopperire le lacune invernali sulla resa della PDC e in ausilio alla produzione di ACS). - Kit Rotex HPSU Compact H/C Bivalente 4 kw accumulo tecnico lt 500 , caldaia Rotex full condes Top

    verrà installato anche un impianto FV (non ho ancora idea del dimensionamento, la casa è esposta a est/Ovest , i lati nord e sud sono confinanti con altre proprietà al momento non abitate)
    in aggiunta solo per un piacere puramente estetico al piano terra verrà montato un camino a legna.

    Ora a parte cercare di capire se la soluzione proposta sia la migliore o tecnicamente valida (chiedo a voi ormai esperti e navigati sull'argomento lumi a riguardo.); premettendo che personalmente eviterei il gas metano usando la solo PDC x ACS , riscaldamento/raffrescamento ; non ho nessun dubbio (o quasi) circa il riscaldamento e ACS, leggendo qui le molte pagine, credo di aver capito di essere in sofferenza con la PDC solo per pochi giorni all'anno (condizioni climatiche avverse per temperature e umidità) ma ho moltissimi dubbi circa il raffrescamento, i dubbi riguardano proprio questa ultima cosa.

    nel preventivo dell'idraulico mi viene proposta oltre alla PDC 4kw e alla caldaia a condensazione con accumulo 500 lt, una soluzione canalizzata della Daikin per il raffrescamento ad acqua.
    al piano terra, non credo ci siano problemi (2/3 bocchette, dovrebbero bastare per raffrescare e deumidificare) il dubbio è se siano sufficienti 3 bocchette al primo piano , avendo il letto matrimoniale a 3 metri di altezza circa avendo doppie altezze, siccome il caldo va in alto, e i volumi dell'aria da raffrescare e movimentare sono tanti e il raffrescamento proposto (ad acqua) è più lungo del raffrescamento ad aria, non vorrei trovarmi a soffrire troppo il caldo o a dover sentire troppa aria addosso.
    secondo voi l'impianto è ben progettato?
    quale tipo di raffrescamento mi consigliate ?
    canalizzato con 2/3 bocchette per piano oppure radiante? il pavimento del soppalco non avrà il radiante. come valutate l'idea di aggiungere eventualmente il classico split nella zona soppalcata per aumentare il fresco?

    spero di non aver scritto troppe castronerie, per le quali mi scuso in anticipo

    attendo i vostri consigli
    grazie
    Gianluca
    Casa NO GAS. PDC MITSUBISHI puhz-sw75vha - ACS : 500 l hibridcube hyc 544/32/0 - WMC Ideal Clima - Cucina con Piano Induzione - Classe Energetica A1

    Impianto fotovoltaico da 5,72 kWp - 22 pannelli SolarWorld Sunmodule PLUS SW 260W poly - SMA Sunny Boy 6000 TL-21 - Ovest - connesso dal 07/12/2016

  • #2
    Ciao

    se la classe è A/B, concordo che integrare col gas è inutile..al limite servira una 6 kw invece che 4..ma una A col gas per me vale meno di una non allacciata (senza contare che ti costa 120 si fisso + 100 di cntrollo caldaia anno..piu foro in cucina se lo usi anche li).

    Detto questo...se la casa è A per davvero...anche riscaldarla a radiante non è che sia ne necessario ne la scelta migliore.
    Io userei aria e basta su una A...integrando riscaldamento con la VMC (che se A di certo avrai..altrimenti inizio a dubitare che sia A..e onestamente quandi sento dire A/B..inizio gia a dubitare..perche o è A o e B..e fra Ae B la differenza è fra la metà e il doppio..fra 30 e 60 kwh/mq anno...+100% per capirci)

    Se ci sono dubbi sulla A..e non esiste VMC..allora capisco la scelta del radiante...e a quel punto l'indecisione sul fresco.

    Se esiste soppalco senza radinate..una riflessione va fata anche sul caldo...l'effetto radnate lo hai se "vedi" il pavimento..se lo schermi col soppalco, non è detto che la zona notte sia il top del confort...

    Di certo avendo tale soppalco, la scelta di usare radiante per raffrescare passa in secondo piano.

    Un sistema ad aria ben progettato, non ha certo paura di un soppalco..per cui se per esempio hai le mandate in basso ben dimensionate e la ripresa in alto, anche la zona soppalcata sarà raffrescata.
    Ovvio non potrai pretendere che lo accendi e dopo 10 minuti senti beneficio..ma se lasci acclimatare la casa col giusto tempo, non vedo problemi anche con un sistema ad aria.
    Tuttavia se metti 1 fancoil centrale canalizzato per piano..che quindi lavorerà con acqua refrigerata a 10-12 gradi..nulla ti vieta di mettere anche un piccolo fancoil nella zona soppalcata, che potrai usare come booster quando non sei li per raffreddare in modo rapido, e poi lo spegni per dormire lasciando solo il canalizzato.
    Potrebbe esserti utile anche in inverno, per quel discorso che il soppalco scherma il radiante..anche usato alla T del radiante qualche cosa integra lo stesso.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

    Commenta


    • #3
      Buongiorno, mi allaccio a questo topic per chiedere qualche consiglio inerente all'acquisto di una pompa di calore aria acqua.
      Siccome la mia caldaia a metano mi sta lasciando avevo una mezza intenzione di sostituirla con una pompa di calore,ecco che mi sorgono diversi dubbi,siccome ho un vecchio impianto con termosifoni in alluminio e da quello che ho letto avrebbero una resa non ottimale ,chiedevo se sia possibile aggiungere dei ventilconvettori in sostituzione a qualche radiatore grazie.

      Commenta


      • #4
        se obiettivo è abbasare la T di mandata per sfruttare meglio la PDC...idea è buona.
        Sostituirli non è un rpoblema..ma bisognerebe che un idraulico verificasse se la sezione dei tubi e la potenza del circolatore siano n grado di muove la qaunita di acqua che poi sara necessaria , in base ala T di mandata a cui punti e al delta T che avrai sui FC e sui termi...ci vuole un termotecnico.

        Di solito un buon approccio è provare (in pieno inverno) a scaldare la casa usando bassa T e lavorando 16 o anche 24 ore al giorno.
        se riesci a stare sotto 45 gradi di mandata quandoi fuori è molto freddo, potresti anche evitare di cambiare alcuni trmi..magari basta metere 20% di elementi in più.

        Ma dove vivi? hai del FV?
        CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

        Commenta


        • #5
          Per la sezione dei tubi le mandate sono grossi credo 1pollice e 1/4 per poi ridursi a 1/2 pollice attacco sopra e sotto lato radiatori (è un vecchio impianto degli anni 80 ancora in ferro)
          per la zona, sto in lombardia provincia di brescia, per il fotovoltaico ho 4.9 kw grazie

          Commenta


          • #6
            Uhmmm.. tubo finale piccolo...zona fredda.
            Una prova è indispendabile..se la caldaia regge un latro inverno, usalo per farci le prove necessarie e a Marzo prosimo decidi.

            Quanto gas usi in gennaio? e in febbraio? la casa è decentemente isolata, quanto è grande? i termi possono essere integrati con un 20-30% di elementi aggiuntivi?
            CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

            Commenta

            Attendi un attimo...
            X
            TOP100-SOLAR