annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Quale pompa di calore in zona molto umida?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Quale pompa di calore in zona molto umida?

    Ciao a tutti! Sono nuovo del forum... È da più di un mese che cerco di informarmi su quale sistema adottare per riscaldare la casa che sto ristrutturando, e anche con l'opinione di varie persone più o meno addette ai lavori non riesco a venirne a capo... Perciò voglio provare a postare qua la mia situazione per sentir un vs parere!Allora per prima cosa sto ristrutturando una vecchia casa rustica-agricola divisa in 2 sezioni... Una parte costruita praticamente in epoca preistorica

  • #2
    Pdc zona umida

    Ciao a tutti! Sono nuovo del forum... È da più di un mese che cerco di informarmi su quale sistema adottare per riscaldare la casa che sto ristrutturando, e anche con l'opinione di varie persone più o meno addette ai lavori non riesco a venirne a capo... Perciò voglio provare a postare qua la mia situazione per sentir un vs parere!Allora per prima cosa sto ristrutturando una vecchia casa rustica-agricola divisa in 2 sezioni... Una parte costruita praticamente in epoca preistorica. Classica casa di campagna fatta con sassoni da 10/20kg di fondo fiume, alta a filo grondaia 4.40m circa altra porzione costruita come aggiunta in stile anni 60 muri con intercapedine a aria e camere alte 3 metri e sul lato posteriore (a nord) na zona usata all'epoca come stalla a contornare questo complesso particolare! L'abitazione tenendo praticamente invariata la sua struttura esterna è stata praticamente messa sotto sopra all'interno un po' per renderla più vivibile e moderna e un po' per renderla più casa e cercar di toglier tutti gli scalini che possedeva fra le varie zone, quindi sono stati rinforzati muri, pian terreno e primo piano! Ora arrivato al momento di scegliere l'impianto di riscaldamento ho mille dubbi!! E nessuno me li chiarisce! In qualsiasi caso la casa verrà dotata di impianto radiante a pavimento! La mia idea era di scaldarla con una pdc possibilmente una aria-acqua senza al momento dotare la casa di fotovoltaico ma con l'idea di farlo tra qualche anno con calma una volta sistemato varie cose! Sempre la mia idea sarebbe comunque di non utilizzare il metano e di dotare la casa magari di 6kw di corrente e con piano cottura a induzione! Ma purtroppo molte persone che ho contattato del settore mi dicono che tale abitazione funzionerebbe benissimo con una semplice caldaia a condensazione che riscaldi l'impianto è poi per il raffreddamento installare un paio di split in giro e non pensarci troppo anche per un fattore economico iniziale! Perché le pdc se non si ha il fotovoltaico consumano molto più di una caldaia e come si arriva a -5 gira perennemente a piena potenza senza scaldare più di tanto e col rischio di rotture guasti nei momenti clou dell'inverno! Quindi mi fanno sorgere parecchi dubbi... L'abitazione una volta finita presenterà una sup. calpestabile di 160mq sarà rivestita di cappotto esterno anche se avrà dei ponti termici causa i vari dislivelli sopracitati e la presenza di altre strutture sia a dx che sx e si trova in una zona molto umida della pianura padana (zona accentrata fra Verona Mantova e Rovigo) ma mi chiedo ma possibile che nel 2016 ci siano ancora pdc che faticano a scaldare sotto zero e funzionino a piena potenza tipo a 5kwh? Oppure per trovarne una adeguata bisogna spendere cifre folli e abbinargli il fotovoltaico per forza?! Se qualcuno ha voglia di aiutarmi a chiarire qualche passaggio le info sono tutte ben accette! E grazie del vs tempo!

    Commenta


    • #3
      Ciao, hai una idea della classe energetica una volta finiti i lavori? Se isoli pareti, mi raccomando di isolare anche il tetto. Io sono a Mantova e ho una pdc per scaldare acs e raffrescamento. Casa di 180 mq classe B. Nessun problema con freddo e l'umidità invernale, le moderne pdc funzionano benissimo a -5 e risparmi anche su metano , ma devi avere dei dati relativi alla dispersione della casa altrimenti rischi di fare grossi errori. Il fv con la pdc è molto consigliabile. Trova un termotecnico che prima di dare risposte faccia dei calcoli e postali qua, vedrai che ti aiuteranno in tanti.
      pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

      Commenta


      • #4
        Riguardo a classi energetiche e documenti vari non ho nulla in tal merito purtroppo

        Commenta


        • #5
          Mosca , anche io ho una PDC è vivo vicino le risaie ...freddo e umido...le PDC sbrinano e funzionano senza problemi..basta comprare quelle giuste. Costano ma risparmi..poco senza fv...moltissimo col fv...per cui appena puoi metti anche quello...ma giusto farlo dopo 12 mesi così capisci quanto ti serve.
          CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

          Commenta


          • #6
            Capisco... Intanto grazie degli aiuti. Infatti leggevo che ci sono pompe e pompe... Meglio le europee che le orientali leggevo in giro... Ogni pompa può essere perfetta guardando le proprie esigenze o c'è una specie di classifica di marche migliori?

            Commenta


            • #7
              ma sai...ad oriente trovi la Cina..ma se cammini ancora un pò arrivi in Giappone...c'è oriente ed oriente.
              Ci sono anche ottime italiane..che magari hanno cuore (compressore) giapponese...e che stano davanti alle piu famose svizzere e tedesche...
              Ora parlare di marche per te è prematuro...anche perche se fai cappotto probabilmente ti basta una potenza molto bassa anche in pieno inverno, il che rende papabili praticamente ogni tipo di pdc (basta prenderla un po piu grossa di quel che serve)...se invece serve una potenza medio alta, vanno fatte altre scelte (serve una tecnologia gas injection che hanno slo 3-4 costruttori).
              In ogni caso una pdc seria (cioè di produttore noto e con le dovute garanzie) costa installata fra 7 e 8 mila euro...giusto per darti un ordine di idee...
              CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

              Commenta


              • #8
                Bene quindi se una buona pdc costa sui circa 7k € e togliendo una buona caldaia che ne costa circa 2k mi verrebbe da dir che la differenza tra una e l'altra sarebbe di 5k € circa... E mi par strano dato che vari idraulici mi han detto che minimo di differenza ci saran 10k € tra impianto con caldaia e pdc! Che poi domandona... Con la pdc teoricamente aria acqua raffresco? E se si raffresco solo l'impianto radiante a pavimento o potrei scegliere di raffrescare con normali split?! O per quelli serve il suo motore a parte?E poi meglio pdc on-off o normali?E per via di consumi!? Cioè non di soldi ma di energia... A piena potenza mediamente una buona pdc cosa consuma in kw? Mettendo pure un piano a induzione per cucinare in casa si riesce a far funzionare il tutto con una erogazione di 6kw dall'enel?

                Commenta


                • #9
                  Quante domande.a molte di può rispondere solo dopo aver capito di che potenza si parla...quindi ogni cosa a suo tempo...progetta la casa..e poi dimensiona il fabbisogno termico...poi si parla di potenza della PDC, consumo, costo, Enel, etc etc.P

                  er il resto...con una PDC non serve averne una seconda per raffrescare.

                  Puoi raffrescare col radinate o puoi fare un sistema di fancoil idronici o fare un misto, cosa che ti consiglio...su questo ci torni quando hai definito la struttura e i fabbisogni termici estivi.

                  Ti confermo che con 7-8 mila metti top di gamma con potenza medio alta...se basta meno , risparmi un po'.Se levi costo caldaia e poi detrai 65% ...il delta è ancora più basso.Chi ti dice che non è vero...non ne ha mai fatti...e quindi è meglio che non faccia esperimenti a casa tua...cerca uno che ti faccia vedere almeno 2 installazioni domestiche con PDC .

                  Nella tua zona ha sede la Templari...vai sul loro sito e comincia a vedere e a leggere..loro di certo possono indirizzarti su installatore locale preparato e essendo in zona magari seguirti direttamente...qui sul sito scrive il boss, si chiama Massimo72.

                  Le hanno fatte certificare in Svizzera, c'è una discussione apposita, cercala e leggi .stano davanti ai migliori del mondo..e infatti le vendono in tutto il mondo...salvo che agli idraulici italiani che dicono che non vanno bene manco a Trapani e ti mettono una bella 35 kw che stai certo che scaldano e tu non li chiami mai...sino a quando poi ti accorgi di cosa costa il metano...e allora dopo 5 anni arrivi sul sito e capisci che va volata ti hanno fatto...e che a saperlo...invece di spendere 1 in cavolate di impinati..spendevi 2 , che rientra in 6 anni e poi risparmi bei soldini. Tu sei in tempo.
                  CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Mosca1987 Visualizza il messaggio


                    ....Infatti leggevo che ci sono pompe e pompe... Meglio le europee che le orientali leggevo in giro...
                    ......
                    o c'è una specie di classifica di marche migliori?

                    hahaha.. io su un sito che in definitiva proponeva PDC spacciate x Europee ma in realta monoblocco ON/OFF cinesi, ho letto più o meno le stesse cose... bisogna fare attenzione a quello che si legge e soprattutto dove.

                    Chi vende puo spesso distorcere la realta delle argomentazioni.. talvolta in maniera cosi sensibile da 'sembrare' una truffa.

                    Le PDC migliori sono tutte inverter, splitatte e con regolazione climatica ( esattamente NON le On/Off monoblocco.. )

                    I migliori produttori Europei ( per esempio Templari ) e Asiatici ( per es. Mitsubishi e Daikin/Rotex ) guarda caso usano PDC splittate e inverter...

                    Una volta che si acquista una di questo tipo si è sul sicuro... diventa molto piu' importante come viene fatto l'impianto piuttosto da quale marca è stata scelta.

                    Per esempio.. se ti mettono una PDC su un impianto radiante a pavimento facendo passare la mandata in un accumulo, ti hanno fatto una porcata in modo indipendentemente dalla marca usata.
                    Idem se usano un accumulo per ACS che disperde 5 kwh al giorno di energia..

                    ecc. ecc.

                    F.
                    Ultima modifica di fcattaneo; 19-05-2016, 14:48.
                    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviata da "fcattaneo"
                      Per esempio.. se ti mettono una PDC su un impianto radiante a pavimento facendo passare la mandata in un accumulo, ti hanno fatto una porcata in modo indipendentemente dalla marca usata.Idem se usano un accumulo per ACS che disperde 5 kwh al giorno di energia..ecc. ecc.F.[/QUOTE]


                      Quindi per acs mi vorresti far capire che non ci vuole nessun accumulo? O intendi che va messo a parte in modo che non abbia a che fare con l'impianto radiante? Scusa se chiedo ma non ci arrivo da solo!

                      Commenta


                      • #12
                        Appunto per il fatto che sono "in tempo" sto cercando di capire e informarmi! E grazie delle risposte perché comunque chiarite già molti dubbi!

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Mosca1987 Visualizza il messaggio


                          Quindi per acs mi vorresti far capire che non ci vuole nessun accumulo? O intendi che va messo a parte in modo che non abbia a che fare con l'impianto radiante? Scusa se chiedo ma non ci arrivo da solo!
                          Va messo ovviamente a parte per la sola ACS e deve essere di buona qualita e ottimo isolamento termico.

                          L'accumulo in mandata sull'impianto di riscaldamento lo mettono invece quelli che non sanno fare gli impianti con PDC.. perche questa soluzioine è comoda e permette di risolvere molti problemi di interfaccia con gli impianti e con altri eventuali generatori, tuttavia è devastante per la resa di una PDC.

                          F.
                          Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
                          Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

                          Commenta

                          Attendi un attimo...
                          X
                          TOP100-SOLAR