annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Prog. Termotecnico casa - consigli

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • marcober
    ha risposto
    Come dettto la P max sembrano simili...quella più tirata sempra dunque la Mitsubishi...

    Lascia un commento:


  • paoloan
    ha risposto
    Non so, mi fa sorgere il dubbio che i 7kw a 7° di Panasonic siano come i 5,5 di Mitsubishi. E che Panasonic al max spinga di più.
    Non ci sono dati al minimo di Panasonic, se non rilevazioni di alcuni utenti.
    E andrebbero comparate con la stessa t ambiente, stessa t mandata e stesso delta t.


    Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    La potena massima è uguale...se anche la minima ê simile, non capisco cosa intendi per "più spinta"

    Lascia un commento:


  • paoloan
    ha risposto
    Panasonic è sia più alta che più larga. E pesa 66kg mentre Mitsubishi fa 42kg.
    Ho solo il timore che questa versione della Panasonic sia più spinta della Mitsubishi e quindi possa essere un po'troppo grande... E che magari a temperature medie faccia più on off rispetto alla Mitsubishi.
    Ho l'impressione giusta?



    Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    Mah..sulla grandezza evaporatore bisogna vedere bene..UE Panasonic è alta uguale, ma piu larga di 20 cm...bisogna vedere s esono davvero cm di evaporatore.
    Comunque il COP Panasonic a 7 mi sembra piu alto.. a - 7 peo sono dimili sia COP che Potenza, per cui non si ha impressione che al freddo la P performi meglio dell'altra.
    però a parita di altro, quel legegro vantaggio di COP a +7 , è un motivo per preferirla

    Lascia un commento:


  • paoloan
    ha risposto
    Il dubbio quindi mi rimane tra Panasonic da 7 kw (valone nominale e massimo) e Mits Ecodan da 5.5 kw (nominale).
    Il prezzo più o meno uguale, CAT uguale.
    Panasonic ha una unità esterna molto più grande rispetto alla Mitsub, mi fa pensare che possa soffire meno defrost.
    Diciamo che i dati inseriti nelle schede non aiutano a fare comparazioni. Almeno in base alle mi conoscenze...
    Dalle mie parti non è freddissimo, ma di sicuro umido e la T di progetto è una temperatura cmq molto umida... 0 -1 -2... Ho un fiume vicino.

    Diciamo che non vorrei che una macchina fosse un po'troppo sovradimensionata per le mie esigenze, e l'altra invece un po'troppo tirata (unità esterna piccolina e forse debole per defrost?)

    Vi allego le schede. Mi date qualche consiglio?
    Grazie

    Aquarea 2017-page-010.jpgecodan_1443-page-001.jpg

    Lascia un commento:


  • paoloan
    ha risposto
    sì, hai ragione. Chiederò delucidazioni!

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    come fai ad avere un fabbisogno termico da 2.578 e un fabbisogno di En primaria di solo 164?
    En Primaria di 164 significa prelevare circa 80 kwh elletrici all'anno...e con SOLO quel prelievo fai 2578 kwh termici con una pdc?
    ci vorrebbroe 100 kh di FV per riuscirci

    Lascia un commento:


  • paoloan
    ha risposto
    Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
    Pana o mitshu ok entrambe..kita tropo grande

    Fabbisogno di Energia Termica Utile perRiscaldamento 2 578.73 kWh
    Fabbisogno di Energia Primaria per ilRiscaldamento 164.08 kWh

    dato i grassetto mi pare incoerente
    Perché incoerente?

    Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    Pana o mitshu ok entrambe..kita tropo grande

    Fabbisogno di Energia Termica Utile perRiscaldamento 2 578.73 kWh
    Fabbisogno di Energia Primaria per ilRiscaldamento 164.08 kWh

    dato i grassetto mi pare incoerente

    Lascia un commento:


  • paoloan
    ha risposto
    Originariamente inviato da LordofHome Visualizza il messaggio
    Ecodan da 4Kw con resistenze ad integrare. Se poi monti gli split alllra sei tranquillo. Li monti con funzione di pompa di calore e alla peggio accendi anche quelli a supporto della pdc nelle giornate più fredde.
    Esiste solo da ecodan 4,5kw ora e a un range di modulazione addirittura inferiore del modello da 5,5. Conviene più questa ultima... ,[emoji52]
    Oppure scegliere modello poco più grande e tagliare qualche ora di funzionamento (di notte visto che non c'è sole per fotovoltaico) per evitare così troppi pendolamenti...

    Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • LordofHome
    ha risposto
    Ecodan da 4Kw con resistenze ad integrare. Se poi monti gli split alllra sei tranquillo. Li monti con funzione di pompa di calore e alla peggio accendi anche quelli a supporto della pdc nelle giornate più fredde.

    Lascia un commento:


  • paoloan
    ha risposto
    Finalmente aggiornata la legge 10, questa è quella definitiva.
    Che taglia di pdc prendere?
    Con pdc faccio Riscaldamento con radiante (passo 15 e passo 5 su bagni), raffrescamento (deumidifico con split autonomi) e Acs su Pit da 500 lt di acqua tecnica.
    Pdc in diretta su radiante.
    Con una portata di 1000 lit/h ho prevalenza max 1,5 mt.

    Non posso fare con Uta.

    Fotovoltaico da almeno 4kw
    -------------------------------------------------------------------------------------

    Volume lordo 696.98 m³

    Superficie lorda disperdente (1) 493.31m²
    Rapporto di Forma S/V 0.71 1/m
    Volume netto 437.03 m³
    Superficie netta calpestabile 161.86 m²
    Altezza netta media 2.70 m
    Durata del periodo di riscaldamento 166G
    Fabbisogno di Energia Termica Utile perRiscaldamento 2 578.73 kWh
    Fabbisogno di Energia Primaria per ilRiscaldamento 164.08 kWh
    Fabbisogno di Energia Elettrica degliAusiliari dell'impianto di Riscaldamento 71.71 kWh
    Durata del periodo di raffrescamento134 G
    Fabbisogno di Energia Utile perRaffrescamento (solo involucro) -2 184.48 kWh
    Superficie lorda disperdente delleVetrate 21.49 m²
    Temperatura Esterna di Progetto -1.41 °C

    Dispersione MASSIMA per Trasmissione2.77 kW
    Dispersione MASSIMA per Ventilazione1.59 kW
    Carico termico di Progetto (trasm. + vent. +fatt. ripresa) 4.36 kW
    H'T 0.32 W/K
    Asol,est /Asup,utile 0.02
    EPH,nd 26.33 kWh/m2
    EPC,nd 12.55 kWh/m2
    EPgl,tot 31.26 kWh/m2
    EtaGh 142.68
    EtaGw110.25
    EPgltot31.2633


    ------------------------------------
    Avevo in mente Panasonic Aquarea gen H da 7kw, Mitsub Ecodan da 5.5 kw ed ho molto meditato su Kita S.
    Ma sembrano tutte sovradimensionate, soprattutto l'ultima.
    Consigli?

    Grazie

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    Se ha fatto calcoli si..se lo,dice a priori , no

    Lascia un commento:


  • paoloan
    ha risposto
    Rifatta Legge 10 e calcolo dispersioni, ora si procede con dimensionamento radiante.
    Il termotecnico mi propone di dimensionare con T mandata 32°. Vado bene?

    Lascia un commento:


  • illupus
    ha risposto
    Burian: no, quello non e' il precedimento giusto: se hai 23 gradi in tutta la casa, abbassi la T di mandata. I flussostati vengono impostati inizialmente al valore di progetto. Se una stanza resta piu' fredda, aumenti il flusso in quella. O viceversa abbassi nelle stanze piu' calde. Ma se sono tutte calde, si abbassa T di mandata o climatica.
    Poi il termostato e le valvole si mettono nei casi come quello di manfre, dove ci sono importanti apporti solari o dove si accende una stufa. Questi sono ambineti solitamente grandi con 4-5 o piu' circuiti: basta anche farne chiudere la meta': con 2-4 valvole in tutto hai risolto e il resto della casa si lascia sempre aperto.

    Lascia un commento:


  • manfre73
    ha risposto
    burian avevo circuito tutto aperto, nessun termostato, ma in casa ho da sempre temperature diverse nelle varie zone, ho la stanza più esposta che è sempre 1 grado sotto le altre, la zona giorno con le ampie vetratre che se cè sole mi va anche oltre i 22, difficile avere stessa temperatura in tutta casa. io ho dovuto strozzare qui e la e ogni volta sballavo un po qualche stanza, dopo 4-5 tentativi penso di aver trovato il settaggio migliore ma ho comunque variazioni di temperatura, seppur minori.

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Dalla mia inesistente esperienza ho capito che devo procedere in questo modo: Accendo PDC, dopo 48h ho 23° in tutta casa (esempio), allora agisco sui flussostati chiudendoli di un giro tutti, dopo 10 ore ho 21° in tutta casa( altro esempio) lascio aperto il flussostato del bagno e chiudo di un altro giro tutti gli altri, dopo 10 ore ho 19° in tutte le zone tranne il bagno che rimane a 20/21°, allora lascio aperto il flussostato della zona giorno e del bagno e chiudo di ancora mezzo giro le camere. Dopo altre 10 ore (esempio) avrò 20/21° in bagno, 19/19,5° in zona giorno e 18° nelle camere. Sta in piedi come cosa? Capisco che possa essere un po più difficoltoso, ma il procedimento è giusto? E soprattutto, la temperatura non si uniformerebbe in tutte le stanze lasciando la porta aperta?

    Se fosse cosi semplice, perchè quasi tutti gli idraulici ma anche i clienti finali non utilizzano questo metodo invece dei termostati e delle testine?

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    Burian..però la regolazioe flussostato la fai 1 volta nella vita..sta nel collettore..mica vai a regolare flussostato ogni giorno.
    diciamo che se oggi non usi una stanza..lo regoli basso..poi ti nasce un figlio, lo regoli come gli altri..ma flussostato non è un termostato..

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Originariamente inviato da ciop1 Visualizza il messaggio
    Se hai diviso in due zone
    Sono 9 zone più lo scaldasalviette elettrico. Ho detto all'idraulico che preferirei chiudere con termostato e testina solo la zona giorno, mentre bagno e camere lasciare tutto aperto ed agire sul flussostato chiudendo o aprendo il flusso in base al calore che voglio avere in un determinato locale. Mi ha detto, ok come vuoi. Spero solo di non fare una caxxata e di riuscire a regolarlo.

    Lascia un commento:


  • ciop1
    ha risposto
    Originariamente inviato da Burian Visualizza il messaggio
    *-+Non si spegnerebbe la PDC penso che si chiuda solo il circuito della zona giorno mentre il resto rimarrebbe aperto con la PDC in funzione.
    Se hai diviso in due zone allora hai ragione

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    Forse Argo o panasonic?

    Lascia un commento:


  • Fabry7501
    ha risposto
    Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
    No Fabry, non puoi, ma avendo 2 unità ad aria , prevedono che non serva abbinare radiante...in effetti è così...salvo che la casa sia media..allora ....
    Grazie, preziosa delucidazione. Esistono sistemi in grado di gestire le due cose? Ovvero il radiante in raffrescamento e unità a espansione diretta per bassa temperatura da utilizzare come deumidificatore ad alta condensazione in un impianto canalizzato? Ovviamente è possibile farlo con batterie a pdc dedicate...

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    No Fabry, non puoi, ma avendo 2 unità ad aria , prevedono che non serva abbinare radiante...in effetti è così...salvo che la casa sia media..allora ....

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    *-+
    Originariamente inviato da ciop1 Visualizza il messaggio
    .
    Altra osservazione che ti faccio...termostato generale nella stanza dove c'e la stufa a legna...occhio se la stufa la accendi rischi di scaldare la stanza ,e poi il termostato segnala che la stanza e in temperatura desiderata e spegne la pompa di calore ,e non scalda neanche le altre stanza dove non arriva il calore della stufa.
    Non si spegnerebbe la PDC penso che si chiuda solo il circuito della zona giorno mentre il resto rimarrebbe aperto con la PDC in funzione.

    Lascia un commento:


  • Fabry7501
    ha risposto
    Sfrutto questa discussione generica per una domanda. Il sistema Mr slim di mitzubishi come affermato più volte da @marcober che saluto e ringrazio per i mille consigli e considerazioni, è composto da unità split interna idronica che pilota anche una o più unità ad espansione diretta. Dal catalogo però non sembra possibile utilizzare il raffreddamento a pavimento abbinato all'unità ad espansione in modalità freddo. È corretto?

    Lascia un commento:


  • ciop1
    ha risposto
    Gli dici che vuoi tutta la casa alla stessa temperatura e che ti metta i flussometri perche se cambi idea lo puoi fare(e gli dici non vorrai farmi mettere una cosa che so gia di non usare).
    Altra osservazione che ti faccio...termostato generale nella stanza dove c'e la stufa a legna...occhio se la stufa la accendi rischi di scaldare la stanza ,e poi il termostato segnala che la stanza e in temperatura desiderata e spegne la pompa di calore ,e non scalda neanche le altre stanza dove non arriva il calore della stufa.
    Se è per uso serale o per emmergenza ,il discorso un po cambia

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    Te l'ho già scritto una decina di volte cosa farei io a casa mia...

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Cioè? Cosa devo rispondergli? Secondo me siccome io voglio lasciare tutto aperto e regolare la temperatura chiudendo o aprendo il flusso le testine non mi servono se non quelle della zona giorno. Sbaglio? Che cosa gli dico?

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    Sei in un anno botte di ferro....e infatti il vino buono viene nel legno...

    Lascia un commento:

Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR