annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Prog. Termotecnico casa - consigli

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • marcober
    ha risposto
    Originariamente inviato da paoloan Visualizza il messaggio
    Colloquio di un'ora in cui ho mostrato il progetto così come mi è stato suggerito qua. (PDC IN DIRETTA, NO VALVOLE, NO TESTINE, NO TERMOSTATI, NO MISC., NO DISG., ACS CON PIT). E lui mi ha confermato che funzionerà (ne ha già fatti) e che si sentirebbe a disagio a prendersi il lavoro perché...praticamente...il progetto l'ho già fatto io (che ho preso in prestito i consigli di questo forum).
    E non mi ha voluto niente.

    Ogni tanto capita di incontrare gente competente e, soprattutto, onesta.
    beh..un conto è impostarlo..un conto è dimensionarlo.. comuque , ottima cosa.

    Burian..dovresti essere contento..oggi è il giorno di svolta per te..non dovresti essere arrabbiato ma stappare Prosecco.

    Lascia un commento:


  • ciop1
    ha risposto
    Il mio gli ho detto come fare con i fan coil,e ha voluto soldi,poi ho cambiato idea visto che alla fine il riscaldamento a pavimento mi costa come il fan coil ho chiesto se voleva soldi per il progetto e lui e si 350 euro in più
    Ho chiesto a chi mi fara il riscaldamento a pavimento se era in grado di fare l'impianto senza progetto e mi ha detto ....meglio cosi il progetto lo faccio fare al venditore del radiante con le nostre specifiche cosi è responsabile al 100%
    Con la garanzia delle tubazioni hai anche quella del progetto e senza sovraprezzo

    Lascia un commento:


  • paoloan
    ha risposto
    Originariamente inviato da Burian Visualizza il messaggio
    Eravamo rimasti che per la L10 gli dovevo 400+IVA.
    Scusate ma ho una rabbia addosso che non avete idea, due mesi per sentirmi dare del cog***** e lo devo pure pagare.
    Io ho avuto poco fa il tuo stesso problema.
    Il termotecnico continuava a dire che la pdc e l'impianto in diretta non funzionava. Ed il tutto senza provare con dei calcoli.
    Fatto tutto così, a spanne.
    Visto che lui ha perso pochissimo tempo per ricopiare un progetto(che poi non metterò in atto) ed io ne ho perso una marea per informarmi, cercare di farmi una cultura, parlare con i tecnici di fornitori di pdc ecc... ho deciso che non gli darò niente.

    Pochi giorni fa ho trovato un altro termotecnico per potergli dare l'incarico.
    Colloquio di un'ora in cui ho mostrato il progetto così come mi è stato suggerito qua. (PDC IN DIRETTA, NO VALVOLE, NO TESTINE, NO TERMOSTATI, NO MISC., NO DISG., ACS CON PIT). E lui mi ha confermato che funzionerà (ne ha già fatti) e che si sentirebbe a disagio a prendersi il lavoro perché...praticamente...il progetto l'ho già fatto io (che ho preso in prestito i consigli di questo forum).
    E non mi ha voluto niente.

    Ogni tanto capita di incontrare gente competente e, soprattutto, onesta.

    Lascia un commento:


  • ciop1
    ha risposto
    Perche ragionano cosi .....hai bisogno di 7kw a -5 prendi una che ne fa 9kw a-5 e sono traquillo,oppure ne prendi una tcap o zumbadan che danno garanzie a basse tempereture (se il termotecnico non ha mai dato una di queste soluzioni e perché non e informato).
    Lui ti dice di mettere una termostufa che conosce e per farti contento ci aggiunge la pompa di calore cosi non rompi le scatole.
    A sto punto se fosse informato direbbe prendi una compact biv e se le cose non quadrano ci attacchi una termostufa visto che gestisce tutto la rotex senza dover studiare l'impianto.

    Lascia un commento:


  • BomberCiofani
    ha risposto
    Originariamente inviato da ciop1 Visualizza il messaggio
    Il problema e che non è in grado e ha paura di se stesso ,se fosse un pò informato,ti direbbe di prendere la pompa di calore sovradimensionata
    Perché dovrebbe dirgli di prendere una pompa di calore sovradimensionata?

    Lascia un commento:


  • ciop1
    ha risposto
    Il problema e che non è in grado e ha paura di se stesso ,se fosse un pò informato,ti direbbe di prendere la pompa di calore sovradimensionata o una t cap o una zumbadan ma lui non sa manco cosa siano queste cose .
    Comunque sono tutti uguali ,il mio mi da eph 36.8 su 184 metri e mi dice che ci sono a -5 dispersioni per 8.5kw e consiglia una 11kw,i conti non quadrano e quando ho chiesto chiarimenti visto che qui nel forum mi hanno fatto ragionare un pò mi ha detto:ma chi sono questi che laurea hanno?....e io ma quale consumi ha la casa?
    Lui: dovrebbe essere eph ma guardiamomeglio .
    Non lo sapeva infatti sono andato via con un dovrebbe essere

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Litigata telefonica con termotecnico. L'ho chiamato per sapere a che punto era il progetto impianto e il preventivo (richiesto in data 20 dicembre) (il progetto che ho postato qui mi era stato fatto avere dal mio geometra, il termotecnico a me continuava a dirmi "si tra due giorni ti giro tutto, si si è quasi pronto").Lui ostinato su PDC e termostufa, alla mia richiesta di fare impianto in sola PDC ha detto " cosa caxxo vuoi fare un impianto con una PDC di me**a nella tua zona che non puo funzionare", allora io gli ho detto che se non voleva farmi progetto e certificazione non era un problema, gli avrei dato cio che gli spettava e avrei chiesto a qualcun altro. Li è partito fuori bolla mi ha detto che ero un cog**one, che avrei fatto un impianto del ca*** ecc ecc...(ve lo risparmio). Li non ci ho più visto e gli ho detto ciò che pensavo..(si tutto) e mi ha appeso. L'ho richiamato ma fa come le fighette permalose e mi ha appeso...

    Eravamo rimasti che per la L10 gli dovevo 400+IVA.

    Scusate ma ho una rabbia addosso che non avete idea, due mesi per sentirmi dare del cog***** e lo devo pure pagare.

    Lascia un commento:


  • ciop1
    ha risposto
    Su massetto manfre ha un 3cm domanda a lui

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    sui massetti non ti so aiutare.
    per elettrovalvole, certo, le puoi metere dopo se vollettore le porta e lasci spazio adeguato..per termostato, pui laciare scatoletta e tubo, certo...

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Originariamente inviato da ciop1 Visualizza il messaggio
    la 9kw monoblocco della panasonic fa 7.7 kw a -7?
    Il cop va a 2.14
    Non mi servono 7,7kW a -7°, poi la monoblocco non la metto, preferisco split.
    Se non mi sparano una cifra assurda per la Kita S+, accumuli e installazione metto quella. Panasonic scarseggia dalle mie parti (purtroppo).

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Originariamente inviato da marcober Visualizza il messaggio
    Valvola che apre verso un accumulo s etutte le zone sono chiuse?
    Si forse ho capito male io.
    Mentre per quanto riguarda il massetto 3cm sono pochi? Il muratore mi ha detto che sono un po scarsi, sarebbe meglio almeno 5, l'idraulico invece mi dice che molti ultimamente fanno massetti bassi.. Bo. Nel massetto autolivellante è prevista anche la rete zincata, ma mi hanno detto che sia meglio quella in polipropilene, perchè quella zincata fa fessurare il massetto(?)
    Mi sembra strano anche perchè penso siano massetti apposta ed "elastici".

    Per l'impianto invece ho pensato di predisporre corrugato e scatoletta in ogni ambiente per il termostato, ma non metterlo, quindi se non metto termostati non dovrei mettere nemmeno le elettrovalvole giusto? Potrei comunque metterle in un secondo momento con i termostati eventualmente.

    Lascia un commento:


  • ciop1
    ha risposto
    Burian hai visto che la 9kw monoblocco della panasonic fa 7.7 kw a -7?
    Il cop va a 2.14

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    Originariamente inviato da Burian Visualizza il messaggio
    Mentre in quel caso verrebbe montata una valvola con accumulo da 100l, che faccia girare acqua se le varie zone vengono chiuse (da termostato o completamente dal collettore).
    Valvola che apre verso un accumulo s etutte le zone sono chiuse?
    secondo me hai capito male..e comunque prma dicevi "montatto sul ritorno"...il che significa senza alcuna valvola e deviazione.. e che serve se resti con UN solo circuito aperto, in tal caso hai acqua ed energai a sufficienza per sbrinare e per far funzinare con continuirta la pdc..ma non serve aprire o chiudere alcuina valvola..

    Lascia un commento:


  • ciop1
    ha risposto
    In teoria se hai radiante tutto aperto con le varie regolazione di temperatura (in camera 18 soggiorno 20 ecc)e non hai i ventilconvettori per rinfrescare in estate ,l'accumulo non dovrebbe servirti,e in più.
    Riguardo al minimo della Panasonic 9kw....non mi hanno risposto.

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    @Manfre, potrei quindi mandare a T più basse? Anche io ho pensato che rispetto ad un massetto spesso, il caldo ed il freddo si avvertono prima, spero non ci sia troppo sbalzo nei defrost.

    @ciop, l'accumulo me lo mettono per via dei defrost, la PDC prende dall'accumulo e per via che se si chiudono troppe zone, la PDC rimarrebbe a secco. Mentre in quel caso verrebbe montata una valvola con accumulo da 100l, che faccia girare acqua se le varie zone vengono chiuse (da termostato o completamente dal collettore).

    Avevo intenzione di fare predisposizione per i termostati ma non metterli ora, volevo provare a regolare in climatica.

    Lascia un commento:


  • ciop1
    ha risposto
    Penso che basti regolare i flussometri(se non sbaglio nome) e come dice il mio idraulico li puoi mettere anche in un secondo momento fai presdiposizione.
    Ma hai poca acqua nel circuito per dover mettere un accumulo da 100 l o metti ventilconvettori?
    Ultima modifica di ciop1; 04-02-2017, 08:58.

    Lascia un commento:


  • manfre73
    ha risposto
    Il mio è 3 cm...base anidride , piu veloce a scaldarsi ma anche a raffreddarsi rispetto al classico massetto. io mi trovo bene, credo che le regolazioni della pdc con reazioni piu rapide siano un po piu facili da interpretare. Secondo me su case isolate meglio piu leggero.

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Oggi il termotecnico mi ha detto che il massetto sarà di soli 3cm in autolivellante sopra i tubi del radiante, perchè non abbiamo abbastanza altezza con le finestre. Pensavo che invece avremmo fatto 6cm di sabbia/cemento con aggiunta di fluidificante mapefluid.

    Potrebbe essere un problema cosi poco massetto? Oppure è meglio?

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Ieri sopralluogo installatore Templari, erano in due tecnico e il frigorista (che ho scoperto vive a 10km da casa mia..), hanno guardato dove posizionare ue, distanza tra le due unità di 5 metri, ha consigliato di andare dritti al radiante e sul ritorno mettere un accumulo da 100l, che serve per sbrinamenti e se dovessi escludere alcune zone la PDc avrebbe sempre acqua a sufficienza. Alla mia richiesta di non mettere termostati, mi ha risposto che diventa un po difficoltosa la regolazione e che potrei ritrovarmi con 20 gradi in tutta casa e non 18 nelle camere, 21 in bagno e 20 in zona giorno (in effetti non ha tutti i torti, se le porte sono aperte).

    Per resto mi sono piaciuti, sembra sappiano fare il loro lavoro, ho chiesto per assistenza post vendita, loro come ditta sono a 50km, frigorista a 10km, quindi assistenza è un punto a favore.

    Settimana prossima dovrei avere preventivo completo, con fornitura, posa, installazione ed avviamento.

    P.S. dai dati che gli ho fornito, mi consigliano la Kita S+, per essere tranquilli in fatto di ACS.

    Lascia un commento:


  • Barbarossa
    ha risposto
    Illupus: purtroppo io ne so meno di tutti voi. Non ho ancora preventivi in mano (lo studio termotecnico mi deve approntare il calcolo del fabbisogno energetico...), e nel frattempo cercavo di capire che grado di efficienza e confort climatico può dare una simile soluzione. Ho scartato il radiante a pavimento per la scarsa altezza disponibile (si tratta di ricostruzione in centro storico di vecchio fabbricato, e devo rispettare le quote preesistenti sia in pianta che in altezza...). Per quanto riguarda il costo, devo prima sapere quanta superficie radiante prevedere per ogni singola stanza. Per il momento mi conforta sapere che tu ti trovi bene come confort.

    Lascia un commento:


  • illupus
    ha risposto
    Burian, come schema di massima va bene, ma ricorda che devi aggiungere sul ritorno defangatore e filtro a Y (se non incluso nella pdc), i circuiti di carico del primario, il circuito di carico del bollitore (se per esempio hybridcube, o comunque l'ingresso acqua fredda), scarico sovrapressione. Poi in base al volume dell'acqua di impianto, vedi se basta il vaso di espansione della pdc (se incluso) e se usi bollitore in pressione serve vaso di espansione anche per quello. Calcola volume acqua del primario del riscaldamento: se fuori dai parametri della pdc serve piccolo accumulo da aggiungere sul ritorno.

    Barbarossa: nel mio caso facevo ristrutturazione, sistemi ad umido improponibili. Non ho esperienza del sistema che dici, spero il tubo in rame sia grosso e sarei curioso di sapere che prezzi ti fa.

    Lascia un commento:


  • Barbarossa
    ha risposto
    Grazie lupus per le informazioni. Sto progettando la mia nuova casa in provincia di Vicenza, e il costruttore (casa in legno) mi ha proposto riscaldamento radiante a parete con posa "in umido", cioè con tubazioni rame inserite nelle pareti perimetrali, e poi rivestite in argilla (no cartongesso, per favorire assorbimento eccessi di umidità in raffrescamento). Sono ignorante in materia, adesso andrò a consultare i nominativi che mi hai fornito, se ci sono altre informazioni utili in merito, ringrazio tutti anticipatamente.

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    Originariamente inviato da Burian Visualizza il messaggio
    Ok grazie marco, per quanto riguarda i componenti tecnici? C'è qualcosa da aggiungere? Vorrei fare schema essenziale PDC, radiante e ACS.
    per la parte idraulica...non serve altro.
    Al limite se hai UNA o DUE stanza che vuoi tenerea T ridotta in modo NON stabile ma discontinuo..termostato e testina..ma SOLO dove serve (puoi sempre metterle dopo.. penso anche wifi)

    in base ala pdc che metti magari puoi/devi/ti conviene mettere qualche cosa che puo ottimizzare la climatica...ad esempio se il controllo pdc va in climatica ma la corregge con la T interna, dovrai metere una sonda interna..dettagli che si vedono quando hai scelto pdc e installatore..

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Ciao, si avrò FV da 6,24kWp.

    Per la PDC ho ristretto il cerchio a KITA S/S+ oppure Aquarea alta connettività generazione H 9kW.

    Domani ho sopralluogo installatore Templari, poi valuto.

    Lascia un commento:


  • simonez
    ha risposto
    ciao Burian, alla fine hai scelto la pdc? e di che taglia?

    ps: ma avrai FV?

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Ok grazie marco, per quanto riguarda i componenti tecnici? C'è qualcosa da aggiungere? Vorrei fare schema essenziale PDC, radiante e ACS.

    Lascia un commento:


  • marcober
    ha risposto
    concetto di impianto è ok...non lo cambiare

    Lascia un commento:


  • Burian
    ha risposto
    Ciao lupus, avresti uno schema di come è collegata la tua PDC sull'impianto? Ieri ne ho fatto uno per casa mia, prendendo spunto di qua e di la, ma non so se va bene provo a postarlo cosi mi dai un tuo parere.
    IMG_9221.jpg

    Lascia un commento:


  • illupus
    ha risposto
    Io ho radiante a soffitto al piano terra (+7 mq di integrazione a parete) e solo a parete al piano superiore (camere+bagno).
    Ci troviamo benissimo, ottimo comfort, sia invernale in riscaldamento che estivo in raffrescamento (tutto con unica pdc). Consumi bassi grazie alla temperatura di mandata bassa (in inverno).

    Dopo aver fatto le mie valutazioni, ho scelto il sistema che usa tubo multistrato da 16 che si infila in apposito passaggio di una lamina di alluminio (che fa da diffusore di calore), incollata a pannelli eps ad alta densita´. Sopra il tutto si mette normale cartongesso (o anche fibrocemento per un miglior rendimento ancora, ma costi superiori). Ci sono diversi produttori, cerca ¨dry 30 soffitto¨ oppure ¨thermo dry radiante¨ su google e trovi immagini e documentazione. Ti consiglio di chiedere a diverse ditte produttrici a trattare sul prezzo: partono altissimi, ma il costo e´ molto piu´ basso (alla fine ho comprato da una ditta di Modena).

    Io ho realizzato il sistema in aderenza, con struttura metallica per sostenere il cartongesso, in questo modo occupa solo 4.5 cm.

    Per parte mia sconsiglierei i sistemi che hanno tubicini da 10 oppure 8 mm e sono gia´ tutti integrati nel cartongesso. Il sistema descritto sopra non ha bisogno di giunzioni, ha molta piu´ acqua di impianto, i pannelli sono da 100x50, ma divisibili, per cui si puo´ coprire benissimo tutta la superficie e appunto si installa anche in aderenza, occupando meno spazio.

    Lascia un commento:


  • Barbarossa
    ha risposto
    Buonasera illupus, ho notato che ha fatto un impianto radiante a soffitto/parete. Io sto cercando informazioni per impianto a parete radiante ma non ne trovo... posso sapere le sue impressioni e come è stato realizzato? Grazie anticipate.

    Lascia un commento:

Attendi un attimo...
X
TOP100-SOLAR