annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Prima di fare qualche clamoroso errore....

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Prima di fare qualche clamoroso errore....

    Ciao a tutti... Sono ad un dilemma... Ho una bella caldaia legna e pellet a cui ho collegato due puffer da 800 e 1000 litri.
    Quello da 800 ha una serpentina solare libera e la serpentina sanitaria. Poiché sto in collina dove il metano non arriva e mi sono scollegato dal GPL, in estate mi faccio l'ACS accendendo la caldaia. Quest'anno ho deciso di dire basta e di passare a qualche fonte rinnovabile, almeno per l'acs estiva.
    In famiglia siamo in 7, zona climatica E, gradi giorno circa 2700, consumo annuo 110 q.li di legna per riscaldamento e acs, radiatori in acciaio. La casa inoltre è uno di quei vecchi casolari in sasso, senza isolamento, muri di 60 cm, finestre con doppio vetro.


    Soluzione 1:
    3 pannelli solari termici e tutto quello che ci va dietro per terminare l'impianto 2600 € circa.

    Soluzione 2:
    Un bel FV da almeno 3 KW e una PDC (consumo attuale sui 4000 kWh annui), poiché la differenza di prezzo tra 5-8-10 non è molta (4100 la 5 4800 la 8 e credo 5200 la 10) la marca non la ricordo, pensavo di "abbondare" appunto con la 10 e integrare il riscaldamento in inverno.
    E' vero, siamo intorno ai 10-11000€, ma se posso guadagnare in comodità...

    Mi sono entusiasmato leggendo l'impianto di marcober e mi sono messo a fare due conti, (di camere da scaldare ne ho 9 più due bagni...) ho preso in esame il salotto, dove ho un radiatore con 12 elementi che con un delta di 50 rende 2000W circa, con 40, 1500W e con 20, 600...
    Siccome ho già i solai bassi non posso perdere altri cm per fare un radiante a pavimento, aumentare gli elementi del radiatore, si può fare ma diventano degli "armadi" brutti da vedere... oppure il "giochino" deve funzionare h24?
    Con un calcolo spannometrico, casa mia ha bisogno di 55000 kWh annue per riscaldamento. Se divido questa somma per esempio COP 3, mi viene 18300, ai quali aggiungo 2700 di consumo elettrico (togliendo 1300 di autoconsumo FV), fa 21000, che moltiplicato 0,20€ fa 4200 euro all'anno..! Metti che 600 mi tornano indietro con lo SSP, sono 3600! Per la legna, nella peggiore (ma proprio peggiore!) delle ipotesi, spenderei 1600!

    Ho sbagliato qualcosa nei conteggi? Forse la PDC, senza modifiche ai radiatori, potrebbe darmi una mano fino ai primi di novembre e da fine febbraio in avanti..?
    Oppure qualcuno ha qualche suggerimento a riguardo?
    Le stanze del piano terra, hanno sotto di loro, le cantine, il solaio/pavimento è composto (credo) di tavelle, massetto e due strati di piastrelle, è da scemi, pensare di mettere la serpentina per il radiante, nella parte inferiore del solaio delle cantine..?
    Ecofaber Alp28 - Puffer Cordivari EcoCombi 2 800 + Puffer Cordivari 1000 - Boiler ACS Ariston 150 - 2 Grundfos Alpha2 L

  • #2
    Ciao, parlo da profano, ma hai pensato di integrare i radiatori esistente con una sistema radiante a soffitto, ammesso che sia tecnicamente fattibile in relazione all'altezza interna dei locali, oppure un radiante a parete? O un "misto" tra i due?

    Commenta


    • #3
      Ciao Karunga14,

      se vuoi guardare solo l'aspetto economico la cosa più conveniente e semplice è il solare termico, e con il CT2 spendi anche di meno alla fine.

      Per il calcolo dei kWh, mi tornano poco i tuoi 55.000 kWh, se consumi 110 q l'anno, perchè 110 q di legna (comprata non secca presumo) considerando 4,4 kWh al kg la legna secca, sono quindi 11.000 kg di legna asciutta (non secca) che calano almeno un 15/20 % come minimo quando secca, quindi da 11.000 kg diventano secchi meno di 8.800 kg che sono (8.800 x 4.4 kWh) 38.720 kWh, se togli la resa della tua caldaia che stando ottimisti possiamo considerare un 80 % diventano 30.976 kWh, con cop 3 sono 10.325 kWh, aggiungi i 4.000 kWh di consumi odierni, considera un autoconsumo (con un FV di 6 kW) di almeno 2000 kWh annui, sono 12.200 kWh che con un contratto da 6 kW si va dai 2.050 euro del mercato libero ai 2.400 euro l'anno del mercato tutelato compreso di fissi, se togli i fissi (che sono circa 200 euro e che pagheresti comunque) sono 1.850 euro e 2.200, meno eventuale SSP (almeno 500 euro l'anno) vai a 1.350 con il libero e 1.700 euro in maggior tutela.
      Certo l'investimento iniziale è alto, se però la biomassa, in special modo la legna, ti ha stufato è quello con il minor costo annuale, se poi consideri che nei giorni più freddi potresti integrare anche con l'impianto a biomassa attuale, il consumo cala e il COP ne guadagna, certo dovresti provare a far girare il tuo attuale impianto a 40/45° di mandata e vedere se andando h24 riesce a mantenerti la T interna desiderata, perchè se sei sottodimensionato allora salta tutto.

      Commenta


      • #4
        Ciao Lore! Grazie della bella analisi, è vero non ho messo in conto il calo del peso della legna e della resa della caldaia... Per "far tornare i conti" mi sono anche lasciato traviare dal computo di prestazione energetica fatto da un architetto ai tempi dell'acquisto della casa...
        Una curiosità... (Magari sbaglio io!) Ma la legna non rende 4,4 Kcal al Kg? quindi 5,5 kW...!? Per quello che ho tirato fuori l'erroneo 55.000 (ACS compresa)!
        Magari avessi lo spazio per 6 kW di FV! allo stato attuale, con i Sunpower o Benq, posso arrivare a 5 scarsi (orientati a sud perfetto), salvo scendere a compromessi, con installazioni su falde est-ovest...
        ...e poi si... sono un po' stufo della legna..! Ora, spendo sui 1000-1200 euro annui per scaldarmi ma devo segare la legna, spaccarla, stoccarla, metterla in caldaia, pulire la caldaia, se un giorno non sono in casa è un problema (oppure "giro" a pellet)... Se posso usare una soluzione più comoda che alla fine mi può costare anche 500 euro in più all'anno, ben venga..!
        Ecofaber Alp28 - Puffer Cordivari EcoCombi 2 800 + Puffer Cordivari 1000 - Boiler ACS Ariston 150 - 2 Grundfos Alpha2 L

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Barbarossa Visualizza il messaggio
          O un "misto" tra i due?
          Ci ho pensato..! ma dei due forse meno peggio quello a parete... Ho visto anche un prodotto di una ditta tedesca, a pavimento, per evitare di rompere l'esistente che occupa "solo" 1,7 cm... quindi potrebbe stare tutto in 5 cm massimo... più che i solai, ci sarebbe da aggiustare l'altezza delle porte...!
          Ecofaber Alp28 - Puffer Cordivari EcoCombi 2 800 + Puffer Cordivari 1000 - Boiler ACS Ariston 150 - 2 Grundfos Alpha2 L

          Commenta


          • #6
            @lore: perché 80% di resa caldaia ad essere pure ottimisti? Che caldaia è?
            Zona climatica F 3396 gradi/giorno
            Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

            Commenta


            • #7
              Ciao Karunga14,

              sono 3,8 kcal/kg e 4,4 kWh al kg, legna con meno del 20% di umidità (quindi almeno 1,5 / 2 anni lasciata seccare), poi dipende da essenza, per esempio conifere con potere calorico più alto ma calo da verde a secco quasi del 40/50 %.

              Beh con quasi un 5 kw, perfetto a sud senza ombre puoi arrivare tranquillamente a 6500 kWh annui, e poi puoi aggiungere qualcosa anche nelle falde est o ovest e con un inverter da 6 kw puoi andare anche oltre di un 10/15% del 6 kw di pannelli (6,5 / 6,7 kwp) e poi andare anche oltre gli 8.000 kWh annui, certo se devi mettere roba costosa come i sunpower, io piuttosto metterei a sud quello che ci sta e poi un pò su altra falda

              Commenta


              • #8
                Ciao leaza,

                guarda in firma dovrebbe essere una Ecofaber Alp28, dichiarano loro 80/85 %, nella realtà 80 % credo sia parecchio ottimistico penso

                Commenta


                • #9
                  Confermo la caldaia...! Se sapessi il modo di calcolare quanto rende... lo farei volentieri..!

                  Non so su che sito ho trovato quel valore di resa calorica della legna...! Poi sono andato sul sito Ecofaber e anche loro mettono 3,7... Principalmente uso Quercia, carpino, robinia...
                  Ecofaber Alp28 - Puffer Cordivari EcoCombi 2 800 + Puffer Cordivari 1000 - Boiler ACS Ariston 150 - 2 Grundfos Alpha2 L

                  Commenta


                  • #10
                    Ciao Karunga14,

                    sicuramente a quelle rese da loro dichiarate su banco prova non ci arrivi, perchè fatto con caldaia nuova, tutta bella pulita, con legna talmente secca penso che non sarà allo stato anidro, ma poco ci manca e in condizioni ambientali che nella realtà penso capitino solo in estate.

                    Commenta

                    Attendi un attimo...
                    X
                    TOP100-SOLAR