annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Acqua sanitaria 200 litri riscaldata pdc, ho acqua calda istantanea?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Acqua sanitaria 200 litri riscaldata pdc, ho acqua calda istantanea?

    Scusate la domanda forse stupida/ingenua, se installo un impianto ACS in pompa di calore con serbatoio da 200 litiri, il prodotto è 3in1 Ephoca di Innovaernergie, l'erogazione dell'acqua della doccia è instantanea come una caldaia a gas normale o funziona come i vecchi boiler, quindi finita la riserva d'acqua calda esce fredda?

  • #2
    I 200 litri sono un accumulo, quindi hai sempre acqua calda ma la produzione non è istantanea.
    diciamo che 200 l vanno bene per famiglie non numerosissime (3-4 ok)
    io ho 300 litri (3 persone) e mi dura 2 giorni
    Casa no gas 180mq in zona climatica D 1742 gg, fv 3kw sud-est, 3kw sud-ovest, pdc Kronoterm 8kw on/off, pdc acs Kronoterm 300 l. Piano ad induzione Neff da 90 cm contratto Engie 6kw bioraria. Classificazione energetica B/C

    Commenta


    • #3
      Rispetto alla caldaia non ottieni tutta l'ACS che vuoi, hai il limite dell'accumulo come giustamente fa notare felix2013.
      Ma rispetto ad un vecchio boiler hai il vantaggio (se usato in modalità boost, quindi con la resistenza attiva) di ottenere più velocemente ACS poichè sommi la potenza della PDC più la potenza della o delle resistenze (ovviamente dipende dal modello di PDC scelto) P.E. 850W da pdc + 1200W resistenza.
      Inoltre, ma dipende molto dalla caldaia montata, hai tipicamente meno pendolamenti di T sulla ACS, quindi ACS con T più costante come nel caso del boiler.
      Regolamento: http://www.energeticambiente.it/misc.php?do=vsarules

      Commenta


      • #4
        Per scaldare i 200 litri di acqua consumata in una giornata, con salto termico di 30°C (12°C-42°C), servono a spanne 7400 Wh di energia. Se disponi di una unità in pompa di calore per la produzione dalla sola ACS che produce 850 W, serviranno più di 8,5 ore per garantire tale fabbisogno. Ovviamente tale tempo sarà distribuito nella giornata in base ai consumi.
        Per avere una produzione istantanea di acqua calda la potenza necessaria è notevole: prendiamo una doccia, 12 litri/minuto, salto termico 26°C (da 12°C a 38°C), la potenza istantanea necessaria è pari a 21,7 kW. Non è un caso che la taglia minima delle caldaie sia legata alla produzione di acqua calda sanitaria piuttosto che alla gestione dei carichi termici.

        Commenta


        • #5
          Pid

          puoi spiegarti meglio?

          La pdc per acs è un accumulo.... se in uso non arriverà mai a 12 gradi ( se c arriva la doccia è ghiacciata)
          se si ha necessità dì velocizzare la produzione di acs ci sono delle resistenze elettriche.
          Una doccia difficilmente dura mezz ora e 200 di acs durano tranquillamente un giorno ( 3 persone)
          Casa no gas 180mq in zona climatica D 1742 gg, fv 3kw sud-est, 3kw sud-ovest, pdc Kronoterm 8kw on/off, pdc acs Kronoterm 300 l. Piano ad induzione Neff da 90 cm contratto Engie 6kw bioraria. Classificazione energetica B/C

          Commenta

          Attendi un attimo...
          X
          TOP100-SOLAR