annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Termistori e sonde: problemi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • illupus
    ha risposto
    Hai svitato le valvoline tenendo la pompa attiva (menu servizio > funzionamento manuale) come avevo scritto qualche giorno fa?

    Lascia un commento:


  • Jolly71
    ha risposto
    per un bicchiere non serve fare ripristino, anche perchè hai il gruppo di riempimento automatico che fa tutto da solo. Attualmente hai il gruppo tarato a 1,5 ma la pressione impianto è circa 1,2 (riferimento lancetta nera).
    Mi spieghi per favore dopo quanto tempo si blocca la pdc da quando accendi?
    se l'acqua riesce a circolare qualche minuto metti la velocità dei circolatori al massimo, apri i cappucci delle valvole di sfiato e accendi. Magari con la pressione della circolazione l'aria va in circolo e riesce ad uscire ...

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    farò controllare senz'altro. Lo farei volentieri ma poi bisogna ripristinare il livello di acqua nel circuito e non saprei proprio come fare...ma voi fate tutto da soli?!



    Da grande voglio fare l'idraulico!

    Lascia un commento:


  • Jolly71
    ha risposto
    Altro piccolo test da fare.
    prendi una bacinella. sotto le valvole di sfiato aria c'è il rubinetto. aprilo e scarica un bicchiere di acqua. controlla come esce.
    limpida, nera, marrone, con alghe ...

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    Grazie per il suggerimento. Purtroppo non posso verificare l'etichetta. Guarda come lo hanno conciato, il compensatore idraulico, invece di metterci il guscio coibentante di fabbrica...comunque dovrebbe essere un Diacom - il primo dei tre modelli - che si può vedere nella scheda tecnica del produttore. Credo sia lui. Credo...
    http://comparato.com/wp-content/uplo.../07/DIACOM.pdf

    compensatore-1.jpgcompensatore-2.jpg

    Il defangatore - filtro a Y - dovrebbe essere stato pulito qualche settimana fa, durante la verifica pre-accensione di rito. Il ragazzotto inviato dal CAT cui mi sono rivolta fino ad allora ha perso un mucchio di tempo a fare non so cosa, ha messo in conto la pulizia del filtro ma a questo punto può anche darsi che non abbia pulito proprio nulla. Sono passata all'altro CAT che c'è nella mia regione. Da quando ci ha messo le mani lui in effetti, sono cominciati i guai...mai avuto un errore e men che meno L9 - nell'unità interna...

    Lascia un commento:


  • fedonis
    ha risposto
    Non potrebbe essere il defangatore pieno di schifezze? O qualche filtro,magari quello ad Y. Ipotizzo che sia scarsa la circolazione, se non lo fosse, con tutte le testine aperte, aprendo lo spurgo, dovrebbe girare acqua, o uscire aria, C'è un intoppo da qualche parte.

    Lascia un commento:


  • fcattaneo
    ha risposto
    Secondo me il tuo problema è la pressione dell'acqua.. non l'aria.

    Guarda l'etichetta sul compensatore e cerca di capire a quale pressione è precaricato ( lato aria .. )

    Se è caricato a 1.5 bar e nel circuito hai un pressione simile, significa che il compensatore non lavora e durante gli sbrinamenti, quando l'acqua si raffredda, la pressione puo andare sotto il valore minimo mandando in blocco la macchina.

    La situazione migliiore è quella di avere un vaso di espansione precaricato a 0,7 bar con il circuito ad 1.2-1.5. ....... se invece il vaso è precaricato a 1,5 la pressione del circuito DEVE essere minimo 1.8 .

    Fai questa verifica...

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    2.jpgEcco la fatidica schermata. Ho spento tutto. Lasciato attiva ACS con timer per ripartire domattina, ma temo che oltre la casa fredda, anche l'ACS non vorrà essere da meno...
    Chiamato idraulico di fiducia. Speriamo ce la faccia in serata. Naturalmente vi aggiornerò, e grazie infinite per il supporto. Almeno relazionerò al tecnico tutto quanto fatto.
    Uff...dovevo iscrivermi ad ingegneria, con specializzazione in ingegneria idraulica. Forse - forse! - sarebbe stato meglio....grrrr......grrrrrr..............e anche brrrrrrr ....

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    Mi serve un esorcista!! Svito e non succede nulla. Nulla. Nè aria nè acqua. Questo con i collettori.

    Lascia un commento:


  • illupus
    ha risposto
    E fai lo stesso alla valvola nell'unita' interna, con la pompa attiva velocizzi.

    Lascia un commento:


  • Jolly71
    ha risposto
    Giusto. Nel punto preciso dove hai messo le frecce si deve svitare. Se è come hai scritto uscirà sicuramente aria. Si devono bloccare da sole appena arriva l'acqua. In caso contrario chiudi e blocca. Per sicurezza falle entrambe.

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    collettore-b2.jpgGrazie, prima di tutto. Non mollarmi per favore. Siamo con il radiante spento da ieri sera, in casa comincia a fare fresco e il CAT mi ha appena detto che farà il possibile per accelerare i tempi ma è oberato dagli interventi e il suo "in settimana" mi fa temere il freddo. Quello vero.
    Allora, abbi pazienza ma sono proprio a zero: devo agire sulle valvole in cima. Sia quella in alto, freccia ciano, sia quella in basso, freccia magenta?
    Se non ho inteso male, devo svitare poco poco, che dovrebbe succedere? Se esce solo acqua richiudo subito, immagino. Devo intervenire a collettori fermi, oppure con radiante in funzione?

    Lascia un commento:


  • Jolly71
    ha risposto
    Si esatto. le valvole sono quelle a destra. Comunque ci deve essere il tappo da svitare. ti spiego. il tappo serve come emergenza nel caso in cui le valvole perdono acqua di continuo e non si bloccano. se le tue sono serrate può essere successo che presentano già il problema della perdita e in questo caso andrebbero sostituite. Armati di pinza o strumento idoneo all'uso e svita i tappi. si deve svitare dalla punta la parte poco più in basso zigrinata

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    Asp...ti riferisci ai due cilindri color bronzo sulla destra, vero? I piccoli tappi in cima alla valvolina posta sopra i cilindri, sono serrati. Non c'è nessuna parte mobile, isomma. Ho dato comunque qualche colpetto di martello. Ma se sono serrati...

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    Spero proprio di sì, anzi mi meraviglierei del contrario perchè l'installatore era molto in gamba. Che non abbia messo l'antialga mi meraviglierebbe, ma del resto c'è da aspettarsi di tutto.
    Il filto dell'unità interna viene pulito regolamente ogni anno e lo hanno pulito giusto qualche settimana fa. Non ho ancora capito se ha o meno una relazione con l'acqua del circuito radiante, perchè dal vecchio CAT non ho avuto una risposta chiara...
    vado a provare a fare ciò che mi hai suggerito.

    Lascia un commento:


  • Jolly71
    ha risposto
    Le valvole che hai tu devono sfiatare da sole in quanto automatiche.
    Verifica che il cappuccio presente alla punta sia svitato in modo da consentire a fuoriuscita dell'aria, e poi prova a dare qualche colpettino leggero sul corpo valvola con un martellino o qualcosa di rigido per essere sicura che il galleggiante interno non è bloccato.
    una domandina: sai se in fase di riempimento del tuo impianto hanno usato i prodotti antialga e protettivo?

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    Grazie, Jolly (di nome e di fatto!)
    La foto di uno dei due collettori, tanto sono uguali:

    collettore-b.jpg

    Sull'unità interna la pressione segnalata è 1,5 adesso che è tutto spento. Altrimenti sale a 1,2

    Lascia un commento:


  • Jolly71
    ha risposto
    l'operazione è semplice. se mi dici che sono barilotti o cilindrotti bisogna capire se anche sui collettori hai quelli automatici. riesci a inserire una foto?
    se sono i classici manuali sopra c'è una manopolina da svitare a mano o con cacciavite. svita leggermente e se come previsto c'è aria la sentirai uscire dal foro. tieni aperto fino a quando non usciranno alcune gocce di acqua. a questo punto chiudi e passi al prossimo collettore. devi avere la pazienza di fare questa operazione a giorni alterni fino a quando non uscirà più aria. cosa importante è controllare la pressione dell'acqua impianto sul box che deve rimanere a 1,2 bar circa. Se scende sotto 1 bar devi integrare.

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    Sì, ci sono, sono dei cilindrotti con sopra una valvolina tipo quelle dei radiatori. Ne ho una in ogni collettore. Si devono azionare a mano? Guarda, non so come fare. Quella automatica dentro l'unità interna, se è automatica, non dovrebbe liberare l'aria del circuito da sola?
    Ora dopo vari tentativi, sono riuscita a far fare ACS alla PDC. Ma appena riattivo il radiante, che avevo ecluso per vedere se tornava almeno a produrre ACS, mi torna a fare la solita storia. Parte l'unità esterna, ma dopo un paio di secondi si spegne e dopo due o tre volte che fa così, compare il codice di errore L9 e l'unità interessata è la 0-1 che presumo sia quella interna.

    Lascia un commento:


  • Jolly71
    ha risposto
    A meno che tu non abbia un montaggio delle tubazioni particolarmente tortuose che rendono difficile lo spurgo dell'aria, sull'hydrobox nella parte alta dovresti già avere una valvola automatica di sfiato aria e poi dovresti avere sui collettori delle valvoline uguali a quelle dei radiatori per sfiatare aria da lì.

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    In attesa del tecnico, ieri sera ho spento il radiante (chiuso la circolazione del radiante in casa, dai termostati interni) e chiuso dall'unità interna il riscaldamento. Ho lasciato la PDC attiva solo per fare ACS al mattino. Quindi durante la notte doveva stare spenta e riavviarsi stamani per fare solo ACS prima che ci alzassimo. Invece si è bloccata di nuovo. Appena alzati ci siamo accorti - acqua freddina... - che si era bloccata anche solo per la produzione di ACS. Sono poi andata a riavviarla, ed è ripartita facendo all'inizio solo ACS, ora ho riavviato i radianti e sta facendo riscaldamento. Chissà quando si fermerà di nuovo?!
    Un comportamento del genere - codice errore L9 anche per la sola produzione di ACS a radiante escluso - è lo stesso compatibile con l'aria nei tubi?
    In questo caso però non può essere l'aria nei tubi del radiante, quella per intenderci che mi impedisce di avere la solita stanza riscaldata meno delle altre. Qui semmai c'è - anche - aria nel circuito che dalla PDC arriva allo scambiatore, per cui bisogna agire - anche - per togliere eventuali bolle d'aria sulla parte a monte del radiante. Sbaglio?

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    Da ieri, ci risiamo. Ha ripreso a bloccarsi e a segnalare il solito errore. Quando la faccio ripartire, si sente nei tubi a ridosso sell'unità interna un gran gogroglio d'acqua, per cui credo che ci sia davvero da togliere bolle d'aria consistenti intrappolate nei tubi.
    Ho contattato un idraulico - che ha in casa un impianto radiante - spiegando il problema. Spero si faccia vivo a breve, rischiamo di stare al freddo e di svegliarci al mattino con l'ACS ghiacciata...

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    Ciao, Illupus grazie per avermi risposto.
    Il CAT ha pulito il filtro ad Y dell'unità interna solo un mesetto fa.
    Ora sto cercando di decriptare il tuo intervento, lo sai che sono dura di comprendonio e devo capire dove sono collocate le valvole di sfogo, come aprirle e quando, a quale settaggio ti riferisci, etc. Non so se sarei in grado di farlo da me, ma almeno so cosa chiedere di fare al tecnico che - non a breve, ma inizio prossima stagione se non ci sono altri intoppi - verrà a fare il solito controllo di rito pre-accensione della PDC.
    Al momento ho tutto l'impianto aperto, nessun errore e la PDC funziona bene. Solo uno dei due circuiti di quella stanza, si scalda appena appena...

    Lascia un commento:


  • illupus
    ha risposto
    Una possibile causa e' aria nei tubi, assicurandosi di avere le valvole di sfogo aperte, puoi fare girare solo la pompa per qualche minuto (nel menu servizio, funzionamento manuale).
    Quando hanno fatto il primo avvio da me c'era proprio questo errore e sia CAT che idraulico non sapevano come fare, ci hanno messo ore di tentativi facendo laghi di acqua, un disastro. Visto l'andazzo, l'impianto di riscaldamento l'ho poi fatto io e una volta riempito si e' ripresentato l'errore che appunto ho risolto in 5 minuti avviando la pompa, facendo sfiatare e senza spargere un goccio d'acqua.
    Se fosse dovuto allo sporco, possibile che nei vari tentativi si sia u po' smosso. Dovrebbero averti messo un defangatore che ha un comodo rubinetto per vuotarlo (poi potrebbe essere necessario riportare in pressione l'impianto). Oppure un filtro ad Y (dentro l'unita' interna se non te ne hanno messo uno anche fuori).

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    Se non hai azzeccato il problema, ti ci sei avvicinato parecchio.
    Ho mandato a farfalle il CAT di zona e contattato l'altro della mia regione, che con acume mi ha detto di controllare per prima cosa il manometro dell'unità interna. Visto che c'è pressione, il problema non è lì (non manca acqua). Allora sono andata avanti per circoscrivere il problema, prima di richieder eun intervento, anche perchè vorrei capire chi chiamare: elettricista, idraulico, CAT. Ho la casa divisa in due zone, servite da due collettori, quindi ho riportato la velocità delle pompe a quella dello scorso anno (velocità minima - I - per la pompa di rilancio e velocità media - 3 - per la pompa della PDC). Ho fatto partire il radiante solo su una zona, e tutto ha funzionato. Il problema non si è presentato e la PDC non ha più dato problemi e a continuato a funzionare senza interruzioni. Allora dovevo capire se il problema era elettrico - un conflitto fra le due zone - oppure idraulico, legato al collettore finora spento. Ho chiuso tutte le testine dei circuiti di quest collettore, tranne quella del bagno. Ho avviato la circolazione anche in quella zona e non ho avuto problemi. Restavano due stanze. Ho aperto le testine di una delle camere, e non ho avuto problemi. La PDC funziona regolarmente. Rimangono chiuse le testine di una stanza che anche gli anni scorsi ha "dato problemi" nel senso che è la sola che si scaldava irregolarmente, per cui per ora ho lasciato chiusi i due circuiti della camera. Il problema è quindi idraulico, presumo dovuto allo sporco o all'aria presente in uno dei due circuiti o in entrambi. Non credo di essere in grado di metterci mano da sola, anche se ammetto che vorrei poterlo fare. La stanza per fortuna è quella degli ospiti, quindi non ho urgenza di intervenire. Pensate che le mie deduzioni siano corrette?

    Lascia un commento:


  • Dumah Brazorf
    ha risposto
    Magari è il circolatore bloccato. Può capitare se rimane fermo per mesi. C'è da infilare un cacciavite e far fare un paio di giri alla girante per sicurezza.

    Lascia un commento:


  • sergio&teresa
    ha risposto
    Beh, provare non fa male.

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    ...Rieccoci.
    Per giorni ha funzionato tutto discretamente. Al mattino faccio ACS, a metà giornata parte PDC per il radiante. Fino a stamani, temperature più basse rispetto agli ultimi giorni, ho deciso di far partire la PDC qualche ora prima. Termistori che leggono 20°C per mandata e ritorno, avvio la PDC con temperatura acqua impostata su 30°C, la macchina parte per due secondi e poi si spegne. Dopo due minuti riparte per due secondi e poi si spege ecompare il codice di Errore L9, ossia risulta velocità pompa troppo bassa. Era impostata al livello 3 (massimo livello 5) come lo scorso anno, in cui questo codice errore non era mai comparso. L'ho portato a 5. Ma il problema permane. La macchina parte, dopo due secondi si ferma e compare il codice errore L9.
    Dipende forse dalla velocità della pompa di rilancio? E' una DAB Evotron che ha tre velocità impostabili (I-II-III) per il radiante e che ora è impostata sulla velocità I ossia la minima. Così l'ha impostata il "tecnico" che ha fatto l'ultimo intervento. Ma è lo stesso che ha smanettato un'ora prima di capire come si avviasse la pompa....finchè nn gli ho portato io il manuale della stessa, peraltro estremamente criptico. Insomma, ci risiamo. Ho tolto la tavola che riparava la pompa di calore dal sole del mattino, quindi la sonda esterna è al sole. Non ho idea se questo possa entrarci qualcosa, ma davvero non so più cosa pensare. Che consiglio mi date? Aumentare la velocità di circolazione del radiante, portando la DAB Evotron - pompa di rilancio - a velocità II? Inutile chiamare il tecnico. Sto pensando di cambiare Centro assistenza di riferimento, mi accorgo che piuttosto che risolvere i problemi, me ne creano degli altri...Help!

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    Ciao a tutti!
    Ci risiamo...si avvicina l'inverno e ripartono i riscaldamenti. E i problemi.
    Il mio, persiste.
    Ieri c'è stato il tecnico per la manutenzione ordinaria, pulizia del filtro. E per coibentare il disgiuntore che avevano installato senza il minimo isolamento...morale della favola, la pdc andava in blocco e il tecnico ha smanettato tutto il giorno e alla fine ha assicurato che era tutto a posto ...e invece no. Stamani ho riavviato per controllare l'impianto, temperatura di mandata a 28°C e termistori di mandata e ritorno fermi a... 42 gradi entrambi! (temperatura di poco inferiore all'ACS! Combinazione!), ovviamente con tanto di macchina in standby e radiante che circolava con acqua a temperatura ambiente. La risposta che ho avuto al telefono è stata che dovevo portare la mandata a 35°C: ho provato a spiegare che non sarebbe cambiato nulla, ma insistevano. Ho fatto un reset, portato la mandata a 35 gradi; risultato dopo molte ore, in casa i collettori sono sempre freddi, sui 20°C che è la temperatura ambiente, i termistori segnalano mandata e ritorno a 30-32°C e ripartono, arrivano a 34°C e la macchina va in standby senza scaldare il radiante minimamente! E' così da ore. Non so più che fare...davvero...

    Lascia un commento:


  • Giottina
    ha risposto
    No, nessun errore segnalato dalla centralina.
    L'ipotesi che hai avanzato mi sembra molto credibile. Motivo in più per sbarazzarsi della pompa di rilancio e del disgiuntore prima possibile.

    Lascia un commento:

Sto operando...
X
TOP100-SOLAR