Welcome!

Benvenuto nel Forum EnergeticAmbiente! Siamo un insieme di persone che hanno a cuore il Pianeta Terra e che si prendono in qualche modo la responsabilità di proteggerlo dalla stupidità umana. Per poter scrivere o scaricare foto e documenti devi prima registrarti. Vedrai anche meno pubblicità. Basta 1 minuto, un nome inventato e una mail dove ricevere le notifiche delle risposte.

La registrazione è gratuita e puoi farla -QUI-

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

scelta pompa di calore, marche e tipologia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da pierlorenzo.simonini Visualizza il messaggio
    In base alle vostre esperienze quali sono le marche di pompe di calore che consigliereste e quali invece non consigliereste? (ad esempio ho letto commenti poco lusinghieri nei confronti di Daikin Rotex specie nel taglio medio 6/8 kw).
    Magari vi sono marche meno conosciute (oltre alle solite Mitsubishi, Panasonic, Daikin, ecc) ma con ottimo rapporto qualità prezzo.
    Seconda domanda: meglio ovviamente una pompa inverter rispetto a ON/OFF oppure il gioco non vale la candela?
    E ancora monoblocco o split?
    Qualora non fosse possibile rispondere a livello teorico, allora vi spiego la situazione di casa mia: 180 metri scopabili su un piano, radiante a pavimento (riscaldamento e raffrescamento) con fabbisogno 47 kw/m2 ora, vmc centralizzata (penso con scambio di calore) e deumidificazione, provincia di Brescia, -7 temperatura progetto e 2544 gradi giorno. In forza del link di casa elettrica sembrerebbe bastare una pompa di calore da circa 7/8 kw (sempre se il dato è corretto), ma che tipologia di pompa è meglio scegliere?
    il Mio elettricista è fissato con Daikin Rotex (proprio quella sconsigliata sul forum) e nel dire Panasonic si è messo a ridere...

    Grazie mille.
    Salve, abbiamo la PdC Vailant VWL 115/2 a 230v messa a gennaio 2018. È da primo momento va in blocco al momento di riscaldamento ACS.(perché va in massima potenza) Tecnico di centro assistenza di Padova,sin da subito a indicato come causa(unica?!)bassa tensione della linea elettrica...e va bene,dopo numerosi disagii L'Enel ci ha alzato tensione della linea...Non ha servito a nulla...ansi adesso, sappiamo di un altra famiglia che stesso problema,con stesa machina. Sono in centro di paese, vicino di cabina Enel,in più hanno 6kw fotovoltaico e comunque sua machina va in blocco anche di estate..Anno scorso abbiamo trascurato il discorso,perché lavorando tutto il giorno non abbiamo visto quanto si ferma.. Quest'anno è nato nostro figlio,si sta a casa sempre e l'acqua calda si va gastando In più...Dire vero, siamo in panico,perché ogni volta che si deve scaldare ACS si blocca varie volte...E, ovviamente, abbiamo cominciato chiamare...centro assistenza per primo -non risponde, tecnico-nom risponde!!!....Dopo bel po'di chiamate(persino al commerciale della Vailant)...stesso tecnico,e stessa risposta che è la tensione.. dunque niente da fare...Ansi," c'è un apparecchio,che po' regolare la tensione,e quindi, po'darsi aiuta(costa 1000euro! Però!")... E lui non viene neanche a vedere,che è problema del Enel... Abbiamo ancora garanzia in corso...Una disperazione...Ingiusto che un marchio così noto della macchina così costosa, che dovrebbe andare a ridurre emissione CO2 e tanti altri bla,bla,bla pur da vendere…Insomma,siamo stati delusi e abbandonati...Mi dispiace per tutti che vedranno pubblicità del Vailant e crederanno come ho fatto io...resulta che lavora peggio di una macchina cinese di sottomarca..Ecco la nostra esperienza negativa...
    Buon giorno a tutti

    Commenta


    • #17
      adesso la tensione a quanto è?
      enel deve consegnarti la tensione giusta al contatore, la parte dopo è di tua proprietà, quindi bisogna capire quanto distante è in contatore dal quadro generale e dal quadro generale alla pdc quanti metri ci sono ancora e per ogni tratto che cavo è stato utilizzato. come minimo i cavi devo essere da 4mm2, meglio se da 6mm2. controlla questo.
      che errore da la pdc? in riscaldamento non ha mai dato problemi?

      Commenta


      • #18
        [QUOTE=francy.1095;119927669]adesso la tensione a quanto è?
        enel deve consegnarti la tensione giusta al contatore, la parte dopo è di tua proprietà, quindi bisogna capire quanto distante è in contatore dal quadro generale e dal quadro generale alla pdc quanti metri ci sono ancora e per ogni tratto che cavo è stato utilizzato. come minimo i cavi devo essere da 4mm2, meglio se da 6mm2. controlla questo.
        che errore da la pdc? in riscaldamento non ha mai dato problemi?[/QUOTE

        Tutto è stato verificato già due anni fa.. ristrutturazione nuova... elettrico, idraulico ets. Cavi di 6mm2…distanza insignificante..Enel ci ha alzato tensione... Ieri stesso,per ennesima volta è passato nostro elettrico a misurare...siamo a 225-226! Dopo abbiamo fatto partire la machina (togliendo la sonda del bollitore) dopo che ha scalato"sui 6 marce" la tensione si ha sceso fino 208... E ciucciando 4,5kw però,tropi no? Poi abbiamo acceso la induzione e scaldacqua,risultato-machina in blocco... ovviamente,capisco che stavolta era per bassa tensione..Ma noi siamo preoccupati per che si blocca varie volte,dopo quasi ogni doccia e in orari diversi e anche senza niente acceso... Non po'essere sempre bassa tensione. Domando, Vailant ha fatto la machina per uso domestico e per Italia? Perché qui è già di lusso avere 220 di tensione! Diluizione di un vondumatore! Con una modifica della scheda elettronica con un limitatore della potenza in modalità ACS seria forse risolto...non so..un idea..Forse semplice verifica delle impostazioni per un tecnico....Ma non! non si muove neanche,dicendo che è per bassa tensione e punto..e noi dobbiamo vivere con machina del genere,aspettare che riparte sempre dopo ogni blocco...e che non faccia troppo freddo..

        Commenta


        • #19
          Se scende sotto 208v e solo colpa di Enel e non di certo della PDC

          Chiama il tuo forniture e chiedi il monitoraggio della linea con logger. Se hai ragione tu non paghi nulla e devono sistemare. Se invece hai torto devi pagare il costo del lavoro da parte di enel.....

          Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

          Commenta


          • #20
            Originariamente inviato da America Visualizza il messaggio
            Se scende sotto 208v e solo colpa di Enel e non di certo della PDC

            Chiama il tuo forniture e chiedi il monitoraggio della linea con logger. Se hai ragione tu non paghi nulla e devono sistemare. Se invece hai torto devi pagare il costo del lavoro da parte di enel.....

            Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk
            Si lo sappiamo di questo,logger.. Se non si scende tensione più di tot alla settimana ci costav170 euro..e po'non è detto che Enel farà qualcosa (non ci cambiarlo linee vecchie per PEC di certo), nelle contratti l'ora hanno una soglia di tensione e quindi hanno sempre ragione...Enel è tutelata... Vailant anche... L'unici senza tutela siamo noi..E po' altri elettrodomestici vanno bene, e soprattutto, anche, sentiendo in giro, altre marche PDC NON hanno problemi con la tensione,solo Vailant e NON solo da noi! Conosciamo altri 2 in zona nostra,si blocca anche in estate(non solo con freddo da adesso)... Sono segura che non siamo neanche unici tre....Vailant sa della pecca della sua macchina, seguitissimo

            Commenta


            • #21
              Ok, per rispondere alla domanda iniziale dell'autore della discussione abbiamo capito che in base alle esperienze riportate possiamo inserire Vaillant tra le marche non da consigliare... :P

              Gavfrass... mi spiace per il tuo inconveniente, continua ad aggiornarci se le cose si risolvono in qualche modo

              Commenta


              • #22
                il problema è enel, non vaillant.
                informati meglio, ma vedo online che i range sono questi:
                - Nessun valore deve essere superiore a Un + 10% (253 V)
                - Nessun valore deve essere inferiore a Un - 15% (195,5 V)
                - Il 95% dei valori misurati deve superare Un - 10% (207 V)

                se dici che con 4,5kw di carico stai sotto i 207v, ti fai mettere il logger e compri due stufette da 2kw.
                ogni sera per 1 ora e mezza le accendi entrambe + usi gli altri elettrodomestici. arriverai a non soddisfare la terza condizione (95% oltre i 207v), enel sarà obbligata a intervenire. cerca di sentire il tuo elettricista per procedere in questo modo.
                tu sei tenuto ad avere la tensione prevista, anche a pieno carico (es 6kw+30%=8kw di assorbimento).
                come "enel" dovrà adeguare la sua infrastruttura non sono problemi tuoi, paghiamo tutti in bolletta una quota per il mantenimento e l'adeguamento delle infrastrutture, sono soldi che in queste situazioni vanno usati.

                Commenta


                • #23
                  Originariamente inviato da francy.1095 Visualizza il messaggio
                  il problema è enel, non vaillant.



                  Francy
                  Francy hai ragione, il mio intervento era sarcastico, anche se forse non si è capito...

                  Ad ogni modo Vaillant pecca un pochetto riguardo ad assistenza tecnica, almeno stando al racconto del nostro collega del forum...
                  O meglio, il tecnico ha detto una cosa corretta, ma poi se ne è lavato le mani. Enel idem... Fortuna che esiste la rete, e questo forum e persone competenti come te che suggeriscono una soluzione possibile...
                  Però non tutti riescono ad arrivare a sorgenti come questa, e comunque poi anche mettendo in pratica il tuo suggerimento e cercando di percorrere la strada dell'ottenimento della miglioria da Enel sai che calvario sarà per lui, ammesso che ci riesca?

                  In questo prendo per buono che la carenza sia di Enel... ma ribadisco che l'assistenza tecnica di Vaillant, peraltro una delle più diffuse sul territorio credo, avrebbe potuto cercare di indirizzare il cliente verso la soluzione che dici tu, che evidentemente già poteva immaginare se ha subito capito da cosa dipendeva il problema. Idem per il reparto progettazione, che potrebbe prevedere qualche circuito elettrico che compensi e/o ammortizzi il problema, se il loro apparecchio ne risulta cosi sensibile e se non è la prima segnalazione visto che il tecnico ha subito capito la causa di un problema che non sarà stata la prima volta che affrontava.

                  Non dimentichiamoci mai che ogni apparecchio elettronico e meccanico è destinato ad avere dei potenziali problemi. La qualità della vita dell'utente la fanno l'assistenza post vendita! Maggiormente quando si tratta di prodotti di uso quotidiano che impattano forte sulla serenità della vita di ogni giorno.

                  Commenta


                  • #24
                    Originariamente inviato da ArinZ Visualizza il messaggio
                    Ok, per rispondere alla domanda iniziale dell'autore della discussione abbiamo capito che in base alle esperienze riportate possiamo inserire Vaillant tra le marche non da consigliare... :P
                    Eliminare un intero marchio abbastana ben quotato dalle possibilità di acquisto solo perchè un utente ha un problema strano molto probabilmente neanche a causa della macchina in questione mi sembra un po troppo precipitoso
                    Winter is coming
                    https://monitoringpublic.solaredge.c...006#/dashboard

                    Commenta


                    • #25
                      Originariamente inviato da subitomauro Visualizza il messaggio
                      Eliminare un intero marchio abbastana ben quotato dalle possibilità di acquisto solo perchè un utente ha un problema strano molto probabilmente neanche a causa della macchina in questione mi sembra un po troppo precipitoso
                      Sicuramente, infatti la mia risposta era ironica... Come ho già spiegato sopra a Francy. Probabilmente non sono riuscito a farlo trasparire solo grazie alla faccina che ho messo alla fine della frase. Scusate se sono stato frainteso.

                      Ad ogni modo l'assistenza tecnica del marchio, stando a quanto riportato dall'utente con problemi, è stata un pochino lacunosa nel senso che ha compreso il problema ma gli ha lasciato la patata bollente della soluzione, da imputare ad un disservizio del gestore.
                      E dando per assodato che sia cosi in caso di sbalzi di tensione c'è pure da considerare che potrebbe esserci una sensibilità delle componentistiche elettroniche di Vaillant a questo tipo di problematiche, quindi un'assistenza un pochino più collaborativa non avrebbe guastato, a maggior ragione da parte di un marchio cosi blasonato e diffuso.

                      Quindi scartarlo no, ma tenere conto che è stato sollevato un problema di sensibilità a determinate condizioni può aiutare chi si trova in situazioni impiantistiche simili, cosa non rara a seconda delle zone sul territorio nazionale...

                      Commenta


                      • #27
                        Be ultimamente non è che vaillant brilli in qualità. Ne tra le caldaie ne tanto meno tra le pdc che tra l'altro non fa altro che rimarcare da terzj

                        Commenta

                        Sto operando...
                        X
                        TOP100-SOLAR