annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

bilanciamento di due collettori

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • bilanciamento di due collettori

    Ciao,
    nel mio impianto ho 2 collettori, uno con 9 circuiti in zona notte e abbastanza lontano dal circolatore di rilancio e uno con 11 circuiti in zona giorno abbastanza vicino al circolatore di rilancio.

    Vedo che le zone notte sono abbastanza lente a salire di temperatura, mentre quelle giorno sono molto veloci, mi pare di osservare che il fenomeno avviene maggiormente quando ho zone aperte sia in zona giorno che zona notte (ho infatti testine elettroattuate su ogni circuito).

    Potrebbe darsi che l'acqua prediliga il percorso più vicino a più basse perdite di carico e in zona notte circoli molto meno acqua? come si fa a fare questa verifica? Sui collettori non ho alcun misuratore, ho solo i detentori per regolare le portate e le valvole di chiusura su mandata e ritorno (che potrei usare per creare delle perdite di carico sul collettore giorno e far andare quindi piu acqua in zona notte).

    Essendo zona diverse con tempi di accensione e temperature diverse non so neanche quanto dica la misurazione delle temperatura del pavimento.
    PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

  • #2
    Ma i circuiti delle due zone come sono configurati? Più chiusi quelli della zona notte? Viceversa? Uguali?


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
    PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

    Commenta


    • #3
      Tutti uguali visto che uso testine elettroattuate
      PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

      Commenta


      • #4
        Beh ma mica è obbligatorio tenerli tutti aperti perché hai le testine: le testine aprono o chiudono, la regolazione parzializza l’acqua inviata.

        Se non ti crea problemi di comfort, chiudi un po’ i circuiti del collettore più vicino, così bilanci un po’.


        Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
        PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

        Commenta


        • #5
          Si avevo pensato a questo approccio, così come chiudere un pò il generale del collettore. Volevo solo capire se l'ipotesi potesse essere corretta e come fare per non fare a occhio.
          PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

          Commenta


          • #6
            Basta che li abbassi tutti della stessa quantità..... in pratica come li usi adesso ma con un po’ meno portata..... che andrà ad aumentare sull’altro collettore.

            Però occhio a che non ti cali il comfort sulla zona servita dal collettore vicino.


            Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
            PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

            Commenta


            • #7
              è tutta roba a cui intuitivamente ci ero arrivato; quel che volevo capire è se c'era un modo, anche approssimato, di evitare di fare le cose completamente ad occhio

              Io a intuito avrei agito direttamente sulla valvola di chiusura di ritorno del collettore giorno, strozzandola un pò; ma è cmq un approccio ad occhio

              Misurando le temperature sul collettore immagino che non ottengo nulla in quanto saranno all'incirca le medesime, cambiando solo la portata
              PDC Templari Kita M, Boiler TML Wp1V da 500lt, puffer separatore idraulico in mandata da 300lt, impianto doppia temperatura (radiante RDZ 165 mq + 11 fancoil idronici Innova usati sporadicamente) con 2 circolatori Magna3 2560 - VMC Paul Novus 450 con ricircolo e batteria di Post. Sistema di termoregolazione fatto da me, interfacce IO e sonde su bus rs485. Zona Climatica D gradi giorno 1.694

              Commenta


              • #8
                No, se strozzi dovrebbe abbassarsi un po’ la T di ritorno, che è il motivo per cui ti dico di fare attenzione al comfort.

                Se non vuoi fare a occhio (o a tentativi) monta dei misuratori di portata sui due circuiti.... mi sembra un po’ complicato però se il fine è una regolazione....

                Io non agirei sul centrale, se non altro perché così impari anche a regolare i circuiti... tenerli tutti uguali quando sicuramente hanno lunghezze diverse non è il massimo.


                Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
                PDC Ibrida (metano) Daikin HPU 8/35 kW con ACS istantanea. Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500. Impianto Solare Termico 9.6 mq Rotex Solaris V26, Tilt 54°, Rotex Sanicube 536/16/0. Auto ibrida Volvo V60 diesel plug-in.

                Commenta

                Attendi un attimo...
                X
                TOP100-SOLAR