annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

PdC Olimpia Splendid | problemi resa, consumi, ACS

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • PdC Olimpia Splendid | problemi resa, consumi, ACS

    Ho installato un sistema Olimpia Splendid ad un cliente, che presenta alcuni problemi, certamente impiantistici non di macchina in se.
    Innanzitutto il solare forzato non comunica con la PdC, come se la sonda nel boiler ACS non fosse letto dalla PdC, mentre è letto dalla centralina solare.
    Forse hanno due protocollo di comunicazione diversi?
    Ciò probabilmente fa si che non si attivi il servizio San (acqua calda sanitaria) della PdC pertanto il cliente si ritrova senza ACS (ciò successo ieri quando causa maltempo da 3gg il solare non ha fornito alcun contributo).

    Inoltre sostiene che la casa è molto fredda, e ciò forse a causa di errato utilizzo.

    Siamo su Reggio C. (non sulle Alpi) e la PdC è una 10kW Sherpa (splittata).
    Di fabbrica c’era una impostazione di mandata a 55ºC con ventilconvettori a 28ºC. L’effetto riscaldamento era decente ma consumi alle stelle (10h a sera/notte, 22 kWh al giorno), quindi ho fatto ridurre mandata a 45ºC e impostato 22ºC sui ventilconvettori, altrimenti non avrebbero mai staccato.

    L’effetto non è stato soddisfacente, il cliente sostiene che la casa è freddissima!

    Ho fatto quindi portare a 50ºC la mandata lasciando comunque 22ºC i terminali. Vediamo il feedback di stamattina.

    Quali potrebbero essere i problemi?

    Riguardo i consumi forse è anche un problema di programmazione oraria? Lui arriva a casa alle 20, casa non vissuta per 12h, quindi accende dalle 20 alle 8, richiedendo max resa.

    Non sarebbe meglio una programmazione del tipo “parti alle 19” quando la tariffa elettrica è già in F3 (A3, fascia serale) ed alle 21-22 a casa già calda (si spera!) andare in modalità Eco (modalità di funzionamento prevista nella Sherpa)?

    Qualcuno utilizza questa macchina?

    Grazie


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  • #2
    Non può usare una pdc come una caldaia, deve lasciarla andare per più ore a temperatura minore in mandata
    Zona climatica F 3396 gradi/giorno
    Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

    Commenta


    • #3
      Eh, lo so!
      Ma il cliente è un po’ cocciuto. Peraltro riscontra consumi molto elevati secondo me perché ne fa proprio un uso errato.
      Egli rientra in casa alle 21, andrebbe programmata con accensione alle 19 (in faccia F3) e dopo 2-3 andare in modalità Eco con mandata più bassa, anche a 40°C, per poi alzare la mandata poco prima della sveglia, diciamo alle 6.
      D'altronde quanto sto sotto il piumone non mi serve mica la casa eccessivamente calda, posso anche permettermi 2ºC in meno per poi riportare a temperatura giusto per la sveglia...

      Commenta


      • #4
        Beh, paga lui le bollette, si vede che gli va bene così
        Zona climatica F 3396 gradi/giorno
        Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

        Commenta


        • #5
          Non gli va affatto bene, difatti mi dice che la PdC non funziona, non gli scalda la casa e consuma tanto...
          Mi sta anche facendo una pessima pubblicità

          Commenta


          • #6
            Con mandata così alta non può essere diverso
            Zona climatica F 3396 gradi/giorno
            Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

            Commenta


            • #7
              Nulla di nuovo , il classico utente che pretende di avere la casa calda con poche ore di funzionamento sia che si usi pdc , gas , biomassa , ecc...non capendo che costa meno mantenere un t costante , anche bassa 19 gradi , rispetto a continui on /off , almeno ha installato un po' di ftv ?

              Commenta


              • #8
                Leggendo quello che hai scritto, la cattiva pubblicita te la fai da solo

                Commenta


                • #9
                  Illuminami, non si finisce mai di imparare

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da GIBRUN Visualizza il messaggio
                    Nulla di nuovo , il classico utente che pretende di avere la casa calda con poche ore di funzionamento sia che si usi pdc , gas , biomassa , ecc...non capendo che costa meno mantenere un t costante , anche bassa 19 gradi , rispetto a continui on /off , almeno ha installato un po' di ftv ?
                    Difatti sto cercando di spiegare questi aspetti.
                    fli ho proposto anche 4,5 kW di Ftv che probabilmente installerà. Abbiamo insistito molto per la PdC proprio perché la fonte primaria grazie al Ftv possiamo autogenerarla, con risparmi notevolissimi che comunque avrebbe con un adeguato utilizzo del sistema.
                    Ha anche solare termico che già ieri gli ha dato 300lt di ACS a circa 45°C

                    Commenta


                    • #11
                      Che un installatore chieda in un forum consigli per un impianto montato è lusinghiero ...... e preoccupante

                      Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk

                      Commenta


                      • #12
                        Diciamo che oltre a installare impianti dovrebbero spiegare anche come funziona e quali sono i tempi di riscaldamento , i consumi ecc..... tuttavia se si pensa ancora al riscaldamento on off per risparmiare o peggio metto di pdc per non pagare il gas e pretendere di spendere meno senza del ftv.......

                        Commenta


                        • #13
                          ...cosa fatta spiegando il tutto facendo vedere gli abachi di produzione ACS e le varie curve di efficienza.
                          Purtroppo se i clienti poi fanno di testa propria non abbiamo più frecce al nostro arco...

                          Commenta


                          • #14
                            Se al cliente sta bene così pace. Se non gli sta bene segua i consigli per 15 gg e vede la differenza.

                            (ma una pdc non conviene praticamente sempre rispetto al gpl anche senza ftv?)
                            Zona climatica F 3396 gradi/giorno
                            Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

                            Commenta


                            • #15
                              Ciao ENERPLANET,

                              Originariamente inviato da ENERPLANET Visualizza il messaggio
                              Innanzitutto il solare forzato non comunica con la PdC, come se la sonda nel boiler ACS non fosse letto dalla PdC, mentre è letto dalla centralina solare.
                              Forse hanno due protocollo di comunicazione diversi?
                              Ciò probabilmente fa si che non si attivi il servizio San (acqua calda sanitaria) della PdC pertanto il cliente si ritrova senza ACS (ciò successo ieri quando causa maltempo da 3gg il solare non ha fornito alcun contributo).
                              le sonde dovrebbero essere 2: una per la centralina solare e una per la PDC, hai controllato che quella per la pdc sia compatibile ?

                              Originariamente inviato da ENERPLANET Visualizza il messaggio
                              Inoltre sostiene che la casa è molto fredda, e ciò forse a causa di errato utilizzo.

                              Siamo su Reggio C. (non sulle Alpi) e la PdC è una 10kW Sherpa (splittata).
                              Di fabbrica c’era una impostazione di mandata a 55ºC con ventilconvettori a 28ºC. L’effetto riscaldamento era decente ma consumi alle stelle (10h a sera/notte, 22 kWh al giorno), quindi ho fatto ridurre mandata a 45ºC e impostato 22ºC sui ventilconvettori, altrimenti non avrebbero mai staccato.
                              quindi oltre ad avere una mandata esagerata, gestito con i cronotermostati dei singoli fancoil, a ore fisse e non essere ovviamente gestito in climatica con sonda esterna, però poi 22 kWh al giorno non dicono nulla se non dici quanti mq deve scaldare e almeno la classe energetica della casa, perchè un conto è consumare 22 kWh per 200 mq di casa poco isolata, un conto è consumarli per 100 mq in classe A o B.

                              Anche il consiglio che dai di far partire la pdc alle 19 è assolutamente sbagliato:
                              La pdc deve andare in climatica sempre, alla T di mandata più bassa possibile, e la curva climatica la devi impostare in modo che la T interna desiderata si mantenga costante senza che intervengano i termostati sui fancoil (o al massimo di notte la fai abbassare al massimo di un paio di gradi).

                              Con l'attuale funzionamento la pdc va inutilmente al massimo quando non serve per cercare di portare a temperatura la casa il prima possibile, e quando ci riesce, dopo aver consumato un botto, il cliente non c'è già più in casa, e sicuramente con un confort da fare pena.

                              Quindi devi controllare la sonda x acs, attivare la gestione climatica che gestisce le mandate in base alle T esterne, alzare al massimo i termostati dei fancoil in modo che non intervengano e lasciare girare sempre la pdc.

                              PS: Che poi ieri 300 lt di acs siano arrivati solo a 45° a reggio calabria, spero perchè é stato nuvoloso o perchè ha solo 2 mq di pannelli, altrimenti non è proprio un risultato di cui vantarsi

                              Originariamente inviato da ENERPLANET Visualizza il messaggio
                              Ha anche solare termico che già ieri gli ha dato 300lt di ACS a circa 45°C

                              Commenta

                              Attendi un attimo...
                              X
                              TOP100-SOLAR